Marzemino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Marzemino
Dettagli
Sinonimi nessuno
Paese di origine Italia Italia
Colore nero
Italia Italia
Regioni di coltivazione Veneto
Trentino-Alto Adige
Lombardia
Emilia Romagna
DOCG Colli di Conegliano
DOC Botticino
Capriano del Colle
Cellatica
Garda
[senza fonte]

Il Marzemino è un vitigno autoctono italiano. Comparso in Italia intorno al XV secolo nelle aree di Brescia e Padova e diffuso anche in Friuli, è oggi particolarmente coltivato in Trentino (varietà Marzemino Gentile) nelle zone di Isera e Volano. I grappoli presentano dimensioni medio grandi e raggiungono la piena maturazione tra la fine settembre ed primi di ottobre.

Il Marzemino in Trentino[modifica | modifica wikitesto]

Vino Marzemino della Cantina D'Isera

Il vino che si ottiene dalla vinificazione delle uve di questo importante vitigno, il Trentino Marzemino, è particolarmente noto grazie alla citazione nell'opera Don Giovanni di Wolfgang Amadeus Mozart:

« Versa il vino! Eccellente Marzemino! »

Clementino Vannetti identifica il Marzemino in un vino che veniva servito alla mensa imperiale di Roma, di origini retiche, e lo giudica eccellente. Giangrisostomo Tovazzi, nel 1785, lo definisce prezioso vino iseriano[1][2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Gorfer, p.251
  2. ^ Diego Andreatta, Isera, terra da cartolina, su avvenire.it, Avvenire, 23 settembre 2011. URL consultato il 14 settembre 2015.
    «un terreno ideale per i grappoli di Marzemino che valgono ad Isera il titolo di "Città del vino"».

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Aldo Gorfer, Le valli del Trentino - Trentino orientale, Calliano (Trento), Manfrini, 1977, ISBN 978-88-7024-286-7.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]