Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Noragami

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Noragami
ノラガミ
(Noragami)
Noragami 1.jpg
Copertina del primo volume dell'edizione italiana
Genere commedia, fantasy
Manga
Autore Adachitoka
Editore Kodansha
Rivista Monthly Shōnen Magazine
Target shōnen
1ª edizione 6 dicembre 2010 – in corso
Tankōbon 18 (in corso)
Editore it. GP Publishing, Panini Comics - Planet Manga
1ª edizione it. 27 aprile 2017
Volumi it. 7 / 18 Completa al 39%
Serie TV anime
Regia Kotaro Tamura
Composizione serie Deko Akao
Char. design Toshihiro Kawamoto
Dir. artistica Kazuo Nagai
Musiche Taku Iwasaki
Studio Bones
Rete Tokyo MX TV
1ª TV 5 gennaio – 23 marzo 2014
Episodi 12 (completa)
Aspect ratio 16:9
Durata 24 min
Serie TV anime
Noragami Aragoto
Regia Kotaro Tamura
Composizione serie Deko Akao
Studio Bones
Rete Tokyo MX TV
1ª TV 2 ottobre – 29 dicembre 2015
Episodi 13 (completa)
Aspect ratio 16:9
Durata 24 min
Editore it. Dynit
Streaming it. VVVVID (sottotitolata)

Noragami (ノラガミ? lett. "Dio randagio") è un manga giapponese di genere fantasy, scritto e illustrato da Adachitoka. La serie ha iniziato ad essere serializzata sul numero di gennaio 2011 della rivista Monthly Shōnen Magazine di Kōdansha. I capitoli del manga sono stati raccolti in volumi tankōbon a partire dal 15 luglio 2011. Un adattamento anime, prodotto dallo studio Bones, è stato trasmesso in Giappone dal 5 gennaio al 23 marzo 2014. Una seconda stagione anime, acquistata in Italia da Dynit per VVVVID[1], è stata annunciata ad aprile 2015 ed è andata in onda dal 2 ottobre fino al 29 dicembre dello stesso anno.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Hiyori Iki è una normale studentessa di scuola media, almeno fino a quando viene investita da un autobus mentre cerca di salvare la vita di un ragazzo poco prima incrociato per strada di nome Yato. Questo incidente la costringerà ad iniziare una vita non poco bizzarra. Dopo aver conosciuto Yato, il quale le rivela di essere un dio, scopre che, dal giorno del suo incidente, il suo corpo inizia ad addormentarsi di colpo, e mentre la sua anima si stacca da esso, rendendola quindi un mezzo Spettro, in grado di interagire con il mondo degli dèi e dei morti. Incapace di risolvere da sola il problema, chiede aiuto a Yato, il quale promette di aiutarla in cambio di 5 yen. Yato, a sua volta, è alla ricerca di uno Shinki, uno Strumento Divino, ovvero l'anima di una persona morta in grado di uccidere gli Spettri malvagi una volta trasformato in arma, che ogni dio non può fare a meno di avere, e che troverà in un giovane ragazzo di nome Yukine. Partono così le vicende dei tre protagonisti, affiancati da tutti gli altri personaggi, dèi e Strumenti, nel corso della storia e intraprenderanno tante avventure.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Principali[modifica | modifica wikitesto]

