Motore Douvrin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Motore Douvrin
Descrizione generale
Costruttore Francia  Française de Mécanique
Produzione dal 1977 al 1996
Sostituisce la Motore Renault Type G

I motore Douvrin sono una famiglia di motori prodotti dal 1977 al 1997 da una joint-venture tra le due Case automobilistiche francesi Renault e Peugeot. Questo motore è stato progettato dall'ingegnere Jean-Jacques His (padre di motori di Formula 1 di Renault e Ferrari).

Cenni storici e caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

L'origine dei motore Douvrin conosciuto anche come "motore J" o "blocco J" va fatta risalire al 1969, anno in cui, tra la Casa di Sochaux e quella di Billancourt, nacque una joint-venture finalizzata alla produzione di motori automobilistici. Da tale collaborazione nacquero in realtà ben due famiglie di motori, una di fascia più bassa ed una di fascia più alta. La prima sarebbe divenuta nota come Motore PSA-Renault Type X, e sarebbe stata utilizzata prevalentemente dalla Peugeot (ed in seguito dall'intero Gruppo PSA) per diverse sue vetture. La seconda famiglia di motori scaturita dalla collaborazione tra Peugeot e Renault fu invece la famiglia di motori Douvrin, che prese il nome dalla città di Douvrin, ove sorgeva lo stabilimento in cui venivano prodotti tali motori. Nello stesso stabilimento venivano tra l'altro assemblati anche i motori PRV, che vedevano anche la collaborazione della svedese Volvo.
Tale stabilimento esiste ancor oggi e viene utilizzato dalla Peugeot.
I motore Douvrin costituiscono una testimonianza abbastanza lampante di uno dei momenti più significativi della storia della Renault, vale a dire il periodo in cui era in collaborazione con la American Motors. Alcuni modelli della Casa francese vennero infatti commercializzati (peraltro con scarso successo) anche negli USA, mentre i primi modelli del gruppo AMC cercarono di fare capolino anche in Europa. Uno di questi è stato il fuoristrada Jeep Cherokee, proposto in Europa anche con un motore diesel da 2.1 litri. Questo motore era un motore Douvrin.
In generale, i motore Renault-PSA Type J condividevano le seguenti caratteristiche costruttive:

Se i piccoli motori della Serie X sono stati utilizzati prevalentemente dalla Peugeot e dal Gruppo PSA, i motore Renault-PSA Type J hanno visto un utilizzo decisamente più massiccio da parte della Casa di Billancourt, che li ha montati anche su mezzi commerciali della Casa e su alcuni modelli di altre marche che, previo accordo con la Renault, hanno potuto usufruire anch'essi di alcune varianti di motori Douvrin. Presso la Renault, i motore Douvrin sono anche chiamati Type J o ancor più comunemente Bloc J. Per questo motivo, essi sono codificati con un codice di tre caratteri che comincia sempre con la lettera J.
I motore Renault-PSA Type J ricoprivano una fascia compresa tra i 2 ed i 2.2 litri, ed erano suddivisibili in tre gruppi principali, ognuno dei quali a sua volta era costituito da più varianti motoristiche. Due di questi tre gruppi erano costituiti da motori a benzina, mentre l'altro, pur essendo costituito da motori diesel, era strettamente derivato dalle corrispondenti unità a benzina.
Di seguito vengono illustrate più in dettaglio le tre principali suddivisioni dei motori Douvrin.

Motore Douvrin 2.0 a benzina[modifica | modifica wikitesto]

La versione da due litri aveva le seguenti caratteristiche:

Si trattava quindi di un motore superquadro, che venne prodotto in tre varianti: la variante a carburatore monocorpo era codificata con la sigla J5R, mentre quella a carburatore doppio corpo portava la sigla J6R e quella ad iniezione, esistita sia a 2 che a 3 valvole per cilindro (ma sempre monoalbero in testa) era siglata J7R.
Di seguito sono riepilogate le caratteristiche e le applicazioni delle tre varianti.

Versione Variante N°valvole/
cilindro
Alimentazione Rapporto di
compressione
Potenza
CV/rpm
Coppia
Nm/rpm
Applicazioni Anni di
produzione
J5R J5R-716/726 2 Carburatore
monocorpo
- 80 - Renault Trafic Mk1 2.0 1983-93
J5R-718/728 Renault Master Mk1 2.0 1981-93
829 9.2 83/5000 147/2750 Cournil SCE15/25
Auverland SC
1979-84
1984-86
J6R J6R-829 2 Carburatore
doppio corpo
9.2 109/5500 169/3000 Renault 20 TS 1977-80
163/3000 Renault Fuego TX/GTX 1980-85
Renault Espace Mk1 2.0 GTS/TSE 1984-87
104/5000 Renault 20 TS/LS 1980-84
104/5500 160/3250 Renault 18 GTX 1984-85
J6R-762 103/5500 163/3000 Renault 25 TS/GTS 1984-88
Renault Espace Mk1 2.0 GTS/TSE 1988-91
829A5 106/5500 166/3250 Citroën CX 20 1979-89
J7R J7R-750 2 Iniezione
elettronica
multipoint
Renix
10 120/5500 168/4500 Renault 21 TX, TI, GTX e TXE 1986-95
Renault 25 TX 1986-92
Renault Espace Mk1 2.0i 1988-91
J7R-732 9.2 107/5000 159/2500 Renault Safrane 2.0i RT 1992-95
103/5250 Renault Espace Mk2 2.0i RT Kat 1991-96
ZEJ Iniezione
elettronica
Bosch
9.2 110/5250 168/4000 Peugeot 505 STi 1979-82
J7R-720/726 3 Iniezione
elettronica
9.3 140/6000 176/4300 Renault 25 TI/TXI 1989-92
J7R-740/54 Renault 21 TXi/TXi Quadra 1989-92
135/6000 174/4300 Renault 21 TXi Kat 1992-95
J7R-734/60 9.2 132/6000 170/4500 Renault Safrane 2.0 12v 1992-97
J7R-752/756 2 I.e. Renix +
turbocompressore
Garrett T3
8 175/5200 270/3000 Renault 21 2.0 Turbo / Turbo Quadra 1987-92
162/5200 270/3000 Renault 21 2.0 Turbo Kat 1992-94

Motore Douvrin 2.2 a benzina[modifica | modifica wikitesto]

Il secondo grande gruppo di versioni dei motori Douvrin è quello delle versioni da 2.2 litri a benzina. Tali versioni nascevano dall'unità da 2 litri, la quale però ha usufruito di un nuovo albero a gomiti dotato di manovelle più lunghe: ciò ha permesso un allungamento della corsa dei cilindri, passata da 82 ad 89 mm, mentre l'alesaggio è rimasto fermo ad 88 mm, rendendo il motore sottoquadro. Si tratta di un motore monoalbero per lo più a due valvole per cilindro, ma con alcune applicazioni a 3 valvole per cilindro come nella versione da 2 litri. Il 2.2 litri Douvrin, ovvero della Serie J, montata anche su alcuni modelli del Gruppo PSA, non va confusa con il 2.2 litri di origine Simca, anch'esso utilizzato nello stesso periodo sempre da alcuni modelli del gruppo francese. Il 2.2 litri Simca, infatti, aveva una cilindrata di 2155 e non di 2165 cc.
Tornando al 2.2 litri Douvrin, esso era noto presso la Renault con la sigla J7T se alimentato ad iniezione, e J6T se alimentato a carburatore. Altre sigle vennero adottate dalle altre Case che ne fecero uso. Questo motore è stato proposto in quattro varianti, descritte di seguito.

Versione Variante Valvole/
cilindro
Alimentazione Rapporto di
compressione
Potenza
CV/rpm
Coppia
Nm/rpm
Applicazioni Anni di
produzione
J6T J6TA5 2 Carburatore
doppio corpo
9.8 115/5600 178/3250 Citroën CX 22 1985-89
- Renault 20 TX 1980-84
J7T J7T-600/780 Iniezione
elettronica
- 100 - Renault Trafic Mk1 2.0 1989-92
95 - Renault Trafic Mk1 2.0 Kat 1992-94
J7T-770 I.e. Renix 9.2 110/5000 174/3500 Renault Espace Mk1 2.2 1989-91
170/3500 Renault 21 2.2 GTX Alizé 1992-94
Renault Safrane 2.2i 8v 1992-95
J7T-772 I.e. Siemens-Bendix 107/5000 170/3500 Renault Espace Mk2 2.2i RXE Kat 1991-96
J7T-708/733 I.e. Renix 9.8 123/5250 182/2750 Renault 25 GTX 1984-92
J7T-760 3 I.e. Bendix 9.2 140/5750 186/4500 Renault Safrane 2.2 Si 1992-96
ZDJ ZDJ-K 2 Iniez. mecc.
Bosch K-Jetronic
9.2 117/5250 186/3500 Peugeot 505 STI 1981-83
ZDJ-L 2 I.e. Bosch
L-Jetronic
9.8 130/5750 185/4250 Peugeot 505 GTI 1983-89

Diesel da 2.1 litri[modifica | modifica wikitesto]

Dall'unità a benzina da 2.2 litri è stata derivata anche una versione a gasolio. Per realizzare tale versione partendo dal 2.2 litri Douvrin, tra le varie modifiche ed adattamenti del caso, è stato ridotto l'alesaggio dei cilindri, da 88 ad 86 mm. Come risultato si è ottenuta una cilindrata di 2068 cc. Inoltre, sono state adottate delle canne cilindri in ghisa per reggere gli elevatissimi valori di compressione del nuovo motore ed è stata montata una testata completamente nuova. L'alimentazione era ad iniezione indiretta, mentre la distribuzione era unicamente a due valvole per cilindro.

Il diesel Douvrin era siglato J8S presso la Casa della Losanga, mentre la statunitense Jeep, che lo ha adottato per la prima generazione della Cherokee lo identificava con la sigla 121. È stato proposto in tre varianti. La Casa statunitense (all'epoca partecipata dalla Renault) aveva già impiegato sulla CJ-7 la versione aspirata sui modelli destinati ad alcuni mercati (come Francia e Belgio) a partire dal giugno 1982[1].

Variante Alimentazione Rapporto di
compressione
Potenza
CV/rpm
Coppia
Nm/rpm
Applicazioni Anni di
produzione
J8S-852 Diesel aspirato
iniezione indiretta
pompa rotativa
21.5 64/4500 124/2250 Renault 20 TD/GTD 1980-84
Renault 25 TD/GTD 1984-88
68/4500 127/2250 Renault 18 TD/GTD 1981-85
Renault 21 TD/GTD 1987-88
J8S-736 70/4500 133/2250 Renault 25 TD/GTD 1988-92
72/4500 Renault 21 TD/GTD 1988-93
J8S-810 60/4500 126/2000 Jeep CJ-7 1982-85
J8S-852-10 Iniezione indiretta +
turbocompressore
Garrett
21.5 85/4250 181/2000 Renault 30 Turbo D 1982-84
Renault 25 TurboD/TurboDX 1984-92
88/4250 182/2000 Renault 20 Turbo D 1981-84
Renault 21 TurboD/TurboDX 1987-94
Renault Espace Mk1 2.1 TurboD 1985-91
Renault Espace Mk2 2.1 Turbodiesel RN 1991-96
Renault Trafic Mk1 2.1 TurboD 1981-97
Renault Master Mk1 2.1 TurboD 1981-97
J8S-852-700 Renault Fuego TurboD 1982-85
J8S-760 21 90/4250 192/2000 Renault Safrane 2.1 dT 1992-96
121 21.5 81/4000 180/2250 Jeep Cherokee Mk1 2.1 TD 1985-93
J8S-610 Iniezione indiretta +
turbocompressore a
geometria variabile
21 92/4250 190/2000 Renault Espace Mk2 2.1 dTv RT 1995-96

Altre varianti[modifica | modifica wikitesto]

Il motore J7T (vale a dire quello da 2.2 litri) nella configurazione ad iniezione elettronica, che in Europa erogava fino a 130 CV, è stato proposto anche nel mercato statunitense, ma con una forte riduzione di potenza a causa delle severissime norme antinquinamento già all'epoca vigenti oltreoceano. Questo motore, della potenza massima di 110 CV, è stato montato su:

  • Eagle 21 Medallion (1987-89). Versione USA della R21;
  • Eagle Premier - Dodge Monaco (1988-91). Versione completamente ridisegnata da Giugiaro per il mercato americano della Renault 25. Il motore era lo stesso della "Renault Medallion", ma con cambio automatico a tre marce.

Dal 1991, ne è stata proposta una versione catalizzata, anche in Europa, che anche in questo caso ha causato un sensibile decremento di potenza, scesa fino a 110 CV. In questa configurazione, questo motore è stato montato sulla Renault Espace Mk2 2.2, prodotta appunto fino al 1996 e già illustrata nella tabella relativa al motore 2.2 a benzina.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Quattroruote giugno 1982, pag. 112.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]