Tutto il calcio minuto per minuto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tutto il calcio minuto per minuto
Anno dal 1959
Genere Sportivo
Durata Sabato-domenica
14:50-17:05
Produttore Giornale Radio Rai
Presentatore Filippo Corsini
Rete Radio 1
Sito web www.radio.rai.it/radio1/tuttoilcalcio
« …la trasmissione radiofonica che, nel mare procelloso dei diritti, ha saputo tenere alta e tesa la bandiera dei doveri. »
(Alfredo Provenzali[1])

Tutto il calcio minuto per minuto è una popolare trasmissione radiofonica di Rai Radio 1 dedicata alle radiocronache in diretta del campionato italiano di calcio. Ideata nel 1959 da Guglielmo Moretti (all'epoca capo della redazione sportiva Rai), Roberto Bortoluzzi (che ne divenne il conduttore), e Sergio Zavoli (all'epoca capo della Redazione radiocronache). Negli anni d'oro della trasmissione (non essendoci ancora la concorrenza della televisione), cioè negli anni Settanta e Ottanta, ha toccato punte di 25 milioni di ascoltatori.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il programma nacque durante la stagione 1959-60, da un'idea di Guglielmo Moretti, che prese spunto da una trasmissione radiofonica francese ("Sports et Musique"), nella quale cronisti-inviati commentavano in diretta dai campi di gioco le partite del campionato locale di rugby a 15. Le trasmissioni iniziarono in via sperimentale nel 1959, mentre il debutto ufficiale avvenne domenica 10 gennaio 1960.

Il programma inizialmente proponeva solo le radiocronache dei secondi tempi: a partire dalla stagione 1987-88 fu introdotta la copertura dell'intera partita. La struttura di base, inalterata nel corso dei decenni, prevede collegamenti a rotazioni regolari dai vari stadi, con segnalazioni immediate di gol oppure di eventi di particolare rilievo.

La prima puntata ufficiale vide collegati da Milano Nicolò Carosio per Milan-Juventus, da Bologna Enrico Ameri per Bologna-Napoli e da Alessandria Andrea Boscione per Alessandria-Padova. Lo studio centrale del programma si trovava originariamente nella sede Rai di Milano, in Corso Sempione 27; la conduzione fu affidata a Roberto Bortoluzzi, che rimase in carica per ben ventotto anni consecutivi, fino al suo pensionamento, avvenuto nel 1987. I radiocronisti furono esclusivamente di sesso maschile fino al 1988, quando debuttò Nicoletta Grifoni.

Dopo Bortoluzzi il programma fu condotto dapprima da Massimo De Luca (dalla stagione 1987-88 fino al suo passaggio a Mediaset), quindi da Alfredo Provenzali e infine da Filippo Corsini (inizialmente solo per le partite di Serie B, dopo che esse furono spostate al sabato nella stagione 2005-06, rendendo necessaria una trasmissione ad hoc). Alla morte di Provenzali Corsini assunse anche la conduzione per la Serie A, a partire dalla stagione 2012-2013. Nella stagione 2000-01 la trasmissione fu trasferita negli studi del centro Rai di Saxa Rubra, a Roma.

Il successo della trasmissione era tale, negli anni precedenti la concorrenza televisiva, che la domenica nei parchi pubblici cittadini, durante le ore di trasmissione era spesso possibile ascoltare ininterrottamente il programma, semplicemente passeggiando, venendo questo diffuso dalle innumerevoli radio portatili del tempo, che gran parte degli uomini aveva con sé, spesso appoggiate all'orecchio, mentre passeggiavano con le loro famiglie.

Dieci le voci della trasmissione che, nel corso degli anni, hanno avuto la possibilità di annunciare in diretta uno scudetto: sono quelle di Enrico Ameri, Sandro Ciotti, Beppe Viola, Everardo Dalla Noce, Carlo Nesti, Riccardo Cucchi, Bruno Gentili, Livio Forma, Francesco Repice ed Emanuele Dotto.

Il programma andava in onda in passato anche su RaiStereoDue sulla modulazione di frequenza e su Radio2 sulle onde medie (in realtà si chiamava Domenica Sport e seguiva i primi tempi e le interviste nel dopo gara) condotto da Mario Giobbe.Nel 1990 su proposta dello stesso Mario Giobbe la radiocronaca dei primi tempi fu unificata con quella dei secondi tempi in un'unica trasmissione che andò in onda per due anni a reti unificate su Radiouno, Radiodue e Isoradio. Dopo tale esperienza fu mandata in onda solo su Radio1, da dove è sempre andata in onda. Il 15 settembre 2007 la trasmissione è trasmessa da Saint Vincent per ricevere in serata la "Grolla d'Oro", come migliore trasmissione sportiva radiofonica dell'anno. Il premio è stato ritirato dai due conduttori, Alfredo Provenzali e Filippo Corsini che ha condotto anche l'edizione di quel giorno, dedicata al campionato di Serie B (seguita in caso di riposo della Serie A).

