Il tassinaro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il tassinaro
Il tassinaro.jpg
Giulio Andreotti e Alberto Sordi in una scena
Lingua originale Italiano
Paese di produzione Italia
Anno 1983
Durata 120 minuti (versione cinematografica)
205 minuti (versione televisiva)
Genere commedia
Regia Alberto Sordi
Soggetto Age & Scarpelli, Alberto Sordi
Sceneggiatura Age & Scarpelli, Alberto Sordi
Produttore Fulvio Lucisano
Fotografia Sergio D'Offizi
Montaggio Tatiana Casini Morigi
Musiche Piero Piccioni
Scenografia Massimo Razzi
Interpreti e personaggi

Il tassinaro è un film del 1983, di e con Alberto Sordi, una pellicola dal discreto successo commerciale, che si avvale tuttavia e prevalentemente del nome e dell'interpretazione del divo della commedia italiana.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Pietro Marchetti, maturo tassista romano, ha degli innumerevoli ed interessanti incontri mentre è in servizio con la sua vettura "Zara 87", che vanno da una ragazza con intenti suicidi ad un anziano portiere che gli affida un neonato da recare a sua madre prostituta, presso le Terme di Caracalla. Seguono un'impossibile coppia di sposi - lui diciannovenne, lei ultra ottantenne - una matura ex diva Silvana Pampanini, che lui ferisce scambiandola per Sylva Koscina, fino al politico e coetaneo Giulio Andreotti ed il regista Federico Fellini, tutti interpretati dai medesimi.

Non mancano situazioni critiche come alterchi e rapine alle quali egli reagisce con dignità, una volta venuta meno la pazienza.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Il taxi guidato da Sordi è un Fiat Ritmo II serie.
  • Commedia di Sordi anche regista e sceneggiatore, coadiuvato da Age e Scarpelli, con l'inconfondibile apporto musicale di Piero Piccioni, caro all'attore.
  • Apparizione di un'esordiente Alessandra Mussolini - allora soubrette televisiva e modella per la rivista per soli uomini - e di un maturo sex symbol anni Settanta, Marilù Tolo.
  • Esterni girati a Roma nei luoghi menzionati dal film. La casa della famiglia Marchetti, simile a degli scorci trasteverini del dopoguerra, è un antico borgo di Ostia Antica in piazza della Rocca, la stessa location fu utilizzata nel 1976 per il film Squadra antiscippo. Il luogo dove è prelevato l'anziano portinaio con il neonato, si trova nei pressi della fermata Metro A Subaugusta, vicino agli studi di Cinecittà.
  • L'hotel dove si svolge la cena dell'emiro è la Sala Ellisse del Cavalieri Hilton in via Cadlolo 101.
  • Gli interni sono girati nei teatri di posa di Cinecittà, tra i quali numerose scene nella vettura di servizio, utilizzando l'antica tecnica di uno schermo retrostante cui sono proiettati scorci urbani, spesso sproporzionati con il soggetto, e conosciuta come trasparente.
  • Un'edizione del film più lunga fu trasmessa su Rai Uno in due serate nel 1988.
  • Il film ha avuto un sequel, Un tassinaro a New York del 1987, sempre diretto e interpretato dallo stesso Sordi.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

(EN) Il tassinaro, su Internet Movie Database, IMDb.com. Modifica su Wikidata

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema