I seduttori della domenica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
I seduttori della domenica
Titolo originaleLes séducteurs
Paese di produzioneItalia, Francia
Anno1980
Durata123'
Generecommedia
RegiaBryan Forbes ("Londra", non accreditato), Edouard Molinaro ("Parigi"), Gene Wilder ("Los Angeles", non accreditato), Dino Risi ("Roma")
SceneggiaturaLeslie Bricusse ("Londra"), Francis Veber ("Parigi"), Gene Wilder ("Los Angeles"), Age & Scarpelli ("Roma")
ProduttoreLeo L. Fuchs
Casa di produzioneViaduc Productions, Medusa Produzione
Distribuzione (Italia)77 Cinematografica, Medusa Cinematografica
FotografiaClaude Lecomte ("Londra"), Claude Agostini ("Parigi"), Gerald Hirschfeld ("Los Angeles"), Tonino Delli Colli ("Roma")
MontaggioMonique Isnardon, Robert Isnardon, Alberto Gallitti
MusicheManuel De Sica
ScenografiaTerence Marsh, Lorenzo Baraldi
CostumiOrietta Nasalli Rocca
Interpreti e personaggi
Episodi
  • Londra
  • Parigi
  • Los Angeles
  • Roma

I seduttori della domenica (Les séducteurs) è un film del 1980 suddiviso in 4 episodi diretti da: Bryan Forbes ("Londra", non accreditato), Edouard Molinaro ("Parigi"), Gene Wilder ("Los Angeles", non accreditato) e Dino Risi ("Roma").

Trama[modifica | modifica wikitesto]

L'azione si svolge nei paesi d'origine dei registi.

Inghilterra (Padrone di casa) L'autista di un Lord inglese si fa passare per il suo datore di lavoro allo scopo di affascinare le hostess che invita al castello del suo padrone.

Francia (Il metodo francese) Un uomo d'affari americano viene ricevuto a Parigi, per la firma di un contratto, da una importante società e cerca di sedurre la segretaria dell'aministratore delegato.

Stati Uniti (Skippy) Il paziente di una clinica psichiatrica trova una giovane donna accondiscendente che lo aiuta a risolvere i suoi problemi sessuali.

Italia (L'agenda di Armando) Un vecchio seduttore ritrova una sua vecchia agenda telefonica e cerca di ricontattare le sue vecchie amanti.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema