The Pinkprint

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
The Pinkprint
ArtistaNicki Minaj
Tipo albumStudio
Pubblicazione15 dicembre 2014
Durata64:11
Dischi1
Tracce16
GenereRap[1]
EtichettaYoung Money, Cash Money, Republic Records
ProduttoreAlex da Kid, Boi-1da, Cirkut, Da Internz, Detail, Dr. Luke, Kane Beatz, Polow da Don, TODAY
Registrazione2013 - 2014
Certificazioni
Dischi d'oroPolonia Polonia[2]
(Vendite: 10.000+)
Svezia Svezia[3]
(Vendite: 20.000+)
Regno Unito Regno Unito[4]
(Vendite: 100.000+)
Dischi di platinoBrasile Brasile[5]
(Vendite: 40.000+)
Stati Uniti Stati Uniti (2)[6]
(Vendite: 5.000.000+)
Nicki Minaj - cronologia
Album successivo
Logo
Logo del disco The Pinkprint
Singoli
  1. Pills N Potions
    Pubblicato: 21 maggio 2014
  2. Anaconda
    Pubblicato: 4 agosto 2014
  3. Only
    Pubblicato: 28 ottobre 2014
  4. Bed of Lies
    Pubblicato: 16 novembre 2014
  5. Feeling Myself
    Pubblicato: 5 gennaio 2015
  6. Truffle Butter
    Pubblicato: 23 gennaio 2015
  7. The Night Is Still Young
    Pubblicato: 14 aprile 2015
  8. Trini Dem Girls
    Pubblicato: 1 settembre 2015[7]

The Pinkprint è il terzo album in studio della rapper statunitense Nicki Minaj, pubblicato il 15 dicembre 2014 dalle etichette Young Money Entertainment, Cash Money Records e Republic Records.

Per l'album ha collaborato con i produttori Boi-1DA, Cirkut, Da Internz, Detail, Dr. Luke, e Polow da Don. L'album ha ottenuto una nomination ai Grammy Awards 2016, nella categoria "Miglior Album Rap".

Registrazione[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2013, la cantante ha affermato di voler iniziare a produrre il materiale per il prossimo progetto che avrebbe voluto pubblicare l'anno seguente. Le registrazioni sono avvenute in più studi musicali distribuiti tra Stati Uniti e Canada. Nel novembre dello stesso anno è stato affermato dalla rapper che il progetto sarebbe stato "diverso dai precedenti lavori"[8] chiarendo inoltre di aver semplicemente sperimentato il genere pop, ma di non volersi focalizzare su di esso.

Durante il processo di registrazione, la cantante ha prodotto due canzoni ispirate alla cantautrice irlandese Enya affermando che esse possiedono una "certa ariosità" simile al suono di Enya. Skylar Grey ha prodotto una versione demo di Bed of Lies alla quale Nicki ha aggiunto della musica scritta da sé.[9] Per la produzione dell'album si è affidata a svariate collaborazioni, come quelle con Dr. Luke, Ester Dean, Boi-1da e Detail.[10]

Nel settembre dell'anno successivo, Nicki ha detto che l'album era "il suo miglior progetto pubblicato" e che, essendo cresciuta molto come cantautrice, è riuscita ad affrontare tematiche per le quali provava disagio in passato.[11]

La copertina e il titolo[modifica | modifica wikitesto]

Il 12 febbraio 2014, durante la permiere del singolo Lookin Ass e del suo video musicale, è stato annunciato il titolo dell'album, cioè The Pinkprint.[12] Il titolo fa riferimento all'album The Blueprint di Jay Z[13]; infatti, nel corso di un'intervista con la rivista Complex, a Minaj è stato posta una domanda proprio su questo argomento, ed ha affermato:

« La gente continua a chiedermi di The Blueprint e pensano che sto facendo qualcosa di simile. Ho fatto riferimento a The Blueprint perché Jay è il più grande rapper del nostro tempo. Il nome dell'album è stato ispirato a Jay, ma non al suo album.[14] »

Il 2 novembre 2014, Minaj ha rilasciato la copertina dell'album, che è stata creata dallo studio di design di Joe Perez, che in precedenza aveva lavorato anche per Lil Wayne e 2 Chainz.[15] Si visualizza un'impronta digitale tramata rosa "splatter" posta al centro di uno sfondo nero nella versione standard e uno sfondo bianco per la confezione deluxe.[16] Il 1º dicembre 2014, la tracklist è stato rivelata al pubblico, e vennero confermate le collaborazioni con Ariana Grande, Beyoncé, Drake, Lil Wayne, Chris Brown, Jeremih, Meek Mill e Skylar Grey.[17]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

La Minaj ha annunciato Pills n Potions, come il primo singolo estratto dall'album ai Billboard Music Awards. È stato pubblicato il 21 maggio 2014. La canzone ha raggiunto la posizione numero 24 della Billboard Hot 100.

