Giro di Lombardia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Giro di Lombardia
Altri nomiIl Lombardia
La classica delle foglie morte
Sport Ciclismo su strada
TipoGara individuale
CategoriaUomini Elite, UCI World Tour
FederazioneUnione Ciclistica Internazionale
PaeseBandiera dell'Italia Italia
LuogoLombardia
OrganizzatoreRCS Sport
CadenzaAnnuale
Aperturaottobre
PartecipantiVariabile
FormulaCorsa in linea
Storia
Fondazione1905
Numero edizioni117 (al 2023)
DetentoreBandiera della Slovenia Tadej Pogačar
Record vittorieBandiera dell'Italia Fausto Coppi (5)
Ultima edizioneGiro di Lombardia 2023
Prossima edizioneGiro di Lombardia 2024

Il Giro di Lombardia (ufficialmente Il Lombardia, conosciuta anche come La classica delle foglie morte) è una corsa in linea maschile del ciclismo su strada professionistico (dal 2009 fa parte dell'UCI World Tour), che si svolge in Lombardia, ogni anno, nel mese di ottobre. È una delle cinque classiche monumento[1][2].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fu istituito nel 1905 su idea del giornalista Tullo Morgagni, si dice per dare l'opportunità a Pierino Albini di sfidare Giovanni Cuniolo e di prendersi la rivincita immediata dopo la sconfitta nella Coppa del Re.[3] In quella prima storica corsa si impose invece Giovanni Gerbi, che precedette di quaranta minuti Giovanni Rossignoli e Luigi Ganna. Dal 1907 è organizzato da La Gazzetta dello Sport.

Il trionfo di Moreno Argentin nell'edizione del 1987

Per quasi settant'anni è stato chiamato il "Mondiale d'Autunno", in quanto i Campionati del mondo erano disputati alla fine dell'estate, tra agosto e settembre. In seguito alla decisione dell'UCI di rivoluzionare il calendario ciclistico internazionale (Giro d'Italia a maggio, Vuelta a España a settembre, Campionato del mondo a ottobre), il Lombardia ha perso questo suo particolare ruolo. Non fu interrotto dalla prima guerra mondiale, ma lo fu nel 1943 e nel 1944 durante il secondo conflitto mondiale.[3]

Fino alla stagione 2004 il Giro di Lombardia è stato l'appuntamento conclusivo della Coppa del mondo, mentre dalla stagione 2005 alla stagione 2007 è stato l'ultima prova del calendario circuito UCI ProTour. Nel 2006 la corsa ha festeggiato la sua 100ª edizione, vinta da Paolo Bettini, uno dei sei ad aver vinto il Lombardia subito dopo essersi laureato campione del mondo di ciclismo (gli altri cinque sono Alfredo Binda, Tom Simpson, Eddy Merckx, Felice Gimondi, Giuseppe Saronni e Oscar Camenzind). Il plurivincitore della corsa è Fausto Coppi, con cinque affermazioni (di cui quattro consecutive)[3], seguito da Alfredo Binda con quattro e da Henri Pélissier, Costante Girardengo, Gaetano Belloni, Gino Bartali, Sean Kelly e Damiano Cunego con tre. Lo stesso Bartali è colui che è salito più volte sul podio, nove: oltre ai tre successi, ha messo a referto quattro secondi posti e due terzi.[3]

Percorso[modifica | modifica wikitesto]

Il percorso della corsa è cambiato molte volte nel corso degli anni, anche se il suo simbolo continua a rimanere il Ghisallo, famosissima salita che parte da Bellagio[3], per arrivare all'omonima chiesetta della Madonna del Ghisallo, protettrice dei ciclisti. Altrettanto nota è la salita del Muro di Sormano, presente in alcune edizioni della corsa (dal 1960 al 1962, reintrodotta nel 2012[4] e di nuovo eliminata nel 2022). Punti di arrivo tradizionali sono stati Milano, Como (per la prima volta nel 1961[4]), Monza e nei secondi anni '90 Bergamo. Dal 2004 al 2010 l'arrivo è tornato sul lungolago di Como, con l'asperità finale della Valfresca presso San Fermo della Battaglia posta a pochi chilometri dal traguardo. Dal 2011 al 2013 è stata proposta un'inedita sede d'arrivo, Lecco, mentre dal 2014 al 2022 le sedi di arrivo si sono alternate tra Bergamo e Como.

