Lan Mandragoran

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

al'Lan Mandragoran è uno dei personaggi della saga fantasy de La Ruota del Tempo dello scrittore statunitense Robert Jordan. Lan è un uomo di quarantasette anni, è un guerriero formidabile, molto atletico, alto e robusto, con la faccia spigolosa e gli occhi azzurri dallo sguardo di ghiaccio. Porta i capelli lunghi, tenuti raccolti dall’hadori, una corda di cuoio intrecciato, tipica del suo paese natio, il Malkier, che passa in mezzo alla fronte e viene legata sulla nuca.

È uno dei principali personaggi di supporto, con diversi capitoli che vengono narrati o descritti dal suo punto di vista.

Vicende di Lan[modifica | modifica wikitesto]

Nell'anno 953 il regno di Malkier, posto sulle montagne tra le Marche di Confine, inizia ad essere inghiottito inesorabilmente nella Macchia. Lo stesso anno nasce al'Lan Mandragoran figlio di all'Akir Mandragoran, re di Malkier, e della regina el'Leanna. Entro alcuni anni, anche per il tradimento dello zio di Lan, il Malkier viene completamente conquistato dai Trolloc ed in seguito inglobato nella Macchia. Suo cugino Isam viene catturato mentre il piccolo principe al'Lan Mandragoran viene riconosciuto successore e portato in salvo da un gruppo di guardie fedeli, tra le quali Bukama. Lan viene accolto ed ospitato con onore nello Shienar, tra le Marche di Confine e viene istruito dalle sue guardie fedeli e da altri Malkieri rifugiati. Secondo le usanze del suo perduto paese, quando è quindicenne Lan viene riconosciuto uomo, divenendo l'amante di una nobildonna malkieri, Edeyn Arrel. Alcuni mesi dopo, all'età di sedici anni, al'Lan Mandragoran inizia la sua guerra solitaria contro la Macchia, guadagnandosi il rispetto e l'ammirazione in tutti i regni delle Marche di Confine e persino tra gli Aiel.

Nel prequel della saga, “Nuova Primavera”, troviamo che Lan, ormai venticinquenne, partecipa alla guerra Aiel. Dopo la battaglia delle Mura Lucenti di Tar Valon, e quattro mesi spesi nelle regioni del sud, Lan decide di tornare nelle Marche di Confine, assieme al suo fedele Bukama. Lungo la strada, a Canluun, Lan subisce un attentato ed incontrano un Malkieri mezzo rinnegato, Ryne, che si aggrega a loro e li informa che lady Edeyn sta raccogliendo i numerosi Malkieri sparsi lungo le Marche, per propositi ancora poco chiari. Lan allora decide di raggiungerla a Chachin, capitale di Kandor, per fermarla. Lungo la strada incontra una donna, Lady Alys, che in realtà è l'Aes Sedai Moiraine, da poco innalzata allo scialle, e che è segretamente alla ricerca del neonato Drago Rinato. I tre decidono di scortarla fino a Chachin, ma tra Lan e Moiraine non corre buon sangue: al loro primo incontro Lan la scaglia in un lago e perciò l'Aes Sedai si vendica tormentandolo di continuo con l'Unico Potere. Sulla via Lan subisce un altro attentato, ma viene salvato da Moiraine. A Chachin i tre Malkieri e la donna si separano, per poi ritrovarsi inaspettatamente al palazzo reale. Lì Lan ha un incontro con Lady Edeyn e scopre che la sua ex amante ha in progetto di farlo sposare con sua figlia e poi di raccogliere tutti i Malkieri ed organizzare una spedizione per liberare la patria. Lan non ha però alcuna intenzione di aderire a tale progetto, ma prima che possa fare qualcosa, gli eventi precipitano: Bukama viene assassinato e Lan subisce un altro attentato con l'Unico Potere. Infuriato Lan va alla ricerca di Moiraine, convinto della sua colpevolezza. In realtà trova la donna che sta combattono disperatamente contro Merean, una sorella dell'Ajah Nera, mentre lui stesso viene attaccato da Ryne, che è in realtà un Amico delle Tenebre in combutta con la sorella Nera. Moiraine e Lan si salvano, ma il re di Kandor, un principe e la figlia di lady Edeyn muoiono. Dopo questa tragica fine, Moiraine lo convince a diventare suo Custode ed a continuare con lei la ricerca del Drago Rinato, un compito più importante della sua guerra suicida e solitaria contro la Macchia.

All'inizio della saga vera e propria, dopo venti anni di ricerche, Lan e Moiraine giungono nei Fiumi Gemelli perché finalmente hanno individuato chi potrebbe essere il Drago Rinato. Lan segue fedelmente la sua Aes Sedai in tutte le vicende successive, prendendo in simpatia Rand al'Thor, che istruisce nell'arte della spada, ma soprattutto iniziando ad innamorarsi, ricambiato, di Nynaeve al'Meara, la sapiente dei Fiumi Gemelli, che inizia la sua istruzione come Aes Sedai. Lan la informa dell'impossibilità del loro amore: lui è un uomo in costante pericolo di morte e potrebbe offrirle solo un velo di vedova anziché un velo da sposa, ma Nynaeve non accetta scuse. I due hanno in seguito momenti di intimità quando si ritrovano a Tear, ma poi si devono separare nuovamente. Moiraine nel frattempo, prevedendo una sua fine prematura, passa il legame da Custode alla Verde Myrelle Sedai, così da salvare Lan dalla follia che pervade i Custodi quando scompare la sorella a cui sono legati.

Puntualmente, quando nel quinto libro Moiraine scompare combattendo Lanfear, Lan si ritrova legato contro la sua volontà a Myrelle e perciò la raggiunge cavalcando tumultuosamente fino a Salidar. Laggiù la giovane Amyrlin Seat Egwene al'Vere scopre il legame fuorilegge tra i due e punisce Myrelle costringendola a giurarle fedeltà, poi accompagna Lan fino ad Ebou Dar, dove l'uomo potrà riunirsi a Nynaeve al'Meara. Difatti Lan raggiunge la donna amata proprio nel momento in cui lei sta annegando e la salva. Lan e Nynaeve decidono quindi di sposarsi subito su una nave del Popolo del Mare. In seguito Lan segue tutte le vicende di sua moglie, finché nel libro undicesimo, all'approssimarsi dell'Ultima Battaglia, Nynaeve lo porta nelle Marche di Confine ed incita tutti i Malkieri in esilio a seguirlo.

Fonti principali al di fuori della saga[modifica | modifica wikitesto]