Idromele della poesia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Inseguito da Suttungr, Odino sputa l'idromele della poesia in numerosi vasi. Parte esce accidentalmente dall'altro lato. Illustrazione di Jakob Sigurðsson, un artista islandese del XVIII secolo.

Nella mitologia norrena, l'idromele della poesia,[a] anche conosciuto come idromele di Suttungr,[b] è una bevanda mitica tale che colui che la beve "diventa uno scaldo o uno studioso" in grado di declamare qualsiasi informazione e di rispondere a qualsiasi domanda. Questo mito fu raccontato da Snorri Sturluson nello Skáldskaparmál. La bevanda è una metafora per l'ispirazione dei poeti.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ islandese: skáldskaparmjöður
  2. ^ islandese: Suttungamjöður

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Mitologia Portale Mitologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mitologia