Manuel Quinziato

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Manuel Quinziato
Manuel Quinziato - BMC Racing Team copy.jpg
Manuel Quinziato nel 2011
Nazionalità Italia Italia
Altezza 185[1] cm
Peso 77[1] kg
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Specialità Strada
Squadra BMC
Carriera
Squadre di club
1998-2001 Zalf
2002-2004 Lampre
2005 Saunier Duval
2006-2010 Liquigas
2011- BMC
Palmarès
Gnome-emblem-web.svg Mondiali
Argento Valkenburg 2012 Cronosq.
Oro Ponferrada 2014 Cronosq.
Oro Richmond 2015 Cronosq.
Argento Doha 2016 Cronosq.
Wikiproject Europe (small).svg Europei su strada
Oro Apremont 2001 Crono U23
Statistiche aggiornate al giugno 2016

Manuel Quinziato (Bolzano, 30 ottobre 1979) è un ciclista su strada italiano che corre per la BMC Racing Team. Professionista dal 2002, è uno specialista delle prove a cronometro e delle classiche del Nord[1].

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Comincia l'attività ciclistica nel 1988, prima su BMX e poi su strada. Grazie alle buone doti di passista si distingue sin dalle categorie giovanili soprattutto nelle prove a cronometro, tanto che nel 2001 si laurea campione europeo di specialità nella categoria Under-23. L'anno successivo, dopo i quattro anni trascorsi tra i dilettanti con la Zalf-Euromobil-Fior, passa professionista nelle file della Lampre-Daikin; nell'ottobre 2002 viene quindi selezionato per partecipare alla prova élite a cronometro dei campionati del mondo di Zolder, ove si classifica diciottesimo.

Resta alla Lampre fino al 2004; poi, dopo una stagione alla spagnola Saunier Duval-Prodir, nel 2006 si trasferisce alla Liquigas, squadra con la quale, nello stesso anno, coglie il primo successo da professionista, in una tappa all'Eneco Tour. Nelle stagioni a seguire si mette in evidenza nelle classiche del Nord, tanto da ottenere due noni posti alla Gand-Wevelgem e alla Parigi-Roubaix nel 2009[1].

Dal 2011 veste la divisa della squadra statunitense BMC Racing Team. Con questa formazione nelle stagioni seguenti partecipa a diverse edizioni dei grandi Giri e delle classiche e vince, nel 2014 e nel 2015, il titolo mondiale nella cronometro a squadre[1]. Nel 2015 vince anche l'ultima tappa dell'Eneco Tour, mentre nel 2016 si laurea per la prima volta campione italiano a cronometro.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

  • 2000 (Under-23, Zalf-Euromobil-Fior, una vittoria)
Gran Premio Site
  • 2001 (Under-23, Zalf-Euromobil-Fior, cinque vittorie)
Campionati europei, Cronometro Under-23
1ª tappa Giro delle Regioni (Montalto di Castro > Castiglione del Lago)
2ª tappa Grand Prix Guillaume Tell (Oberentfelden > Oberentfelden)
1ª tappa Grand Prix Nacoes
3ª tappa Grand Prix Nacoes
  • 2006 (Liquigas, una vittoria)
2ª tappa Eneco Tour ('s-Hertogenbosch > Sittard-Geleen)
  • 2008 (Saunier Duval-Scott, due vittorie)
1ª prova Intakatech World's View Challenge (Richmond > Camperdown)
5ª prova Intakatech World's View Challenge (Edendale > Cedera)
  • 2015 (BMC Racing Team, una vittoria)
7ª tappa Eneco Tour (Sint-Pieters-Leeuw > Geraardsbergen)
  • 2016 (BMC Racing Team, una vittoria)
Campionati italiani, Prova a cronometro

Altri successi[modifica | modifica wikitesto]

  • 2008 (Saunier Duval-Scott)
Classifica sprint Volta a Catalunya
1ª tappa Vuelta a España (Granada, cronosquadre)
  • 2014 (BMC Racing Team)
Campionati del mondo, Cronosquadre
  • 2015 (BMC Racing Team)
3ª tappa Critérium du Dauphiné (Roanne > Montagny, cronosquadre)
Campionati del mondo, Cronosquadre
  • 2016 (BMC Racing Team)
1ª tappa Tirreno-Adriatico (Lido di Camaiore, cronosquadre)
5ª tappa Eneco Tour (Sittard-Geleen, cronosquadre)
  • 2017 (BMC Racing Team)
1ª tappa Tirreno-Adriatico (Lido di Camaiore, cronosquadre)

Piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Grandi Giri[modifica | modifica wikitesto]

2003: 86º
2009: 106º
2014: 112º
2016: 117º
2017: 133º


2005: 131º
2006: 80º
2007: 113º
2008: 130º
2010: 162º
2011: 115º
2012: 109º
2013: 85º
2015: 120º
2004: 94º
2008: ritirato
2009: 126º
2011: 131º
2014: 68º

Classiche monumento[modifica | modifica wikitesto]

2003: 50º
2005: 134º
2007: 135º
2008: 97º
2010: 79º
2012: 95º
2013: 71º
2014: 48º
2015: 42º
2016: 136º
2017: 154º
2003: ritirato
2003: 84º
2007: ritirato
2008: 37º
2009: 32º
2010: 48º
2011: 59º
2012: ritirato
2013: 57º
2014: 56º
2015: 49º
2016: ritirato
2017: ritirato
2003: ritirato
2004: ritirato
2005: ritirato
2008: 13º
2009: 9º
2010: 63º
2011: 24º
2012: 82º
2013: 71º
2014: 96º
2015: 34º
2016: ritirato
2017: 73º
2004: ritirato
2007: 94º
2013: ritirato

Competizioni mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Lisbona 2001 - Cronometro Under-23: 9º
Zolder 2002 - Cronometro Elite: 18º
Varese 2008 - Cronometro Elite: 14º
Copenaghen 2011 - In linea Elite: 103º
Valkenburg 2012 - Cronosquadre: 2º
Toscana 2013 - Cronosquadre: 4º
Ponferrada 2014 - Cronosquadre: vincitore
Ponferrada 2014 - In linea Elite: 80º
Richmond 2015 - Cronosquadre: vincitore
Richmond 2015 - In linea Elite: 82º
Doha 2016 - Cronosquadre: 2º
Doha 2016 - Cronometro Elite: 22º
Doha 2016 - In linea Elite: 46º

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e (EN) Manuel Quinziato, su Bmc-switzerland.com. URL consultato il 31 agosto 2015.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]