Frozen (Madonna)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Frozen
Frozen.png
Screenshot del video
Artista Madonna
Tipo album Singolo
Pubblicazione 23 febbraio 1998Europa
3 marzo 1998 Stati Uniti
Durata 6 min : 12 s
Album di provenienza Ray of Light
Dischi 1
Tracce 2
Genere Musica elettronica
Etichetta Maverick Records, Warner Bros.
Produttore Madonna, Patrick Leonard e William Orbit
Registrazione 1997
Note È stato pubblicato un maxi CD singolo di Frozen con 4 tracce remix del brano
Certificazioni
Dischi d'oro Australia Australia[1]
(vendite: 35 000+)
Francia Francia[2]
(vendite: 470 000+)
Paesi Bassi Paesi Bassi[3]
(vendite: 50 000+)
Svezia Svezia[4]
(vendite: 20 000+)
Svizzera Svizzera[5]
(vendite: 25 000+)
Regno Unito Regno Unito[6]
(vendite: 400 000+)
Stati Uniti Stati Uniti[7]
(vendite: 500 000+)
Dischi di platino Austria Austria[8]
(vendite: 50 000+)
Germania Germania[9]
(vendite: 500 000+)
Nuova Zelanda Nuova Zelanda[10]
(vendite: 15 000+)
Norvegia Norvegia[11]
(vendite: 50 000+)
Madonna - cronologia
Singolo successivo
(1998)
Logo
Logo del disco Frozen

Frozen è una canzone della cantante americana Madonna, tratta dal suo settimo album in studio Ray of Light (1998). Il brano Frozen è stato scelto come singolo che ha anticipato l'uscita dell'album Ray of Light, ed è stato pubblicato il 23 febbraio 1998 dalla Maverick Records. Inoltre, la canzone è stata inclusa nella compilation GHV2(2001) e Celebration(2009). "Frozen" è stata scritta da Madonna e Patrick Leonard, ed è stata prodotta in collaborazione con William Orbit.

Nel 2005, un giudice belga decretò che il singolo "Frozen" era un plagio della canzone di Salvatore Acquaviva, e la canzone fu proibita nella regione. Malgrado ciò, Madonna interpretò comunque la canzone in uno spettacolo nella città di Werchter, in Belgio.

La canzone[modifica | modifica wikitesto]

Dal punto di vista musicale, Frozen è una ballata elettronica mid-tempo, il cui testo parla di un uomo freddo e senza emozioni[12]. Se nel primo verso il ritmo è ancora medio, con l'arrivo del ritornello viene aggiunto un ritmo più dance accompagnato da suoni ambientali[12]. Nel secondo verso, il testo diventa più profondo: "Love is a bird, she needs to fly" (l'amore è un uccello, ha bisogno di volare). Santiago Fouz-Hernández eFreya Jarman-Ivens, autori di Madonna's Drowned Worlds, hanno commentato che la canzone si ispira fortemente a diversi stili musicali, dalla Musica classica contemporanea, come il neoromanticismo, all'opera italiana, in particolare alla Madama Butterfly di Puccini e all'Aida di Giuseppe Verdi. Nella voce di Madonna, durante la canzone, manca il vibrato, e questo ha portato ad una comparazione con la musica medievale[12]. In un'intervista per il The New York Times, Madonna ha affermato che il testo di Frozen " parla di ritorsione, di vendetta, di odio e di rimpianto. Tutti diranno che la canzone riguarda Carlos [suo ex fidanzato], ma non è così: parla delle persone in generale[13].

"Frozen" ha ricevuto pareri favorevoli dai critici musicali, alcuni dei quali considerano la canzone come staccata dal resto dell'album. "Frozen" fu descritta come un'opera maestra, e il suo suono e il suo ritmo melodico si sono definiti come cinematografici. La canzone è stata un successo in tutto il mondo. Negli Stati Uniti, "Frozen" ha raggiunto la posizione numero due della Billboard Hot 100, diventando la sesta canzone numero due di Madonna di questa classifica. Nel frattempo, la canzone raggiunge la posizione numero uno della Hot Dance Club Play. Inoltre, "Frozen" è stato un notevole successo mondiale, taggiungendo le prime posizioni in molti paesi, tra cui Italia, Spagna, Canada e Regno Unito.[14][15] Sal Cinquemani di Slant Magazine ha dato alla canzone una recensione positiva, lodando la sua produzione e sostenendo che questa è "uno dei grandi capolavori pop degli anni '90. Il cui testo è semplice, ma le sue dichiarazioni sono grandi".[16] Paul Verna di Billboard considera la canzone "favolosa"[17]. In una recensione a parte, Larry Flick ha definito la canzone "una splendida incursione nel regno della musica elettronica, che verrà applaudita dai puristi underground."[18] Rob Sheffield di Rolling Stone ha commentato positivamente la "malinconia artica" della canzone[19].

