Davide Formolo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Davide Formolo
Davide Formolo 2015TOA.jpg
Formolo al Tour of Alberta 2015
Nazionalità Italia Italia
Altezza 181[1] cm
Peso 62[1] kg
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Specialità Strada
Squadra Bora
Carriera
Giovanili
2007-2010 US Ausonia CSI Pescantina
Squadre di club
2011-2013Petroli Firenze
2014Cannondale
2015-2017Cannondale
2018- Bora
Statistiche aggiornate al novembre 2017

Davide Formolo (Negrar, 25 ottobre 1992[2]) è un ciclista su strada italiano che corre per il team Bora-Hansgrohe. Ha caratteristiche di passista-scalatore, ed è professionista dal 2014[1].

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Gareggia nella categoria Allievi dal 2007 al 2008, e tra gli Juniores dal 2009 al 2010, sempre con l'Unione Sportiva Ausonia CSI di Pescantina. Debutta tra i Dilettanti Elite/Under-23 nel 2011 con il team toscano Petroli Firenze: non ottiene successi in stagione, ma si mette in evidenza al Giro Ciclistico Pesche Nettarine di Romagna, conquistando la maglia bianca di miglior giovane e chiudendo al 9º posto assoluto in classifica generale. Nel 2012 si aggiudica la classifica finale del Giro Ciclistico Pesche Nettarine di Romagna e si piazza secondo alla Piccola Sanremo, al Gran Premio Palio del Recioto e nella prova in linea Under-23 dei campionati italiani in Valsugana.

Nel 2013 si aggiudica una tappa e ancora la graduatoria finale del Giro Ciclistico Pesche Nettarine di Romagna, ottenendo anche il secondo posto al Giro della Valle d'Aosta, nel Trofeo Matteotti e nella Coppa Ciuffenna, e il sesto al Tour de l'Avenir; a fine stagione partecipa anche alla prova in linea Under-23 dei campionati del mondo in Toscana[1].

Nel 2014 debutta tra i professionisti con il team Cannondale. In giugno si classifica settimo al Tour de Suisse e secondo nella prova in linea dei campionati italiani, sulle strade del Trofeo Melinda, battuto da Vincenzo Nibali allo sprint finale. Coglie un altro secondo posto in luglio, al Gran Premio Industria e Artigianato, vestendo la maglia della Nazionale Elite.

Nel 2015 passa al Team Cannondale-Garmin. In febbraio si aggiudica la classifica giovani alla Volta ao Algarve. Il 12 maggio seguente vince per distacco la quarta tappa, da Chiavari a La Spezia, del Giro d'Italia, ottenendo così il primo successo da professionista; conclude inoltre la corsa come secondo miglior giovane.

Nel 2016 ottiene la prima top ten della carriera in un Grande Giro: si piazza nono alla Vuelta a España vinta da Nairo Quintana, risultando il corridore più giovane tra i primi 20 della classifica. Dopo essere partito come alternativa al compagno Andrew Talansky, grazie alle ottime prestazioni, ottiene infatti la libertà di fare la sua corsa. Durante l'impegnativa 15ª tappa è pronto a seguire Alberto Contador e Quintana che infiammano la corsa fin dall'inizio, offrendo il suo contributo alla buona riuscita dell'azione e piazzandosi settimo sull'impegnativo arrivo in salita di Aramon-Formigal. Successivamente viene convocato da Davide Cassani per i Campionati Europei su strada ma deve accontentarsi del ruolo di riserva[3].

Nel 2017 non prende il via dell'ultima tappa del Tour of the Alps, nonostante fosse quinto in classifica a 31" da Geraint Thomas, per recuperare in vista della Liegi-Bastogne-Lieigi[4]. Proprio alla Doyenne sfiora il successo: attacca da solo sul Saint Nicolas conquistando un piccolo margine di vantaggio ma venendo poi ripreso e superato dal gruppo dei migliori a circa 250 metri dal traguardo. Conclude la corsa al ventitreesimo posto a 14" dal vincitore Alejandro Valverde.[5] Disputa il Giro d'Italia quale capitano della Cannondale. Veste per un giorno la maglia bianca di miglior giovane concludendo terzo tra gli Under-25 e decimo della classifica finale. Ottiene come miglior piazzamento di tappa un sesto posto nella frazione di Bormio vinta da Vincenzo Nibali.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

  • 2012 (Dilettanti Elite/Under-23, Petroli Firenze Cycling Team, una vittoria)
Classifica generale Giro Ciclistico Pesche Nettarine di Romagna
  • 2013 (Dilettanti Elite/Under-23, Petroli Firenze-Wega-Contech, tre vittorie)
2ª tappa Giro Ciclistico Pesche Nettarine di Romagna
Classifica generale Giro Ciclistico Pesche Nettarine di Romagna
Trofeo Learco Guerra
  • 2015 (Cannondale-Garmin, una vittoria)
4ª tappa Giro d'Italia (Chiavari > La Spezia)

Altri successi[modifica | modifica wikitesto]

  • 2015 (Cannondale-Garmin)
Classifica giovani Volta ao Algarve

Piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Grandi Giri[modifica | modifica wikitesto]

2015: 31º
2016: 31º
2017: 10º

Classiche monumento[modifica | modifica wikitesto]

2014: 79º
2016: ritirato

Competizioni mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Toscana 2013 - In linea Under-23: 59º

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Davide Formolo, in www.cannondaleprocycling.com. URL consultato il 14 agosto 2014.
  2. ^ Toscana 2013 Mondiali di ciclismo - Uomini U23, su gazzetta.it. URL consultato il 16 febbraio 2016.
  3. ^ oasport.it, http://www.oasport.it/2016/09/ciclismo-europei-plumelec-2016-tutti-i-convocati-dellitalia.
  4. ^ cyclingnews.com, http://www.cyclingnews.com/news/formolo-and-caruso-under-fire-for-quitting-tour-of-the-alps/.
  5. ^ cyclingnews.com, http://www.cyclingnews.com/races/liege-bastogne-liege-2017/results.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]