Take a Bow (Madonna)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Take a Bow
Teicabau.png
Screenshot del video
Artista Madonna
Tipo album Singolo
Pubblicazione 6 dicembre 1994
Durata 5:21
Album di provenienza Bedtime Stories
Genere Pop[1]
Contemporary R&B
Etichetta Maverick, Sire, Warner Bros.
Produttore Madonna, Babyface
Registrazione 1994
Formati CD singolo, CD maxi-singolo
Certificazioni
Dischi d'oro Stati Uniti Stati Uniti[2]
(Vendite: 500.000+)
Madonna - cronologia
Singolo precedente
(1994)
Singolo successivo
(1995)
Logo
Logo del disco Take a Bow

Take a Bow è una canzone di Madonna del 1994; è il secondo singolo estratto dall'album Bedtime Stories; è incluso nelle raccolte successive GHV2 e Celebration.

"Take a Bow" riscosse grande successo negli Stati Uniti, rimanendo alla posizione numero 1 della Billboard Hot 100 per sette settimane consecutive, un record personale per Madonna. Si tratta inoltre del quarto singolo di Madonna di maggior successo di sempre nella classifica americana.[3]

Madonna si esibì in Italia con questa ballata al Festival di Sanremo 1995 come ospite internazionale, dando al singolo la spinta giusta sul mercato italiano.

La canzone[modifica | modifica wikitesto]

Take a Bow è scritta, prodotta e cantata insieme al produttore Babyface, famoso per le collaborazioni con Mariah Carey e TLC. La canzone tratta il tema dell'addio: Madonna dice addio a una persona che ha dato per scontato il suo amore. La canzone richiama il verso "Tutto il mondo è un palcoscenico e gli uomini e le donne sono solo attori" della commedia pastorale di Shakespeare "Come vi piace"[4]. Nel libro "Madonna: An Intimate Biography" Randy Taraborelli descrive il testo della canzone come cupo e sarcastico riguardo ad un amore non ricambiato, in cui Madonna invita il soggetto che non ricambia il suo amore a "fare un inchino" per eseguire uno spettacolo trasparente nella vita e nell'amore"[5].

Il singolo[modifica | modifica wikitesto]

Il singolo, mantenne la prima posizione per ben 7 settimane nella Billboard Hot 100. Inoltre raggiunse la n.1 in Canada, Messico e Giappone; minore invece fu il successo in Europa, dove non raggiunse quasi mai la top 10, tranne in Italia (n.2), Svizzera (n.8), Spagna (n.1), Lituania (n.4) e Danimarca (n.9). Negli Stati Uniti, "Take A Bow" è l'ottavo singolo più venduto del 1995.

Il video[modifica | modifica wikitesto]

Nel video di Take a Bow Madonna interpreta una donna innamorata di un torero. Registrato nelle arene di Antequera e nella Plaza de Toros di Ronda[6] (Spagna), il video ha suscitato le proteste della protezione animali per l'uso dei tori che poteva stimolare e promuovere la pratica della corrida. Madonna ha risposto alle polemiche comprando i tre tori usati nel video. Hanno protestato anche i gruppi femministi per la scena del video in cui la popstar viene sottomessa dal torero.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Il 6 dicembre 1994 venne pubblicato per il solo mercato giapponese a scopo promozionale per l'album Bedtime Stories, un EP intitolato Take a Bow Remixes, contenente alcuni remix di Take a Bow e Bedtime Stories.

Take a Bow Remixes[7]
  1. Take a Bow (Indasoul Mix) – 4:57
  2. Take a Bow (Album Edit) – 4:31
  3. Take a Bow (Silky Soul Mix) – 4:11
  4. Take a Bow (Indasoul Instrumental) – 4:56
  5. Take a Bow (Silky Soul Instrumental) – 4:11
  6. Take a Bow (Album Instrumental) – 5:21
  7. Bedtime Stories (Album Edit) – 4:08
  8. Bedtime Stories (Junior's Wet Dream Mix) – 8:33

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica di fine anno[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (1994) Posizione
Italia[18] 37
Classifica (1995) Posizione
Canada[19] 3
Svizzera[20] 37
Stati Uniti[21] 8

Classifiche decennali[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (1990–1999) Posizione
Stati Uniti[22] 24

Cover[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1995 la cantante serba Bebi Dol realizza una fortunatissima cover in serbo del brano, intitolata Pokloni se (il significato è lo stesso: «Fai un inchino»), inserendola nel suo album più famoso, Ritam srca.

Esecuzioni dal vivo[modifica | modifica wikitesto]

Madonna eseguì il brano durante alcune apparizioni televisive per promuovere l'album Bedtime Stories: in una puntata del noto programma televisivo tedesco Wetten, dass...?, al Festival di Sanremo in Italia e agli American Music Awards dove fu accompagnata dal produttore Babyface.

La canzone non fu inclusa nei tour successivi dell'artista sino al Rebel Heart Tour quando Madonna la inserì nelle tappe in Asia e in Oceania, figurando anche nella scaletta dello show esclusivo Tears of a Clown tenutosi a Melbourne il 10 Marzo 2016.

  1. ^ Explore: Soft Rock | Top Songs | AllMusic
  2. ^ RIAA - Recording Industry Association of America
  3. ^ Madonna's 40 Biggest Billboard Hits | Billboard
  4. ^ Rooksby, Rikky, The Complete Guide to the Music of Madonna, 2004, p. 49-50.
  5. ^ J. Randy Taraborrelli, Madonna: An Intimate Biography, Simon & Schuster, 2001, p. 238.
  6. ^ Traveling Spain: Ronda City Guide > Ronda's Plaza de Toros
  7. ^ http://www.discogs.com/Madonna-Take-A-Bow-Remixes/release/699671
  8. ^ a b c d e f g Hit Parade, Madonna — Take a Bow (European Charts), hitparade.ch, 1994. URL consultato il 16 luglio 2008.
  9. ^ Radio 2 top 30
  10. ^ Top Singles – Volume 61, No. 5, March 6, 1995
  11. ^ Dutch Top 40
  12. ^ Charts-Surfer, German Singles Chart (Search), charts-surfer.de, 1995. URL consultato il 16 luglio 2008.
  13. ^ Irish Singles Chart (Search), irishcharts.ie, 22 dicembre 1994. URL consultato il 16 luglio 2008.
  14. ^ Madonna – Take a Bow, Federation of the Italian Music Industry. URL consultato l'8 gennaio 2010.
  15. ^ Classifica Polonia, lp3.pl.
  16. ^ Every Hit, UK Singles Chart (Search), everyhit.com, 1995. URL consultato il 16 luglio 2008.
  17. ^ Allmusic, Billboard Charts, allmusic.com, 1995. URL consultato il 16 luglio 2008.
  18. ^ Hit Parade Italia - Top Annuali Single: 1994
  19. ^ RPM's Top 100 Singles Of 1995, su RPM, RPM Music Publications Ltd, 18 dicembre 1995. URL consultato il 27 dicembre 2010.
  20. ^ Swiss Year-End Charts 1995, swisscharts.com. URL consultato il 21 ottobre 2011.
  21. ^ Billboard Top 100 – 1995, longboredsurfer.com. URL consultato il 27 agosto 2010.
  22. ^ Geoff Mayfield, 1999 The Year in Music Totally 90s: Diary of a Decade - The listing of Top Pop Albums of the 90s & Hot 100 Singles of the 90s, Billboard. Nielsen Business Media, Inc, 25 dicembre 1999. URL consultato il 15 ottobre 2010.
Madonna Portale Madonna: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Madonna