Il video[modifica | modifica wikitesto]

Il video di Frozen è stato diretto da Chris Cunningham ed è stato girato al Cuddeback Lake nel Deserto del Mojave, in California, tra il 7-11 gennaio del 1998. Madonna ha affermato di vedere il deserto come un luogo magico pervaso di poteri mistici e quindi una buona metafora per il video [20]. Il video è stato ispirato da Il paziente inglese e l' opera di Martha Graham[21]. La stilista Arianne Phillips fu ingacciata per curare l'immagine dell'artista[22], mentre l'abito nero indossato da Madonna all'interno del video proviene dalla collezione Spring-Summer 1998 di Jean Paul Gaultier, collezione ispirata all'immagine e ai costumi della pittrice sudamericana Frida Kahlo[23].Nel video Madonna appare con le mani coperte da disegni realizzati con Hennè, che ha molto significato nello Yoga e che conferisce un'aria mistica alla sua immagine. Madonna ha dichiarato che lei e il suo team avevano pensato di filmare il video in Islanda, perché l'idea era quella di girare il video in un posto freddo, dove ci fosse la neve, ma alla fine l'idea fu accantonata, perché Madonna non era disposta a morire di freddo. Madonna non aveva considerato che in quel periodo dell'anno nel deserto si raggiungono le temperature più fredde dell'anno, e che durante la registrazione piovve spesso. Poco dopo la registrazione, Madonna dichiarò che girare il video è stato il lavoro più duro della sua carriera, dovuto al freddo che dovette sopportare. Il video è ricco di effetti speciali, dai filtri colorati per rendere il deserto notturno all'effetto di una Madonna che vola in cielo, dai cambiamenti di forma della figura della cantante, che una volta muta in uno stormo di corvi e poi in un cane, alla presenza di altri due "cloni" della cantante stessa. Il video di Frozen ha vinto il premio nella categoria Migliori Effetti Speciali, agli MTV Video Music Awards del 1998.[24]. Oltre la versione del brano tratta dall'album Ray of Light, in un secondo momento è stato fatto promuovere il video nella versione Stereo Mc's Mix.

Esecuzioni dal vivo[modifica | modifica wikitesto]

Madonna realizzò una forte promozione del singolo "Frozen", e prova di esso sono tutte le occasioni in cui la cantante interpretò la canzone in vari programmi televisivi negli Stati Uniti e in Europa nel 1998. La canzone fu inclusa in tre dei suoi tour mondiali[25]:

Drowned World Tour (2001): Dopo l'interludio di Paradise (Not for Me), Madonna appariva sul palco vestita da Geisha. Madonna indossava una parrucca nera, e un vestito rosso e nero, con ali enormi lunghe circa nove metri. Mentre la canzone procede, la cantante si libera delle ali e balla, con mosse sincronizzate di Karate, lungo tutta la superficie del palco. La performance terminava con un interludio strumentale di Open Your Heart, che introduceva "Nobody's Perfect". L'atto poi continua con Nobody's Perfect (tratta da Music) e con due brani da Ray of Light, Sky Feats Heaven e Mer Girl la cui esecuzione è ispirata ai combattimenti degli anime giapponesi. L'atto termina con un video del brano What It Feels Like For A Girl (Paul Oakenfold remix) che presenta alcune immagini cruente tratte dal film Perfect Blue.

Re-Invention Tour (2004): Per questa esibizione, Madonna scelse la versione dell'album. Madonna è posizionata al centro del palco, mentre nello schermo alle sue spalle si proietta un video diretto da Chris Cunningham chiamato "Flex" nel quale si vedono un uomo e una donna completamente nudi.

Sticky & Sweet Tour (2009): In una versione più rave rispetto all'originale, Frozen rimpiazzò la canzone Hung Up, nella setlist della seconda tappa del suo tour. Questa canzone include estratti di Open Your Heart del disco True Blue, di I'm Not Alone di Calvin Harris e di Hung Up.

Remix ufficiali[modifica | modifica wikitesto]

  • Stereo Mc's Mix
  • Meltdown Mix Long Version
  • Widescreen Mix
  • Victor Calderone Club Mix / Extended Club Mix

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (1998) Posizione
massima
Australia[26] 5
Austria[27] 2
Belgio (Fiandre)[28] 2
Belgio (Vallonia)[29] 3
Brasile[30] 1
Canada[31] 2
Finlandia[32] 1
Francia[33] 2
Italia[34] 1
Irlanda 4
Messico[35] 1
Norvegia[36] 2
Nuova Zelanda[37] 5
Paesi Bassi[38] 2
Polonia[39] 1
Regno Unito[40] 1
Spagna[41] 1
Svezia[42] 2
Svizzera[43] 2
Stati Uniti[44] 2

Classifiche di fine anno[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (1998) Posizione
Australia[45] 44
Austria[46] 15
Belgio (Fiandre)[47] 18
Belgio (Vallonia)[48] 15
Paesi Bassi[49] 14
Francia[50] 15
Italia[51] 7
Germania[52] 17
Svezia[53] 26
Svizzera[54] 6
Stati Uniti[55] 32

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Austrian Recording Industry Association, Australian certification, aria.com.au, 1998. URL consultato il 6 agosto 2008.
  2. ^ http://www.infodisc.fr/S_Certif.php scrivere nella barra madonna o frozen e controllare
  3. ^ Nederlandse Vereniging van Producenten en Importeurs van beeld- en geluidsdragers, Dutch certification (search), nvpi.nl, 1999. URL consultato il 6 agosto 2008.
  4. ^ International Federation of the Phonographic Industry, Swedish certification, ifpi.se, Week 25, 1998. URL consultato il 6 agosto 2008.
  5. ^ Hit Parade, Swiss certification, hitparade.ch, 1998. URL consultato il 6 agosto 2008.
  6. ^ BPI - Certified Awards Search, British Phonographic Industry. URL consultato il 2 luglio 2010.
  7. ^ Recording Industry Association of America, U.S. certification (search), riaa.com, 30 aprile 1998. URL consultato il 6 agosto 2008.
  8. ^ International Federation of the Phonographic Industry, Austrian certification (search), ifpi.at, 10 marzo 1998. URL consultato il 6 agosto 2008.
  9. ^ Template:Cite certification
  10. ^ RIANZ (select 'Chart #1165 - Sunday 27 June 1999' and 'Top 50 Albums Chart' from drop-down lists), Recording Industry Association of New Zealand. URL consultato il 10 agosto 2008.
  11. ^ International Federation of the Phonographic Industry, Norwegian certification (search), ifpi.no, 1998. URL consultato il 6 agosto 2008.
  12. ^ a b c Fouz-Hernández, Santiago; Jarman-Ivens, Freya, Madonna's Drowned Worlds., Ashgate Publishing, Ltd., 2004, p. 64.
  13. ^ Powers, Ann, "POP VIEW; New Tune for the Material Girl: I'm Neither", The New York Times., 1 Marzo 1998.
  14. ^ italiancharts.com - Madonna - Frozen
  15. ^ FROZEN
  16. ^ Cinquemani, Sal, "Madonna - Ray Of Light - Music Review", Slant Magazine.
  17. ^ Verna, Paul, "Reviews & Previews – Spotlight: Madonna, Ray of Light", Billboard.
  18. ^ Flick, Larry, Madonna- Frozen, Billboard, 21 Febbraio 1998.
  19. ^ Sheffield, Rob, "Madonna: Ray of Light review", Rolling Stone, 2 Aprile 1998.
  20. ^ MTV, Inside Madonna, mtv.com.
  21. ^ Guilbert, Georges-Claude, Madonna As Postmodern Myth, McFarland, 2002.
  22. ^ Cochrane, Lauren, "Madonna's style guru becomes a sole mate", The Guardian, 22 Luglio 2012.
  23. ^ Costumi by Jan Paul Gaultier, myetymology.com. URL consultato il 7 dicembre 2012.
  24. ^ 1998 VMA Winner, mtv.com.
  25. ^ Esibizioni dal vivo di "Frozen", mlvcperformance.free.fr.
  26. ^ Classifica Australia, australian-charts.com.
  27. ^ Classifica Austria, austriancharts.at.
  28. ^ Classifica Belgio (Fia), ultratop.be.
  29. ^ Classifica Belgio (Vl), ultratop.be.
  30. ^ Classifica Brasile), beautifulmadonna.com.
  31. ^ Classifica Canada, collectionscanada.gc.ca.
  32. ^ Classifica Finlandia, finnishcharts.com.
  33. ^ Classifica Francia, lescharts.com.
  34. ^ Classifica Italia, hitparadeitalia.it.
  35. ^ Classifica Messico), beautifulmadonna.com.
  36. ^ Classifica Norvegia, norwegiancharts.com.
  37. ^ Classifica Nuova Zelanda, charts.org.nz.
  38. ^ Classifica Paesi Bassi, dutchcharts.nl.
  39. ^ Classifica Polonia, lp3.pl.
  40. ^ Classifica UK, chartstats.com.
  41. ^ Classifica Spagna), beautifulmadonna.com.
  42. ^ Classifica Svezia, swedishcharts.com.
  43. ^ Classifica Svizzera, hitparade.ch.
  44. ^ Classifica Billboard, billboard.com.
  45. ^ ARIA Charts - End of Year Charts - Top 100 Singles 1998, Aria.com.au. URL consultato il 2 marzo 2011.
  46. ^ austriancharts.at - Austria Top 40 - Hitparade Österreich
  47. ^ ultratop.be - ULTRATOP BELGIAN CHARTS
  48. ^ ultratop.be - ULTRATOP BELGIAN CHARTS
  49. ^ dutchcharts.nl - Dutch charts portal
  50. ^ Disque en France
  51. ^ Hit Parade Italia - Top Annuali Single: 1998
  52. ^ INFINITY CHARTS: German Top 20
  53. ^ (SV) Årslista Singlar - År 1998, hitlistan.se. URL consultato il 28 dicembre 2011.
  54. ^ Swiss Year-End Charts 1998 - swisscharts.com
  55. ^ Billboard Top 100 - 1998, longboredsurfer.com. URL consultato il 28 agosto 2010.
Madonna Portale Madonna: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Madonna