Santa Maria a Monte

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Santa Maria a Monte (disambigua).
Santa Maria a Monte
comune
Santa Maria a Monte – Stemma Santa Maria a Monte – Bandiera
Santa Maria a Monte – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Coat of arms of Tuscany.svg Toscana
Provincia Provincia di Pisa-Stemma.png Pisa
Amministrazione
Sindaco Ilaria Parrella in Nuti (PdL) dal 27/05/2013
Territorio
Coordinate 43°42′N 10°41′E / 43.7°N 10.683333°E43.7; 10.683333 (Santa Maria a Monte)Coordinate: 43°42′N 10°41′E / 43.7°N 10.683333°E43.7; 10.683333 (Santa Maria a Monte)
Altitudine 56 m s.l.m.
Superficie 38,04 km²
Abitanti 13 253[3] (1-1-2016)
Densità 348,4 ab./km²
Frazioni Cerretti, Cinque Case, Falorni, Le Fontine, Montecalvoli, Ponticelli, Pregiuntino, San Donato, Tavolaia[1]
Comuni confinanti Bientina, Calcinaia, Castelfranco di Sotto, Montopoli in Val d'Arno, Pontedera
Altre informazioni
Cod. postale 56020
Prefisso 0587
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 050035
Cod. catastale I232
Targa PI
Cl. sismica zona 3s (sismicità bassa)
Nome abitanti santamariammontese, santamariammontesi[2]
Patrono Diana Giuntini
Giorno festivo Lunedì dell'Angelo
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Santa Maria a Monte
Santa Maria a Monte
Posizione del comune di Santa Maria a Monte all'interno della provincia di Pisa
Posizione del comune di Santa Maria a Monte all'interno della provincia di Pisa
Sito istituzionale

Santa Maria a Monte è un comune italiano di 13 253 abitanti[3] della provincia di Pisa in Toscana.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Famosa in passato come avamposto strategico militare (la posizione collinare permetteva di prevedere gli attacchi nemici), Santa Maria a Monte (Castrum Sanctae Mariae ad Montem in Latino) è stata sempre molto contesa fra le varie città toscane, "passando" da Firenze a Lucca, sino a diventare territorio pisano.
Vi si trovano Casa Carducci, dove si ritiene abbia vissuto la giovinezza Giosuè Carducci e dove abitò suo padre Michele, medico curante del paese.

Si dice che qui sia avvenuto il cosiddetto dramma di Casa Carducci: il padre del poeta avrebbe ucciso il figlio Dante colpendolo con un bisturi a quanto pare stufo delle insistenti richieste di denaro di quest'ultimo. Il caso all'epoca venne "archiviato" come suicidio: forse per non rovinare l'immagine di Michele Carducci e per evitargli il carcere. Egli morirà otto mesi dopo, il 15 agosto 1858.
Da ricordare la presenza di Casa Galilei, abitazione del famosissimo scienziato toscano. Diana Giuntini è la beata patrona.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Architetture religiose[modifica | modifica wikitesto]

Panorama

Siti archeologici[modifica | modifica wikitesto]

Osservatorio astronomico di Tavolaia[modifica | modifica wikitesto]

Nel comune di Santa Maria a Monte è ubicato l'Osservatorio astronomico di Tavolaia, operante dal 1999. Di proprietà comunale, è gestito dall'Associazione astronomica "Isaac Newton" di Santa Maria a Monte.

L'osservatorio viene regolarmente aperto al pubblico per serate osservative, conferenze, visite guidate ed iniziative di vario tipo.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[4]

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

Cucina[modifica | modifica wikitesto]

Il comune di Santa Maria a Monte è noto anche per la patata coltivata detta "Tosca".
Nel paese viene festeggiata ogni anno la "Sagra della Patata Fritta" (periodo intorno ad agosto) e gli abitanti vengono soprannominati volgarmente "patatai".

Persone legate a Santa Maria a Monte[modifica | modifica wikitesto]

Geografia antropica[modifica | modifica wikitesto]

Frazioni[modifica | modifica wikitesto]

Lo statuto comunale considera ufficialmente come frazione solamente il centro abitato di Montecalvoli (67 m s.l.m., 2 632 abitanti)[5],[1] a sua volta suddiviso nelle località di Montecalvoli Alto, comprendente il centro storico, e Montecalvoli Basso, la parte moderna.[1] Sono tuttavia presenti altri otto centri abitati riconosciuti come località abitate e sono Cerretti (88 m s.l.m., 488 ab.)[5], Cinque Case (16 m s.l.m., 189 ab.)[5], Falorni, Le Fontine, Ponticelli, Pregiuntino, San Donato (16 m s.l.m., 530 ab.)[5] e Tavolaia (24 m s.l.m., 72 ab.)[5].[1] Altre località minori sono invece quelle di Pagnaccio (74 m s.l.m., 109 ab.)[5] e Villa Fantoni (16 m s.l.m., 64 ab.)[5].

Montecalvoli, Cinque Case, San Donato e Ponticelli sono situati a sud del capoluogo comunale, con quest'ultimo che è divenuto negli ultimi decenni un quartiere di Santa Maria a Monte, in quanto ne costituisce l'espansione a valle oltre il canale Usciana. Falorni, Le Fontine e Pregiuntino comprendono invece le numerose case sparse che sono situate sulle colline a nord di Santa Maria a Monte, con i centri di Cerretti e Tavolaia posti rispettivamente a nord-est e a nord-ovest.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
1º luglio 1988 20 agosto 1991 Silvano Melani Partito Socialista Italiano Sindaco [6]
20 agosto 1991 9 dicembre 1991 Celestino Di Carlo Comm. pref. [6]
1º febbraio 1992 10 settembre 1994 Patrizia Marchetti Partito Socialista Italiano Sindaco [6]
10 settembre 1994 21 novembre 1994 Giovanni Forte Comm. pref. [6]
21 novembre 1994 30 novembre 1998 Bernardo Vellone Partito Popolare Italiano Sindaco [6]
30 novembre 1998 27 maggio 2003 Bernardo Vellone centro-sinistra Sindaco [6]
27 maggio 2003 15 aprile 2008 David Turini centro-sinistra Sindaco [6]
16 aprile 2008 28 maggio 2013 David Turini centro-destra Sindaco [6]
28 maggio 2013 in carica Ilaria Parrella Sindaco [6]

Gemellaggi[modifica | modifica wikitesto]

La filarmonica di Santa Maria a Monte, la "Giuseppe Verdi", è inoltre gemellata dal 2005 con la filarmonica "La Vittoriosa" di San Francesco al Campo, nella città metropolitana di Torino.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Statuto comunale di Santa Maria a Monte, Art. 3.
  2. ^ Teresa Cappello, Carlo Tagliavini, Dizionario degli etnici e dei toponimi italiani, Bologna, Pàtron Editore, 1981, p. 512.
  3. ^ a b Statistiche demografiche ISTAT, Istituto nazionale di statistica. URL consultato il 20 giugno 2016.
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  5. ^ a b c d e f g Dati del censimento Istat 2011.
  6. ^ a b c d e f g h i http://amministratori.interno.it/

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Giuseppe Caciagli, Pisa e la sua provincia, vol. 3, tomo II, Pisa, Colombo Cursi Editore, 1972, pp. 757–794.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN125020153 · LCCN: (ENno93024422 · GND: (DE4527088-0
Toscana Portale Toscana: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Toscana