Sergio D'Offizi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Sergio D'Offizi (Roma, 1º luglio 1934) è un direttore della fotografia italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Inizia la sua attività come aiuto operatore alla metà degli anni cinquanta, ha fotografato più di settanta film, da Che fine ha fatto Totò Baby? (1964) ad Aitanic (2000). Ha diretto anche la fotografia di Cannibal Holocaust e, nel processo che è seguito al sequestro dalle sale cinematografiche nel 1980, è stato l'unico assolto in primo grado.[1]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2011 ha ricevuto il premio alla carriera dal Foggia Film Festival[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Gordiano Lupi, Cannibal! Il cinema selvaggio di Ruggero Deodato, Roma, Mondo Ignoto, 2003.
  2. ^ Premi 2011, su foggiafilmfestival.it.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN87025344 · ISNI (EN0000 0000 6063 0064 · SBN IT\ICCU\GEAV\062109 · GND (DE1024006735