Yato (夜ト?)
Doppiato da Hiroshi Kamiya
Yato, protagonista della serie, è una divinità minore della Guerra, il cui scopo è racimolare quanti più soldi per potersi costruire un santuario personale; un sogno difficile da realizzare, poiché chiede solo 5 yen ai suoi fedeli per i suoi servigi. Al contrario del manga, nell'anime non viene specificato che il messaggio che è solito scrivere sui muri, sui cartelli o nei bagni delle scuole, può essere visto solo da chi ha realmente bisogno di un aiuto da parte di un dio. Il suo Clan è "ne" (ね). È soprannominato “il dio in tuta”, in quanto la indossa sempre, ed ha un debole per gli alcolici. Qualche secolo prima della narrazione, si scopre essere stato un dio della Sventura, responsabile della distruzione di diversi villaggi e della morte degli Strumenti Divini di Bishamonten. In seguito, si scopre che, come molti altri dèi, ha un nome fittizio, e che quello vero è Yaboku (il secondo carattere del nome ha una pronuncia differente). Durante le vicende, si innamora di Hiyori, che ricambia i sentimenti. Il suo Strumento Divino è Yukine.
Hiyori Iki (壱岐 ひより Iki Hiyori?)
Doppiata da Maaya Uchida
Inizialmente una normale studentessa con la passione per il wrestling, dopo essere stata coinvolta in un incidente mentre cercava di salvare la vita a Yato, diventa un mezzo Spettro, ossia un umano con la capacità di “staccare” la propria anima dal corpo, lasciando quest’ultimo in una fase di sonno profondo, e capace di interagire con il regno dei morti, visibile solo a bambini ed animali (così come gli dèi). In questo stato, ad Hiyori spunta una coda violacea, che scopre poi essere il filo che la collega al suo corpo terreno; se si dovesse spezzare, morirebbe. Inoltre, nella sua forma da Spettro, le abilità fisiche sono aumentate, e riesce a distinguere l’odore dei vari dèi. Si innamora di Yato nel corso della storia. Incontra spesso due amiche della scuola, Aimi Tabata e Akira Yamashita.
Yukine (雪音?)
Doppiato da Yūki Kaji
Yukine è il nome da umano dello Strumento Divino di Yato, un ragazzo di circa dodici anni, trovato da Yato all'inizio della serie. Il suo nome puro è Yuki (? "Neve"), mentre il nome da Shinki è Sekki (雪器?); nel momento in cui Yato lo richiama, si trasforma in una katana affilata. Yato, appena lo accoglie come Strumento, definisce la sua età “difficile”, in quanto, essendo morto da pre-adolescente, il suo spirito rimarrà per sempre a quell’età; a causa di questo, Yukine è particolarmente impulsivo e invidia il mondo dei vivi, così inizia a compiere piccoli reati, che lo porteranno quasi a uccidere Yato e a trasformarsi in uno Spettro, salvato però da un'Abluzione da parte di Daikoku, Mayu e Kazuma. Dopo l’episodio e alla sofferenza dell'Abluzione, inizia ad andare più d’accordo con Yato, mentre mantiene sempre un buon rapporto con Hiyori e gli altri personaggi. Quando Yato lo sceglie, dopo aver visto i suoi ricordi, inizia a piangere, indicando che probabilmente Yukine ha avuto una vita difficile e, come si presume da molti indizi, che sia stato ucciso violentemente dal padre.
Dopo essersi sacrificato per Yato ed esser diventato uno Strumento Benedetto, la sua forma muta in due katane più piccole, ma identiche.

Dèi[modifica | modifica wikitesto]