  • 1905-1960 da Milano a Milano
  • 1961-1976 da Milano a Como
  • 1977 da Seveso a Como
  • 1978-1982 da Milano a Como
  • 1983 da Brescia a Como
  • 1984 da Milano a Como
  • 1985-1989 da Como a Milano (Nel 1985 arrivo al Velodromo Vigorelli; dal 1986 al 1987 arrivo in Piazza del Duomo, dal 1988 al 1989 in Corso Venezia)
  • 1990-1994 da Monza a Monza
  • 1995-2001 da Varese a Bergamo
  • 2002 da Cantù a Bergamo
  • 2003 da Como a Bergamo
  • 2004-2006 da Mendrisio (Svizzera) a Como
  • 2007-2009 da Varese a Como
  • 2010 da Milano a Como
  • 2011 da Milano a Lecco
  • 2012-2013 da Bergamo a Lecco
  • 2014 da Como a Bergamo
  • 2015 da Bergamo a Como
  • 2016 da Como a Bergamo
  • 2017-2020 da Bergamo a Como
  • 2021 da Como a Bergamo
  • 2022 da Bergamo a Como
  • 2023 da Como a Bergamo

Albo d'oro[modifica | modifica wikitesto]

Aggiornato all'edizione 2023.[5]

Anno Vincitore Secondo Terzo
1905 Bandiera dell'Italia Giovanni Gerbi Bandiera dell'Italia Giovanni Rossignoli Bandiera dell'Italia Luigi Ganna
1906 Bandiera dell'Italia Cesare Brambilla Bandiera dell'Italia Carlo Galetti Bandiera dell'Italia Luigi Ganna
1907[6] Bandiera della Francia Gustave Garrigou Bandiera dell'Italia Ernesto Azzini Bandiera dell'Italia Luigi Ganna
1908 Bandiera del Lussemburgo François Faber Bandiera dell'Italia Luigi Ganna Bandiera dell'Italia Giovanni Gerbi
1909 Bandiera dell'Italia Giovanni Cuniolo Bandiera della Francia Omer Beaugendre Bandiera della Francia Louis Trousselier
1910 Bandiera dell'Italia Giovanni Micheletto Bandiera dell'Italia Luigi Ganna Bandiera dell'Italia Luigi Bailo
1911 Bandiera della Francia Henri Pélissier Bandiera dell'Italia Giovanni Micheletto Bandiera del Belgio Cyrille Van Hauwaert
1912 Bandiera dell'Italia Carlo Oriani Bandiera dell'Italia Enrico Verde Bandiera della Francia Maurice Brocco
1913 Bandiera della Francia Henri Pélissier Bandiera della Francia Maurice Brocco Bandiera della Francia Marcel Godivier
1914 Bandiera dell'Italia Lauro Bordin Bandiera dell'Italia Giuseppe Azzini Bandiera dell'Italia Pierino Piacco
1915 Bandiera dell'Italia Gaetano Belloni Bandiera dell'Italia Paride Ferrari Bandiera dell'Italia Gaetano Garavaglia
1916 Bandiera dell'Italia Leopoldo Torricelli Bandiera dell'Italia Camillo Bertarelli Bandiera dell'Italia Alfredo Sivocci
1917 Bandiera del Belgio Philippe Thys Bandiera della Francia Henri Pélissier Bandiera dell'Italia Leopoldo Torricelli
1918 Bandiera dell'Italia Gaetano Belloni Bandiera dell'Italia Alfredo Sivocci Bandiera dell'Italia Carlo Galetti
1919 Bandiera dell'Italia Costante Girardengo Bandiera dell'Italia Gaetano Belloni Bandiera della Svizzera Heiri Suter
1920 Bandiera della Francia Henri Pélissier Bandiera dell'Italia Giovanni Brunero Bandiera dell'Italia Gaetano Belloni
1921 Bandiera dell'Italia Costante Girardengo Bandiera dell'Italia Gaetano Belloni Bandiera dell'Italia Federico Gay
1922 Bandiera dell'Italia Costante Girardengo Bandiera dell'Italia Giuseppe Azzini Bandiera dell'Italia Bartolomeo Aymo
1923 Bandiera dell'Italia Giovanni Brunero Bandiera dell'Italia Pietro Linari Bandiera dell'Italia Federico Gay
1924 Bandiera dell'Italia Giovanni Brunero Bandiera dell'Italia Costante Girardengo Bandiera dell'Italia Pietro Linari
1925 Bandiera dell'Italia Alfredo Binda Bandiera dell'Italia Battista Giuntelli Bandiera dell'Italia Ermanno Vallazza
1926 Bandiera dell'Italia Alfredo Binda Bandiera dell'Italia Antonio Negrini Bandiera dell'Italia Ermanno Vallazza
1927 Bandiera dell'Italia Alfredo Binda Bandiera dell'Italia Alfonso Piccin Bandiera dell'Italia Antonio Negrini
