Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Sorry (Madonna)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sorry
Madonna - Sorry.png
Screenshot tratto dal videoclip del brano
ArtistaMadonna
Tipo albumSingolo
Pubblicazione20 febbraio 2006Europa
28 febbraio 2006 Stati Uniti
Durata4:43
Album di provenienzaConfessions on a Dance Floor
GenereDisco
Dance pop
EtichettaWarner Bros
ProduttoreMadonna Stuart Price
Registrazione2005
FormatiCD singolo, CD maxi singolo, download digitale
Certificazioni
Dischi d'argentoRegno Unito Regno Unito[1]
(Vendite: 200.000+)
Dischi d'oroAustralia Australia[2]
(Vendite: 35.000+) Italia Italia[3]
(Vendite: 15.000+)
Dischi di platinoCanada Canada[4]
(Vendite: 80.000+)
Svezia Svezia[5]
(Vendite: 20.000+)
Madonna - cronologia
Singolo precedente
(2005)
Singolo successivo
(2006)
Logo
Logo del disco Sorry

Sorry è una canzone di Madonna. È il secondo singolo estratto dall'album Confessions on a Dance Floor. Scritto e prodotto dalla stessa Madonna insieme a Stuart Price, Sorry ha attraversato diverse forme prima di approdare alla versione definitiva. Ha riscosso un ottimo successo nelle classifiche mondiali arrivando alla numero uno in Italia, Spagna e Regno Unito, divenendo la dodicesima numero uno di Madonna nel Paese.

Il brano[modifica | modifica wikitesto]

Il brano dalle sonorità dance-pop è stato scritto e prodotto da Madonna e Stuart Price.

Per la sua realizzazione è stato utilizzato un campionamento del brano di successo dei The Jackson 5 Can You Feel It del 1981.

All'inizio e durante la canzone la popstar recita in dieci lingue diverse la parola "Sorry", nell'ordine che segue:

  • francese: Je suis desolée ("Mi scuso")
  • spagnolo: Lo siento ("Scusa")
  • olandese: Ik ben droevig ("Sono triste")
  • italiano: Sono spiacente
  • spagnolo: Perdóname ("Perdonami")
  • giapponese: ごめんなさい /gomen nasai/ ("Mi scuso")
  • hindi: Mujhe maaf karo ("Per favore perdonami")
  • polacco: Przepraszam ("Scusa/Perdonami")
  • ebraico: "סליחה" /Sleechah/ ("Scusa". Letteralmente: "Perdono")
  • inglese: Forgive me ("Perdonami").

La versione di Sorry eseguita durante il Confessions Tour come interludio video è quella remixata dai Pet Shop Boys, ed è stata pubblicata sull'album The Confessions Tour uscito nel 2007.

Nel 2007 la canzone è stata premiata come "Successo internazionale dell'anno" agli Ivor Novello Awards di Londra.

Recensioni[modifica | modifica wikitesto]

Eugenio Tovini di Musica & Dischi scrisse una recensione favorevole della canzone: "Certamente non stupisce che Madonna abbia scelto questa canzone come secondo estratto da Confessions on a Dancefloor. "Sorry" infatti è una delle tracce più azzeccate del suo nuovo fortunato lavoro e l'idea di coinvolgere i Pet Shop Boys nel remix inserendo alcune parti vocali di Neil Tennant non farà che contribuire alla longevità del suo ennesimo album di successo".[6]

Il singolo[modifica | modifica wikitesto]

Secondo estratto dell'album Confessions on a Dance Floor, il singolo è uscito il 17 febbraio 2006 nei Paesi Bassi, Germania, Italia e Irlanda e il 20 febbraio 2006 nel Regno Unito e in altre nazioni europee. Negli Stati Uniti e nel Canada il singolo è stato pubblicato il 28 febbraio. In Australia è stato pubblicato il 6 marzo.