Tenjin (天神?)
Doppiato da Tōru Ōkawa
Dio della Saggezza e della Sapienza, si presenta come un elegante signore anziano, vestito sempre con il kimono tradizionale, che fa indossare anche ai suoi Strumenti. È un dio con al seguito migliaia di fedeli e molti templi sul territorio giapponese, che lo rendono uno degli dèi più potenti e più ricchi. Il suo Clan è "yu" (湯) e possiede esclusivamente Strumenti Divini donna, (Mayu, Ayu, Nayu, Moyu, Miyu). Il suo vero nome è Sugawara (菅原道真? Sugawara no Michizane).
Koufuku (こうふく Kōfuku?, lett: "Piccola fortuna")
Doppiata da Aki Toyosaki
È la dea della Povertà e della Sfortuna ed ha un carattere molto vivace e spensierato. Il suo Clan è "ku" (来) e il unico Strumento Divino, nonché compagno di vita, è Daikoku. Il suo “vero” nome è Ebisu Koufuku (エビス小福?), datole da Daikoku, in quanto, essendo una binbōgami (貧乏神? lett. "dio della povertà"), e quindi non avendo templi né fedeli, al momento della sua nascita non le fu dato un nome proprio; usa questo nome anche per ingannare gli umani e sembrare una dea della Fortuna.
Essendo una dea della Sfortuna non le era mai stato concesso di avere uno Shinki. Tuttavia definisce il suo incontro con Daikoku "amore a prima vista" e da allora lui resta il suo unico Strumento Divino.
Bishamonten (毘沙門天?)
Doppiata da Miyuki Sawashiro
Anche conosciuta solo come Bishamon o Vaisravana, è una dei Sette Divinità della Fortuna, più nello specifico la dea della Guerra, del Coraggio e della Strategia. Ha un’efficiente e numerosissima squadra di Strumenti Divini, che lei considera la sua "famiglia", ognuno con la propria utilità, tutti coordinati dal suo Strumento Guida, Kazuma. Facente parte del Clan "ha" (派), è in eterna lotta con Yato in quanto lo ritiene responsabile dello sterminio del suo vecchio Clan di Shinki, "ma" (馬), di cui solo Kazuma è rimasto superstite; in realtà Yato uccise il suo Clan per salvare la vita alla dea, su richiesta di Kazuma, essendosi trasformati quasi tutti in Spettri; i due miglioreranno il rapporto dopo la scoperta della verità sulla faccenda. Pur essendo la dea della Guerra, è molto protettiva e disponibile con i propri Strumenti; alcuni di questi sono, oltre a Kazuma, Kuraha (囷巴?), Tsuguha (紹巴?), Kinuha (紝巴?), i gemelli Karuha (刈巴?) e Kazuha (数巴?), Suzuha (鈴巴?) e molti altri.
Rabō (蠃蚌 Rabō?)
Doppiato da Takahiro Sakurai
Un Dio delle Calamità, nonché uno dei principali antagonisti della storia. Un tempo compagno d'armi di Yato, è stato risvegliato da Nora per cercare di corrompere l'anima di Yato e farlo tornare il dio della Sventura che era un tempo. Il suo Strumento Divino è la ragazza stessa. Appare in uno spin-off del manga, oltre che nell'anime.
Ebisu (恵比寿?)
Doppiato da Ryōtarō Okiayu/Yuiko Tatsumi (bambino)
Uno dei sette dèi della Fortuna, è il dio del Commercio e della Pesca. Il suo Clan è "mi" (未) È indagato come l'incantatore misterioso che comanda gli Spettri con delle maschere; si scoprirà invece che è stato manipolato dal vero incantatore, dal momento che il suo unico interesse per la faccenda era proteggere meglio gli uomini per mezzo anche degli Spettri. A causa dei numerosi esperimenti che lo portano alla morte, è soggetto a numerose successioni. Yato si affeziona molto alla penultima successione mentre cerca di salvarlo nello Yomi. Gli unici tra i suoi Strumenti Divini ancora in vita sono la fedele e anziana Guida Iwami (巖弥?) e Kunimi (邦弥?), che gli consente incredibili capacità di combattimento.
Izanami (イザナミ?)
Doppiata da Hibiku Yamamura
È la dea e regina dello Yomi, ossia l'Aldilà, e riesce a controllarne ogni parte e ogni spirito grazie a un "pennello fantasma", il Koto-no-Ha (oggetto di cui si impossesserà prima Ebisu e poi il "Padre"). Inizialmente, appare alle persone che si recano nello Yomi come la persona con cui essi si sentono più a loro agio (ad esempio, Hiyori per Yato e la padrona della "Locanda delle Olive" per Ebisu); nel momento in cui questi si rifiutano di rimanere con lei, assume il suo "vero" aspetto, ossia di un corpo decomposto con lunghi capelli marroni, che usa, inoltre, per intrappolare le persone nell'Aldilà. Si scopre essere la madre del dio Ebisu.
Ōkuninushi (大国主?)
Doppiato da Shunsuke Sakuya
Un altro componente dei sette dèi della Fortuna, conosciuto anche come Daikokuten (大黒天?), è il dio dell'Abbondanza. Ha un carattere molto scaltro e numerosi Shinki al suo servizio.

Shinki (神器?)[modifica | modifica wikitesto]

Chiamati anche Strumenti Divini o Tesori Sacri, sono le armi degli dèi, usate per uccidere gli Spettri. Sono anime di persone morte non contaminate dalla corruzione, solitamente si tratta di persone assassinate o vittime di incidenti, che quindi meritano una "seconda possibilità". Vengono dunque riportate allo stato di fantasma e utilizzate dagli dèi come oggetti per combattere. Ogni Strumento ha le proprie caratteristiche, sia fisiche sia in quantità di forza e di capacità. Un dio, una volta trovata un'anima incontaminata, concede al proprio Shinki tre nomi: un nome "puro", che viene tatuato sul corpo dello Shinki e indica la sua appartenenza al dio, un nome da umano, con cui viene chiamato solitamente, e un nome da Strumento, utilizzato dal dio per trasformarlo in oggetto. Per questo numerosi dèi, tra cui Tenjin e Bishamonten, danno ai loro Strumenti una sillaba del loro nome sempre identica, per mostrarne il loro Clan di appartenenza. Lo Shinki non ricorda nulla della sua vita passata né quale sia il suo vero nome, ma un dio ha accesso ai suoi ricordi nel momento in cui lo sceglie. Se un dio rivelasse allo Shinki il suo vero nome, questi si trasformerebbe in uno Spettro. Il vero nome di uno Strumento è infatti chiamato "Il più grande segreto di un dio" (神の秘め事 Kami no Himegoto?) Nel momento in uno Shinki giura assoluta fedeltà al suo padrone, rischiando la vita per lui mettendo in gioco il suo nome, può evolversi diventando così uno Strumento Benedetto.