Anaconda è stato pubblicato come secondo singolo estratto dall'album il 4 agosto, 2014. La canzone ha raggiunto la posizione numero due della Billboard Hot 100 riuscendo così a diventare il suo singolo con la più alta posizione raggiunta in questa classifica e la prima nella classifica delle canzoni R&B/Hip-Hop. Inoltre Anaconda strappò il record di Vevo a Miley Cyrus con ben 19.600.000 visualizzazioni in 24 ore.

Il 26 ottobre 2014, la Minaj ha rivelato la copertina per l'album terzo singolo Only, con la collaborazione di Drake, Lil Wayne e Chris Brown tramite Instagram. La canzone è stata rilasciata il 28 ottobre solo negli USA e ha raggiunto la posizione numero 12 della Billboard Hot 100.

La Minaj ha poi pubblicato il quarto singolo USA e terzo singolo internazionale Bed of Lies, con la collaborazione di Skylar Grey, esibendolo per la prima volta agli MTV EMAs del 9 novembre per poi pubblicarlo su iTunes il 16 novembre. Il singolo ha raggiunto la posizione numero 62 della Billiboard Hot 100.

Il 3 dicembre viene rilasciato il singolo promozionale All Things Go, il quale è arrivato alla posizione numero 115 della classifica americana.

I singoli Feeling Myself (con Beyoncé) e Truffle Butter (con Drake e Lil Wayne) vengono pubblicati a gennaio 2015, arrivando rispettivamente nelle posizioni 39 e 14 della Hot 100, oltre che entrare nelle classifiche canadese, inglese, francese e belga.

Il 14 aprile viene rilasciato nel mercato internazionale il singolo pop-rap The Night Is Still Young, il quale ha raggiunto la posizione numero 31 della Hot 100. Ha riscosso un buon successo commerciale negli Stati Uniti, dove è stato certificato platino.

Il 3 giugno Jeremih ha fatto sapere che Favorite verrà pubblicato come ottavo singolo, brano che appunto vede la sua partecipazione. La pubblicazione della canzone è stata tuttavia annullata e la scelta è alla fine ricaduta su Trini Dem Girls. Il singolo, che vede la partecipazione di LunchMoney Lewis, venne rilasciato nelle radio americane il 1º settembre.

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: The Pinkprint Tour.

Nell'agosto 2014, durante la promozione del suo singolo Anaconda, Minaj conferma dei piani futuri per il suo prossimo tour in supporto dell'album. Quando parlò di esso, Minaj disse:

« In realtà, abbiamo intenzione di iniziare il tour nel 2015, e stiamo per avviare una tappa europea e poi saremo di nuovo in America per una tappa estiva.[18] »

Durante la cerimonia degli MTV Europe Music Awards 2014, Minaj ha affermato dei piani per un tour dopo le sue performance di Super Bass, Bed of Lies and Anaconda, e dopo aver accettato il trofeo per la categoria Best Hip-Hop.[19]

L'8 dicembre 2014, tre giorni dopo aver ricevuto le due nomination ai Grammy Awards 2015 e una settimana prima dell'uscita del terzo album, il tour è stato ufficialmente annunciato con 17 date in programma in tutta Europa nella primavera dell'anno successivo. L'annuncio del tour ha anche rivelato che il cantante R&B Trey Songz sarà l'ospite speciale che raggiungerà la Minaj nella tappa europea del tour per sostenere il suo sesto album in studio, Trigga.[20]

Successo commerciale[modifica | modifica wikitesto]

L'album ha debuttato alla numero due della classifica statunitense Billboard 200 con prima settimana di vendita di 244.000 unità complessive (198.000 in copie pure).[21] Il suo successo ha segnato il secondo più alto debutto di un album in una prima settimana di vendita da parte di un artista femminile del 2014, così come il secondo più alto debutto di vendite nella prima settimana di un artista rap del 2014.[22] Nella sua seconda settimana, l'album si è mantenuto alla numero due aggiungendo una vendita di ulteriori 156.000 unità. Ha mantenuto la stessa posizione per tre settimane prima di calare al terzo posto.[23] Nel 10 febbraio del 2016 è stato ufficialmente certificato doppio disco di platino dalla RIAA

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Standard version
  1. All Things Go – 4:53 (Ester Dean, Anderson Hernandez, Onika Maraj, Allen Ritter, Matthew Samuels)
  2. I Lied – 5:04 (M. Bell, Ester Dean, Onika Maraj, Michael Williams)
  3. The Crying Game – 4:25 (Warren Felder, Onika Maraj, Steve Mostyn, Andrew "Pop" Wansel, Jessie Ware)
  4. Get On Your Knees (feat. Ariana Grande) – 3:36 (Chloe Angelides, Lukasz Gottwald, Jacob Kasher Hindlin, Sarah Hudson, Onika Maraj, Rebecca Schoichet, Katy Perry, Henry Walter)
  5. Feeling Myself (feat. Beyoncé) – 3:57 (Chauncey Hollis, Beyoncé Knowles, Onika Maraj, Solana Rowe)
  6. Only (feat. Drake, Lil Wayne & Chris Brown) – 5:12 (Lil Wayne, Jeremy Coleman, Lukasz Gottwald, Aubrey Graham, Onika Maraj, Theron Thomas, Timothy Thomas, Henry Walter)
  7. Want Some More – 3:49 (Xavier Dotson, Jeremih Felton, Onika Maraj, Christian Ward, Leland Wayne)
  8. Four Door Aventador – 3:02 (Parker Ighile, Onika Maraj, Asabe Ighile)
  9. Favorite (feat. Jeremih) – 4:02 (Jeremih Felton, Rob Holladay, Darhyl "DJ" Camper Jr., Onika Maraj, Christian Ward, Robert Williams)
  10. Buy a Heart (feat. Meek Mill) – 4:15 (Onika Maraj, Christian Ward, Robert Williams, Armond Redmen)
  11. Trini Dem Girls (feat. Lunchmoney Lewis) – 3:14 (Jeremy Coleman, Lukasz Gottwald, Jacob Kasher Hindlin, Gamal Lewis, Onika Maraj, Theron Thomas, Alexander Castillo Vasquez, Henry Walter)
  12. Anaconda – 4:21 (Ernest Clark, Jamal Jones, Onika Maraj, Marcos Palacios, Anthony Ray, Jonathan Solone-Myvett)
  13. The Night Is Still Young – 3:47 (Ester Dean, Lukasz Gottwald, Onika Maraj, Theron Thomas, Henry Walter)
  14. Pills N Potions – 4:27 (Ester Dean, Lukasz Gottwald, Onika Maraj, Henry Walter)
  15. Bed of Lies (feat. Skylar Grey) – 4:29 (Jeremy Coleman, Justin Davey, Alexander Grant, Holly Haffermann, Breyan Stanley Isaac, Daniel Johnson, Onika Maraj, Vinay Vyas)
  16. Grand Piano – 4:19 (William Adams, Ester Dean, Keith Harris, Daniel Johnson, Peter Lord, Onika Maraj)
Deluxe version
  1. Big Daddy (feat. Meek Mill) – 3:19 (Onika Maraj, Michael Williams, Ronald "Cardo" LaTour, Johnny Juliano, Daveon Jackson, Brock Korsan)
  2. Shanghai – 3:40 (Onika Maraj, Robert V Sample, Steven Pugh, Irvin Whitlow, Deshawn Kennedy, Christian Ward)
  3. Win Again – 4:10 (Onika Maraj, Shama "Sak Pase" Joseph, Lasanna Harris)
Target and International deluxe version
  1. Mona Lisa – 3:28 (Onika Maraj, Noel Fisher, Andre Proctor)
  2. Put You In A Room – 2:59 (Onika Maraj, Andre Proctor, Rasool Diaz, Brian "The Order" Soko, Noel Fisher)
International iTunes Store deluxe version
  1. Truffle Butter (feat. Drake & Lil Wayne) – 3:39 (Onika Maraj, Aubrey Graham, Dwayne Carter, Christopher Brown, Paul Jefferies, Maya Jane Coles)

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Negli Stati Uniti l'album ha raggiunto la posizione numero 2 nella Billboard Hot 200,[24] mentre in Italia ha raggiunto la posizione 100.[25]

L'album ha venduto circa 4 milioni di copie.[senza fonte]

