Express Yourself

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Express Yourself
Express Yourself.png
Screenshot del video
ArtistaMadonna
Tipo albumSingolo
Pubblicazione9 maggio 1989
Durata4:39
Album di provenienzaLike a Prayer
GenereDance pop
Funk
EtichettaWarner Bros.
ProduttoreMadonna, Stephen Bray
RegistrazioneDicembre 1988 - Johnny Yuma Studios, Los Angeles[1]
Certificazioni
Dischi d'argentoRegno Unito Regno Unito[2]
(Vendite: 200.000+)
Dischi d'oroAustralia Australia[3]
(Vendite: 35.000+)
Brasile Brasile[4]
(Vendite: 100.000+)
Paesi Bassi Paesi Bassi[5]
(Vendite: 50.000+)
Stati Uniti Stati Uniti[6]
(Vendite: 500.000+)
Madonna - cronologia
Singolo precedente
(1989)
Singolo successivo
(1989)
Logo
Logo del disco Express Yourself

Express Yourself è un brano della cantautrice statunitense Madonna. È il secondo singolo estratto dal suo quarto album Like a Prayer uscito il 9 maggio 1989 dalla Sire Records, e più tardi apparso remixato nella versione giapponese del mini-album Remixed Prayers nel 1989, e nella compilation del 1990 The Immaculate Collection. Il video vinse il premio come "Migliore direzione artistica", "Migliore fotografia" e "Migliore regia" agli MTV Video Music Awards 1989.[7] Il brano è stato inserito nel primo greatest hits della cantante, The Immaculate Collection, uscito nel 1990 e - in versione remix - nella raccolta dei suoi più grandi successi Celebration (2009).

Il singolo[modifica | modifica wikitesto]

"Express Yourself" è scritta e prodotta da Madonna e Stephen Bray, il brano è stato pubblicato il 9 maggio 1989 come singolo. È un inno al femminismo, dove Madonna incita le donne a non arrivare al secondo posto, ma a meritarsi il meglio dal proprio fidanzato, mettendo il proprio amore alla prova, per vedere se è questo sentimento è reale. Esorta a non farsi affascinare da lenzuola di seta e rose dai lunghi steli, perché l'amore non si vive solo a letto. Madonna inoltre richiama al fatto che se lui amerà veramente la sua donna, tornerà in ginocchio per riconquistarla.

Il brano debuttò alla posizione numero 41 della Billboard Hot 100 Singles Chart nella settimana del 3 giugno 1989 e arrivò nella top ten il 1º luglio dello stesso anno, raggiungendo, infine, la posizione numero 2 il 15 luglio 1989. In Italia, invece, raggiunse direttamente la prima posizione.

Dopo 22 anni (17 marzo 2011) dalla pubblicazione, "Express Yourself" debuttò di nuovo nelle classifiche iTunes di tutto il mondo a seguito di una mossa congiunta di molti fan della cantante. L'evento venne chiamato "Express Yourself: International Download Day" e si propose di riportare (attraverso il Download simultaneo della canzone su iTunes) il singolo nelle classifiche mondiali cavalcando l'attenzione mediatica per il pezzo dovuto alla somiglianza con il singolo "Born This Way" della cantautrice Lady Gaga, uscito in quel periodo. I risultati furono notevoli tanto che lo stesso manager di Madonna, tramite un messaggio su Twitter, ha espresso i suoi ringraziamenti ai fan della cantante.[8][9]

Il video[modifica | modifica wikitesto]

(EN)

« Without the heart. There can be no understanding between the hand and the mind. »

(IT)

« Senza cuore, non ci può essere alcuna comprensione tra braccia e mente. »

(Dal film Metropolis di Fritz Lang)

Il video è stato diretto da David Fincher e girato nel mese di aprile 1989 negli studi di Culver City, California. È basato sul film classico Metropolis del 1927 di Fritz Lang. Il suo budget di $ 5 milioni fece di "Express Yourself" il video musicale più costoso della storia; mentre al momento occupa la quarta posizione della classifica, dietro a Die Another Day (altro video di Madonna) di $ 6 milioni di dollari, Work Bitch di Britney Spears e Scream (7 milioni) di Michael Jackson e Janet Jackson[10]. "Express Yourself" debuttò in anteprima mondiale su MTV il 17 maggio 1989.[11]

Durante un'intervista realizzata ad un programma televisivo della BBC, Madonna parlò, scherzosamente, del principale tema del video, sostenendo che la metafora del gatto rappresenta "Pussy rules the world" (letteralmente "La vagina governa il mondo", in inglese la parola "pussy" sta a indicare sia il gatto che l'organo sessuale femminile, infatti, nel video compare più volte un gatto nero).[12]

Nel 2010, Christina Aguilera ha reso omaggio a "Express Yourself" con il suo video musicale Not Myself Tonight, la cantante ha affermato che il video di Madonna è uno dei suoi preferiti.[13]

Esecuzioni dal vivo[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1989, Madonna ha eseguito "Express Yourself" agli MTV Video Music Awards. Il successo del brano ha spinto Madonna a inserire Express Yourself nelle scalette nei concerti dal 1990 in poi ad eccezione del Drowned World Tour, del Confessions Tour e dello Sticky & Sweet Tour. In quest'ultimo eseguirà "Express Yourself" solo come "canzone su richiesta" diventando alla fine la canzone più richiesta dal pubblico. La canzone apre il Blond Ambition Tour del 1990, ed è inserita in perfetto stile Disco anche nel Girlie Show del 1993, la performance inizia con una voce distorta che dice "I'm gonna take you to a place you've never been before" ("Ti porterò in un posto dove non sei mai stato prima"), e in seguito Madonna scende dal soffitto su una gigantesca sfera specchiata, indossando una parrucca bionda afro e un classico vestito da discoteca. Poi le sue due ballerine compaiono sulla scena e insieme a Madonna iniziano a cantare la canzone. Alla fine "Express Yourself" si collega al brano successivo Deeper and Deeper anch'esso eseguito in stile Disco. "Express Yourself" è inserita anche nel Re-Invention Tour del 2004 dove il testo iniziale della canzone viene modificato dal classico "Come on girls!" a "Come on Boys!", per via del tema in chiave militare dell'esibizione.

L'esibizione del Blond Ambition Tour, dove viene riproposta l'ambientazione della fabbrica, è diventata un simbolo della popstar, che appariva da una scala con capelli biondi a coda di cavallo, abiti maschili con sotto il corsetto rosa con i seni a forma di cono.

Dopo 8 anni di assenza dalle scalette dei suoi tour, Madonna include Express Yourself nel suo MDNA Tour del 2012, cantando la canzone vestita da majorette, circondata da ballerine vestite sempre nello stesso modo.In questa versione il brano è mixato con Born This Way di Lady Gaga, a sottolineare la supposta somiglianza di quest'ultimo con la canzone di Madonna.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

La rivista statunitense Time Magazine, ha inserito il video all'ottava posizione nella classifica dei 30 video più belli della storia della musica.[14] Mentre, Slant Magazine ha stilato una lista dei "100 migliori video musicali" riservando il primo posto come miglior video di sempre.[15]

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Il singolo fu top 5 praticamente ovunque e fu un altro successo per Madonna.

Classifiche di fine anno[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (1989) Posizione
Australia[27] 28
Canada[28] 8
Paesi Bassi[29] 63
Italia[30] 16
Svizzera[31] 12
Regno Unito 20
Stati Uniti[32] 55

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Note di copertina di Like a Prayer, Madonna, Sire Records 9 25844-1, LP, Vinile, CD, 1989.
  2. ^ https://www.bpi.co.uk/bpi-awards/
  3. ^ Australian Fun Countdowns: Accreditation Awards
  4. ^ ABPD | Associação Brasileira de Produtores de Disco
  5. ^ Dutch singles top 100
  6. ^ RIAA - Recording Industry Association of America
  7. ^ MTV Video Music Awards | 1989 | Highlights, Winners, Performers and Photos from the 1989 MTV Video Music Awards | MTV.com
  8. ^ Grazie « Express Yourself International Download Day
  9. ^ https://twitter.com/#!/guyoseary/status/50266328589811712
  10. ^ Jennifer Michalski, The Most Expensive Music Videos Of All Time, su Business Insider, Henry Blodget, 20 gennaio 2014. URL consultato il 23 aprile 2014.
  11. ^ Edna Gundersen, Madonna's latest video expression, su USA Today, 1989. URL consultato il 23 aprile 2014.
  12. ^ BBC Omnibus: Madonna - Behind the American Dream (Londra), Omnibus, vol. 24, BBC, 10 agosto 1990.
  13. ^ www.independentmusicwomen.it
  14. ^ Glen Levy, The 30 All-TIME Best Music Videos, su TIME magazine, 26 luglio 2011. URL consultato il 23 aprile 2014.
  15. ^ Sal Cinquemani e Ed Gonzales, 100 greatest music videos, su Slant Magazine, 30 giugno 2003. URL consultato il 22 aprile 2014.
  16. ^ australian-charts.com - Australian charts portal
  17. ^ a b c d e (NL) Ultratop – Madonna – Express Yourself (song), Ultratop. Hung Medien. URL consultato il 9 luglio 2011.
  18. ^ (NL) Madonna – Express Yourself – Song details, VRT Top 30, 10 giugno 1989. URL consultato il 2 febbraio 2010 (archiviato dall'url originale il 9 aprile 2012).
  19. ^ Item Display - RPM - Library and Archives Canada
  20. ^ (NL) De Netherlandse Top 40, MegaCharts. Radio 538, Week 26 – 1989. URL consultato il 22 gennaio 2011.
  21. ^ (DE) Chartverfulgong > Madonna > Express Yourself, Media Control Charts. Musicline.de, 10 luglio 1989. URL consultato il 22 gennaio 2011.
  22. ^ The Irish Charts – All there is to know, Irish Recorded Music Association, 25 maggio 1989. URL consultato il 22 gennaio 2011.
  23. ^ Madonna – Express Yourself, Federation of the Italian Music Industry. URL consultato l'8 gennaio 2010.
  24. ^ Fernando Salaverri, Sólo éxitos: año a año, 1959–2002, 1st, Spain, Fundación Autor-SGAE, settembre 2005, p. 98, ISBN 84-8048-639-2.
  25. ^ 1989-06-10 Top 40 Official UK Singles Archive | Official Charts
  26. ^ http://www.billboard.com/#/charts/hot-100?chartDate=1989-07-15
  27. ^ ARIA Charts - End of Year Charts - Top 50 Singles 1989
  28. ^ Item Display - RPM - Library and Archives Canada
  29. ^ (NL) De Single Top 100 1989 Over (PDF), Radio 538. MegaCharts. URL consultato il 26 giugno 2011.
  30. ^ Top Annuali Singles: 1989, Federation of the Italian Music Industry. URL consultato l'8 gennaio 2010.
  31. ^ (DE) Schweizer Jahreshitparade 1989, Swiss Music Charts. URL consultato il 27 giugno 2011.
  32. ^ Billboard (eJournal / eMagazine, 1963) [WorldCat.org]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Madonna Portale Madonna: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Madonna