Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

My Hero Academia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
My Hero Academia
僕のヒーローアカデミア
(Boku no hīrō akademia)
My Hero Academia manga.jpg
Copertina del primo volume dell'edizione italiana del manga, raffigurante Izuku Midoriya davanti a All Might
Genereazione, commedia, fantascienza, supereroi
Manga
AutoreKōhei Horikoshi
EditoreShūeisha
RivistaWeekly Shōnen Jump
Targetshōnen
1ª edizione7 luglio 2014 – in corso
Tankōbon21 (in corso)
Editore it.Star Comics
Collana 1ª ed. it.Dragon
1ª edizione it.3 febbraio 2016 – in corso
Volumi it.16 / 21 Completa al 76%
Manga
My Hero Academia Smash!!
TestiKōhei Horikoshi
DisegniHirofumi Neda
EditoreShūeisha
RivistaShōnen Jump +
Targetshōnen
1ª edizione9 novembre 2015 – 2 novembre 2017
Tankōbon5 (completa)
Editore it.Star Comics
Collana 1ª ed. it.Dragon
1ª edizione it.3 maggio 2017 – 5 settembre 2018
Volumi it.5 (completa)
Serie TV anime
RegiaKenji Nagasaki
Composizione serieYōsuke Kuroda
MusicheYūki Hayashi
StudioBones
ReteJNN (MBS)
1ª TV3 aprile 2016 – in produzione
Episodi63 (in corso) + 1 ep. riassuntivo
Aspect ratio16:9
Durata ep.24 min
Editore it.Dynit
Rete it.Italia 2
1ª TV it.17 settembre 2018 – in corso
1º streaming it.VVVVID (sottotitolata)
Episodi it.27 / 63 Completa al 43%
Dialoghi it.Alessandro Germano, Simone Lupinacci, Lydia Corbelli, Annalisa Longo, Valerio Manenti
Studio dopp. it.Merak Film
Dir. dopp. it.Graziano Galoforo
Manga
Vigilante: My Hero Academia Illegals
TestiHiyuki Furuhashi
DisegniBetten Court
EditoreShūeisha
RivistaShōnen Jump GIGA, Shōnen Jump +
Targetshōnen
1ª edizionesettembre 2016 – in corso
Tankōbon5 (in corso)
Editore it.Star Comics
Collana 1ª ed. it.Kappa Extra
1ª edizione it.12 dicembre 2018 – in corso
Volumi it.1 / 5 Completa al 20%
OAV
RegiaKenji Nagasaki
MusicheYūki Hayashi
StudioBones
1ª edizione4 aprile – 2 giugno 2017
Episodi2 (completa)
Aspect ratio16:9
Durata ep.24 min

My Hero Academia (僕のヒーローアカデミア Boku no hīrō akademia?, lett. "La mia accademia degli eroi") è un manga shōnen scritto e disegnato da Kōhei Horikoshi, serializzato sul Weekly Shōnen Jump di Shūeisha dal 7 luglio 2014[1]. Un adattamento anime, prodotto da Bones, è in corso in Giappone dal 3 aprile 2016[2] e conta al momento in tre stagioni, mentre la quarta è in produzione; dalla serie sono stati tratti anche un videogioco, alcuni manga spin-off, due episodi OAV ed un lungometraggio anime. La storia, ambientata in un mondo dove i supereroi sono la norma, segue le vicende di Izuku Midoriya, un ragazzino che sogna di poter diventare a sua volta un eroe, pur essendo nato senza superpoteri.

Ambientazione[modifica | modifica wikitesto]

La storia è ambientata in un mondo in cui, a causa di una mutazione genetica, evidenziata in primo luogo dalla mancanza di un'articolazione del mignolo del piede, il genere umano ha ottenuto la capacità di sviluppare superpoteri denominati Quirk (個性 Kosei?, lett. "Unicità")[3], che nei bambini si manifestano entro l'età di quattro anni: si stima che circa quattro quinti della popolazione mondiale possegga un Quirk.