1928 Bandiera dell'Italia Gaetano Belloni Bandiera dell'Italia Allegro Grandi Bandiera dell'Italia Pietro Fossati
1929 Bandiera dell'Italia Pietro Fossati Bandiera dell'Italia Adriano Zanaga Bandiera dell'Italia Raffaele Di Paco
1930 Bandiera dell'Italia Michele Mara Bandiera dell'Italia Alfredo Binda Bandiera dell'Italia Learco Guerra
1931 Bandiera dell'Italia Alfredo Binda Bandiera dell'Italia Michele Mara Bandiera dell'Italia Giovanni Firpo
1932 Bandiera dell'Italia Antonio Negrini Bandiera dell'Italia Domenico Piemontesi Bandiera dell'Italia Remo Bertoni
1933 Bandiera dell'Italia Domenico Piemontesi Bandiera dell'Italia Luigi Barral Bandiera dell'Italia Pietro Rimoldi
1934 Bandiera dell'Italia Learco Guerra Bandiera dell'Italia Mario Cipriani Bandiera dell'Italia Domenico Piemontesi
1935 Bandiera dell'Italia Enrico Mollo Bandiera dell'Italia Aldo Bini Bandiera dell'Italia Gino Bartali
1936 Bandiera dell'Italia Gino Bartali Bandiera dell'Italia Diego Marabelli Bandiera dell'Italia Luigi Barral
1937 Bandiera dell'Italia Aldo Bini Bandiera dell'Italia Gino Bartali Bandiera dell'Italia Aimone Landi
1938 Bandiera dell'Italia Cino Cinelli Bandiera dell'Italia Gino Bartali Bandiera dell'Italia Osvaldo Bailo
1939 Bandiera dell'Italia Gino Bartali Bandiera dell'Italia Adolfo Leoni Bandiera dell'Italia Salvatore Crippa
1940 Bandiera dell'Italia Gino Bartali Bandiera dell'Italia Osvaldo Bailo Bandiera dell'Italia Cino Cinelli
1941 Bandiera dell'Italia Mario Ricci Bandiera dell'Italia Cino Cinelli Bandiera dell'Italia Severino Canavesi
1942 Bandiera dell'Italia Aldo Bini Bandiera dell'Italia Gino Bartali Bandiera dell'Italia Quirino Toccaceli
1943-44 Sospesa a causa della seconda guerra mondiale
1945 Bandiera dell'Italia Mario Ricci Bandiera dell'Italia Aldo Bini Bandiera dell'Italia Gino Bartali
1946 Bandiera dell'Italia Fausto Coppi Bandiera dell'Italia Luigi Casola Bandiera dell'Italia Michele Motta
1947 Bandiera dell'Italia Fausto Coppi Bandiera dell'Italia Gino Bartali Bandiera dell'Italia Italo De Zan
1948 Bandiera dell'Italia Fausto Coppi Bandiera dell'Italia Adolfo Leoni Bandiera della Svizzera Fritz Schär
1949 Bandiera dell'Italia Fausto Coppi Bandiera della Svizzera Ferdi Kübler Bandiera dell'Italia Nedo Logli
1950 Bandiera dell'Italia Renzo Soldani Bandiera dell'Italia Antonio Bevilacqua Bandiera dell'Italia Fausto Coppi
1951 Bandiera della Francia Louison Bobet Bandiera dell'Italia Giuseppe Minardi Bandiera dell'Italia Fausto Coppi
1952 Bandiera dell'Italia Giuseppe Minardi Bandiera dell'Italia Nino Defilippis Bandiera dell'Italia Arrigo Padovan
1953 Bandiera dell'Italia Bruno Landi Bandiera del Belgio Pino Cerami Bandiera della Francia Pierre Molinéris
1954 Bandiera dell'Italia Fausto Coppi Bandiera dell'Italia Fiorenzo Magni Bandiera dell'Italia Mino De Rossi
1955 Bandiera dell'Italia Cleto Maule Bandiera del Belgio Fred De Bruyne Bandiera dell'Italia Angelo Conterno
1956 Bandiera della Francia André Darrigade Bandiera dell'Italia Fausto Coppi Bandiera dell'Italia Fiorenzo Magni
1957 Bandiera dell'Italia Diego Ronchini Bandiera dell'Italia Bruno Monti Bandiera dell'Italia Aurelio Cestari
1958 Bandiera dell'Italia Nino Defilippis Bandiera della Spagna Miguel Poblet Bandiera del Belgio Michel Van Aerde
1959 Bandiera del Belgio Rik Van Looy Bandiera del Belgio Willy Vannitsen Bandiera della Spagna Miguel Poblet
1960 Bandiera del Belgio Emile Daems Bandiera dell'Italia Diego Ronchini Bandiera dell'Italia Marino Fontana
1961 Bandiera dell'Italia Vito Taccone Bandiera dell'Italia Imerio Massignan Bandiera dell'Italia Renzo Fontona
