Romanda Cassin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Romanda)
Jump to navigation Jump to search

Nella serie di quattordici romanzi fantasy La Ruota del Tempo dello scrittore statunitense Robert Jordan, Romanda Cassin è una Aes Sedai dell'Ajah Gialla, viene descritta come una sorella dal carattere molto fiero, robusta di fisico e di bell'aspetto, che porta i capelli grigi raccolti in una crocchia sul capo. Romanda proviene da Far Madding ed è probabilmente l'Aes Sedai più anziana dopo Cadsuane (con una età superiore ai 280 anni) ed è anche una delle più potenti, quindi si trova nella fascia più alta della gerarchia.

Questo è uno dei maggiori personaggio di contorno, con anche alcuni capitoli che vengono narrati o descritti dal suo punto di vista.

La posizione comportava molto meno potere di quanto le sarebbe piaciuto, perlomeno poteva contare sull'obbedienza in tante cose, almeno dalle sorelle Gialle, se non dalle Adunanti (commento di Romanda sulla sua posizione di capo dell'Ajah tra le ribelli, Libro XI, capitolo 23)

Vicende di Romanda[modifica | modifica wikitesto]

Romanda Cassin viene descritta per la prima volta a partire dal Libro VI: dopo essere tornata dal suo ritiro ventennale (si era ritirata dopo l'elezione ad Amyrlin di Tamra Ospenya) la troviamo a Salidar dove si è riappropriata del ruolo di Adunante (che aveva già occupato in precedenza per circa ottanta anni) ed inoltre si è assicurata nuovamente anche il ruolo di capo della sua Ajah tra le ribelli (infatti in passato Romanda aveva già occupato anche questa importante posizione). Una delle prime cose che Romanda fa a Salidar, è fare eleggere Egwene come Amyrlin Seat delle ribelli, ma solo per impedire che la sua avversaria Lelaine possa diventare Amyrlin al suo posto.

Romanda infatti è rivale ed acerrima nemica dell'Azzurra Lelaine, e si sa che in precedenza, almeno un paio di volte, ostacolandosi a vicenda, loro due hanno mancato per poco di diventare Amyrlin Seat; come la sua rivale, Romanda controlla circa un quarto delle Adunanti nel Consiglio di Salidar e grazie a questa posizione di potere, inizialmente cerca di manovrare Egwene e di porre freno alla presunta influenza di altre, come Sheriam; in realtà però Egwene, grazie all'aiuto di Siuan e di altre amiche, non solo non si fa influenzare da alcuna, ma addirittura riesce a sfruttare la rivalità tra Romanda e Lelaine a proprio favore, perciò alla fine Romanda è costretta a riconoscere le indubbie capacità della giovane Amyrlin.

Ne La lama dei sogni Romanda, dopo aver discusso con Nisao Dachen, riesce ad intuire che Halima/Aran'gar possa essere la responsabile degli assassini di alcune sorelle Azzurre e ne ordina l'arresto, ma Halima e Delana riescono a fuggire. Nel corso del Libro XII Romanda cerca poi di ostacolare vanamente la crescente influenza di Lelaine tra le ribelli, durante l'assenza di Egwene; sempre nello stesso libro, nella tenda di Romanda, Shemerin viene interrogata da lei, Siuan, Sheriam, Magla e Lelaine e così si scopre il passaggio segreto che porta a Tar Valon; Shemerin è una Aes Sedai ridotta nuovamente a fare l'Ammessa da parte di Elaida e che è poi fuggita dalla Torre. Romanda dimostra nuovamente la sua prontezza di acume quando giustamente intuisce che Elaida ha fatto questo a Shemerin, solo per dimostrare alle altre sorelle il suo presunto potere assoluto. Subito dopo la tenda di Romanda viene toccata da una Bolla di Male, perciò deve essere distrutta con tutto ciò che l'Aes Sedai vi tiene dentro. Alla fine dello stesso libro, Romanda dimostra di non appartenere all'Ajah Nera, giurando sulla Verga di fronte ad Egwene ed al Consiglio, quindi appoggia i piani di Egwene sull'attacco a Tar Valon.

Nel Libro XIII troviamo che Romanda, Lelaine ed altre Adunanti hanno messo da parte le loro rivalità ed hanno organizzato una sessione segreta del Consiglio, per cercare di mettere una serie di freni al potere di Egwene; ma quest'ultima, avvertita in tempo da Silviana Brehon e da alcune Ammesse, riesce ad intervenire, fermando i loro propositi ed anzi volgendo ancora una volta a proprio favore la situazione. Quindi Romanda, accettando la bontà di quanto è stato discusso, vota a favore delle riforme della convocazione del Consiglio, appena proposte da Egwene. Nello stesso libro partecipa al test di Nynaeve per diventare Aes Sedai ed alla fine vota in suo favore.

Nel corso del Libro XIV Romanda è tra le tre Adunanti che Egwene porta con sé durante il suo incontro con il Drago Rinato alla Piana di Merrilor. Successivamente Romanda partecipa ai combattimenti per contenere i nemici che hanno invaso il Kandor, ma rimane uccisa quando gli incanalatori Sharani assaltano a sorpresa il campo delle Aes Sedai nel sud del paese.

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Capi delle Ajah.

Fonti principali al di fuori della saga[modifica | modifica wikitesto]