Zemola

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Zemola
Torrente Zemola sfondo A6.png
Il torrente con la A6 sullo sfondo
StatoItalia Italia
RegioniPiemonte Piemonte

Liguria Liguria

Lunghezza12,655 km[1]
Altitudine sorgentecirca 800 m s.l.m.
NasceBric Tavella
SfociaBormida di Millesimo tra Millesimo e Roccavignale (SV)
44°22′14.41″N 8°11′53.88″E / 44.37067°N 8.1983°E44.37067; 8.1983Coordinate: 44°22′14.41″N 8°11′53.88″E / 44.37067°N 8.1983°E44.37067; 8.1983

Lo Zemola è un torrente che scorre nelle province di Cuneo e di Savona; è affluente della Bormida di Millesimo.

Percorso[modifica | modifica wikitesto]

Il torrente nasce in Piemonte dal Bric Tavella (838 m) e si dirige inizialmente verso nord. Passato poco lontano da Castelnuovo di Ceva nei pressi di Montezemolo ruota decisamente a destra assumendo una direzione da ovest a est che manterrà grossomodo fino alla confluenza.

Fiancheggiato dall'autostrada A6 Torino-Savona riceve le acque del rio Barchei, il suo maggiore affluente che scendendo dai rilievi a sud di Murialdo segna per un certo tratto il confine tra Piemonte e Liguria[2]. Ormai entrato in Liguria lo Zemola lambisce la zona centrale di Roccavignale e va a gettarsi nella Bormida di Millesimo da sinistra a 417 metri di quota.[3]

Affluenti principali[modifica | modifica wikitesto]

  • Destra idrografica:
    • rio Barchei;
    • rio Magninè:
    • rio SPinze.
  • Sinistra idrografica:
    • rio di Armagna.

Pesca[modifica | modifica wikitesto]

Il bacino del torrente è ricco soprattutto di barbi, vaironi e trote fario, e sono anche presenti i gamberi di fiume.[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Atlante dei piani, Autorità di bacino del fiume Po. URL consultato il 12 aprile 2017 (archiviato dall'url originale il 14 maggio 2009).
  2. ^ Carta turistica ed escursionistica - Provincia di Savona in scala 1:50.000; ed. Provincia di Savona
  3. ^ Carta tecnica regionale su Limiti Amministrativi (Comunali, Provinciali, Regionali) sc. 1:25000, su geoportale.regione.liguria.it, Regione Liguria, 2011.
  4. ^ Terza carta ittica della provincia di Savona (PDF), su cartonline.provincia.savona.it, 27 novembre 2009. URL consultato il 13 aprile 2017.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]