Palio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Palio (disambigua).
Costantino riceve lo stendardo (il Labaro) con il monogramma di Cristo come simbolo imperiale. ‘'Oil sketch'’ su legno di Peter Paul Rubens, 1622
Stele funebre di una coppia che indossa il pallium, Museo Archeologico Nazionale di Atene, 265 a.C. circa

Il Palio è una gara tra i rioni di una città o tra entità territoriali vicine tra di loro, in genere disputata con cavalli o altri animali. Esistono inoltre palii in cui si corre con le barche, e palii che prevedono più tipi di competizione.

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Palio deriva dal latino Pallium (col significato di velo, coperta o ampia sopravveste). Pallium deriva dalla radice pan che significa ampio, esteso. I latini chiamarono così l'ampia veste usata comunemente dai greci, formata da una larga coperta di lana di forma quadrangolare, avvolta intorno al corpo e fissata alle spalle con una fibbia. Per estensione il termine è passato ad indicare il premio di una competizione, soprattutto equestre, in forma di drappo o labaro che viene donato al vincitore. Per ulteriore estensione è passato ad indicare la stessa gara[1]. A Siena viene chiamato anche Drappellone e in gergo Cencio.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Le origini di questo tipo di manifestazione vengono fatte risalire all'età del liberi comuni italiani. Ancora oggi la corsa del Palio è una tradizione consolidata in molte città d'Italia. Talvolta il Palio è inserito all'interno dei programmi di feste medievali.

Il Palio più celebre è il Palio di Siena, tradizionale manifestazione che si disputa due volte all'anno (il 2 luglio in onore della Madonna di Provenzano, ed il 16 agosto in onore dell'Assunta); eventualmente ne può essere indetto un terzo straordinario per celebrare un particolare evento (come ad esempio il Palio straordinario del 1969, corso per celebrare lo sbarco dell'uomo sulla Luna). Il Palio di Siena consiste in una corsa di cavalli cavalcati a pelo. Ancora prima del classico Palio corso "alla tonda" (nato nel XVII secolo), corso cioè sul tufo di Piazza del Campo, a Siena si era soliti correre nel XIII secolo il Palio "alla lunga": una corsa in linea (da cui la denominazione "alla lunga") su un percorso che andava da fuori le mura della città sino al Duomo. Documenti attestano la corsa di palii "alla lunga" già prima del XII secolo[2].

Altre celebri manifestazioni corse con i cavalli sono il Palio di Asti, il Palio di Legnano, il Palio di Fucecchio e il Palio dell'Assunta di Fermo. Molte sono le città che possono vantare antiche origini alle loro corse al palio, tra questi risulta tra i più antichi il Palio del drappo verde di Verona, consistente in una corsa podistica; esistono documenti che lo attestano già nel 1208, quando venne corso per celebrare la vittoria di Ezzelino III da Romano contro i guelfi della vicina città di San Bonifacio capitanati da Azzo VI d'Este[3].

Del Palio di Ferrara invece si avrebbero notizie fin dal XIII secolo. Nel 1259 per onorare la vittoria delle truppe del Papa agli ordini di Azzo VII sul sanguinario Ezzelino III da Romano al comando delle truppe imperiali, si corse un Palio per festeggiare il titolo di Podestà di Ferrara dell'estense Azzo VII; nel 1279 il Palio venne istituzionalizzato con vere e proprie regole e codifiche; esso si doveva correre in Fasto Beati Georgi ed in fasto alla Madonna Assunta. Tali regole ancora oggi visibili su una lunga lastra marmorea posta a lato della cattedrale ferrarese. Altro palio documentato fin dal 1314 è il Palio di Parma in quanto sappiamo che venne svolto contemporaneamente ai festeggiamenti per il fidanzamento del signore della città Giberto Da Correggio con Engelenda Rossi di San Secondo.

Dal settembre 2009 i palii che prevedono la partecipazione di equidi sono normati da un'apposita ordinanza del Ministero della Salute, volta ad evitare abusi ai danni degli animali coinvolti[4].

Elenco[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito l'elenco delle voci riguardanti i palii rilevanti svolti in Italia:

Abruzzo[modifica | modifica wikitesto]

Campania[modifica | modifica wikitesto]

Emilia-Romagna[modifica | modifica wikitesto]

Palio di Ferrara, particolare dell'affresco di Francesco del Cossa, circa 1470
Un momento del Palio del Niballo

Lazio[modifica | modifica wikitesto]

Liguria[modifica | modifica wikitesto]

Lombardia[modifica | modifica wikitesto]

Marche[modifica | modifica wikitesto]

Piemonte[modifica | modifica wikitesto]

Un momento del Palio di Asti

Puglia[modifica | modifica wikitesto]

Sardegna[modifica | modifica wikitesto]

Sicilia[modifica | modifica wikitesto]

Toscana[modifica | modifica wikitesto]

Sfilata storica del Palio di Fucecchio

Umbria[modifica | modifica wikitesto]

  • Giostra della Quintana di Foligno - Si corre generalmente il secondo sabato di Giugno e la seconda domenica di Settembre. Le giostre vengono precedute da 2 settimane di festeggiamenti che prevedono l'apertura delle taverne rionali.
  • Palio di San Michele Arcangelo,detto anche Giochi de le Porte,si tiene ogni anno a Gualdo Tadino l'ultima domenica di settembre
  • Palio di San Rufino ad Assisi: gara di tiro con la balestra tra i terzieri cittadini di Divine Mariae, San Rufino e San Francesco. Viene disputato l'ultima domenica di agosto sul sagrato della Cattedrale di San Rufino.
  • Palio di Pasqua Rosata, sempre ad Assisi
  • Palio della Balestra a Gubbio, antichissima competizione di tiro con la balestra, che si disputa ininterrottamente dal XV secolo l'ultima domenica di maggio, contro i balestrieri di Sansepolcro.

Veneto[modifica | modifica wikitesto]

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Etimologia : pallio
  2. ^ Miti, leggende e il Palio alla lunga (1000-1300), Comune di Siena. URL consultato il 23 agosto 2011.
  3. ^ Storia di Verona :: PALIO DEL DRAPPO VERDE
  4. ^ Ordinanza contingibile ed urgente concernente la disciplina di manifestazioni popolari pubbliche o private nelle quali vengono impiegati equidi, al di fuori degli impianti e dei percorsi ufficialmente autorizzati

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

festività Portale Festività: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di festività