Teatro comunale Carlo Gesualdo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Teatro comunale "Carlo Gesualdo"
Campanile del Duomo e Torre dell'Orologio al tramonto.jpg
In basso si intravede l'arco colonnato che rappresenta il fronte del teatro su Piazza Castello. Tutta la struttura si abbarbica sulla collina della Terra presentando una terrazza, e vari locali che ospitano il Forum dei Giovani e la scuola di danza oltre che ad un giardino.
Ubicazione
StatoItalia Italia
LocalitàAvellino
IndirizzoPiazza Castello, 83100
Dati tecnici
TipoSala circolare sviluppata su cinque livelli in verticale
FossaAltezza 2,50 m.

Larghezza 16,00 m.

Profondità 5,00 m.
Capienza1189 posti
Realizzazione
Costruzione1992-2001
Inaugurazione2001
ArchitettoCarlo Aymonino
Gianmichele Aurigemma
Sito ufficiale

Coordinate: 40°54′56.59″N 14°47′55.1″E / 40.91572°N 14.79864°E40.91572; 14.79864

Il Teatro comunale "Carlo Gesualdo" è il principale teatro di Avellino.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Teatro vecchio[modifica | modifica wikitesto]

Un Teatro intitolato a Carlo Gesualdo venne realizzato nel primo decennio dell'800, per volontà dell'intendente del Principato Ultra, Giacomo Mazas, intenzionato a regalare al "giovane" capoluogo di provincia un luogo di crescita sociale e culturale.

Il progetto non decollò mai del tutto e nel 1925 l'immobile che aveva ospitato la sala teatrale venne venduto e demolito negli anni 30 del novecento; al suo posto sorge Palazzo Sarchiola, al cui interno è affissa una lapide che ricorda l'antico teatro prospiciente sull'allora "Largo dei Tribunali"

Teatro Nuovo[modifica | modifica wikitesto]

Solo nel 2002 un nuovo edificio teatrale è stato inaugurato in piazza Castello, nuovamente intitolato a "Carlo Gesualdo", madrigalista del tardo Cinquecento e principe di Venosa (1566-1613), vissuto in Irpinia del comune di Gesualdo.

Il nuovo edificio è stato progettato dagli architetti Carlo Aymonino e Gianmichele Aurigemma: costruito in pieno centro storico, può ospitare fino a 1200 spettatori, con un palcoscenico moderno e attrezzato. Sorge accanto ad altre strutture artistiche e culturali nei dintorni di piazza Castello, come il Conservatorio "Domenico Cimarosa", la casa della cultura di Victor Hugo, il Museo zoologico degli Invertebrati "L. Carbone" e la Casina del Principe.

I lavori per la costruzione del teatro sono cominciati nel 1992 e terminati nove anni dopo, quando all'inaugurazione prese parte l'allora Presidente della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi.

Il teatro è sede del corso di laurea triennale dell'Accademia Nazionale di Danza in Discipline Coreutiche tecnico-compositive - Scuola di Coreografia, all'epoca unico corso di questo tipo in Italia.[1]

Nel cartellone della stagione teatrale 2012/2013 sono comparsi spettacoli di attori italiani quali Gigi Proietti, Massimo Ranieri, Vincenzo Salemme, Moni Ovadia, Monica Guerritore, la Compagnia della Rancia, Michele Placido e Stefano Accorsi[2]

Specifiche[modifica | modifica wikitesto]

Larghezza: 30 metri
Profondità: 17 metri
Spazio utile: (larghezza 26 metri, profondità 15 metri, altezza 17.50 metri)
Declivio: 2,5%
Altezza 17.50 metri
Altezza dal piano di platea 1.20 metri
Altezza 2.50 m
Larghezza 16.00 m
Profondità 5.00 m
Altezza 8.00 m
Larghezza 16.00 m[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]