Mayu (真喩?)
Doppiata da Asami Imai
Strumento Divino inizialmente usato da Yato, con il nome puro Tomo (? "Compagno") da umana Tomone (伴音?), e il nome da Strumento Hanki (伴器?); con lui, si trasformava in uno stiletto. Dopo esser rimasta tre mesi con Yato, si licenzia, e viene assunta da Tenjin, diventando Makoto (? "Vero") come nome puro, mentre il suo nome da Shinki è ancora sconosciuto; durante la trasformazione, assume la forma di una pipa. Nonostante sia spesso irritata dalla presenza di Yato, prende parte all'Abluzione di Yukine per aiutare il dio. Ha servito numerosi dèi prima di Yato e Tenjin.
È stato rivelato che la sua morte fu causata da un incendio nel suo palazzo, durante la Seconda guerra mondiale, nel tentativo di salvare la vita alla figlia.
Kazuma (兆麻?)
Doppiato da Jun Fukuyama
È uno degli Shinki di Bishamonten, nonché uno Strumento Benedetto e sua fedele Guida. Il suo nome puro è Kazu (? "Numero") mentre da Strumento è Chōki (兆器?). Si trasforma in un orecchino color ciliegio, rispetto a quando era ancora uno Strumento Divino, che si trasformava in un chiodo. È indirettamente il leader degli Strumenti della dea, in quanto è l'unico superstite del suo vecchio Clan "ma", e quindi ha un profondo legame con lei. Ha delle capacità di strategia e di controllo elevatissime, con cui guida tutti gli altri Shinki durante i combattimenti. Dopo essere stato chiamato da Hiyori, prende parte al rituale d'Abluzione, essendo molto grato a Yato per aver salvato la vita a Bishamon.
Daikoku (大黒?)
Doppiato da Daisuke Ono
Strumento Divino e partner di Koufuku, si trasforma in un ventaglio capace di aprire un varco tra il mondo dei vivi e dei morti. Il suo nome puro è Kuro (? "Nero") e quello da Strumento invece è Kokki (黒器?). Quando Hiyori accorre da Koufuku chiedendole di salvare Yato dalla contaminazione, Daikoku è il primo a proporre di praticare il rituale d'Abluzione, consapevole dei rischi, e a correre a cercare altri due Strumenti per aiutarlo.
Daikoku è stato l'unico Strumento di Koufuku, ed è stato lui a sceglierle il nome. Insieme avevano adottato uno Shinki bambino di nome Daigo, per volere di Daikoku.
È probabile che il suo attaccamento ai bambini sia dovuto al fatto che in vita era un padre.
Nora (野良?)
Doppiata da Rie Kugimiya
I "nora" (lett: "randagi") sono degli Strumenti Divini utilizzati da più divinità e per questo possiedono numerosi nomi tatuati sul loro corpo. Nora è lo Strumento Divino di vari dèi tra cui Yato, Rabō ed Ebisu. Essendo uno Strumento con vari nomi e possessori, l’è stato attribuito il nome proprio “Nora”, in quanto questi tipi di Strumenti hanno la tendenza a tradire i propri padroni, venendo usati da altri. Per questo sono considerati una vergogna da molti dèi e non considerati degni di un vero nome. I suoi vari nomi e trasformazioni sono:
  • Hiiro (?) e Hiki (緋器?) come Strumento di Yato; si trasforma in una una spada che ha la capacità di controllare e far fuoriuscire acqua.
  • Mizuchi (?) e Chiki (螭器?) come Strumento del "Padre"; prende la forma di una shakujō.
  • Furu (?), da umana Furuhime (零姫?), e Reiki (零器?) come Strumento di Rabō; prende la forma di una katana.
  • Tsutsu (?), da umana Tsutsumi (筒弥?), e Touki (筒器?) come Strumento di Ebisu; diventa una pistola.
  • Eyami (?) come Strumento di Takemikazuchi.
In seguito si scopre essere la "sorella" di Yato e il suo primo Shinki, condiviso con il Padre, con la quale commetteva numerosi omicidi per volere di quest'ultimo. Il ragazzo le toglie infine il nome, mettendo fine alla serie di omicidi commessi con lei.
Kugaha (陸巴?)
Doppiato da Takanori Hoshino
Inizialmente uno degli Strumenti di Bishamonten, nonché suo medico, è colui che inizia a cospirare contro dei lei, cercando di farla uccidere e sterminando gran parte del suo nuovo Clan, grazie all'aiuto di Nora e degli spiriti con le maschere, con il solo scopo di farla rinascere e poter essere la sua nuova Guida; al seguito della faccenda, viene privato del nome ed esiliato da Bishamon. Si scoprirà poi essere un Nora, usato da Tenjin sotto il nome di Saku (?) e dal "Padre" con Edachi (?) come nome. Da Strumento Divino di Bishamonten, il suo nome era Rokki (陸器?) e aveva la forma di una bilancia.