Il brano ha raggiunto la vetta delle classifiche di mezza Europa, tra cui Grecia, Italia, dov'è rimasta in vetta per 3 settimane; Spagna, Gran Bretagna e Norvegia e ha scalato la top ten in Francia, Australia, Germania e Irlanda. Molto meno fortunato è stato negli Stati Uniti, dove non è andato oltre la cinquantottesima posizione, pur tuttavia raggiungendo la prima posizione delle classifiche dance di Billboard.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

CD singolo europeo[modifica | modifica wikitesto]

  1. Sorry (Single Edit) — 3:58
  2. Let It Will Be (Paper Faces Remix) — 7:28
  3. Sorry (Man With Guitar Mix) — 7:25

Maxi CD singolo europeo[modifica | modifica wikitesto]

  1. Sorry (Single Edit) — 3:58 1
  2. Sorry (Man With Guitar Mix) — 7:25
  3. Sorry (PSB Maxi Mix) — 8:36
  4. Sorry (Paul Oakenfold Remix) — 7:15
  5. Sorry (Green Velvet Remix) — 6:06
  6. Let It Will Be (Paper Faces Vocal Edit) — 5:24

Maxi CD singolo americano, canadese, argentino, messicano, australiano[modifica | modifica wikitesto]

  1. Sorry (Single Edit) — 3:58
  2. Sorry (Man With Guitar Edit) — 6:04
  3. Sorry (PSB Maxi-Mix) — 8:36
  4. Sorry (Paul Oakenfold Remix) — 7:22
  5. Sorry (Green Velvet Remix) — 6:07
  6. Let It Will Be (Paper Faces Vocal Edit) — 5:24

CD singolo inglese[modifica | modifica wikitesto]

  1. Sorry (Single Edit) — 3:58
  2. Let It Will Be (Paper Faces Vocal Edit) — 5:24

Maxi CD singolo inglese[modifica | modifica wikitesto]

  1. Sorry (Single Edit) — 3:57 1
  2. Sorry (Man With Guitar Mix) — 7:25
  3. Sorry (PSB Maxi Mix) — 8:34[7]
  4. Sorry (Paul Oakenfold Remix) — 7:12
  5. Sorry (Green Velvet Remix) — 6:05

12" single europeo[modifica | modifica wikitesto]

  1. Sorry (Album Version) — 4:41
  2. Sorry (PSB Maxi Mix) — 8:36
  3. Sorry (Paul Oakenfold Remix) — 7:15
  4. Sorry (Green Velvet Extended Remix) — 6:07

Promo solo per MPE Digital Download[modifica | modifica wikitesto]

  1. Sorry – 4:42

Il video[modifica | modifica wikitesto]

Madonna canta Sorry durante il Confessions Tour

Il video è una sorta di seguito del precedente Hung Up. È stato girato dalla popstar nel gennaio 2006 a Londra e diretto dal coreografo Jamie King. Nella prima parte si vede Madonna in un body bianco che sceglie le persone con cui ballare e divertirsi nel suo pulmino stile disco. Tra i passanti in cui si imbatte la popstar c'è anche un aitante ragazzo in jeans attillati e tatuato che è strattonato a forza sulla vettura per divenire il nuovo bocconcino erotico di Madonna: le ballerine gli sfilano la t-shirt e altri indumenti e lo spingono seminudo verso la popstar, che lo scruta con appetito e posa il suo tacco sul torace scoperto e poi calciarlo via. Nella seconda parte esegue delle acrobazie all'interno di una gabbia. Nella terza parte pattina con il suo gruppo di amici e di amiche. Per realizzare questa scena Madonna, che non sa pattinare, si è affidata all'aiuto dei suoi ballerini. Qui troviamo Madonna in un body rosa luccicante sotto le luci da discoteca. Parte della scena è ispirata al film di James Cameron, Titanic. Le coreografie sui pattini dell'ultima parte del video sono state riproposte dal vivo nel Confessions Tour per eseguire Music e Hung up. La versione di Sorry del video, è quella della versione unmixed di Confessions on a Dance Floor.

Esecuzioni dal vivo[modifica | modifica wikitesto]

Sorry è stato eseguito dal vivo durante il Confessions Tour del 2006, sia come canzone cantata, sia come inteludio video alla fine della parte "Urban-Beduin" del concerto. Per l'interludio video è stata eseguita la versione remixata dai Pet Shop Boys.

