Gello (Pontedera)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gello
frazione
Gello – Veduta
Veduta di Gello
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Coat of arms of Tuscany.svg Toscana
Provincia Provincia di Pisa-Stemma.svg Pisa
Comune Pontedera-Stemma.png Pontedera
Territorio
Coordinate 43°38′09.8″N 10°35′58″E / 43.636056°N 10.599444°E43.636056; 10.599444 (Gello)Coordinate: 43°38′09.8″N 10°35′58″E / 43.636056°N 10.599444°E43.636056; 10.599444 (Gello)
Abitanti 508[1]
Altre informazioni
Cod. postale 56025
Prefisso 0587
Fuso orario UTC+1
Nome abitanti Gellesi
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Gello
Gello

Gello (o Gello di Lavaiano; lat. Agellum) è una frazione del comune italiano di Pontedera, nella provincia di Pisa, in Toscana.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il toponimo deriva dal latino Agellus, "piccolo podere". L'appellativo di "Gello Putido" o "Putrido", attestato già nel 1099 ad indicare Gello di Pontedera, denota inequivocabilmente l'instabilità idrografica di questo territorio. Il 21 maggio 1364 le truppe fiorentine sostarono in questa zona prima di sferrare l'attacco decisivo ai pisani nella battaglia di Cascina. Sono peraltro documentati siti di età imperiale abbandonati nel III secolo d.C., verosimilmente a seguito della formazione del padule di Lavaiano. Il piccolo monastero femminile di Santa Maria in Selva, identificabile con la località "Badia", fra Gello e Fornacette, è attestato dal 1131.

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Gello ha un'importante zona industriale che serve l'intero comune di Pontedera e aree limitrofe, vi è situata da decenni la discarica per rifiuti della Geofor S.p.A.

A Gello ha sede dal 2007 l'azienda di computer CDC. Nel 2002, proprio nell'area industriale, è nata una carrozzeria automobilistica artigianale, la Faralli & Mazzanti: ora l'azienda è un vero e proprio costruttore di automobili e da fine 2011 ha aperto il proprio showroom.[2]

Gello ospita anche una grande centrale eolica dotata di quattro turbine Enercon E82 per complessivi 8 MW di potenza, gestiti da Pontedera Eolica (Electrawinds Italia - ASA Livorno)[3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dati della CEI.
  2. ^ sede F&M, femauto.it. URL consultato l'8 dicembre 2011.
  3. ^ Comune di Pontedera — Comune di Pontedera

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Giuseppe Caciagli, Pisa e la sua provincia, vol. 3, tomo II, Pisa, Colombo Cursi Editore, 1972, pp. 502–503.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Toscana Portale Toscana: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Toscana