Classifica (2014-15) Posizione
raggiunta
Australia 19
Belgio (Fiandre) 46
Belgio (Vallonia) 87
Canada 6
Corea del Sud 77
Croazia 11
Danimarca 21
Finlandia 18
Francia 70
Germania 69
Giappone 43
Grecia 13
Irlanda 31
Italia 100
Norvegia 3
Nuova Zelanda 21
Paesi Bassi 32
Regno Unito 22
Russia 8
Scozia 27
Spagna 76
Stati Uniti 2
Svezia 8
Svizzera 39
Taiwan 7

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ http://sentireascoltare.com/recensioni/nicki-minaj-the-pinkprint/
  2. ^ http://bestsellery.zpav.pl/wyroznienia/zloteplyty/cd/archiwum.php?year=2015
  3. ^ Copia archiviata, su ifpi.se. URL consultato l'8 novembre 2016 (archiviato dall'url originale il 3 maggio 2013).
  4. ^ Certified Awards
  5. ^ http://abpd.org.br/home/certificados/?busca_artista=Nicki+Minaj&tmidia=1
  6. ^ http://www.billboard.com/articles/news/cover-story/6804540/nicki-minaj-on-no-1-success-meek-mill-hillary-clinton-jay-z-beyonce-advice
  7. ^ FMQB: Radio Industry News, Music Industry Updates, Nielsen Ratings, Music News and more!
  8. ^ Nicki Minaj prepares 'next level' new album for 2014 release, su NME, IPC Media, 5 novembre 2013. URL consultato il 17 febbraio 2014.
  9. ^ Skylar Grey, su Billboard.
  10. ^ Nicki Minaj Covers ‘FADER’ Magazine, Talks ‘The Pink Print’, Mixtape Days & BET Awards Speech: 6 Pics, su Music News, Reviews, and Gossip on Idolator.com.
  11. ^ Fall Music Preview 2014: 25 Must-Hear Albums, Rolling Stone. URL consultato il 25 settembre 2014.
  12. ^ Nicki Minaj - Lookin Ass Nigga, WorldStarHipHop, 12 febbraio 2014. URL consultato il 17 febbraio 2014.
  13. ^ Nicki Minaj Is 'Obsessed' With Jay Z, That's Why She Named Her Album Pink Print, MTV News. Viacom. URL consultato il 30 maggio 2014.
  14. ^ Nicki Minaj - Complex Cover Story, su uk.complex.com.
  15. ^ Album Cover: Nicki Minaj – ‘The Pinkprint’, su Rap-Up.
  16. ^ Album Cover: Nicki Minaj - The Pinkprint, su youngmoney.com.
  17. ^ Nicki Minaj Releases 'The Pinkprint' Track List, Billboard. URL consultato il 1º dicembre 2014.
  18. ^ Carson Daly, Nicki Minaj Talks With Carson Daly About "Anaconda," Beyonce, "Bang Bang," & More!, su 97.1 AMP Radio, CBS Local, 4 agosto 2014. URL consultato il 14 dicembre 2014.
  19. ^ Becky Freeth, 'I'm sorry for cursing, I am Nicki Minaj!' MTV EMAs 2014 host litters show with expletives as she makes EIGHT outfit changes., su Daily Mail, DMG Media, 9 novembre 2014. URL consultato l'11 gennaio 2015.
  20. ^ Ali Szubiak, Nicki Minaj Announces 2015 The Pinkprint European Tour Dates, su Pop Crush, Pop Crush Network, 8 dicembre 2014. URL consultato il 14 dicembre 2014.
  21. ^ Keith Caulfield, Taylor Swift Back at No. 1 on Billboard 200, Nicki Minaj Debuts at No. 2, su Billboard, Prometheus Global Media, 24 dicembre 2014. URL consultato il 21 maggio 2015.
  22. ^ Amaya Mendizabal, Nicki Minaj's 'The Pinkprint' Debuts at No. 1 on Top R&B/Hip-Hop Albums, su Billboard, Prometheus Global Media. URL consultato il 26 dicembre 2014.
  23. ^ HipHopDX, Hip Hop Album Sales: Nicki Minaj, J. Cole & Iggy Azalea, su hiphopdx.com.
  24. ^ Nicki Minaj - Chart history | Billboard, su www.billboard.com. URL consultato il 23 maggio 2016.
  25. ^ FIMI - Federazione Industria Musicale Italiana - Classifiche, su fimi.it, 03 gennaio 2015. URL consultato il 23 maggio 2016 (archiviato dall'url originale il 3 gennaio 2015).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica