Girl Gone Wild

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Girl Gone Wild
Girls Gone Wild.png
Screenshot tratto dal videoclip del brano
ArtistaMadonna
Tipo albumSingolo
Pubblicazione2 marzo 2012
Durata3:43
Album di provenienzaMDNA
GenereElettropop
Dance
EtichettaLive Nation, Interscope
ProduttoreMadonna, Benny Benassi, Alle Benassi
Registrazione2011
FormatiCD, download digitale
Certificazioni
Dischi di platinoItalia Italia[1]
(Vendite: 50.000+)
Madonna - cronologia
Singolo precedente
(2012)
Singolo successivo
(2012)
Logo
Logo del disco Girl Gone Wild

Girl Gone Wild è una canzone della popstar statunitense Madonna pubblicata nel 2012 come secondo singolo estratto dall'album MDNA.

Un lyric video del brano è stato pubblicato sul canale YouTube VEVO il 27 febbraio. Il brano è caratterizzato da un synth forte e da un beat potente. Il testo della canzone parla di una ragazza che vuole darsi alla pazza gioia, e del suo desiderio ardente di divertirsi.

Composizione[modifica | modifica wikitesto]

Girl Gone Wild è stata prodotta da Madonna, Benny Benassi e Alle Benassi. Descritta come una mid-tempo party track, trae influenza da four-on-the-floor e ha un suono simile ai brani dell'album Confessions on a Dance Floor.

Riferimenti[modifica | modifica wikitesto]

Girl Gone Wild si apre con un segmento parlato che ricorda e fa riferimento a quello di Act of Contrition dall'album Like a Prayer (1989). Nel ritornello Madonna canta "Mi fa cantare hey-ey-ey-ey-ey-ey / sono come una ragazza andata fuori di testa / una brava ragazza andata fuori di testa / le ragazze vogliono solo divertirsi un po' / infuocarsi come una pistola fumante / sulla pista da ballo fino a che il sole sorga / le ragazze vogliono solo divertirsi un po'", richiamando le canzoni delle cantanti pop Cyndi Lauper e Rihanna. Durante il bridge Madonna conclude che lei "è comunque una ragazzaccia".

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Al momento i commenti sul pezzo sono stati mediocri, in genere evidenziando un'assenza di innovazione tipica delle precedenti produzioni di Madonna. Kerri Mason di Billboard ha detto che la canzone è "innegabilmente dance, ma con forti marcature di electro house", mentre MSN Music l'ha considerata una "traccia divertente" dell'album.

Jason Lipshitz di Billboard ha descritto Girl Gone Wild come "una no-nonsense electro-pop, con un ritmo di guida e un gancio propulsivo che ricorda la Madge nel 2005 con il singolo Hung Up".

Robbie Daw da Idolator ha dato una recensione tiepida, dicendo che "Madge sta facendo quello che sa fare meglio: alzare il calore sulla pista da ballo", ma che "la canzone è piena dei soliti cliché sul sesso della musica pop".

Il giornalista di The New York Observer Daniel D'Addario lo paragona al suo singolo Music del 2000, aggiungendo che «Madonna era dodici anni più giovane in quel momento e dunque forse più convincente come cattiva ragazza [...] forse è il momento per lei di provare qualcosa di completamente diverso?».[2]

Scott Shetler di Crush Pop ha scritto una recensione scarsa, assegnando al brano due stelle su cinque. Ha apprezzato la composizione musicale, affermando che si tratta di "una canzone da club che si adatta alla pop music contemporanea", tuttavia, ha considerato poco significativo il testo, dicendo inoltre che era troppo simile a quello del singolo di Usher del 2011, DJ Got Us Fallin' in Love.

Madonna canta Girl Gone Wild al MDNA Tour.

La rivista inglese Attitude parlando del singolo, dice: «sin dal momento della preghiera, la canzone ricorda la Madonna anni '90. Liricamente la canzone è piena di cliché ma non lo rende un problema, anzi. Musicalmente è uno dei suoi migliori pezzi da 'Confessions on a dance floor'» e aggiunge, «lei non è Britney [...] o Christina [...] è la regina della Re-Invenzione [...] l'originale girl gone wild».[3]

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

La canzone fa parte della colonna sonora del pay-per-view della WWE WrestleMania XXVIII

Video[modifica | modifica wikitesto]

Realizzato interamente in bianco e nero, il video è stato diretto dai fotografi Mert & Marcus, che avevano già collaborato con la cantante per un servizio fotografico per la rivista statunitense Interview e per le copertine dell'album MDNA. Il 9 marzo è stato pubblicato un teaser del video ufficiale sul canale VEVO della cantante, mentre il 21 marzo è stata diffusa la versione completa.

Al video partecipano i modelli Brad Alphonso, Jon Kortajarena, Simon Nessman, Rob Evans e Sean O'Pry, mentre il gruppo dance ucraino dei Kazaky accompagna Madonna nelle sequenze coreografate.[4] Il video prende ispirazione da altri video realizzati in passato dalla cantante, come Erotica, Justify My Love, Human Nature e Vogue. Il video è stato censurato su YouTube in molti paesi, poiché mostra scene esplicite.

