Perignano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Perignano
frazione
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of arms of Tuscany.svg Toscana
ProvinciaProvincia di Pisa-Stemma.svg Pisa
ComuneCasciana Terme Lari-Stemma.png Casciana Terme Lari
Territorio
Coordinate43°36′18.35″N 10°35′22.18″E / 43.605098°N 10.589495°E43.605098; 10.589495 (Perignano)Coordinate: 43°36′18.35″N 10°35′22.18″E / 43.605098°N 10.589495°E43.605098; 10.589495 (Perignano)
Altitudine25 m s.l.m.
Abitanti3 263 (2011)
Altre informazioni
Cod. postale56035
Prefisso0587
Fuso orarioUTC+1
Nome abitantiperignanese, perignanesi[1]
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Perignano
Perignano

Perignano è una frazione del comune italiano sparso di Casciana Terme Lari, nella provincia di Pisa, in Toscana.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Località di origini romane (Perenius). Durante il medioevo Perignano era comune indipendente, composto principalmente da due animate borgate: S. Andrea e S. Lucia. I Pisani, che ebbero il controllo del territorio per periodi più lunghi, curarono la costruzione e la manutenzione di una fitta rete di canali che garantì all'economia medievale perignanese un certo sviluppo. Nel 1370 i pisani vi costruirono fortificazioni contro Firenze, distrutte da quest'ultima nel 1389. Con la dominazione fiorentina il territorio di Perignano iniziò ad essere abbandonato e l'agricoltura dovette lasciare il passo alla pastorizia.

Nel XV secolo la popolazione perignanese dovette lasciare il territorio per trasferirsi soprattutto nella zona collinare, più sicura, di Lari, dove il comune continuò a riunirsi regolarmente. Nel XVIII secolo, con l'arrivo da Vienna degli Asburgo-Lorena e di nuove famiglie aristocratiche (come i Papasogli, di origine greca), l'economia si riprese.

Il grande evento che segnò la storia di Perignano fu la costruzione, nel XIX secolo, della strada Firenze-Livorno, voluta dai regnanti lorenesi. Fu così iniziata la costruzione dell'attuale centro abitato, posto più a sud rispetto al vecchio abitato principale di Santa Lucia.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

La chiesa parrocchiale di Santa Lucia

Architetture religiose[modifica | modifica wikitesto]

  • Chiesa di Santa Lucia, chiesa parrocchiale di Perignano
  • Oratorio di Santa Lucia, se ne conservano i resti
  • Chiesa di Cristo Re, in località Quattro Strade

Architetture civili[modifica | modifica wikitesto]

  • Villa Sanminiatelli
  • Cippo commemorativo della perduta pieve di Triana

Architetture militari[modifica | modifica wikitesto]

  • Castello di Perignano, se ne conservano i resti

Società[modifica | modifica wikitesto]

Tradizioni e folclore[modifica | modifica wikitesto]

A settembre vi si svolge il palio delle contrade nel corso del quale le sei contrade del paese (Casaccia, Castello, Quattro Strade, Spinelli, Tre Vie e Viale) si sfidano nel gioco della bilancia. Tale manifestazione nacque nel 1985 in occasione del centenario della costruzione della chiesa di Santa Lucia. È organizzata dall'Associazione perignanese per le attività culturali e folkloristiche.[2]

Geografia antropica[modifica | modifica wikitesto]

La frazione è suddivisa tradizionalmente in sei rioni, comprendenti oltre al paese di Perignano anche i tre adiacenti centri abitati di Casine di Perignano, Quattro Strade e Spinelli:

  • Casaccia
  • Castello
  • Quattro Strade
  • Spinelli
  • Tre Vie
  • Viale (composto dai rioni di Fagiolaia, Pari e Tomaiola)

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Perignano è nota a livello nazionale per i mobilifici e gli show-room d'arredamento, tanto da meritarsi l'appellativo di città dell'arredamento, industria florida anche nella vicina Ponsacco. I negozi di arredamento sono tutti concentrati nella strada principale e offrono complessivamente oltre 100.000 m2 di spazio espositivo.

Sport[modifica | modifica wikitesto]

La principale squadra di calcio della città è l'A.S.D.C. Perignano 1929 Calcio che milita nel girone C di Promozione. È nata nel 1929.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Teresa Cappello, Carlo Tagliavini, Dizionario degli etnici e dei toponimi italiani, Bologna, Pàtron Editore, 1981, p. 398.
  2. ^ Sito dell'Associazione perignanese.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Giuseppe Caciagli, Pisa e la sua provincia, vol. 2, Pisa, Colombo Cursi Editore, 1972, pp. 533–535.
  • Maurizio Tani, Lari attraverso i secoli, Lari, 1996.
  • Maurizio Tani, Relazione storico-urbanistica al progetto di Piano Regolatore del Comune di Lari, Ufficio Tecnico del Comune di Lari, 2001.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Toscana Portale Toscana: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Toscana