Plodio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Plodio
comune
Plodio – Stemma Plodio – Bandiera
Plodio – Veduta
La parrocchiale di Sant'Andrea apostolo di Plodio
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of arms of Liguria.svg Liguria
ProvinciaProvincia di Savona-Stemma.png Savona
Amministrazione
SindacoGabriele Badano (Lista civica "Insieme per Plodio") dal 26/05/2014
Data di istituzione1861
Territorio
Coordinate44°21′23.86″N 8°14′35.13″E / 44.356628°N 8.243092°E44.356628; 8.243092 (Plodio)Coordinate: 44°21′23.86″N 8°14′35.13″E / 44.356628°N 8.243092°E44.356628; 8.243092 (Plodio)
Altitudine498 m s.l.m.
Superficie8,65 km²
Abitanti631[1] (31-3-2018)
Densità72,95 ab./km²
FrazioniPiani
Comuni confinantiCarcare, Cosseria, Millesimo, Pallare
Altre informazioni
Cod. postale17043
Prefisso019
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT009050
Cod. catastaleG741
TargaSV
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)
Cl. climaticazona E, 2 478 GG[2]
Nome abitantiplodiesi
Patronosant'Anna
Giorno festivo26 luglio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Plodio
Plodio
Plodio – Mappa
Posizione del comune di Plodio nella provincia di Savona
Sito istituzionale

Plodio (Ciöi in ligure[3], Ploj in piemontese) è un comune italiano di 631 abitanti[1] della provincia di Savona in Liguria.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Il comune è situato in val Bormida tra i comuni di Millesimo e Carcare, adiacente al colle di Cadibona, costituito da borgate sparse al centro della dorsale collinare affacciata fra i due rami della Bormida di Millesimo e Bormida di Pallare.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Recenti ritrovamenti, relativi a gruppi di incisioni rupestri protostoriche in una fascia territoriale tra Plodio e Biestro, attestano l'antica frequentazione del territorio già in epoca preistorica, forse in un'epoca risalente all'Età del Ferro[4].

Tra il XII e il XIII secolo appartenne ai marchesi Del Carretto del feudo di Millesimo seguendone le sorti[4].

Intorno al 1639 fu momentaneamente occupato dalla casata reale Savoia, fino alla costituzione in comune autonomo; in precedenza era un "quartiere" - assieme a Biestro - di Cosseria. Fu dunque annesso al Regno di Sardegna nel 1735 e, per la sua posizione geografica, fu coinvolto, così come altri centri della val Bormida, nelle operazioni militari dell'esercito francese di Napoleone Bonaparte nel 1796.

Con la dominazione francese il territorio di Plodio rientrò dal 2 dicembre 1797 nel Dipartimento del Letimbro, con capoluogo Savona, all'interno della Repubblica Ligure. Dal 28 aprile 1798 con i nuovi ordinamenti francesi, rientrò nel VIII Cantone, capoluogo Carcare, della Giurisdizione delle Arene Candide e dal 1803 centro principale del VIII Cantone della Bormida Occidentale nella Giurisdizione di Colombo. Annesso al Primo Impero francese dal 13 giugno 1805 al 1814 venne inserito nel Dipartimento di Montenotte.

Nel 1815 fu inglobato nel Regno di Sardegna, così come stabilì il Congresso di Vienna del 1814, e successivamente nel Regno d'Italia dal 1861. Dal 1859 al 1927 il territorio fu compreso nel II mandamento di Millesimo del circondario di Savona facente parte della provincia di Genova; nel 1927 anche il territorio comunale plodiese passò sotto la neo costituita provincia di Savona.

Dal 1973 al 30 aprile 2011 ha fatto parte della Comunità montana Alta Val Bormida.

Simboli[modifica | modifica wikitesto]

Plodio-Stemma.png
Plodio-Gonfalone.png

Lo stemma e il gonfalone sono stati approvati con l'apposito decreto del Presidente della Repubblica datato al 10 luglio del 2000.[5]

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

L'oratorio e, sullo sfondo, la chiesa parrocchiale di Sant'Andrea apostolo.

Architetture religiose[modifica | modifica wikitesto]

  • Chiesa parrocchiale di Sant'Andrea apostolo, sita nella borgata più antica di Plodio, l'opera è una ricostruzione in stile barocco del XVIII secolo di un precedente edificio del XVI secolo.
  • Oratorio della Confraternita degli Angeli Custodi presso la parrocchiale di Plodio. Danneggiato dalle truppe napoleoniche durante gli scontri del 1796, e oggi convertito in teatro, presenta un bassorilievo del 1731 sopra al portale della facciata.
  • Cappella di Sant'Anna e Santa Lucia nella località di Le Coste. Risalente al Cinquecento fu rimaneggiata nel 1642 e nei due secoli successivi; presenta un piccolo porticato e un campanile a vela.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[6]

Etnie e minoranze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Secondo i dati Istat al 31 dicembre 2014, i cittadini stranieri residenti a Plodio sono 18[7], pari al 2,74% della popolazione totale.

Geografia antropica[modifica | modifica wikitesto]

Il territorio comunale è costituito dall'unica frazione di Piani per una superficie territoriale di 8,65 km².

Confina a nord con il comune di Cosseria, a sud con Pallare, ad ovest con Millesimo, ad est con Carcare.

Economia[modifica | modifica wikitesto]

La produzione economica è rivolta soprattutto all'attività agricola con un'ampia coltivazione e produzione di cereali, patate e foraggio.

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Strade[modifica | modifica wikitesto]

Il centro di Plodio è attraversato principalmente dalla strada provinciale 11 la quale gli permette il collegamento stradale con Carcare, ad est, e Cosseria a nord.

Sport[modifica | modifica wikitesto]

La squadra di calcio, l'UP Plodio, milita in seconda categoria ligure e gioca le sue partite allo stadio Comunale di Plodio.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Il municipio
Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
6 giugno 1985 25 maggio 1990 Sergio Ferrando Democrazia Cristiana Sindaco
25 maggio 1990 24 aprile 1995 Mario Bergero Lista civica Sindaco
24 aprile 1995 14 giugno 1999 Mario Bergero Partito Popolare Italiano Sindaco
14 giugno 1999 14 giugno 2004 Mario Bergero Lista civica di centro Sindaco
14 giugno 2004 8 giugno 2009 Gino Bergero Lista civica Sindaco
8 giugno 2009 26 maggio 2014 Gino Bergero Lista civica "Insieme per Plodio" Sindaco
4 giugno 2014 in carica Gabriele Badano Lista civica "Insieme per Plodio" Sindaco

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Dato Istat - Popolazione residente al 31 marzo 2018.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ Il toponimo dialettale è citato nel libro-dizionario del professor Gaetano Frisoni, Nomi propri di città, borghi e villaggi della Liguria del Dizionario Genovese-Italiano e Italiano-Genovese, Genova, Nuova Editrice Genovese, 1910-2002.
  4. ^ a b Fonte dal libro di Enzo Bernardini, Borghi nel verde. Viaggio nell'entroterra della Riviera Ligure delle Palme, San Mauro (TO), Tipografia Stige, 2003.
  5. ^ Tratto dal sito Liguria in rete.it
  6. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  7. ^ Dato Istat al 31/12/2014

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Liguria Portale Liguria: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Liguria