Gata Carogna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Nel folklore della Lombardia, più precisamente delle province di Bergamo e Cremona, la Gata Carogna è un mostruoso animale analogo al Gatto Mammone, che infesterebbe i vicoli bui delle città.[1]

Ha l'aspetto di una grossa gatta rossa, con pelo irsuto e sguardo irato, che attaccherebbe i bambini per rubar loro l'anima. Segnalata soprattutto a Gandino, una sua versione in maggiori proporzioni è il Gigàt.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Gian Luigi Beccaria, I nomi del mondo: santi, demoni, folletti e le parole perdute, pag. 186, Einaudi, 1995.

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

  • Roberto Corbella, Creature del mistero, Macchione Editore, 2004
  • Roberto Marelli, Bel paese è Lombardia, Agar, 2006