Bitch I'm Madonna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bitch I'm Madonna
Bitch I'm Madonna.PNG
Screenshot tratto dal video del brano
ArtistaMadonna
FeaturingNicki Minaj
Tipo albumSingolo
Pubblicazione15 giugno 2015
Durata3:47
Album di provenienzaRebel Heart
GenereDubstep[1]
Elettropop
Musica da ballo
Electronic dance music
EtichettaInterscope
Boy Toy
Live Nation
ProduttoreMadonna, Sophie, Diplo
Registrazione2014
Certificazioni
Dischi d'oroPolonia Polonia[2]
(vendite: 10 000+)
Madonna - cronologia
Singolo precedente
(2015)
Singolo successivo
(2015)
Nicki Minaj - cronologia
Singolo precedente
(2015)
Singolo successivo
(2015)
Logo
Logo del disco Bitch I'm Madonna

Bitch I'm Madonna è un singolo della cantante statunitense Madonna, il terzo estratto dal suo tredicesimo album di inediti Rebel Heart. Pubblicato il 15 giugno 2015, vede la collaborazione della famosa rapper trinidadiana Nicki Minaj.

La canzone[modifica | modifica wikitesto]

Nel mese di febbraio 2014 Madonna ha annunciato di aver iniziato a lavorare al suo tredicesimo album, e in un'intervista dichiarò che: "in questo momento sto parlando con vari co-autori e produttori, e l'oggetto delle nostre discussioni è la direzione che voglio dare alla mia musica"[3]. Dal mese successivo inizia a pubblicare una serie di immagini sul sito web Instagram, dove accennava a possibili autori e collaboratori. Due mesi dopo, Madonna pubblica una sua foto con il DJ Diplo.

Testo[modifica | modifica wikitesto]

Nel testo della canzone, Minaj nella sua parte chiede a tutti di "darci dentro o di andare a casa", mentre Madonna urla "Voglio solo divertirmi stasera, voglio far saltare in aria questo posto stasera". A proposito dell'uso ripetuto della parola 'Bitch' nella canzone ed in altri testi dell'album, tra cui Unapologetic Bitch, Madonna ha affermato che a lei non interessa il politicamente corretto, e che la parola 'bitch' può significare cose diverse in contesti diversi"[4].

Video musicale[modifica | modifica wikitesto]

Il video ufficiale è stato pubblicato il 17 giugno su Tidal.[5] Vede la partecipazione di Nicki Minaj, Kanye West, Rita Ora, Beyoncé, Miley Cyrus, Katy Perry, Diplo, Chris Rock, Alexander Wang, Jon Kortajarena e i figli della cantante Rocco e David.

Il video della canzone, pubblicato sul canale Vevo di Madonna, diventa il primo video di Madonna ad ottenere una certificazione Vevo, per aver ottenuto le 100 milioni di visualizzazioni.[6]

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Download digitale[7]
  1. Bitch I'm Madonna (Album Version) – 3:47
Download digitale (Remixes)
  1. Bitch I'm Madonna (Fedde Le Grand Remix) – 3:55
  2. Bitch I'm Madonna (Rosabel’s Bitch Move Mix) – 7:05
  3. Bitch I'm Madonna (Sander Kleinenberg Remix) – 4:58
  4. Bitch I'm Madonna (Junior Sanchez Remix) – 5:10
  5. Bitch I'm Madonna (Oscar G 305 Dub) – 8:44
  6. Bitch I'm Madonna (Sick Individuals Remix) – 5:07
  7. Bitch I'm Madonna (Dirty Pop Remix) – 5:11
  8. Bitch I'm Madonna (Flechette Remix) – 3:21
  9. Bitch I'm Madonna (Oscar G Bitch Beats) – 8:44
  10. Bitch I'm Madonna (Rosabel’s Bitch Move Dub) – 7:35

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (2015) Posizione
massima
Finlandia (radio)[8] 13
Francia[9] 90
Spagna[10] 49
Stati Uniti[11] 84
Svezia[12] 30
Ungheria[13] 21
U.S Billboard Hot 100[14] 84
U.S Billboard Dance Electronic[15] 5
U.S Billboard Dance Club Play[15] 1
Billboard Top Twitter Tracks 1

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Madonna, ‘Rebel Heart': Track-By-Track (Part One) | MuuMuse
  2. ^ (PL) Certificazione Polonia, su bestsellery.zpav.pl. URL consultato il 27 settembre 2016.
  3. ^ Hampson, Sarah, "My seven-minute, speed-date interview with Madonna", The Globe and Mail., (February 14, 2014).
  4. ^ Grigoriadis, Vanessa (February 13, 2015), "Madonna Talks 'Fifty Shades of Grey' ('Not Very Sexy'), the Pope and Why the 'Word Police Can F--- Off'", in Billboard. Retrieved April 15, 2015.
  5. ^ Jessica Goodman, Madonna debuts 'Bitch I'm Madonna' music video on TIDAL, in Entertainment Weekly, 17 giugno 2015. URL consultato il 17 giugno 2015.
  6. ^ Bitch I’m Madonna è la prima Vevo Certified di Madonna, su musictrip.altervista.org, 29 agosto 2015. URL consultato il 29 agosto 2015.
  7. ^ Bitch I'm Madonna [feat. Nicki Minaj] [Explicit]: Madonna, Amazon.com. URL consultato il 15 giugno 2015.
  8. ^ (FI) Madonna: Bitch I'm Madonna (feat. Nicki Minaj), su Suomen virallinen lista, Musiikkituottajat. URL consultato il 16 giugno 2015.
  9. ^ (FR) Andamento di Bitch I'm Madonna nella classifica della Francia, su lescharts.com. URL consultato il 16 giugno 2015.
  10. ^ (EN) Andamento di Bitch I'm Madonna nella classifica della Spagna, su spanishcharts.com. URL consultato il 16 giugno 2015.
  11. ^ Madonna - Chart history | Billboard
  12. ^ (EN) Andamento di Give Me All Your Luvin' nella classifica della Svezia, su sverigesradio.se. URL consultato il 2015.
  13. ^ (HU) classifica settimanale in Ungheria, su zene.slagerlistak.hu. URL consultato il 16 giugno 2015.
  14. ^ (HU) billboard.com, http://www.billboard.com/artist/308786/madonna/chart. URL consultato il 16 giugno 2015.
  15. ^ a b (HU) billboard.com, http://www.billboard.com/artist/308786/Madonna/chart?f=359. URL consultato il 16 giugno 2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]