Teatro Augusteo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'omonimo teatro romano demolito nel 1936, vedi Anfiteatro Correa.
Teatro Augusteo
TeatroAugusteoNaples1.jpg
Platea a sezione inclinata
Ubicazione
StatoItalia Italia
LocalitàNapoli
IndirizzoPiazzetta Duca D'Aosta (Piazzetta Augusteo), 263
Dati tecnici
Capienza1420 posti
Realizzazione
Costruzione1929
ArchitettoPier Luigi Nervi
IngegnereGioacchino Luigi Mellucci
Sito ufficiale

Coordinate: 40°50′20.12″N 14°14′51.62″E / 40.838923°N 14.247672°E40.838923; 14.247672

Il Teatro Augusteo è un complesso teatrale di Napoli.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fu costruito tra il 1926 e il 1929, su progetto dell'architetto Arnaldo Foschini e dell'ingegnere Pier Luigi Nervi, coadiuvato dall'ingegnere Gioacchino Luigi Mellucci,[1] nella omonima piazzetta creata pochi anni prima per creare uno sbocco al traffico della neonata funicolare Centrale, che collega il Vomero a via Toledo.

Il teatro sostituisce uno preesistente realizzato da Luigi Vanvitelli nel 1772 in quello che una volta era il palazzo Berio. Questo teatrino, che poteva ospitare fino a 1600 spettatori, si trovava all'interno del palazzo nobiliare (la cui facciata fu realizzata proprio dal grande architetto), che venne poi in parte demolito per lasciar posto alla nuova piazza[2].

Durante la Seconda guerra mondiale il teatro venne chiuso e, alla riapertura negli anni cinquanta, vennero realizzati degli ingenerosi restauri che ne stravolsero l'aspetto e l'eccezionale acustica. Per lunghi anni adibito a cinema, nel 1992 partì una profonda opera di recupero architettonico e il teatro venne restituito alla città nel suo aspetto originario.

Attori e cantanti[modifica | modifica wikitesto]

Il teatro Augusteo ha ospitato e ospita tutt'oggi attori come Biagio Izzo, Carlo Buccirosso, Leo Gullotta, Alessandro Siani e Serena Autieri mentre per la musica artisti come Bruce Springsteen, Massimo Ranieri, Giovanni Allevi, Fiorella Mannoia, Pooh, Pino Daniele, Patty Pravo, Giorgia, Elisa, Nek e Noemi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Mellucci, Gioacchino Luigi, su www.treccani.it. URL consultato il 17 settembre 2018.
  2. ^ Fonte Archiviato l'8 dicembre 2012 in Internet Archive.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]