Altri[modifica | modifica wikitesto]

Kouto Fujisaki (藤崎浩人 Fujisaki Kōto?)
Doppiato da Kaito Ishikawa
Uno studente del terzo anno che inizialmente sembra avere una cotta per Hiyori. È in realtà il misterioso "Padre" di Yato e Nora, nonché il ricercato incantatore, uno spirito scappato dallo Yomi con più di mille anni, che creò Yato dal desiderio di essere amato dopo la perdita della donna che amava. Ha preso le sembianze dello studente, che utilizza anche per stare vicino a Hiyori. È in possesso di ben due "pennelli fantasma": il suo, rubato mentre scappava dall'Aldilà, con cui era in grado di creare maschere in grado di controllare gli spiriti, che però svanivano con la luce del sole; quello sottratto ad Ebisu dopo la sua morte, più potente, che permette di creare e controllare Spettri dandogli un nome.
Tsuyu (梅雨?)
Doppiata da Saori Hayami
Considerata lo Shinki Guida di Tenjin, è in realtà lo spirito di un albero di susino, ed ha vissuto al fianco del dio per più di mille anni. È in grado di vedere e sentire ogni cosa comunicando con gli alberi circostanti.
Sakura (? lett: "Ciliegio")
Sakura era stata la prima Shinki di Yato (oltre a Nora), quando era ancora bambino. Si erano incontrati sotto un ciliegio e per questo le aveva assegnato il nome "Sakura". Era stata prima lo Shinki di Tenjin, cacciata per un attacco di rabbia del dio. Il suo nome da Strumento era Ouki (桜器?) e si trasformava in un Kusungobu. Fu inoltre lei la prima persona a chiamare Yaboku "Yato", sbagliando la lettura del suo nome. Aveva un rapporto da sorella maggiore con Yato, tanto da riuscire quasi a convincerlo a non commettere più omicidi.
Si trasformò in uno Spettro dopo che Yato, manipolato da Nora, le rivelò il suo vero nome. Si chiamava in realtà Tamanone ed era una nobile violentata e uccisa da dei banditi. Poiché il suo vero nome, Tamanone, finisce in "ne", è probabile che sia il motivo per cui Yato ha scelto questa sillaba per il Clan dei suoi Shinki futuri.

Manga[modifica | modifica wikitesto]

Noragami debuttò sul numero di gennaio 2011 della rivista Monthly Shōnen Magazine di Kodansha, pubblicato il 6 dicembre 2010[2] e al 17 aprile 2015 sono stati pubblicati tredici volumi in formato tankōbon. I volumi 9, 10, 11 e 15 sono stati pubblicati simultaneamente insieme ad un'edizione limitata, contenente un drama CD nel primo caso ed episodi anime in DVD per gli altri tre. Alcuni capitoli extra della serie sono stati pubblicati come spin-off su Monthly Shōnen Magazine + dal 2011 e, al 15 novembre 2013, tali capitoli sono stati pubblicati in un unico volume dal titolo Noragami shūishū (ノラガミ拾遺集?).

I diritti del manga per la pubblicazione di un'edizione in lingua inglese nel Nord America sono stati acquistati da Kodansha Comics USA, che pubblica la serie con il titolo Noragami: Stray God. Il primo volume dell'edizione inglese verrà pubblicato il 2 settembre 2014.[3] La prima edizione italiana fu curata dalla GP Publishing; che ha pubblicato il primo volume il 6 ottobre 2012; e in seguito sospesa a gennaio 2016 per la rottura di rapporti fra la casa editrice italiana e Kodansha. Da aprile 2017 la pubblicazione italiana ricomincia a cura di Planet Manga.

Volumi[modifica | modifica wikitesto]