1962 Bandiera dei Paesi Bassi Jo de Roo Bandiera dell'Italia Livio Trapè Bandiera dell'Italia Alcide Cerato
1963 Bandiera dei Paesi Bassi Jo de Roo Bandiera dell'Italia Adriano Durante Bandiera dell'Italia Michele Dancelli
1964 Bandiera dell'Italia Gianni Motta Bandiera dell'Italia Carmine Preziosi Bandiera del Belgio Jos Hoevenaers
1965 Bandiera del Regno Unito Tom Simpson Bandiera dei Paesi Bassi Gerben Karstens Bandiera della Francia Jean Stablinski
1966 Bandiera dell'Italia Felice Gimondi Bandiera del Belgio Eddy Merckx Bandiera della Francia Raymond Poulidor
1967 Bandiera dell'Italia Franco Bitossi Bandiera dell'Italia Felice Gimondi Bandiera della Francia Raymond Poulidor
1968 Bandiera del Belgio Herman Van Springel Bandiera dell'Italia Franco Bitossi Bandiera del Belgio Eddy Merckx
1969 Bandiera del Belgio Jean-Pierre Monseré Bandiera del Belgio Herman Van Springel Bandiera dell'Italia Franco Bitossi
1970 Bandiera dell'Italia Franco Bitossi Bandiera dell'Italia Felice Gimondi Bandiera dell'Italia Gianni Motta
1971 Bandiera del Belgio Eddy Merckx Bandiera dell'Italia Franco Bitossi Bandiera del Belgio Frans Verbeeck
1972 Bandiera del Belgio Eddy Merckx Bandiera della Francia Cyrille Guimard Bandiera dell'Italia Felice Gimondi
1973[7] Bandiera dell'Italia Felice Gimondi Bandiera del Belgio Roger De Vlaeminck Bandiera del Belgio Herman Van Springel
1974 Bandiera del Belgio Roger De Vlaeminck Bandiera del Belgio Eddy Merckx Bandiera dell'Italia Costantino Conti
1975 Bandiera dell'Italia Francesco Moser Bandiera dell'Italia Enrico Paolini Bandiera dell'Italia Alfredo Chinetti
1976 Bandiera del Belgio Roger De Vlaeminck Bandiera della Francia Bernard Thévenet Bandiera dell'Italia Wladimiro Panizza
1977 Bandiera dell'Italia Gianbattista Baronchelli Bandiera del Belgio Jean-Luc Vandenbroucke Bandiera dell'Italia Franco Bitossi
1978 Bandiera dell'Italia Francesco Moser Bandiera della Svezia Bernt Johansson Bandiera della Francia Bernard Hinault
1979 Bandiera della Francia Bernard Hinault Bandiera dell'Italia Silvano Contini Bandiera dell'Italia Giovanni Battaglin
1980 Bandiera del Belgio Alfons De Wolf Bandiera dell'Italia Alfredo Chinetti Bandiera del Belgio Ludo Peeters
1981 Bandiera dei Paesi Bassi Hennie Kuiper Bandiera dell'Italia Moreno Argentin Bandiera dell'Italia Alfredo Chinetti
1982 Bandiera dell'Italia Giuseppe Saronni Bandiera della Francia Pascal Jules Bandiera dell'Italia Francesco Moser
1983 Bandiera dell'Irlanda Sean Kelly Bandiera degli Stati Uniti Greg LeMond Bandiera dei Paesi Bassi Adrie van der Poel
1984 Bandiera della Francia Bernard Hinault Bandiera del Belgio Ludo Peeters Bandiera dei Paesi Bassi Teun van Vliet
1985 Bandiera dell'Irlanda Sean Kelly Bandiera dei Paesi Bassi Adrie van der Poel Bandiera della Francia Charly Mottet
1986 Bandiera dell'Italia Gianbattista Baronchelli Bandiera dell'Irlanda Sean Kelly Bandiera dell'Australia Phil Anderson
1987 Bandiera dell'Italia Moreno Argentin Bandiera del Belgio Eric Van Lancker Bandiera della Francia Marc Madiot
1988 Bandiera della Francia Charly Mottet Bandiera dell'Italia Gianni Bugno Bandiera della Spagna Marino Lejarreta
1989 Bandiera della Svizzera Tony Rominger Bandiera della Francia Gilles Delion Bandiera del Belgio Luc Roosen
1990 Bandiera della Francia Gilles Delion Bandiera della Svizzera Pascal Richard Bandiera della Francia Charly Mottet
1991 Bandiera dell'Irlanda Sean Kelly Bandiera della Francia Martial Gayant Bandiera dell'Italia Franco Ballerini
1992 Bandiera della Svizzera Tony Rominger Bandiera dell'Italia Claudio Chiappucci Bandiera dell'Italia Davide Cassani
1993 Bandiera della Svizzera Pascal Richard Bandiera dell'Italia Giorgio Furlan Bandiera del Regno Unito Maximilian Sciandri
1994 Bandiera della Russia Vladislav Bobrik Bandiera dell'Italia Claudio Chiappucci Bandiera della Svizzera Pascal Richard
1995 Bandiera dell'Italia Gianni Faresin Bandiera dell'Italia Daniele Nardello Bandiera dell'Italia Michele Bartoli
1996 Bandiera dell'Italia Andrea Tafi Bandiera della Svizzera Fabian Jeker Bandiera del Belgio Axel Merckx
1997 Bandiera della Francia Laurent Jalabert Bandiera dell'Italia Paolo Lanfranchi Bandiera dell'Italia Francesco Casagrande
1998 Bandiera della Svizzera Oscar Camenzind Bandiera dei Paesi Bassi Michael Boogerd Bandiera della Svizzera Felice Puttini
1999 Bandiera dell'Italia Mirko Celestino Bandiera dell'Italia Danilo Di Luca Bandiera dell'Italia Eddy Mazzoleni
2000 Bandiera della Lituania Raimondas Rumšas Bandiera dell'Italia Francesco Casagrande Bandiera della Svezia Niklas Axelsson
2001 Bandiera dell'Italia Danilo Di Luca Bandiera dell'Italia Giuliano Figueras Bandiera dei Paesi Bassi Michael Boogerd
2002 Bandiera dell'Italia Michele Bartoli Bandiera dell'Italia Davide Rebellin Bandiera della Svizzera Oscar Camenzind
2003 Bandiera dell'Italia Michele Bartoli Bandiera dell'Italia Angelo Lopeboselli Bandiera dell'Italia Dario Frigo
2004 Bandiera dell'Italia Damiano Cunego Bandiera dei Paesi Bassi Michael Boogerd Bandiera dell'Italia Ivan Basso
2005 Bandiera dell'Italia Paolo Bettini Bandiera dell'Italia Gilberto Simoni Bandiera del Lussemburgo Fränk Schleck
2006 Bandiera dell'Italia Paolo Bettini Bandiera della Spagna Samuel Sánchez Bandiera della Germania Fabian Wegmann
2007 Bandiera dell'Italia Damiano Cunego Bandiera dell'Italia Riccardo Riccò Bandiera della Spagna Samuel Sánchez
2008 Bandiera dell'Italia Damiano Cunego Bandiera della Slovenia Janez Brajkovič Bandiera della Colombia Rigoberto Urán
2009 Bandiera del Belgio Philippe Gilbert Bandiera della Spagna Samuel Sánchez Bandiera della Russia Aleksandr Kolobnev
2010 Bandiera del Belgio Philippe Gilbert Bandiera dell'Italia Michele Scarponi Bandiera della Spagna Pablo Lastras
2011 Bandiera della Svizzera Oliver Zaugg Bandiera dell'Irlanda Daniel Martin Bandiera della Spagna Joaquim Rodríguez
2012 Bandiera della Spagna Joaquim Rodríguez Bandiera della Spagna Samuel Sánchez Bandiera della Colombia Rigoberto Urán
2013 Bandiera della Spagna Joaquim Rodríguez Bandiera della Spagna Alejandro Valverde Bandiera della Polonia Rafał Majka
2014 Bandiera dell'Irlanda Daniel Martin Bandiera della Spagna Alejandro Valverde Bandiera del Portogallo Rui Costa
2015 Bandiera dell'Italia Vincenzo Nibali Bandiera della Spagna Daniel Moreno Bandiera della Francia Thibaut Pinot
2016 Bandiera della Colombia Esteban Chaves Bandiera dell'Italia Diego Rosa Bandiera della Colombia Rigoberto Urán
2017 Bandiera dell'Italia Vincenzo Nibali Bandiera della Francia Julian Alaphilippe Bandiera dell'Italia Gianni Moscon
2018 Bandiera della Francia Thibaut Pinot Bandiera dell'Italia Vincenzo Nibali Bandiera del Belgio Dylan Teuns
2019 Bandiera dei Paesi Bassi Bauke Mollema Bandiera della Spagna Alejandro Valverde Bandiera della Colombia Egan Bernal
2020 Bandiera della Danimarca Jakob Fuglsang Bandiera della Nuova Zelanda George Bennett Bandiera della Russia Aleksandr Vlasov
2021 Bandiera della Slovenia Tadej Pogačar Bandiera dell'Italia Fausto Masnada Bandiera della Gran Bretagna Adam Yates
2022 Bandiera della Slovenia Tadej Pogačar Bandiera della Spagna Enric Mas Bandiera della Spagna Mikel Landa
2023 Bandiera della Slovenia Tadej Pogačar Bandiera dell'Italia Andrea Bagioli Bandiera della Slovenia Primož Roglič

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Vittorie per nazione[modifica | modifica wikitesto]

Aggiornato al 2023.

Pos. Nazione Vittorie
1 Bandiera dell'Italia Italia 69
2 Bandiera del Belgio Belgio 12
Bandiera della Francia Francia 12
4 Bandiera della Svizzera Svizzera 5
5 Bandiera dell'Irlanda Irlanda 4
6 Bandiera dei Paesi Bassi Paesi Bassi 4
7 Bandiera della Slovenia Slovenia 3
8 Bandiera della Spagna Spagna 2
9 Bandiera della Colombia Colombia 1
Bandiera della Lituania Lituania 1
Bandiera del Lussemburgo Lussemburgo 1
Bandiera della Gran Bretagna Gran Bretagna 1
Bandiera della Russia Russia 1
Bandiera della Danimarca Danimarca 1

Plurivincitori[modifica | modifica wikitesto]

Un solo corridore ha ottenuto cinque successi:

Un corridore ha ottenuto quattro vittorie:

Sette corridori hanno ottenuto tre successi:

Diciotto corridori hanno ottenuto due vittorie:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ciclismo, Giro Lombardia: Nibali e Rui Costa a caccia della 'Classica d'Autunno', su repubblica.it, La Repubblica. URL consultato il 10 novembre 2014.
  2. ^ Ciclismo, ancora Gilbert, il Giro di Lombardia per la terza volta è suo, su itasportpress.it, ITA Sport Press. URL consultato il 10 novembre 2014 (archiviato dall'url originale il 10 novembre 2014).
  3. ^ a b c d e Storia del Giro di Lombardia, su gazzetta.it, La Gazzetta dello Sport. URL consultato il 18 novembre 2010.
  4. ^ a b L’ultimo ciclismo classico: 1961-1976, su museodelghisallo.it. URL consultato il 4 giugno 2020.
  5. ^ Giro di Lombardia (Ita) - Cat.1.UWT, su memoire-du-cyclisme.eu. URL consultato il 6 ottobre 2014.
  6. ^ Giovanni Gerbi, vincitore della corsa, venne squalificato
  7. ^ Eddy Merckx, vincitore della corsa, venne squalificato

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Ciclismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di ciclismo