Esistono infinite tipologie di Quirk, ed è estremamente improbabile trovare due persone che possiedano lo stesso identico potere, a meno che non siano strettamente imparentate. Queste particolari abilità hanno consentito lo sviluppo di una nuova categoria di persone: gli Hero (ヒーロー Hīrō?, lett. "eroe"), i quali affrontano gli individui votati al male che usano i Quirk per scopi egoistici e criminali, comunemente noti come Villain ((ヴィラン) Viran?, lett. "cattivo"). Inoltre gli Hero che scelgono di esercitare l'eroismo a livello lavorativo sono riconosciuti come Pro Hero (プロヒーロー Puro Hīrō?). A meno che non si sia registrati come Hero, l'uso volontario del proprio Quirk in luogo pubblico è ritenuto un reato.

I Quirk sono stati raccolti in tre categorie:

  • il tipo emissione (発動 hatsudō?, lett. "attivazione", "invocazione"), il più diffuso, che dona la capacità di produrre ed emettere sostanze o alterare i materiali entro certi limiti. Come indica il nome, questo tipo di Quirk necessita di un uso cosciente e, a volte, buone capacità di concentrazione, specie per usi prolungati;
  • il tipo trasformazione (変形 henkei?, lett. "deformazione"), che permette all'utilizzatore di trasformare temporaneamente il proprio corpo al fine di ottenere un potenziamento fisico o capacità aggiuntive. Salvo alcune eccezioni, le alterazioni dovute a questo tipo di Quirk interessano solo gli utilizzatori;
  • il tipo mutante (異形 igyō?, lett. "variante"), che si mantiene sempre passivamente attivo amplificando o alterando funzioni e abilità di un organismo e, proprio per questo, induce nel portatore mutazioni corporee ben maggiori rispetto agli altri tipi, il che rende i portatori di questo tipo di Quirk facilmente riconoscibili. Gestire il controllo di queste abilità richiede comunque allenamento, e le mutazioni derivanti possono provocare ai portatori problemi o disagi.

Tutto ciò che riguarda questi poteri, inclusi i cambiamenti e meccanismi biologici che ne permettono il funzionamento nonché gli aspetti ancora ignoti, viene riassunto con l'espressione "fattore Quirk". In alcuni casi, due Quirk possono fondersi e dare vita a un nuovo Quirk.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Izuku Midoriya, uno studente delle scuole medie affascinato dagli Hero fin dalla più tenera età, ha sempre sognato un giorno di entrare a far parte di questa cerchia, ispirato soprattutto dalle gesta dell'impavido All Might, l'hero più potente mai esistito e considerato da tutti come il simbolo della pace. Tuttavia Izuku è un ormai raro essere umano nato senza Quirk, ragion per cui egli viene continuamente deriso dai suoi coetanei che lo chiamano dispregiativamente Deku (デク?). Izuku però non si arrende e, pur non essendo dotato di poteri, cerca lo stesso di seguire sempre il suo ideale di giustizia, tanto che un giorno il suo ardore verrà notato da All Might stesso, il quale deciderà di donargli il suo Quirk: il One For All. Ciò gli permetterà dopo molto tempo di inseguire concretamente il suo sogno ed entrare, sempre sotto la ala protettrice di All Might, divenuto il suo mentore, nella prestigiosa scuola per supereroi: il Liceo Yuuei ((ゆう)(えい)(こう)(こう) Yūei Kōkō?, chiamato alternativamente Liceo U.A.). Qui Midoriya farà la conoscenza di molti preziosi amici e numerosi rivali, imparerà a gestire il suo potere e capirà cosa significhi veramente essere un supereroe.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Personaggi di My Hero Academia.

Gli eventi del manga ruotano attorno a due personaggi principali: Izuku Midoriya e l'eroe All Might, alias Toshinori Yagi. Izuku e i suoi compagni di classe, tra cui Katsuki Bakugo, Ochaco Uraraka, Tenya Iida, Shoto Todoroki ed Eijiro Kirishima, frequentano la classe 1-A del Liceo Yuei, che ha come insegnanti alcuni Pro Hero quali Shota Aizawa, alias Eraser Head, e lo stesso All Might.

Durante la storia si scontreranno con numerosi Villain, come l'Unione dei Villain ed il suo misterioso leader Tomura Shigaraki, Stain l'uccisore di Hero e gli Shie Hassaikai.

