Parlascio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Parlascio
frazione
Parlascio – Veduta
Parlascio
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of arms of Tuscany.svg Toscana
ProvinciaProvincia di Pisa-Stemma.svg Pisa
ComuneCasciana Terme Lari-Stemma.png Casciana Terme Lari
Territorio
Coordinate43°31′28″N 10°36′06.45″E / 43.524445°N 10.601791°E43.524445; 10.601791 (Parlascio)Coordinate: 43°31′28″N 10°36′06.45″E / 43.524445°N 10.601791°E43.524445; 10.601791 (Parlascio)
Altitudine280 m s.l.m.
Abitanti149[2] (2001)
Altre informazioni
Cod. postale56035
Prefisso0587
Fuso orarioUTC+1
Nome abitantiparlascino, parlascini[1]
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Parlascio
Parlascio

Parlascio è una frazione del comune italiano sparso di Casciana Terme Lari, nella provincia di Pisa, in Toscana.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Il borgo di Parlascio è situato nel punto più alto delle Colline Pisane, da cui si gode una suggestiva vista su tutto il territorio sottostante, dalle Alpi Apuane a Volterra, la Valdera, i vicini borghi di Ceppato, Sant'Ermo, Casciana Alta e Casciana Terme.[3]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il territorio della frazione risulta frequentato già in epoca preistorica (Neolitico) e il ritrovamento di numerosi resti etruschi portano a credere vi avesse luogo un insediamento a partire dal VII secolo a.C.. Parlascio è documentato per la prima volta in un contratto di vendita del 1193: il toponimo significa "anfiteatro" (paralisium) e probabilmente era da riferirsi alla scenografica vista che si apriva sulle Colline Pisane. Qui sorgeva un importante castello, secondo la leggenda fondato da Matilde di Canossa, che ebbe particolare rilevanza tra il XII secolo e il XIII secolo. Storico dominio pisano, passò a Firenze nel 1406, salvo poi ritornare a Pisa successivamente. La frazione nel 1833 contava 435 abitanti.[4]

Frazione del comune di Lari fino al 1927, andò poi a formare insieme a Ceppato, Collemontanino e Sant'Ermo il comune di Casciana Terme. Dal 1º gennaio 2014 è confluito nel nuovo comune di Casciana Terme Lari.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

  • Chiesa dei Santi Quirico e Giulitta, chiesa parrocchiale di Parlascio, è documentata a partire dal XII secolo. Si presenta in stile romanico, con le modifiche effettuate nel 1444 per volere dei conti Upezzinghi, e poi il restauro del 1710. Originariamente la facciata era adornata di bacini ceramici, adesso conservati al Museo di San Matteo a Pisa. All'interno si conserva un affresco quattrocentesco che raffigura i santi titolari e l'immagine del Volto Santo, attribuito a Bartolomeo da Ceppato.[5][6]
  • Castello di Parlascio, rocca alto-medievale di cui rimangono pochi resti, ne sono documentabili i tratti nord e ovest della cinta muraria.[7]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Teresa Cappello, Carlo Tagliavini, Dizionario degli etnici e dei toponimi italiani, Bologna, Pàtron Editore, 1981, p. 391.
  2. ^ Dati censimento Istat 2001
  3. ^ Parlascio sul vecchio sito del comune di Casciana Terme.
  4. ^ Emanuele Repetti, «Parlascio Archiviato il 23 settembre 2015 in Internet Archive.», Dizionario Geografico Fisico Storico della Toscana, 1833-1846.
  5. ^ Parlascio su Toscanissima.com.
  6. ^ Mappa di Parlascio Archiviato il 5 maggio 2014 in Internet Archive. sul sito turistico di Casciana Terme.
  7. ^ Parlascio sul sito turistico di Sant'Ermo.
  8. ^ Parlascio Archiviato il 6 maggio 2014 in Internet Archive. sul sito turistico di Casciana Terme.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Giuseppe Caciagli, Pisa e la sua provincia, vol. 2, Pisa, Colombo Cursi Editore, 1972, pp. 244–245.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Toscana Portale Toscana: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Toscana