Fantasma d'amore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'opera teatrale di Neil Simon, vedi Fantasma d'amore (Neil Simon).
Fantasma d'amore
Fantasma d'amore (film).png
Marcello Mastroianni in una scena del film
Titolo originaleFantasma d'amore
Lingua originaleitaliano
Paese di produzioneItalia, Germania Ovest, Francia
Anno1981
Durata96 min
Dati tecniciTechnicolor
Generegiallo, orrore, sentimentale, thriller
RegiaDino Risi
Soggettotratto dal romanzo di Mino Milani
SceneggiaturaBernardino Zapponi, Dino Risi
ProduttorePio Angeletti,
Adriano De Micheli,
Luggi Waldleitner (non accreditato)
Produttore esecutivoMario D'Alessio
Casa di produzioneInternational Dean Film, A.M.L.F., Roxy Film
Distribuzione (Italia)International Dean Film e Cam Production
FotografiaTonino Delli Colli
MontaggioAlberto Gallitti
MusicheRiz Ortolani
ScenografiaGiuseppe Mangano
CostumiOrietta Nasalli Rocca
TruccoMichel Deruelle, Giulio Natalucci
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Fantasma d'amore è un film del 1981, diretto dal regista Dino Risi.

Tratto dall'omonimo romanzo di Mino Milani, il film è ambientato a Pavia.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nino Monti, un commercialista pavese, incontra in autobus una donna amata nella giovinezza, Anna Brigatti, ormai sfiorita e sfatta. La rivede in concomitanza con un efferato delitto. Intanto da un amico dottore, viene a sapere che Anna è morta di cancro ormai da tre anni, dopo aver sposato il conte Zighi ed essersi trasferita a Sondrio. Nino ha occasione di andare a Sondrio e rivede Anna, ancora piacente; i due si danno un appuntamento sulle rive del Ticino, nei luoghi del loro giovanile amore; ma in un banale incidente Anna affoga. Nino la rivedrà ancora, vecchia e sfatta, a Pavia, dove di nuovo si sperderà nelle acque del Ticino. Nino si ritrova in una casa di cura ove ricompare l'Anna giovanile nelle vesti di un'infermiera.

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

Il film si avvalse delle musiche composte da Riz Ortolani, che per l'occasione chiamò il Re dello Swing Benny Goodman, il quale venne appositamente a Roma e incise col suo clarinetto la colonna sonora.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Marco Mauri, LE LOCATION ESATTE DI "FANTASMA D'AMORE" - il Davinotti, su www.davinotti.com. URL consultato il 31 ottobre 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema