Fata Morgana (mitologia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – "Morgana Pendragon" rimanda qui. Se stai cercando il personaggio della serie televisiva Merlin, vedi Morgana Pendragon (Merlin).
Fata Morgana di Anthony Frederick Augustus Sandys (1864) (Birmingham Art Gallery)

La fata Morgana (conosciuta anche come Morgane, Morgaine, Morgan e altre varianti) è una figura mitologica legata alle leggende arturiane.

L'epiteto femminino "la fata" (tradotto dall'originale inglese "le fay", a sua volta adattato dal francese "la fée") indica la figura di Morgana come una creatura sovrannaturale.

Nelle leggende arturiane è una dei principali antagonisti di re Artù, Ginevra e soprattutto del mago Merlino.

Il mito[modifica | modifica wikitesto]

Nel ciclo arturiano è sorellastra di Re Artù e nemica di Ginevra. Nella Vita Merlini (Vita di Merlino) del XII secolo, si dice che Morgana ("Morgen") sia la più vecchia di nove sorelle che governano su Avalon. Goffredo di Monmouth ne parla come di una guaritrice e una mutaforma. Scrittori più tardi come Chretien de Troyes, basandosi sull'interpretazione di Monmouth, hanno descritto Morgana intenta a curare Mago Merlino ad Avalon.

Nella tradizione del ciclo arturiano, Morgana era la figlia della madre di Artù, Lady Igraine, e del suo primo marito, Gorlois, duca di Cornovaglia; Artù (Arthur Pendragon), figlio di Igraine e di Uther Pendragon, era dunque suo fratellastro. Come donna celtica, Morgana ereditò parte della magia della Terra di sua madre. In Le Morte d'Arthur e altre fonti, ella è infelicemente sposata con il re Urien di Gore (dal quale avrà il figlio Ywain) e tenterà di uccidere il marito credendo che l'amante di lei, Accolon, sia riuscito ad uccidere Artù con Excalibur rubata.

Secondo alcune delle più recenti e conosciute versioni del mito (ad esempio il romanzo Le nebbie di Avalon di Marion Zimmer Bradley e il film Excalibur di John Boorman), Morgana è la madre di Mordred (avuto dal fratellastro Artù), "rubando" questo ruolo a Morgause; essa, comunque, solitamente, mantiene il ruolo di tutrice di Mordred, che alleva fin dalla tenera età.

Influenza culturale[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

mitologia Portale Mitologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mitologia