Media[modifica | modifica wikitesto]

Manga[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Capitoli di My Hero Academia.
Logo della serie

Il manga, scritto e disegnato da Kōhei Horikoshi, ha iniziato la serializzazione sulla rivista Weekly Shōnen Jump di Shūeisha il 7 luglio 2014[1]. Il primo volume tankōbon è stato pubblicato il 4 novembre 2014[4] e al 4 settembre 2018 ne sono stati messi in vendita in tutto venti[5]. In Italia la serie viene pubblicata dal 3 febbraio 2016 da Star Comics[6]. Negli Stati Uniti e nei paesi anglofoni, invece, i diritti sono stati acquistati da Viz Media, che ha iniziato a pubblicare settimanalmente i capitoli sulla webzine Shonen Jump, in contemporanea col Giappone, a partire dal 9 febbraio 2015[7]. Un vomic di cinque minuti, basato sulla serie, è stato mandato in onda durante il programma Vomic TV il 10 gennaio 2015; Daiki Yamashita, Tesshō Genda e Yūichirō Umehara hanno interpretato rispettivamente i ruoli di Izuku Midoriya, All Might e Katsuki Bakugō[8].


My Hero Academia Smash!![modifica | modifica wikitesto]

Copertina del primo volume dell'edizione italiana

Un manga yonkoma spin-off, intitolato My Hero Academia Smash!!, è disegnato da Hirofumi Neda e pubblicato inizialmente sull'app Shonen Jump+ dal 2015 e poi in tankōbon cartacei; la serie termina con il quinto volume a novembre 2017. In Italia il primo volume è stato pubblicato da Star Comics il 3 maggio 2017 mentre l'ultimo il 5 settembre 2018.

Data di prima pubblicazione
GiapponeseItaliano
14 aprile 2016[9]ISBN 978-4-08-880667-9 3 maggio 2017[10]ISBN 978-88-226-0490-3
24 novembre 2016[11]ISBN 978-4-08-880864-2 1º aprile 2018[12]ISBN 978-88-226-0907-6
32 giugno 2017[13]ISBN 978-4-08-881116-1 1º giugno 2018[14]ISBN 978-88-226-0881-9
44 settembre 2017[15]ISBN 978-4-08-881157-4 1º agosto 2018[16]ISBN 978-88-226-1112-3
52 novembre 2017[17]ISBN 978-4-08-881173-4 5 settembre 2018[18]ISBN 978-88-226-1154-3

Vigilante: My Hero Academia Illegals[modifica | modifica wikitesto]

Data di prima pubblicazione
GiapponeseItaliano
14 aprile 2017[19]ISBN 978-4-08-881093-5 12 dicembre 2018[20]ISBN 978-88-226-1188-8
Capitoli
  • 1. Ci sono io
  • 2. Takeoff
  • 3. Ex Gentil-Man
  • 4. A viso scoperto
  • 5. Api
24 settembre 2017[21]ISBN 978-4-08-881249-6
32 febbraio 2018[22]ISBN 978-4-08-881335-6
44 aprile 2018[23]ISBN 978-4-08-881428-5
54 settembre 2018[24]ISBN 978-4-08-881547-3

Anime[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Episodi di My Hero Academia.

Rivelato sull'account Twitter ufficiale del manga[25] e poi annunciato ufficialmente sul numero 49 del Weekly Shōnen Jump di Shūeisha[26], un adattamento anime, prodotto da Bones e diretto da Kenji Nagasaki[27], è andato in onda dal 3 aprile al 26 giugno 2016. In Italia gli episodi sono stati trasmessi in streaming in simulcast da Dynit su VVVVID[28], mentre in America del Nord, Regno Unito e Irlanda i diritti sono stati acquistati da Funimation[29]. Una seconda stagione dell'anime, annunciata al termine della prima[30] e acquistata in Italia sempre da Dynit per VVVVID[31], è stata trasmessa tra il 25 marzo e il 30 settembre 2017[32] in 26 episodi. Due episodi OAV sono stati pubblicati in allegato all'edizione limitata rispettivamente del tredicesimo e quattordicesimo volume del manga il 4 aprile[33] e il 2 giugno 2017[34]. Una terza stagione, annunciata a sua volta al termine della seconda, va in onda dal 7 aprile 2018[35][36] per venticinque episodi; anch'essa è acquistata da Dynit per VVVVID. Tuttavia, a causa di difficoltà nell'acquisizione della licenza, la trasmissione sul sito streaming italiano inizia il 18 maggio 2018, e si annuncia che dopo l'episodio 18 verranno tolti dalla modalità gratuita gli episodi meno popolari, che verranno poi ri-aggiunti a rotazione, per poi completare il simulcast con il resto degli episodi.[37]

In seguito la serie è stata acquisita da Mediaset per una messa in onda in versione doppiata in italiano a partire dall'autunno 2018: l'edizione italiana è stata coordinata da Viz Media Europe e realizzata dallo studio Merak Film e l'anteprima nazionale degli episodi 4 e 5 doppiati in italiano è avvenuta il 22 luglio 2018 presso la fiera Riminicomix[38]. In Italia le prime due stagioni sono trasmesse su Italia 2 ogni lunedì dal 17 settembre 2018.[39] In contemporanea alla trasmissione televisiva, Dynit inizierà a distribuire la serie anche in DVD e Blu-ray: il primo cofanetto, comprendente la prima stagione, è stato pubblicato il 7 novembre 2018.[40]

Nel numero 44 del Weekly Shonen Jump del 2018, una quarta stagione dell'anime è stata annunciata con data ancora ignota.[41]

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

La colonna sonora della trasposizione animata è composta da Yūki Hayashi[42].

Sigle di apertura
Sigle di chiusura
  • HEROES, di Brian the Sun[43] (ep. 1-13)
  • Dakara, hitori ja nai (だから、ひとりじゃない? lett. "Ecco perché non sono solo") di LittleGleeMonster[44] (ep. 13.5-26)
  • Datte atashi no hero. (だってアタシのヒーロー。 Datte atashi no hīrō.?, lett. "Perché sei il mio eroe.") di LiSA[46][48] (ep. 27-38)
  • Update (アップデート Appudēto?) di Miwa[49] (ep. 39-51)
  • Long Hope Philia, di Masaki Suda (ep. 52-63)
Sigla di apertura e chiusura italiana

Nella trasmissione televisiva italiana, la prima stagione è trasmessa con le sigle originali; la sigla italiana, già annunciata prima della messa in onda[39], esordisce solo dall'inizio della seconda stagione ed è cantata da Giorgio Vanni.[50]

Videogioco[modifica | modifica wikitesto]

A novembre 2015 è stato annunciato un videogioco ispirato all'anime, My Hero Academia: Battle for All, sviluppato da Dimps. È stato pubblicato in Giappone da Bandai Namco Entertainment per la console Nintendo 3DS il 19 maggio 2016.

Un secondo videogioco, intitolato My Hero: One's Justice e destinato a PlayStation 4, Nintendo Switch, Xbox One e Microsoft Windows, è stato pubblicato il 23 agosto 2018.

Film[modifica | modifica wikitesto]

A dicembre 2017 è stata annunciata una trasposizione in lungometraggio anime, che narra una storia originale. Il film, intitolato Boku no Hero Academia the Movie: Futari no Hero, è stato distribuito nelle sale cinematografiche giapponesi a partire dal 3 agosto 2018.[51] Durante la conferenza tenuta da Dynit al Lucca Comics & Games 2018 è stato annunciato che il film sarà distribuito nelle sale italiane a marzo 2019[52].

