Colla di San Giacomo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Colla di San Giacomo
Colla san giacomo da nord.png
StatoItalia Italia
RegioneLiguria Liguria
ProvinciaSavona Savona
Località collegateFinale Ligure, Orco Feglino e Mallare
Altitudine796 m s.l.m.
Coordinate44°15′20.88″N 8°18′22.68″E / 44.2558°N 8.3063°E44.2558; 8.3063Coordinate: 44°15′20.88″N 8°18′22.68″E / 44.2558°N 8.3063°E44.2558; 8.3063
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Colla di San Giacomo
Colla di San Giacomo

La Colla di San Giacomo (796 m s.l.m.) è un valico delle Alpi liguri situato nella provincia di Savona e collocato sullo spartiacque della catena principale alpina.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Il valico e, sullo sfondo, il monte Alto

Il passo collega mediante una strada sterrata Orco Feglino e di qui la città di Finale Ligure, nella riviera ligure di ponente, al comune di Mallare in Val Bormida. È situato sullo spartiacque tra la valle Padana e il Mar Ligure. A nord del passo nasce il rio Biterno, un affluente in destra idrografica della Bormida di Mallare; a sud invece si originano i due rami sorgentizi del torrente Aquila, il principale affluente del Pora.[1] Il valico si apre tra le propaggini del Pian dei Corsi (a sud-ovest) e il monte Alto (a nord-est).

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

Colla di San Giacomo: cippo ai combattenti delle guerre napoleoniche
Monumento ai partigiani

Nei tempi medievali Mallare era un luogo di passaggio assai più importante che ai giorni nostri ed era insieme un luogo di fermata e di sosta dei numerosi viaggiatori e negozianti col loro seguito di cavalcature e di bestie da soma. Quanti dal Monferrato, dalla Lombardia e in parte dal Piemonte volevano recarsi nel Finalese e nella terra di Albenga, seguivano ordinariamente l'itinerario della valle mallarese e della colla di S. Giacomo. La Comunità, fin dagli antichi tempi, si era fatta un dovere di tenere questa strada in condizioni praticabili e di sgombrarla dalle nevi negli inverni, ed i Signori del luogo si studiavano e spesso si obbligavano addirittura verso città amiche ed alleate, a garantire libero e sicuro il transito.

Sul colle si trovano una lapide dedicata ai soldati che combatterono nelle guerre napoleoniche e un monumento ricorda gli scontri tra partigiani e truppe nazifasciste che avvennero nella zona durante la Resistenza.[2]

Escursionismo[modifica | modifica wikitesto]

Il colle è un terminale di tappa dell'Alta Via dei Monti Liguri.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Carta turistica ed escursionistica - Provincia di Savona in scala 1:50.000; ed. Provincia di Savona
  2. ^ Sara Montoli, Aree Protette e Rete Natura 2000 - Finalese (PDF), Galata s.r.l.. URL consultato il 24 maggio 2016.
  3. ^ Melogno, scheda itinerario su www.altaviadeimontiliguri.it Archiviato il 25 gennaio 2016 in Internet Archive. (accesso: aprile 2016)

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Vico G.G., cap. XXV, in Mallare o Mallere. Memorie storiche, Alba, 1906.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]