Mazzanti Automobili

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Mazzanti Automobili
Logo
StatoItalia Italia
Fondazione2002 a Pontedera
Fondata daLuca Mazzanti Walter Faralli
Sede principalePontedera
Persone chiaveLuca Mazzanti
SettoreAutomobilistico
Prodottiautovetture
Sito webwww.mazzantiautomobili.it/en/
Luca Mazzanti - CEO & Founder Mazzanti Automobili

Mazzanti Automobili è una casa automobilistica italiana, che produce vetture artigianali "su misura" ad alte prestazioni. Fondata nel 2002 a Gello di Pontedera (PI), come Faralli & Mazzanti da Luca Mazzanti e Walter Faralli, iniziò come laboratorio, che univa un'officina di restauro e un centro di sviluppo per auto sportive, per poi diventare due realtà distinte nel 2010: Mazzanti Automobili e Faralli Restauri. Il nome Mazzanti Automobili ha ricevuto visibilità internazionale[1][2][3][4][5] grazie alla coupé Mazzanti Evantra, inserita (insieme all'azienda e al fondatore) nell'archivio e collezione del Museo del Design Toscano (Mu.De.To)[6], presentata al Top Marques Monaco Show nel 2013 e selezionata dalla Sony Computer Entertainment per il suo simulatore di guida Driveclub.[7][8] I mercati principali dell'azienda sono l'Europa, la Russia, Cina[9] e gli Emirati Arabi.[10]

Gli albori: la Faralli & Mazzanti[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: F&M Antas e F&M Vulca S.
F&M Antas
F&M Vulca S

Le origini della Mazzanti Automobili risalgono ad una collaborazione professionale stretta fra Luca Mazzanti, specializzato in progettazione e sviluppo di sportive artigianali, e Walter Faralli, specializzato in restauro di vetture d'epoca. I due soci decidono di unire le forze e fondare un piccolo laboratorio automobilistico che aveva lo scopo sia di restaurare veicoli sia far conoscere le proprie abilità progettuali agli appassionati del settore. Questa unione diede vita alla Faralli & Mazzanti e a vetture esotiche, come la F&M Antas che in giro di poco tempo ottengono, nonostante la gioventù del marchio, una visibilità internazionale.[11][12] Una volta creatosi il mercato attorno al marchio le due realtà presero vita indipendente: nel 2010 i due soci decisero di concentrarsi sulle rispettive inclinazioni (il restauro di auto storiche per Faralli, la progettazione e la costruzione di vetture sportive dalle alte prestazioni per Mazzanti). Da questo momento inizia un percorso individuale per la Mazzanti Automobili, che porta il marchio ad una visibilità internazionale indipendente.

Il progetto Evantra[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Mazzanti Evantra.
Mazzanti Evantra

Nel 2011 Luca Mazzanti, dopo tre anni di lavoro svolto anche con il supporto del designer Zsolt Tarnok[13], presentò il progetto Evantra[14], una berlinetta a motore centrale pensata per essere realizzata in serie estremamente limitata e fortemente personalizzabile. Durante il 2012 furono realizzati i modelli in scala 1:1 e iniziò la costruzione del primo esemplare. Nel 2013 la Mazzanti Evantra[15], appena ultimata, venne presentata in anteprima mondiale al Top Marques Monaco Show[16] ottenendo visibilità internazionale attraverso anche alla stampa presente all'evento, tanto che l'azienda toscana venne contattata da molte fra le più grandi testate giornalistiche internazionali e del settore automotive. L'influenza della vettura anche al di fuori del mercato di riferimento dell'azienda è testimoniato anche dall'inserimento della Mazzanti Automobili all'interno del Museo del Design Toscano, e alla diffusione del modello Evantra fra i prodotti di rinomati realizzatori[17] di modellini da collezionismo e/o giocattoli[18]. Anche La Sony Entertainment ha dimostrato interesse per la vettura, chiedendo l'autorizzazione all'uso dei diritti commerciali del modello Evantra su un noto videogioco di simulazione di guida. L'azienda, dopo la riorganizzazione dell'area produttiva per la realizzazione dell'Evantra in 5 esemplari l'anno[19], ha individuato all'interno del progetto del circuito di Pontedera la realizzazione del proprio centro ricerche. I test finali della Evantra sono stati invece realizzati all'autodromo di Modena.[20][21]. Nel 2020 diventa la prima fabbrica di hypercar in Italia a sostenere i propri investimenti anche attraverso la rete del crowdfunding, cui moltissimi appassionati e investitori danno il loro importante contributo. Alla fine del 2020 è stata rilasciata l'ultima video intervista il cui contenuto ripercorre i passi più significativi della storia aziendale vissuti dal suo creatore rivelando anteprima dei futuri progetti produttivi del brand[22][23] e già dall'inizio del 2021 è possibile acquistare i lussuosi modelli utilizzando monete digitali decentralizzate (criptovalute come Bitcoin, Litecoin, Ethereum).

Evantra Millecavalli[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2016 è stata presentana l'Evantra Millecavalli, una versione estrema dell'hypercar Evantra, caratterizzata da un peso ridotto a 1300 kg e da una potenza aumentata a 1000 CV che le incrementano la velocità ad oltre 400 km/h e l'accelerazione 0-100 km/h in 2,7 sec. Ne sono stati prodotti solo 25 esemplari. La Mazzanti Evantra Millecavalli rappresenta fisicamente l'impegno costante dell'azienda nella propria evoluzione.

Evantra Pura

Evantra "Pura"[modifica | modifica wikitesto]

Debutta il 30 ottobre 2021 introdotta dal Presidente della Regione Toscana Eugenio Giani alla mostra "Eccellenze di serie/Serial excellence" ideata e organizzata dal Museo del Design Toscano - MuDeTo APS (partner istituzionale della Florence Biennale Art+Design) e le viene conferito il terzo premio "Leonardo da Vinci " per il design; come le precedenti versioni dello stesso modello, la Pura è stata disegnata, progettata e assemblata interamente a mano, in Toscana. La sportiva di Pontedera è mossa da un V8 biturbo di 6,2 litri, per un peso totale di soli 1280 kg, e una potenza massima di 761 CV erogati a 6300 giri/min e una coppia di 910 N⋅m disponibile a 4300 giri/min (0-100 km/h in 2,9 secondi, velocità massima superiore ai 360 km/h), che il costruttore ha voluto abbinare a una trasmissione manuale per esaltarne l'esperienza (e la "purezza") di guida. L'esemplare esposto a Firenze è stato rivestito per l'occasione con una decorazione grafica ispirata alla tradizione etrusca, cui il nome dello stesso modello (Evantra, dea dell'immortalità) e la sede della factory sono strettamente legate per discendenza e dislocazione.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) aljazeera.com - Italian carmaker hopes to jumpstart economy, su aljazeera.com. URL consultato il 18 gennaio 2015.
  2. ^ (EN) The sunday Times - Mazzanti Evantra, su thesundaytimes.co.uk. URL consultato il 18 gennaio 2015.
  3. ^ Filmato audio AFP news agency - Inside the Mazzanti Automobili workshop. URL consultato il 18 gennaio 2015.
  4. ^ (DE) bild - Supersportler Evantra V8, su bild.de. URL consultato il 18 gennaio 2015.
  5. ^ (DE) VOX - Exklusiver Sportwagen aus Italien: Der Evantra, su vox.de. URL consultato il 15 gennaio 2015.
  6. ^ Mazzanti Automobili al Museo del Design Toscano, scheda tecnica, storia, biografia al fondatore., su mudeto.it. URL consultato il 17 gennaio 2015.
  7. ^ Mazzanti Evantra su PS4 Driveclub, su mazzantiautomobili.it. URL consultato il 17 gennaio 2015.
  8. ^ (JA) (EN) jp.playstation.com, https://www.jp.playstation.com/scej/title/driveclub/topics.html. URL consultato il 17 gennaio 2015.
  9. ^ Nuvolari.tv: Evantra una supercar Mazzanti, su nuvolari.tv (archiviato dall'url originale il 18 gennaio 2015).
  10. ^ corriere motori: evantra vola ad Abu Dhabi per il GP, su motori.corriere.it. URL consultato il 18 gennaio 2015.
  11. ^ articolo su omniauto.it, F&M Vulca V12, su omniauto.it. URL consultato il 6 dicembre 2011.
  12. ^ articolo sulla F&M Vulca, su autoblog.it. URL consultato l'8 dicembre 2011.
  13. ^ Filmato audio intervista a Luca Mazzanti. URL consultato il 18 gennaio 2015.
  14. ^ Filmato audio Mazzanti Automobili, Evantra - Aufrag Auto (luglio 2013). URL consultato il 18 gennaio 2015.
  15. ^ (ITRUEN) Filmato audio TopGear.ru Mazzanti Evantra, tanta espressione, tanto motore. URL consultato il 17 gennaio 2015.
  16. ^ (EN) Filmato audio intervista a Luca Mazzanti al Top Marques di Monaco. URL consultato il 18 gennaio 2015.
  17. ^ fronti-art Mazzanti, su fronti-art.com. URL consultato il 18 gennaio 2015 (archiviato dall'url originale il 29 dicembre 2014).
  18. ^ media.buch.de, http://media.buch.de/img-adb/30654722-00-00/super_trumpf_high_speed_ravensburger_20323.jpg. URL consultato il 18 gennaio 2015.
  19. ^ tgcom24.mediaset.it, http://www.tgcom24.mediaset.it/motori/2014/notizia/mazzanti-evantra-la-supercar-unica_2034647.shtml. URL consultato il 18 gennaio 2015.
  20. ^ quattroruote.it Eventra test in pista, su quattroruote.it. URL consultato il 18 gennaio 2015.
  21. ^ Repubblica.it - Primi passi in pista per la Evantra, su repubblica.it. URL consultato il 18 gennaio 2015.
  22. ^ Garage Radio - Intervista a Luca Mazzanti, CEO & Founder di "Mazzanti Automobili" - 1ª Parte, su youtube.com.
  23. ^ Garage Radio - Intervista a Luca Mazzanti, CEO & Founder di "Mazzanti Automobili" - 2ª Parte, su youtube.com.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Enciclopedia dell'Automobile, Fabio Raffaelli Volume 3, pagine 409, 410, 411 e 412.
  • Riccardo Paterni, Innovazione a tutto gas! Da cento anni di motorsport il carburante all'innovazione in azienda. Life Plan, Piacenza - 2013 (web)
  • Hubert Hainault, Montres automobiles, symboles de l'eccellence - Editions ETAI - 2013
  • Chlorosphère, Show Me - Cahier de Tendances 2016 Angers - 2014
  • Tomas Klocke, Mazzanti Evantra. Supersportwagen «made in Italy» "High Life" Heft 33, Klocke Verlag - Bielefeld - 2014 (web)

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]