Age & Scarpelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Age e Scarpelli)
Jump to navigation Jump to search

Age & Scarpelli è il nome d'arte con il quale è noto il duo di sceneggiatori formato da Agenore Incrocci (Brescia, 4 luglio 1919Roma, 15 novembre 2005) e Furio Scarpelli (Roma, 16 dicembre 1919Roma, 28 aprile 2010).

Inclini all'umorismo popolaresco e alla satira, hanno operato con inesauribile vena nel filone comico del dopoguerra prima, nella cosiddetta commedia all'italiana poi, lavorando con i maggiori esponenti del genere, da Monicelli (I soliti ignoti, 1958; La grande guerra, 1959; I compagni, 1963; L'armata Brancaleone, 1966; Romanzo popolare, 1974) a Germi (Sedotta e abbandonata, 1964; Signore & signori, 1966), da Dino Risi (I mostri, 1963; Straziami ma di baci saziami, 1968), a Comencini (Tutti a casa, 1960) e Scola (C'eravamo tanto amati, 1974).

Col passare degli anni hanno spesso preferito lavorare separati, Age principalmente con Risi (Dagobert, 1984), Scarpelli con Scola (Maccheroni, 1985; La famiglia, 1987; Il viaggio di Capitan Fracassa, 1990, La cena, 1998; Concorrenza sleale, 2001) e con Carlo Lizzani (Cattiva, 1991, Celluloide, 1995).

Molto più attivo di Age, che ha scritto nel 1991 la sceneggiatura per Il conte Max di Christian De Sica, Scarpelli ha firmato (spesso in collaborazione con il figlio Giacomo) sceneggiature per Michael Radford (Il postino, 1994), Roberto Cimpanelli (Un inverno freddo freddo, 1996), Enzo d'Alò (Opopomoz), 2003) e per Paolo Virzì (Ovosodo, 1997; N - Io e Napoleone, 2006).

Nell'ottobre del 2019 il Comune di Roma ha deciso di dedicare un parco alla famosa coppia di sceneggiatori nei pressi del quartiere Monte Sacro: Parco Age&Scarpelli: Sceneggiatori.[1]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàEuropeana agent/base/79242
Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema