Forte di Monte Burotto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Forte di Monte Burotto
Sbarramento di Altare
Monte burot 01.png
Ubicazione
StatoRegno d'Italia
Stato attualeItalia Italia
RegioneLiguria
CittàAltare (Italia)
Coordinate44°19′07.63″N 8°20′20.26″E / 44.318786°N 8.338961°E44.318786; 8.338961Coordinate: 44°19′07.63″N 8°20′20.26″E / 44.318786°N 8.338961°E44.318786; 8.338961
Mappa di localizzazione: Italia
Forte di Monte Burotto
Informazioni generali
Tipofortezza
Inizio costruzione1885-1890
Primo proprietarioRegno d'Italia
Informazioni militari
UtilizzatoreRegio Esercito
Termine funzione strategicaXX secolo
Forte Burot, scheda su www.fortezzesavonesi.com
voci di architetture militari presenti su Wikipedia
Monte Burot
Monte burot 03.png
Il monte Burot visto da est del colle di Cadibona
StatoItalia Italia
RegioneLiguria Liguria
ProvinciaSavona Savona
Altezza746 m s.l.m.
CatenaAlpi
Dati SOIUSA
Grande ParteAlpi Occidentali
Grande SettoreAlpi Sud-occidentali
SezioneAlpi Liguri
SottosezionePrealpi Liguri
SupergruppoCatena Settepani-Carmo-Armetta
GruppoGruppo del Monte Settepani
SottogruppoCostiera Bric Quoggia-Monte Alto
CodiceI/A-1.I-A.1.a

Il forte di Monte Burotto o Burot è stato un edificio difensivo posto a salvaguardia del cosiddetto "sbarramento di Altare" presso il Colle di Cadibona nel val Bormida, in provincia di Savona. È collocato sul monte Burot, a 746 m s.l.m..

Il monte Burot[modifica | modifica wikitesto]

Il monte Burot è un rilievo alto 746 m, il primo della catena alpina che si incontra ad ovest della Bocchetta di Altare.[1] Il monte è collocato lungo lo spartiacque alpino e si trova nella parte più centrale del territorio comunale di Altare, esattamente al centro tra l'insediamento urbano moderno e la batteria del monte Baraccone, quest'ultimo posizionato più a sud. Il forte, raggiungibile attraverso un sentiero e vari bivi, occupa parte della cima del monte omonimo (745 m s.l.m.), e si trova a poca distanza da alcuni ripetitori televisivi. È collegato al monte Baraccone da uno sterrato militare e nei pressi della cima passa l'Alta Via dei Monti Liguri.[2]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'intero complesso dello sbarramento altarese, ubicato lungo la strada statale 29 del Colle di Cadibona, fu voluto dal Regio Esercito per la difesa del Basso Piemonte e della catena appenninica ligure da eventuali attacchi terrestri; complessivamente il sito fu edificato in un periodo compreso tra il 1885 e il 1890.

Il forte sul monte Burotto, a sud dell'odierno abitato altarese, faceva parte di quel sistema difensivo comprensivo della "Piazzaforte di Altare" (con i forti Tagliata di Altare, Tecci e Cascinotto) e della batteria d'appoggio sul monte Baraccone.

Descrizione del forte[modifica | modifica wikitesto]

Una vecchia piazzola di artiglieria

La struttura della postazione difensiva si presenta a pianta poligonale e circondata interamente da un fossato, quest'ultimo ulteriormente protetto e difeso da due caponiere; le stesse sono raggiungibili dall'interno del forte tramite gallerie. A livello del fossato si trovava la caserma, mentre nella zona superiore era ospitata l'artiglieria che era composta da quattro cannoni 12 GRC Ret e da altri quattro cannoni da 15 GRC Ret collocati su piazzole esterne.

Il forte risulta in stato di abbandono, oramai invaso dalla vegetazione infestante.

Nei pressi del forte è collocata una alta antenna per radiotrasmissioni.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Carta turistica ed escursionistica - Provincia di Savona in scala 1:50.000; ed. Provincia di Savona
  2. ^ Alta via dei monti liguri - Le tappe, pagina su www.trekkinginliguria.it
  3. ^ Giorgio Terenzi, Antenne riceventi e trasmittenti per radio, TV, CB, radioamatori e satelliti artificiali, Hoepli, 1987, p. 281.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Mauro Minola, Beppe Ronco, Castelli e Fortezze di Liguria. Un affascinante viaggio tra storia e architettura, Recco, Edizioni Servizi Editoriali, 2006.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Forte di Monte Burotto, su fortidigenova.com. URL consultato il 31 agosto 2012 (archiviato dall'url originale il 28 giugno 2007).