Fabio Felline

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fabio Felline
Leuven - Brabantse Pijl, 15 april 2015, vertrek (B149).JPG
Fabio Felline alla Freccia del Brabante 2015
Nazionalità Italia Italia
Altezza 175[1] cm
Peso 68[1] kg
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Specialità Strada
Squadra Trek
Carriera
Squadre di club
2009 UC Bergamasca
2010 Footon
2011 Geox
2012-2013 Androni
2014- Trek
Statistiche aggiornate al settembre 2016

Fabio Felline (Torino, 29 marzo 1990) è un ciclista su strada italiano che corre per il team Trek-Segafredo. Specialista delle classiche,[1] è professionista dal 2010.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver gareggiato per una sola stagione tra i Dilettanti Elite/Under-23, passa professionista all'inizio del 2010 con la Footon-Servetto, squadra ProTour.[1] Nello stesso anno vince due tappe e la classifica finale del Circuit de Lorraine. Dopo essersi classificato decimo al E3 Prijs Vlaanderen, partecipa al Tour de Romandie, finendo quinto nella classifica dei giovani, e al Tour de France, ritirandosi al termine dell'ottava tappa a causa di una caduta. Nel 2011 si aggiudica in volata la tappa di Brescia al Brixia Tour.

Per il 2012 firma un contratto con il team Androni Giocattoli-Venezuela: il primo successo con la nuova divisa arriva in aprile, al Giro dell'Appennino. Partecipa al Giro 2012 ottenendo un secondo posto nella nona frazione da San Giorgio del Sannio a Frosinone. Viene convocato a giugno dal C.T. Bettini per un raduno di tre giorni a Levico Terme dal 19 al 21 per preparare le olimpiadi e il mondiale.

Nella stagione 2013 continua a difendere i colori della Androni Giocattoli-Venezuela, vincendo la prima tappa della Settimana Coppi e Bartali,[2] e una tappa del Giro di Slovenia.[3] Al termine della stagione Felline decide di cambiare maglia andando a correre nella formazione statunitense Trek Factory Racing.

Il 2014 è un anno sfortunato per il piemontese: per la prima stagione in carriera non riesce infatti a centrare vittorie,[1] dovendosi accontentare solamente di piazzamenti anche a causa di tante cadute che condizionano il suo rendimento.[4]

Nel 2016 si infortuna gravemente all'Amstel Gold Race: durante il tratto di trasferimento, a causa di una manovra sbagliata, si ribalta procurandosi una frattura alla base del cranio che richiede un intervento chirurgico e lunghi tempi di recupero.[5] Rientra ai campionati italiani e poi si piazza secondo al Tour de Pologne, alle spalle di Tim Wellens. Successivamente partecipa alla Vuelta a España. Non riesce a vincere tappe ma si piazza ripetutamente tra i primi 10, su tutti i tipi di terreni: grazie a questa continuità di risultati si aggiudica la maglia verde della classifica a punti precedendo Nairo Quintana di 3 lunghezze.[6]

Inizia la stagione 2017 imponendosi in solitaria nel Trofeo Laigueglia, dopo una fuga di una quindicina di km cominciata in un tratto in salita,[7] successivamente si comporta bene alle classiche del nord, piazzandosi dicianovesimo al Giro delle Fiandre e sedicesimo alla Liegi-Bastogne-Liegi. Due giorni dopo la Liegi vince il prologo del Tour de Romandie, una cronometro individuale di 4,8 km, con 2" su Alex Dowsett, dedicando il successo anche alla memoria di Michele Scarponi.[8] Conserva il primato in classifica fino al termine della 3ª tappa, perdendolo poi sull'arrivo in salita di Leysin vinto da Adam Yates. Si difende bene sia in quella che nella successiva, a cronometro, di Losanna tanto da concludere al quarto posto la classifica finalle a 51" dal vincitore Richie Porte.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

3ª tappa Tre Giorni Orobica
Classifica generale Tre Giorni Orobica
  • 2009 (Dilettanti Elite/Under-23, UC Bergamasca-Colpack-De Nardi, due vittorie)
4ª tappa Giro delle Valli Cuneesi (Savigliano > Colle del Preit)
Medaglia d'Oro Consorzio Marmisti della Valpantena
  • 2010 (Footon-Servetto, tre vittorie)
2ª tappa Circuit de Lorraine (Pagny-sur-Moselle > Chantraine)
3ª tappa Circuit de Lorraine (Raon-l'Étape > Saint-Avold)
Classifica generale Circuit de Lorraine
  • 2011 (Geox-TMC, una vittoria)
2ª tappa, 1ª semitappa Brixia Tour (Pisogne > Brescia)
  • 2012 (Androni Giocattoli-Venezuela, due vittorie)
Giro dell'Appennino
Memorial Marco Pantani
  • 2013 (Androni Giocattoli-Venezuela, due vittorie)
1ª tappa, 1ª semitappa Settimana Internazionale di Coppi e Bartali (Gatteo)
2ª tappa Giro di Slovenia (Kocevje > Visnja Gora)
  • 2015 (Trek Factory Racing, tre vittorie)
2ª tappa Critérium International (Porto Vecchio)
2ª tappa Vuelta al País Vasco (Bilbao > Vitoria)
Grand Prix de Fourmies
  • 2017 (Trek-Segafredo, due vittorie)
Trofeo Laigueglia
Prologo Tour de Romandie (Aigle, cronometro)

Altri successi[modifica | modifica wikitesto]

  • 2010 (Footon-Servetto)
Classifica giovani Circuit de Lorraine
Classifica a punti Circuit de Lorraine
  • 2015 (Trek Factory Racing)
Classifica a punti Critérium International
  • 2016 (Trek Factory Racing)
Classifica a punti Vuelta a España

Piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Grandi Giri[modifica | modifica wikitesto]

2012: 50º
2013: 43º
2014: 96º
2015: 32º
2010: non partito (9ª tappa)
2017: ritirato (14ª tappa)
2014: 105º
2016: 25º

Classiche monumento[modifica | modifica wikitesto]

2011: ritirato
2013: 55º
2014: 20º
2015: 26º
2016: 51º
2017: 58º
2014: 60º
2015: 55º
2017: 16º
2011: 22º
2012: ritirato
2013: ritirato
2014: ritirato
2015: 50º
2016: ritirato

Competizioni mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Città del Capo 2008 - In linea Juniors: 7º
Limburgo 2012 - In linea Under-23: 39º
Richmond 2015 - Cronosquadre: 10º
Richmond 2015 - In linea Elite: 84º

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]