Successo commerciale[modifica | modifica wikitesto]

Negli Stati Uniti, la canzone non riesce ad entrare nella Billboard Hot 100, fermandosi alla posizione numero 106. Tuttavia, arriva alla prima posizione della classifica dance, diventando la sua quarantaduesima numero 1 in questa classifica. Anche in Canada, la canzone non ha particolare successo, arrivando alla posizione 42. Per quanto riguarda l'Europa, anche qui i risultati sono scarsi, anche se riesce ad entrare in diverse top 10, come in Italia (numero 4, disco di platino), Spagna (numero 7), Ungheria (numero 4), Russia (numero 5), Grecia (numero 5). Nel Regno Unito, raggiunge solo la posizione 73. La canzone invece, ha particolare successo in Sudafrica, dove arriva alla posizione numero 3 e nei paesi asiatici. In Israele arriva alla 8, numero 7 in Corea del Sud e numero 1 in Hong Kong e Giappone.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Download digitale
  1. Girl Gone Wild - 3:48
CD singolo
  1. Girl Gone Wild - 3:48
  2. Girl Gone Wild (Justin Cognito Remix) - 4:48
Singolo maxi
  1. Girl Gone Wild (Avicii's UMF Mix) (con Avicii) - 5:16
  2. Girl Gone Wild (Dave Audé Remix) - 8:05
  3. Girl Gone Wild (Justin Cognito Remix) - 4:48
  4. Girl Gone Wild (Kim Fai Remix) - 6:33
  5. Girl Gone Wild (Lucky Date Remix) - 5:06
  6. Girl Gone Wild (Offer Nissim Remix) - 6:49
  7. Girl Gone Wild (Dada Life Remix) - 5:15
  8. Girl Gone Wild (Rebirth Remix) - 6:49

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifiche di fine anno[modifica | modifica wikitesto]

Classifica di fine anno (2012) Posizione
massima
Francia[22] 129
Italia[23] 33
Polonia[24] 46
Ungheria[25] 53

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Certificazioni Single Digital dalla settimana 1 del 2009 alla settimana 25 del 2012 (PDF), Federazione Industria Musicale Italiana. URL consultato il 3 luglio 2012 (archiviato dall'url originale il 26 giugno 2013).
  2. ^ Daniel D'Addario, Madonna Drops New Single ‘Girl Gone Wild’, in The New York Observer, Ken Kurson, 27 febbraio 2012. URL consultato il 28 aprile 2014.
  3. ^ Josh Haigh, Shoulda been huge: Madonna’s ‘Girl Gone Wild’, in Attitude, Attitude Media Ltd, 27 aprile 2014. URL consultato il 28 aprile 2014 (archiviato dall'url originale il 29 aprile 2014).
  4. ^ (EN) The Music Men, models.com, 28 marzo 2012. URL consultato il 5 aprile 2012.
  5. ^ (DE) Andamento di Girl Gone Wild nella classifica dell'Austria, su austriancharts.at. URL consultato il 18 maggio 2012.
  6. ^ (NL) Andamento di Girl Gone Wild nella classifica delle Fiandre, su ultratop.be. URL consultato il 30 marzo 2012.
  7. ^ (FR) Andamento di Girl Gone Wild nella classifica della Vallonia, su ultratop.be. URL consultato il 30 marzo 2012.
  8. ^ (EN) Canadian Hot 100 - Week of March 31, 2012, su billboard.com. URL consultato il 16 marzo 2012.
  9. ^ (EN) Andamento di Girl Gone Wild nella classifica della Finlandia, su finnishcharts.com. URL consultato il 7 aprile 2012.
  10. ^ (FR) Andamento di Girl Gone Wild nella classifica della Francia, su lescharts.com. URL consultato il 4 aprile 2012.
  11. ^ https://www.billboard.com/charts/hot-100#/charts/japan-hot-100?begin=21&order=position è nella settimana del 13/04/2012 con i relativi dati, la canzone non è cliccabile per vederne il profilo
  12. ^ Andamento di Girl Gone Wild nella classifica dell'Italia, FIMI. URL consultato il 27 aprile 2012.
  13. ^ (NL) Andamento di Girl Gone Wild nella classifica dei Paesi Bassi, su dutchcharts.nl. URL consultato il 30 marzo 2012.
  14. ^ Official UK Singles Top 100 - 18th August 2012 | Official UK Top 40 | music charts | Official Singles Chart
  15. ^ (CS) Andamento di Girl Gone Wild nella classifica della Repubblica Ceca, su ifpicr.cz. URL consultato il 3 aprile 2012.
  16. ^ (SK) Andamento di Girl Gone Wild nella classifica della Slovacchia, su ifpicr.cz. URL consultato il 28 marzo 2012.
  17. ^ (EN) Andamento di Girl Gone Wild nella classifica della Spagna, su spanishcharts.com. URL consultato il 7 aprile 2012.
  18. ^ (EN) Andamento di Girl Gone Wild nella classifica Billboard, Billboard. URL consultato il 17 aprile 2012.
  19. ^ (EN) Andamento di Girl Gone Wild nella classifica della Svezia, su swedishcharts.com. URL consultato il 18 maggio 2012.
  20. ^ (CH) Andamento di Girl Gone Wild nella classifica della Svizzera, su hitparade.ch. URL consultato il 4 aprile 2012.
  21. ^ (HU) Archívum - Rádiós Top 40 játszási lista - 2012. 15. hét, su mahasz.hu. URL consultato il 15 aprile 2012.
  22. ^ (FR) 200 singoli più venduti in Francia nel 2012 (PDF), su proxy.siteo.com.s3.amazonaws.com. URL consultato il 28 gennaio 2013.
  23. ^ (PL) classifica singoli di fine anno 2012 [collegamento interrotto], su fimi.. URL consultato il 1º maggio 2013.
  24. ^ (PL) TOP digital utworów - 2012/ [collegamento interrotto], su 2012www.zpav.pl. URL consultato il 1º maggio 2013.
  25. ^ (HU) MAHASZ Rádiós TOP 100 - radios 2012, su zene.slagerlistak.hu. URL consultato il 17 gennaio 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Madonna Portale Madonna: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Madonna