La stessa Madonna contattò, attorno al 2005, i Pet Shop Boys in quanto voleva un loro remix per uno dei suoi brani. In seguito i Pet Shop Boys resero pubblico sul loro sito web che erano al lavoro per il remix di Sorry. Il remix si avvale di aggiunte musicali scritte dai Pet Shop Boys con l'aggiunta vocale del cantante Neil Tennant. A dichiarazione di Madonna, il remix dei Pet Shop Boys è uno dei suoi preferiti della sua intera carriera[8].

Durante l'esebizione Sorry è cantata da Madonna in una esibizione che riprende fortemente il video del brano, mentre l'interluio con il remix dei Pet Shop Boys è accompagnato da un video che mostra tutti i potenti del mondo: da Bush a Blair, ma anche con Berlusconi e Benedetto XVI; responsabili in passato e in tempi più recenti, secondo l'opinione di Madonna, di fratture, tensioni e prevaricazioni in un sistema già fortemente danneggiato.

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (2006) Massima
posizione
Australia 4
Austria 8
Belgio (Fiandre) 8
Belgio (Vallonia) 4
Canada 2
Repubblica Ceca[9] 2
Danimarca 3
Paesi Bassi 2
Europa[10] 1
Finlandia 3
Francia 5
Germania 5
Ungheria[11] 1
Irlanda 5
Italia 1
Nuova Zelanda 12
Norvegia 2
Polonia[12] 1
Slovacchia[13] 66
Spagna 1
Svezia 7
Svizzera 4
Regno Unito 1
Stati Uniti 58
Stati Uniti (Hot Dance Club Play) 1
Stati Uniti (Pop) 47

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica di fine anno italiana (2006) Posizione
Classifica italiana[14] 8
Classifica dei singoli Posizione
Classifica italiana[14] 1

Versioni ufficiali[modifica | modifica wikitesto]

  • Album Version (Mixed) - 4:43
  • Album Version (Unmixed) - 4:42 (iTunes Exclusive) [utilizzata per il video]
  • Single Edit - 3:58
  • Radio Version - 3:37 (Promo Only)
  • MySpace Edit - 3:43 (Promo Only)
  • Video Version - 4:42
  • Pet Shop Boys Maxi Mix - 8:34
  • Pet Shop Boys Radio Remix Edit - 4:32
  • Pet Shop Boys Minimal Dub - 5:24 (un-released mix. Leaked in late October 2007)
  • Pet Shop Boys Minimal Mix - 6:54 (Unreleased Mix. Leaked from www.petshopboys.co.uk)
  • Man With Guitar Remix - 7:24
  • Man With Guitar Vocal Edit - 6:02
  • Green Velvet Remix - 6:05
  • Green Velvet Remix Edit - 4:33 (iTunes Exclusive)
  • Paul Oakenfold Remix - 7:12
  • Paul Oakenfold Remix Edit - 5:06 (iTunes Exclusive)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ https://www.bpi.co.uk/bpi-awards/
  2. ^ http://www.aria.com.au/pages/aria-charts-accreditations-singles-2003.htm
  3. ^ Certificazione disco|ITA|oro|singolo| LE CIFRE DI VENDITA - 2006 (PDF), Musica e Dischi, p. 9. URL consultato il 14 marzo 2014.
  4. ^ "Madonna – CRIA searchable database". Canadian Recording Industry Association. 2006-04-10. http://www.cria.ca/cert_db_search.php. Retrieved 2009-07-15.
  5. ^ Sverigetopplistan - Sveriges Officiella Topplista
  6. ^ http://www.musicaedischi.it/recensioni.php?genere=0&id=3021
  7. ^ PSB remix Madonna
  8. ^ Sorry
  9. ^ RADIO TOP100 Oficiální – Madonna Sorry, su International Federation of the Phonographic Industry, IFPIcr.cz, 30 marzo 2006. URL consultato il 29 luglio 2009.
  10. ^ Paul Sexton, Newcomers Rae, Chico Rule U.K. Charts, in Billboard, Nielsen Business Media, Inc, 6 marzo 2006. URL consultato il 15 luglio 2009.
  11. ^ Hungarian Singles Chart, Mahasz. URL consultato il 18 dicembre 2009.
  12. ^ Classifica Polonia, su lp3.pl.
  13. ^ Sns Ifpi
  14. ^ a b Hit Parade Italia - Top Annuali Single: 2006

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Madonna Portale Madonna: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Madonna