Berelain

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Berelain sur Paendrag Tanreal di Casa Paeron è una dei personaggi maggiori della saga fantasy La Ruota del Tempo dello scrittore statunitense Robert Jordan. È una giovane donna, estremamente bella e sensuale, alta, con molto petto, dall'incarnato pallido, dai capelli neri ed occhi scuri; Berelain governa la piccola nazione di Mayene, con il titolo di Prima.

È uno dei principali personaggi di supporto, con alcuni capitoli che vengono anche narrati o descritti dal suo punto di vista.

Vicende di Berelain[modifica | modifica wikitesto]

Berelain è la Prima di Mayene, una piccola città-stato situata nel sud-est del continente e posta continuamente sotto la minaccia di venire annessa dalla vicina e ben più potente Tear; inoltre la sua casata, Paeron, è una delle poche case regnanti a poter vantare una discendenza diretta dal grande imperatore Artur Hawkwing.

La Prima di Mayene fa la sua prima apparizione al termine del terzo libro, quando viene costretta da Lanfear a portare un messaggio al Drago Rinato, a cui poi chiede anche un incontro in qualità di capo di Stato. In precedenza Berelain si trovava già nella Pietra di Tear, ma tenuta quasi prigioniera; infatti vi si era recata per aiutare la sua città, nel tentativo di giocare i Sommi Signori l'uno contro l'altro, grazie alla sua capacità di seduzione. Dopo l'ascesa del Drago Rinato, Berelain sempre attraverso le sue doti femminili, cerca insistentemente la protezione politica per la sua Mayene, prima attraverso la seduzione di Rand al'Thor e poi di uno dei suoi migliori amici, Perrin Aybara. Nel primo caso viene allontanata da Rand stesso, impegnato con Elayne, nel secondo si scontra con Faile, ma scommette comunque che riuscirà prima o poi a sedurre Perrin.

Quando Rand torna dalla Desolazione Aiel e conquista Cairhien, Berelain lo raggiunge laggiù con un piccolo esercito. Rand apprezza le doti politiche della giovane donna e quindi la incarica di essere la sua Reggente nel regno di Cairhien, nei periodi di sua assenza. Berelain si dimostra una eccellente governatrice, ma così si scontra con le grandi casate, che ambiscono a conquistare il trono ed in particolare con la nobile signora Colavaere Saighan, che aspira a diventare la nuova regina. Quando il Drago Rinato viene rapito dalle Aes Sedai fedeli ad Elaida, Berelain è perciò costretta a rifugiarsi su una nave del Popolo del Mare, per evitare di rimanere assassinata dai sicari di Colavaere.

Dopo la liberazione di Rand, Berelain (che ha anche inviato il suo piccolo esercito Mayenese per aiutare a liberarlo), contribuisce alla caduta di Colavaere, che si è proclamata regina, anche grazie al supporto dell'Aes Sedai che le fa da consigliera personale, la Grigia Annoura Larisen; nel frattempo ricomincia i tentativi di seduzione di Perrin, che però nel frattempo, quando si trovava nei Fiumi Gemelli, si è sposato con Faile; inizia così una specie di commedia degli errori che mettono gravemente in imbarazzo il giovane uomo con la moglie.

Quando Perrin (accompagnato da Faile e da un composito seguito) viene inviato da Rand nel sud, in missione diplomatica per incontrare il profeta Masema e la regina di Ghealdan, Berelain si unisce alla sua spedizione, aiutando efficacemente la coppia, ma continuando anche a mettere Perrin in imbarazzo con sua moglie. Quando però Faile viene rapita dagli Shaido, Berelain collabora molto validamente con Perrin: smaschera i contatti tra Masema e Suroth, contribuisce alla vittoria nella battaglia di Malden e di conseguenza alla liberazione di Faile e delle altre donne catturate con lei.

Nel Libro XIII Berelain collabora con Perrin per uscire dalla situazione di pericolo in cui li sta stringendo Graendal. Durante queste fasi Faile si accorda con Berelain per fugare ogni voce riguardante il presunto tradimento di Perrin con lei. Inoltre in questi eventi Berelain incontra per la prima volta Galad Damodred, il Capitano Comandante dei Figli della Luce e ne resta completamente invaghita, come anche lui di lei. Berelain cerca di razionalizzare questa improvvisa passione, cercando di analizzare i vantaggi politici che deriverebbero dal suo unirsi con Galad.

Nel Libro XIV Berelain torna a Mayene, dove accoglie la quasi totalità dell'Ajah Gialla, con le Novizie e le Ammesse. Nella sua città organizza un enorme ospedale per curare i feriti dell'Ultima Battaglia, mettendo a disposizione ogni sua risorsa. Laggiù arriva dapprima Perrin, ferito gravemente nel Mondo dei Sogni. Poi la stessa Amyrlin Seat rimasta sotto shock per la morte di Gawyn. Poco dopo Annoura Larisen le porta anche il corpo gravemente ferito dello stesso Galad, che comunque si salva. Annoura ha bruciato la sua capacità di incanalare con questo gesto eroico e Berelain rimane fortemente commossa per il gesto della sua amica, con la quale recentemente aveva raffreddato i rapporti.

Caratteristiche del personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Come detto, Berelain è una donna bellissima e seducente; la Prima di Mayene usa queste sue doti nel gioco politico, per trarne vantaggio e quindi veste spesso abiti particolarmente rivelatori, soprattutto del suo abbondante seno; questa sua attitudine e le sue continue maniere provocanti nei confronti degli uomini, le hanno però causato l'inimicizia quasi inestinguibile di tutte le altre protagoniste femminili della saga (al contrario Berelain pare ottenere grande stima da parte delle Sapienti Aiel).

Nonostante questa apparenza frivola, Berelain è una governante molto preparata e capace, intelligente e devota ai suoi doveri. L'indipendenza del suo piccolo paese, che lei governa da quando aveva sedici anni, è dovuta in gran parte a queste sua capacità. Persino Faile, che disprezza Berelain per il suo comportamento nei confronti di Perrin, ha ammesso che in altre circostanze avrebbe potuto essere sua amica, dando quindi dimostrazione di apprezzarne le grandi doti politiche.

In una sua lettura delle aure, Min Farshaw ha predetto che Berelain cadrà perdutamente innamorata di un uomo vestito di bianco; questo avviene in effetti nel Libro XIII, quando incontra Galad Damodred che è diventato un Manto Bianco.

Fonti principali al di fuori della saga[modifica | modifica wikitesto]