Titolo italiano
GiapponeseKanji」 - Rōmaji
Data di prima pubblicazione
Giapponese Italiano
1 Noragami 1
「ノラガミ(1)」
15 luglio 2011[4]
ISBN 978-4-06-371294-0
6 ottobre 2012[5] (GP Publishing)
27 aprile 2017[6] (Planet Manga)
ISBN 978-8864689081
2 Noragami 2
「ノラガミ(2)」
17 ottobre 2011[7]
ISBN 978-4-06-371308-4
22 dicembre 2012[8] (GP Publishing)
25 maggio 2017[9] (Planet Manga)
ISBN 978-8864689098
3 Noragami 3
「ノラガミ(3)」
17 febbraio 2012[10]
ISBN 978-4-06-371323-7
25 maggio 2013[11] (GP Publishing)
29 giugno 2017[12] (Planet Manga)
ISBN 978-8866344537
4 Noragami 4
「ノラガミ(4)」
15 giugno 2012[13]
ISBN 978-4-06-371336-7
30 dicembre 2014[14] (GP Publishing)
27 luglio 2017[15] (Planet Manga)
5 Noragami 5
「ノラガミ(5)」
17 ottobre 2012[16]
ISBN 978-4-06-371350-3
20 maggio 2015[17] (GP Publishing)
31 agosto 2017[18] (Planet Manga)
6 Noragami 6
「ノラガミ(6)」
15 febbraio 2013[19]
ISBN 978-4-06-371366-4
7 novembre 2015[20] (GP Publishing)
28 settembre 2017[21] (Planet Manga)
7 Noragami 7
「ノラガミ(7)」
17 giugno 2013[22]
ISBN 978-4-06-371379-4
26 ottobre 2017[23]
8 Noragami 8
「ノラガミ(8)」
17 ottobre 2013[24]
ISBN 978-4-06-371394-7
23 novembre 2017[25]
9 Noragami 9
「ノラガミ(9)」
17 dicembre 2013[26][27]
ISBN 978-4-06-358478-3 (ed. limitata)
ISBN 978-4-06-371402-9 (ed. regolare)
14 dicembre 2017[28]
10 Noragami 10
「ノラガミ(10)」
13 febbraio 2014[29]
17 febbraio 2014[30]
ISBN 978-4-06-358479-0 (ed. limitata)
ISBN 978-4-06-371412-8 (ed. regolare)
-
11 Noragami 11
「ノラガミ(11)」
17 luglio 2014[31][32]
ISBN 978-4-06-358480-6 (ed. limitata)
ISBN 978-4-06-371430-2 (ed. regolare)
-
12 Noragami 12
「ノラガミ(12)」
17 novembre 2014[33]
ISBN 978-4-06-371448-7
-
13 Noragami 13
「ノラガミ(13)」
17 aprile 2015[34]
ISBN 978-4-06-371460-9
-
14 Noragami 14
「ノラガミ(14)」
17 settembre 2015[35]
ISBN 978-4-06-371483-8
-
15 Noragami 15
「ノラガミ(15)」
17 novembre 2015[36][37]
ISBN 978-4-06-358774-6 (ed. limitata)
ISBN 978-4-06-371494-4 (ed. regolare)
-
16 Noragami 16
「ノラガミ(16)」
17 marzo 2016[38][39]
ISBN 978-4-06-358775-3 (ed. limitata)
ISBN 978-4-06-392515-9 (ed. regolare)
-
17 Noragami 17
「ノラガミ(17)」
15 luglio 2016[40]
-
18 Noragami 18
「ノラガミ(18)」
17 febbraio 2017[41]
ISBN 978-4-06-392567-8 (ed. limitata)
ISBN 978-4-06-371494-4 (ed. regolare)
-

Anime[modifica | modifica wikitesto]

L'adattamento televisivo di Noragami è stato prodotto dallo studio Bones e diretto da Kotaro Tamura con la sceneggiatura di Deko Akao e il character design di Toshihiro Kawamoto[42]. La sigla d'apertura è interpretata dagli Hello Sleepwalkers con "Overnight Appointment" (午夜の待ち合わせ Goya no Machiawase?), invece la sigla di chiusura è "Heart Realize" (ハートリアライズ Hāto Riaraizu?) composta dai Supercell e cantata da Tia.

Logo della seconda stagione

Il primo episodio della serie è stato proiettato in anteprima durante l'edizione del 2013 dell'Anime Festival Asia[43]. Le prime trasmissioni della serie sono iniziate sul network giapponese Tokyo MX e in seguito su MBS, BS11 e TVA. Funimation ha concesso in licenza l'anime per lo streaming in Nord America[42].

L'episodio finale è andato in onda su Tokyo MX il 23 marzo 2014. Il 17 febbraio 2014 all'edizione limitata del 10° volume del manga è stato allegato un DVD con un episodio aggiuntivo e il 17 luglio 2014 al volume 11 è stato allegato un secondo episodio sempre in DVD[42].

Una seconda stagione animata, intitolata Noragami Aragoto (ノラガミ ARAGOTO?), composta da 13 episodi, ha iniziato la trasmissione il 2 ottobre ed è finita il 25 dicembre 2015[N 1][44][45]. La sigla d'apertura è interpretata dai The Oral Cigarettes con "Hey Kids!!" (狂乱 Kyōran Hey Kids!!?)[46], invece la sigla di chiusura è a cura di Tia ed è "Nirvana" (ニルバナ Nirubana?)[46][47]. La serie, in Italia, è trasmessa in streaming sottotitolato su VVVVID[1].

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Titolo italiano
GiapponeseKanji」 - Rōmaji
In onda
Giapponese
Noragami (12 episodi)
1 Un gatto, un Dio vagabondo e una coda
「家猫と野良神と尻尾」 - Ieneko to Noragami to Shippo
5 gennaio 2014
2 Come la neve
「雪のような」 - Yuki no Yōna
12 gennaio 2014
3 Calamità offerta
「招かれた厄災」 - Manekareta Yakusai
19 gennaio 2014
4 Dove la felicità mente
「しあわせの在処」 - Shiawase no Arika
26 gennaio 2014
5 Confine
「境界線」 - Kyōkaisen
2 febbraio 2014
6 Persona inquietante
「コワイヒト」 - Kowai Hito
9 febbraio 2014
7 Incertezza e destino
「迷い事、定め事」 - Mayoigoto, Sadamegoto
16 febbraio 2014
8 Oltre la linea
「一線を越えて」 - Issen o Koete
23 febbraio 2014
9 Nome
「名前」 - Namae
2 marzo 2014
10 Trattato con odio
「忌むべき者」 - Imu Beki Mono
9 marzo 2014
11 Dio abbandonato
「棄てられた神」 - Suterareta Kami
16 marzo 2014
12 Un frammento di memoria
「一片の記憶」 - Hitohira no Kioku
23 marzo 2014
Noragami Aragoto (13 episodi)
1 Nome postumo, mano tesa
「諱、握りて」 - Imina, nigirite
2 ottobre 2015
2 I suoi ricordi
「彼女の思い出」 - Kanojo no omoide
9 ottobre 2015
3 Legame fasullo
「イツワリノ絆」 - Itsuwari no kizuna
16 ottobre 2015
4 Preghiera
「願」 - Negai
23 ottobre 2015
5 Benedizione, anatema
「神祝き、呪きき」 - Kamuhosaki, hosakiki
30 ottobre 2015
6 Quel che va fatto
「為すべきこと」 - Nasubeki koto
6 novembre 2015
7 Il modo di celebrare gli dei
「神様の祀り方」 - Kami-sama no matsuri-kata
13 novembre 2015
8 Dio della sciagura
「禍律神」 - Magatsu-kami
20 novembre 2015
9 Il suono di un filo che si spezza
「糸の切れる音」 - Ito no kireru oto
27 novembre 2015
10 Così sia fatto
「斯く在りし望み」 - Kaku-arishi Nozomi
4 dicembre 2015
11 Ritorno alla vita
「黄泉返り」 - Kōsen kaeri
11 dicembre 2015
12 La tua voce che mi chiama
「君の呼ぶ声」 - Kimi no yobu koe
18 dicembre 2015
13 Il messaggio del dio della fortuna
「福の神の言伝」 - Fuku-no-Kami no kotodzuke
25 dicembre 2015

Noragami OAD[modifica | modifica wikitesto]

OAV Titolo italiano
GiapponeseKanji」 - Rōmaji
In onda
Giapponese
1 Possessione divina, maledizione divina
「神憑り、神祟り」 - Kamigakari, Kamitatari
17 febbraio 2014
2 Promessa di primavera
「春の約束」 - Haru no yakusoku
17 luglio 2014

Noragami Aragoto OAD[modifica | modifica wikitesto]

OAV Titolo italiano
GiapponeseKanji」 - Rōmaji
In onda
Giapponese
1 Il caso dell'omicidio seriale del dio Yato: il teatro della suspense di Noragami
「夜ト神連続殺人事件 ノラガミサスペンス劇場」 - Yatogami renzoku satsujin jiken: Noragami sasupensu gekijō
17 novembre 2015
2 Una foto insieme
「一緒に写真を」 - Issho ni shashin o
17 marzo 2016

Note[modifica | modifica wikitesto]