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

La serie è stata nominata all'ottavo Manga Taishō[53]. Il primo volume ha raggiunto la settima posizione nella classifica di manga settimanale di Oricon del 3–9 novembre 2014 grazie alla vendita di 71.575 copie[54], superando poi le 157.000 unità entro il 7 dicembre dello stesso anno[55]. Durante la prima settimana dal debutto, il secondo volume si è classificato invece al sesto posto con 167.531 copie[56], raggiungendo poi una stima complessiva di 205.179 copie vendute entro il 18 gennaio 2015[57].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Shonen Jump to Launch 4 Manga Series in Next 3 Issues, Anime News Network, 25 giugno 2014. URL consultato il 30 novembre 2014.
  2. ^ (EN) Junichi Suwabe, Hiroyuki Yoshino Join My Hero Academia Anime Cast, Anime News Network, 24 marzo 2016. URL consultato il 7 luglio 2016.
  3. ^ "Quirk" è il termine ufficiale usato nell'edizione italiana del manga, mentre l'edizione sottotitolata dell'anime prodotta da VVVVID utilizza la traduzione "Unicità". Nel doppiaggio italiano dell'anime i due termini sono usati indifferentemente, benché "Quirk" sia la resa più comune.
  4. ^ (JA) 僕のヒーローアカデミア 1, Shūeisha. URL consultato il 30 novembre 2014.
  5. ^ (JA) 僕のヒーローアカデミア 20, Shūeisha. URL consultato il 5 settembre 2018.
  6. ^ My Hero Academia n. 1, Star Comics. URL consultato il 10 dicembre 2015.
  7. ^ (EN) Viz's Shonen Jump Adds My Hero Academia, Anime News Network, 26 gennaio 2015. URL consultato il 26 gennaio 2015.
  8. ^ (JA) 「僕のヒーローアカデミア」山下大輝らでVOMICに、本日開始の新番組で, Natalie, 10 gennaio 2015. URL consultato il 10 gennaio 2015.
  9. ^ (JA) 僕のヒーローアカデミア すまっしゅ!! 1, Shūeisha. URL consultato il 3 luglio 2018.
  10. ^ My Hero Academia SMASH!! SMASH!! 1, Star Comics. URL consultato il 3 luglio 2018.
  11. ^ (JA) 僕のヒーローアカデミア すまっしゅ!! 2, Shūeisha. URL consultato il 3 luglio 2018.
  12. ^ My Hero Academia SMASH!! 2, Star Comics. URL consultato il 3 luglio 2018.
  13. ^ (JA) 僕のヒーローアカデミア すまっしゅ!! 3, Shūeisha. URL consultato il 3 luglio 2018.
  14. ^ My Hero Academia SMASH!! 3, Star Comics. URL consultato il 3 luglio 2018.
  15. ^ (JA) 僕のヒーローアカデミア すまっしゅ!! 4, Shūeisha. URL consultato il 3 luglio 2018.
  16. ^ My Hero Academia SMASH!! 4, Star Comics. URL consultato il 3 luglio 2018.
  17. ^ (JA) 僕のヒーローアカデミア すまっしゅ!! 5, Shūeisha. URL consultato il 3 luglio 2018.
  18. ^ My Hero Academia SMASH!! 5, Star Comics. URL consultato il 3 luglio 2018.
  19. ^ (JA) ヴィジランテ 1, Shūeisha. URL consultato il 12 ottobre 2018.
  20. ^ Vigilante: My Hero Academia Illegals 1, Star Comics. URL consultato il 12 ottobre 2018.
  21. ^ (JA) ヴィジランテ 2, Shūeisha. URL consultato il 12 ottobre 2018.
  22. ^ (JA) ヴィジランテ 3, Shūeisha. URL consultato il 12 ottobre 2018.
  23. ^ (JA) ヴィジランテ 4, Shūeisha. URL consultato il 12 ottobre 2018.
  24. ^ (JA) ヴィジランテ 5, Shūeisha. URL consultato il 12 ottobre 2018.
  25. ^ (EN) My Hero Academia Superhero Manga's TV Anime Briefly Listed, Anime News Network, 27 ottobre 2015. URL consultato il 27 ottobre 2015.
  26. ^ (EN) My Hero Academia TV Anime Adaptation Confirmed, Anime News Network, 29 ottobre 2015. URL consultato il 29 ottobre 2015.
  27. ^ (EN) Studio Bones Animates My Hero Academia Show, Posts 1st Visual, Anime News Network, 2 novembre 2015. URL consultato il 3 novembre 2015.
  28. ^ VVVVID annuncia il palinsesto streaming della primavera 2016, AnimeClick.it, 1º aprile 2016. URL consultato il 2 aprile 2016.
  29. ^ (EN) Funimation Licenses My Hero Academia Anime, Anime News Network, 8 marzo 2016. URL consultato il 2 aprile 2016.
  30. ^ (EN) My Hero Academia Anime's 2nd Season Teased in New Visual, Video, Anime News Network, 26 giugno 2016. URL consultato il 26 giugno 2016.
  31. ^ VVVVID annuncia il palinsesto streaming della primavera 2017, AnimeClick.it, 31 marzo 2017. URL consultato il 31 marzo 2017.
  32. ^ (EN) My Hero Academia 2nd Season's 3rd Promo Video Previews Kenshi Yonezu's Opening Theme, Anime News Network, 25 febbraio 2017. URL consultato il 31 marzo 2017.
  33. ^ (EN) My Hero Academia, Black Clover, Food Wars! Event Anime Get DVD Releases, Anime News Network, 1º dicembre 2016. URL consultato il 6 luglio 2017.
  34. ^ (EN) My Hero Academia OVA Reveals Color Character Designs, Anime News Network, 27 febbraio 2017. URL consultato il 6 luglio 2017.
  35. ^ (EN) My Hero Academia Anime Gets 3rd Season, Anime News Network, 30 settembre 2017. URL consultato il 3 ottobre 2017.
  36. ^ (EN) Alex Mateo, My Hero Academia Season 3 Listed With 25 Episodes, su animenewsnetwork.com, 6 marzo 2018.
  37. ^ VVVVID annuncia la terza stagione di My Hero Academia, su AnimeClick.it. URL consultato il 18 maggio 2018.
  38. ^ My Hero Academia arriva doppiato in Italia? Al Riminicomix l'anteprima nazionale, su AnimeClick.it. URL consultato il 16 luglio 2018.
  39. ^ a b My Hero Academia in Italia sbarcherà su Italia 2, su AnimeClick.it. URL consultato il 20 luglio 2018.
  40. ^ Dettaglio prodotto: My Hero Academia - Season 01 Eps. 01-13 (Ltd. Edition) (3 Blu-Ray), su terminalvideo.com. URL consultato il 20 luglio 2018.
  41. ^ My Hero Academia 4, Shueisha conferma la quarta stagione dell'anime!, in Everyeye Anime, 28 settembre 2018. URL consultato il 28 settembre 2018.
  42. ^ (EN) Behind the Music of My Hero Academia with Yuuki Hayashi, in Anime News Network, 23 agosto 2017. URL consultato il 20 dicembre 2017.
  43. ^ a b (EN) Junichi Suwabe, Hiroyuki Yoshino Join My Hero Academia Anime Cast, Anime News Network, 24 marzo 2016. URL consultato il 7 luglio 2016.
  44. ^ a b (EN) Kenshi Yonezu, Little Glee Monster Perform My Hero Academia 2nd Anime Season's Theme Songs, in Anime News Network, 2 febbraio 2017. URL consultato il 17 dicembre 2017.
  45. ^ (EN) My Hero Academia 2nd Season Anime Previews New Opening Theme, 2nd Cour in Video, in Anime News Network, 24 giugno 2017. URL consultato il 17 dicembre 2017.
  46. ^ a b (EN) My Hero Academia Anime Reveals New Opening Theme Artist, Cast for Gran Torino, in Anime News Network, 22 giugno 2017. URL consultato il 17 dicembre 2017.
  47. ^ (JA) 僕のヒーローアカデミア_アニメ公式, 僕のヒーローアカデミア_アニメ公式 on Twitter, in Twitter, 3 marzo 2018. URL consultato il 9 aprile 2018.
  48. ^ (EN) LiSA Performs New Ending Theme For My Hero Academia Anime's 2nd Season, in Anime News Network, 18 giugno 2017. URL consultato il 17 dicembre 2017.
  49. ^ (JA) 僕のヒーローアカデミア_アニメ公式, 僕のヒーローアカデミア_アニメ公式 on Twitter, in Twitter, 8 marzo 2018. URL consultato il 9 aprile 2018.
  50. ^ Ecco la sigla italiana di My Hero Academia, su AnimeClick.it, 23 ottobre 2018. URL consultato il 23 ottobre 2018.
  51. ^ My Hero Academia, arriva il lungometraggio animato per gli aspiranti eroi!, su AnimeClick.it. URL consultato il 22 dicembre 2017.
  52. ^ Dynit annuncia l'arrivo di My Hero Academia The Movie: Two Heroes nei cinema italiani!, in Everyeye Anime. URL consultato il 4 novembre 2018.
  53. ^ Le nomination per il premio Manga Taisho Award 2015, AnimeClick.it, 19 gennaio 2015. URL consultato il 19 gennaio 2015.
  54. ^ (EN) Japanese Comic Ranking, November 3-9, Anime News Network, 12 novembre 2014. URL consultato il 30 novembre 2014.
  55. ^ (EN) Japanese Comic Ranking, December 1-7, Anime News Network, 10 dicembre 2014. URL consultato il 27 dicembre 2014.
  56. ^ (JA) 週間 コミックランキング 2015年01月19日付, Oricon, 19 gennaio 2015. URL consultato il 20 gennaio 2015.
  57. ^ (EN) Japanese Comic Ranking, January 12-18, Anime News Network, 21 gennaio 2015. URL consultato il 22 gennaio 2015.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Anime e manga Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga