Colli di Conegliano Refrontolo passito

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Colli di Conegliano.

Colli di Conegliano Refrontolo passito
Dettagli
StatoItalia Italia
Resa (uva/ettaro)10,0 t/ha (4 kg/ceppo)
Resa massima dell'uva45%
Titolo alcolometrico
naturale dell'uva
16,0% (con l'appassimento)
Titolo alcolometrico
minimo del vino
15,0% di cui svolto almeno 12,0%
Estratto secco
netto minimo
24,0 g/l
Riconoscimento
TipoDOCG
Istituito con
decreto del
30/11/2011  
Vitigni con cui è consentito produrlo
[senza fonte]

Il Colli di Conegliano Refrontolo passito è un vino a DOCG[1] prodotto nel Veneto

Zona di produzione[modifica | modifica wikitesto]

Comprende in tutto o in parte il territorio dei comuni di Refrontolo, Pieve di Soligo e San Pietro di Feletto della provincia di Treviso

Vitigni con cui è consentito produrlo[modifica | modifica wikitesto]

  • Marzemino minimo 95%
  • altri vitigni a bacca rossa, non aromatici, idonei alla coltivazione nella provincia di Treviso per un massimo del 5%

Tecniche produttive[modifica | modifica wikitesto]

Sono da considerarsi inadatti i vigneti a fondo valle.

I nuovi impianti ed i reimpianti dovranno avere una densità non inferiore ai 2 500 ceppi/ettaro.

Sono consentite solo forme di allevamento a controspalliera.

Tutte le operazioni di vinificazione e imbottigliamento debbono essere effettuate nella zona DOCG ma sono ammesse deroghe.

L'uva viene raccolta alcuni giorni prima della completa maturazione e disposta su graticci (in dialetto gardiz) affinché passisca, fino alla seconda metà di dicembre in cui avviene la pigiatura. Essendo un vino passito, la resa risulta molto bassa, di circa 30 litri di vino per quintale di uva prelevata.

Richiede un invecchiamento minimo di 4 mesi a partire dal 1º novembre dell'anno della vendemmia.

Caratteristiche organolettiche[modifica | modifica wikitesto]

  • colore: rosso rubino intenso tendente al granato con l'invecchiamento;
  • odore: vinoso, delicato, caratteristico;
  • sapore: dolce, vellutato, di corpo, armonico, sapido, talvolta vivace;
  • residuo alcolometrico volumico potenziale minimo: 3,0%;

Abbinamenti consigliati[modifica | modifica wikitesto]

Strutturato ed equilibrato, caldo e morbido al palato e perfetto con pasticceria secca, crostata con marmellata di prugne, torta sbrisolona ma anche con formaggi erborinati.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Provincia, stagione, volume in ettolitri

  • Treviso (1993/94) 196,42
  • Treviso (1994/95) 291,82
  • Treviso (1995/96) 325,03
  • Treviso (1996/97) 322,92

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]