Annotazioni
  1. ^ La data effettiva è il 3 ottobre 2015, in quanto il programma inizia dopo la mezzanotte
Fonti
  1. ^ a b Gli annunci VVVVID dal Roma Web Fest, AnimeClick.it, 25 settembre 2015. URL consultato il 26 settembre 2015.
  2. ^ (JA) 「アライブ」あだちとか新連載、主人公は気分屋の自称"神", Natalie, 6 dicembre 2010. URL consultato il 24 aprile 2014.
  3. ^ (EN) Kodansha Comics Licenses Noragami manga, Anime News Network, 19 febbraio 2014. URL consultato il 24 aprile 2014.
  4. ^ (JA) ノラガミ(1), Kōdansha. URL consultato il 23 novembre 2014.
  5. ^ Volumetto 1 di Noragami, AnimeClick.it. URL consultato il 23 novembre 2014.
  6. ^ Volumetto 1 di Noragami, AnimeClick.it. URL consultato il 23 marzo 2017.
  7. ^ (JA) ノラガミ(2), Kōdansha. URL consultato il 23 novembre 2014.
  8. ^ Volumetto 2 di Noragami, AnimeClick.it. URL consultato il 23 novembre 2014.
  9. ^ Volumetto 2 di Noragami, AnimeClick.it. URL consultato il 27 marzo 2017.
  10. ^ (JA) ノラガミ(3), Kōdansha. URL consultato il 23 novembre 2014.
  11. ^ Volumetto 3 di Noragami, AnimeClick.it. URL consultato il 23 novembre 2014.
  12. ^ Volumetto 3 di Noragami, AnimeClick.it. URL consultato il 26 maggio 2017.
  13. ^ (JA) ノラガミ(4), Kōdansha. URL consultato il 23 novembre 2014.
  14. ^ Volumetto 4 di Noragami, AnimeClick.it. URL consultato il 23 novembre 2014.
  15. ^ Volumetto 4 di Noragami, AnimeClick.it. URL consultato il 26 maggio 2017.
  16. ^ (JA) ノラガミ(5), Kōdansha. URL consultato il 23 novembre 2014.
  17. ^ Volumetto 5 di Noragami, AnimeClick.it. URL consultato il 16 maggio 2015.
  18. ^ Volumetto 5 di Noragami, AnimeClick.it. URL consultato il 31 agosto 2017.
  19. ^ (JA) ノラガミ(6), Kōdansha. URL consultato il 23 novembre 2014.
  20. ^ Volumetto 6 di Noragami, AnimeClick.it. URL consultato il 5 novembre 2015.
  21. ^ Volumetto 6 di Noragami, AnimeClick.it. URL consultato il 31 agosto 2017.
  22. ^ (JA) ノラガミ(7), Kōdansha. URL consultato il 23 novembre 2014.
  23. ^ Volumetto 7 di Noragami, AnimeClick.it. URL consultato il 28 settembre 2017.
  24. ^ (JA) ノラガミ(8), Kōdansha. URL consultato il 23 novembre 2014.
  25. ^ Volumetto 8 di Noragami, AnimeClick.it. URL consultato il 28 settembre 2017.
  26. ^ (JA) CD付き ノラガミ(9)限定版, Kōdansha. URL consultato il 23 novembre 2014.
  27. ^ (JA) ノラガミ(9), Kōdansha. URL consultato il 23 novembre 2014.
  28. ^ Volumetto 9 di Noragami, AnimeClick.it. URL consultato il 26 ottobre 2017.
  29. ^ (JA) DVD付き ノラガミ(10)限定版, Kōdansha. URL consultato il 23 novembre 2014.
  30. ^ (JA) ノラガミ(10), Kōdansha. URL consultato il 23 novembre 2014.
  31. ^ (JA) DVD付き ノラガミ(11)限定版, Kōdansha. URL consultato il 23 novembre 2014.
  32. ^ (JA) ノラガミ(11), Kōdansha. URL consultato il 23 novembre 2014.
  33. ^ (JA) ノラガミ(12), Kōdansha. URL consultato il 23 novembre 2014.
  34. ^ (JA) ノラガミ(13), Kōdansha. URL consultato il 16 maggio 2015.
  35. ^ (JA) ノラガミ(14), Kōdansha. URL consultato il 5 novembre 2015.
  36. ^ (JA) DVD付き ノラガミ(15)限定版, Kōdansha. URL consultato il 5 novembre 2015.
  37. ^ (JA) ノラガミ(15), Kōdansha. URL consultato il 5 novembre 2015.
  38. ^ (JA) DVD付き ノラガミ(16)限定版, Kōdansha. URL consultato il 28 settembre 2017.
  39. ^ (JA) ノラガミ(16), Kōdansha. URL consultato il 28 settembre 2017.
  40. ^ (JA) ノラガミ(17), Kōdansha. URL consultato il 28 settembre 2017.
  41. ^ (JA) ノラガミ(18), Kōdansha. URL consultato il 28 settembre 2017.
  42. ^ a b c Funimation to Stream Noragami Supernatural Anime, Anime News Network, 24 dicembre 2013. URL consultato il 24 dicembre 2013.
  43. ^ AFA : Anime Festival Asia 2013, Anime Festival Asia. URL consultato il 29 novembre 2013.
  44. ^ Noragami's 2nd Season Title, Fall Premiere, New Visual Unveiled, Anime News Network. URL consultato il 5 novembre 2015.
  45. ^ Noragami Aragoto TV Anime's October 3 Premiere Revealed, Anime News Network. URL consultato il 5 novembre 2015.
  46. ^ a b Noragami Aragoto Anime's 2nd Promo Video Previews Opening Theme, Anime News Network. URL consultato il 5 novembre 2015.
  47. ^ 「ノラガミ ARAGOTO」OP/EDを担当するアーティストが決定しました!, Bones. URL consultato il 5 novembre 2015.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Anime e manga Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga