Faile

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Zarine Bashere meglio conosciuta come Faile (il falco, nella lingua antica) è una delle protagoniste della saga fantasy La Ruota del Tempo dello scrittore statunitense Robert Jordan. È una giovane donna ventenne proveniente dalla Saldea, ha scuri occhi a mandorla e capelli neri, è atletica, alta e abbastanza bella, nonostante gli zigomi pronunciati ed il naso adunco, tipici della gente del suo paese.

È uno dei maggiori personaggi di supporto, quasi protagonista in alcuni dei libri, come il X e l'XI, con numerosi capitoli che vengono narrati o descritti dal suo punto di vista.

Vicende di Faile[modifica | modifica wikitesto]

Zarine ti Bashere t'Aybara è la figlia di Lord Davram Bashere, Maresciallo Generale della Saldea e zio della Regina Tenobia, che perciò risulta sua cugina; dopo suo padre, Faile risulterebbe quindi seconda nella linea di successione al trono.

Faile compare la prima volta nel terzo libro della saga, quando si imbatte in Perrin Aybara, Loial, Moiraine Sedai e al'Lan Mandragoran, che sono sulle tracce di Rand al'Thor. Viene descritta come una giovane donna molto indipendente, che ha deciso di abbandonare il suo paese per dedicarsi all'avventura, si è recata perciò ad Illian, dove ha giurato secondo gli usi nella piazza di Tammuz ed è diventata una Cercatrice del Corno di Valere. Nonostante Zarine mantenga nascosta agli altri la sua parentela principesca, Moiraine intuisce l'origine della ragazza. Frequentando il gruppo di eroi e partecipando alle loro avventure, Zarine inizia un rapporto tumultuoso con Perrin, che culmina durante il medesimo libro nel salvataggio della ragazza da parte di Perrin: Faile resta mortalmente imprigionata in Tel'Aran'Rhiod a causa di un ter'angreal trappola, piazzato dall'Ajah Nera contro Moiraine, e Perrin la segue nel Mondo dei Sogni e dopo un'epica battaglia contro le mortali illusioni di quella dimensione, riesce a liberarla, dichiarando in qualche maniera il suo amore

Nei libri successivi Faile e Perrin continuano a frequentarsi, nonostante i tentativi di Berelain di frapporsi nella loro relazione. Nonostante alcuni litigi con lui, Faile segue Perrin nei Fiumi Gemelli, contribuendo in maniera determinate alla cacciata delle orde Trolloc. Nel corso di queste vicende il loro amore si approfondisce ed i due si sposano, anche se Perrin ha deciso di compiere questo passo soprattutto per salvarla, cercando di convincerla ad abbandonare la zona del pericolo. Dopo aver contribuito alla ricostruzione dei Fiumi Gemelli, diventando in pratica il Signore e la Signora del luogo, i due tornano a Caemlyn, dove incontrano nuovamente Rand ed i genitori di Faile, che approvano il genero. Da lì la coppia si sposta a Cairhien al seguito del Drago Rinato e mentre Perrin libera Rand, catturato dalle Aes Sedai fedeli ad Elaida, Faile, rimasta in città, contribuisce a smascherare i delitti e gli intrighi che Colavaere Saigan ha compiuto per conquistare il trono.

In seguito la coppia si sposta nel sud del continente, in missione per il Drago Rinato, devono infatti contattare il Profeta Masema e la regina di Ghealdan); essi vengono accompagnati da un numeroso e variegato seguito: Aes Sedai, Sapienti Aiel e Fanciulle della Lancia, Asha'man, Berelain con il suo largo seguito di Mayenesi, Cairhienesi addetti ai carriaggi ed infine numerosi compaesani dei Fiumi Gemelli, come scorta personale.

La regina di Ghealdan, Alliandre, è velocemente costretta dalla situazione e dall'abilità ta'veren di Perrin, ad allearsi con loro e quindi al Drago Rinato, ma il folle Profeta Masema, con il suo sterminato seguito di fanatici Fautori del Drago crea invece molte difficoltà. Nel corso di questi primi eventi, Faile e Perrin incontrano anche Morgase d'Andor che sta fuggendo dai Figli della Luce e dai Fautori del Drago, l'ex Regina si presenta sotto falsa identità (non fidandosi di Perrin) e quindi viene assunta da Faile come propria cameriera personale.

Mentre Perrin sta nuovamente trattando con il Profeta, Faile e molte donne del suo seguito (tra cui le due regine Alliandre e Morgase) vengono rapite da un gruppo di sbandati Aiel al seguito degli Shaido. Le donne si trovano così ridotte a gai'shain e devono servire Sevanna; ma devono anche sottostare alle minacce ed ai ricatti di Therava e delle altre Sapienti Shaido, mentre al contempo la Aes Sedai Nera Galina (che si trova nelle loro stesse condizioni), le ricatta a sua volta. Faile dimostra nuovamente tutta la sua abilità e forza durante la prigionia, pianifica più volte piani di fuga e diventa praticamente l'anima segreta della resistenza dei gai'shain, tanto che più della metà dei prigionieri le giura fedeltà.

Al termine dell'undicesimo libro, Perrin, alleatosi persino con i Seanchan, libera finalmente la moglie, sbaragliando gli Shaido nella battaglia di Malden e liquidando i seguaci di Masema. Nel prologo del Libro XII è Faile stessa, di nascosto da Perrin, che con alcuni dei suoi, insegue e rintraccia Masema ed i pochi seguaci che ancora gli restano, eliminandoli tutti. In seguito, con le altre donne che hanno subito la prigionia con lei, si reca di notte a commemorare Rolan e gli altri defunti che le hanno aiutate con gli Shaido nel momento del bisogno, ma che poi sono state costrette a tradire per venire liberate.

Nel Libro XIII Faile collabora con Perrin per uscire dalla situazione di pericolo in cui li sta stringendo Graendal. Durante queste fasi Faile si accorda con Berelain per fugare ogni voce riguardante il presunto tradimento di Perrin con lei. Successivamente in Andor, Faile aiuta a convincere la Regina Elayne a far diventare Perrin sovrintendente dei Fiumi Gemelli.

Nel Libro XIV Faile si trova a Merrilor e riceve da Egwene il compito di portare di nascosto il Corno di Valere a Mat. Da Tar Valon però Faile e il suo convoglio, vengono dirottati da una bolla di male fin nel mezzo della Grande Macchia. Il Corno viene rubato ma Faile ed Olver riescono a recuperarlo e giungere fino al campo di battaglia di Merrilor. Quindi Faile incita Olver a fuggire in groppa a Bela con il Corno, per cercare di raggiungere Mat, mentre lei attira su di sé l'attenzione dei Trolloc. Dopo la battaglia, Perrin riesce infine a ritrovare Faile svenuta ed in fin di vita ed a farla salvare da Nynaeve.

Il cha'faile[modifica | modifica wikitesto]

Il cha'faile, che nella lingua antica significa l'artiglio del falco, è un gruppo di giovani nobili, soprattutto Cairhienesi e Tairenesi che hanno giurato fedeltà a Faile e che la servono come agenti e spie. Questi giovani a Cairhien si erano segnalati inizialmente come imitatori dello stile di vita Aiel, mettendosi perciò parecchie volte nei guai, finché Faile non decise di prenderli sotto la propria tutela.

Tra i principali membri si possono ricordare:

  • Arrela Shiego; è una nobile Tairenese, alta e di carnagione scura, con corti capelli; viene presa prigioniera dagli Shaido assieme a Faile; assieme a Lacile viene fatta fuggire con l'aiuto di Bain e Chiad ma ripresa dagli Shaido, viene severamente punita; va a letto con una Fanciulla della Lancia, nella speranza di trovare un'altra via di fuga; cade assieme a Faile e le altre, nella trappola di Galina Casban; dopo la liberazione a Malden, partecipa alla commemorazione funebre di coloro che le avevano aiutate durante la prigionia
  • Barmanes Nolaisen; è un Cairhienese che accompagna Perrin nella cittadina di Almizar, dove si mette a giocare a dadi con alcuni Seanchan per scoprire informazioni utili; quando Perrin viene ferito, Barmanes è il primo a soccorrerlo
  • Camaille Nolaisen; sorella di Barmanes, accoglie Rand nel Palazzo del Sole, quando ritorna dai pozzi di Dumai. Successivamente entra nel Cha'Faile assieme a suo fratello e come lui va con Perrin nella cittadina di Almizar, dove si mette a giocare a dadi con alcuni Seanchan per scoprire informazioni utili; dopo la Battaglia di Malden, si reca a Cairhien per conto di Perrin a cercare informazioni su Rand
  • Carlon Belcelona; è un Tairenese che accompagna Perrin nella cittadina di Almizar per raccogliere della radice biforcuta
  • Haviar: finge di essere un seguace di Masema per spiarlo nel suo stesso campo
  • Lacile Aldorwin; è una nobile Cairhienese, bassa e di carnagione pallida; viene presa prigioniera dagli Shaido assieme a Faile; assieme ad Arrela viene fatta fuggire con l'aiuto di Bain e Chiad ma ripresa dagli Shaido, viene severamente punita; va a letto con Jhoradin, un Senza Fratello, nella speranza di trovare un'altra via di fuga; cade assieme a Faile e le altre, nella trappola di Galina Casban; dopo essere sfuggita alla trappola, durante la battaglia di Malden, con il cuore a pezzi, pugnala Jhoradin alle spalle; dopo la liberazione, partecipa alla commemorazione funebre di coloro che le avevano aiutate durante la prigionia
  • Medore Damara; figlia dell'Alto Signore Astoril, Medore collabora spesso con Sebban Balwer in azioni di spionaggio
  • Meralda: viene inviata a Bethal per scoprire le vie di fuga dalla cittadina
  • Nerion: finge di essere un seguace di Masema per spiarlo nel suo stesso campo
  • Parelean; giovane nobiluomo Tairenese, uno dei leader iniziali del cha'faile, fa in tempo ad avvisare Faile degli incontri di Masema con i Seanchan, prima di venire ucciso dagli Shaido quando Faile viene rapita
  • Selande Darengil; nobildonna di Cairhien, giovane e molto avvenente, inizialmente è una dama di compagnia di Colavaere Saighan, che la manda a cercare di sedurre Rand al'Thor; assieme a Camaille, accoglie Rand nel Palazzo del Sole, quando ritorna dai pozzi di Dumai, conducendolo alla sala del trono dove Colavaere l'attende incoronata. In seguito si dà ai modi Aiel e diventa il capo indiscusso del cha'faile. Viene inviata di nascosto da Faile a Bethal, per scoprire le vie di fuga dalla cittadina. Dopo la cattura di Faile, si mette al servizio di Balwer e Perrin per aiutarli nella liberazione, riportando anche gli incontri segreti di Annoura Larisen e Masuri Sokawa con Masema. Mentre il gruppo di Perrin, nel Libro XIII, rimane intrappolato nel Ghealdan per le manovre di Graendal, Faile manda Selande a spiare nel campo dei Manti Bianchi. Al suo ritorno rimane ferita dalla sua stessa spada, durante una Bolla di Male.

Fonti principali al di fuori della saga[modifica | modifica wikitesto]