Anche senza A e B, il programma è sempre in onda durante la stagione calcistica, se si escludono i periodi di riposo estivo e invernale e per lo sciopero dei giornalisti: addirittura, il 18 novembre 2007 (a causa dello stop di B e C deciso dalla Lega Calcio dopo la tragica morte di Gabriele Sandri e del riposo della Serie A per il doppio impegno della nazionale) vennero proposte nove partite (una per girone) di Serie D. La stessa cosa avvenne il 6 gennaio 2008 (essendo fermi i campionati di A, B e C per la sosta natalizia di due settimane): collegati i campi di Cecina, Como, Barletta, Vasto e Isola del Liri.

La trasmissione andò in onda anche domenica 4 febbraio 2007, a campionato sospeso a causa degli incidenti che, dopo la partita Catania-Palermo, portarono il 2 febbraio alla morte dell'ispettore capo di polizia Filippo Raciti. Durante la trasmissione personaggi illustri dello sport furono intervistati per sensibilizzare i tifosi ad un comportamento più sportivo negli stadi. Sabato 10 ottobre 2009, complice la sosta della A per le Nazionali e lo spostamento della B alla domenica, per la prima volta la redazione radiocronache della Rai si occupò del racconto in diretta di una gara del Campionato di calcio femminile, Lazio - Chiasiellis; il radiocronista fu Antonio Monaco.

Il 10 gennaio 2010 la trasmissione festeggiò il suo mezzo secolo di calcio alla radio. Nella puntata speciale di quel giorno, dopo le rievocazioni e le emozioni andate in onda nei giorni precedenti, il cinquantesimo compleanno venne onorato con una scaletta d'eccezione: quattro voci storiche, quali Claudio Ferretti, Enzo Foglianese, Ezio Luzzi e Nicoletta Grifoni, tornano al microfono. Ecco la serie degli interventi della storica puntata del 10 gennaio: In conduzione da Saxa Rubra Alfredo Provenzali con Filippo Corsini; ai microfoni, da Firenze per Fiorentina-Bari Riccardo Cucchi e Claudio Ferretti, da Napoli per Napoli-Sampdoria Carlo Verna e Enzo Foglianese, da Genova per Genoa-Catania Emanuele Dotto e Ezio Luzzi, da Livorno per Livorno-Parma Giuseppe Bisantis e Nicoletta Grifoni, da Bologna per Bologna-Cagliari Tonino Raffa, da Udine per Udinese-Lazio Livio Forma e da Palermo per Palermo-Atalanta Roberto Gueli.

La puntata è andata in onda eccezionalmente in contemporanea sul canale tv RaiNews24. In questa occasione i colleghi Roberto Gueli e Tonino Raffa, hanno omaggiato due scomparsi inviati: Nicolò Carosio e Piero Pasini. Prima della puntata numerosi gli interventi di personaggi del mondo del calcio e dello sport, nonché degli stessi ascoltatori, per celebrare l'anniversario e fare gli auguri a Tutto il calcio minuto per minuto. Domenica 18 aprile 2010, la trasmissione è andata eccezionalmente in onda dagli studi RAI di Genova a causa del caos dei voli che ha impedito al conduttore di raggiungere SaxaRubra e a numerosi inviati i campi.

Domenica 15 maggio 2011 la trasmissione è andata in onda eccezionalmente dagli studi Rai di via Verdi a Torino per permettere al conduttore Alfredo Provenzali di essere presente alla Fiera del Libro di Torino in occasione della giornata dedicata da questa manifestazione alla letteratura sportiva, con un occhio di riguardo al libro celebrativo dei 50 anni di Tutto il calcio minuto per minuto, "Clamoroso al Cibali". Domenica Sport ha effettuato in quello stesso pomeriggio collegamenti con la Fiera del Libro, con lo stesso Provenzali assieme al collega Carlo Albertazzi.

A partire dalle Olimpiadi di Pechino 2008 a dare nuovo impulso alla diffusione delle radiocronache, altrimenti oramai oscurate dall'esplosione dei nuovi media, è arrivata la pubblicazione sui maggiori siti di condivisione video (come ad esempio YouTube) di tutte le sintesi delle cronache in diretta andate in onda su Radio 1; le sintesi sono on-line spesso anche dopo pochi minuti dalla conclusione della diretta. A curare l'opera di registrazione, montaggio e conversione delle radiocronache sui new media è Marco D'Alessandro.

La sigla[modifica | modifica wikitesto]

Inizialmente il programma non aveva una propria sigla, che fu introdotta il 24 ottobre 1976. Da tale data e fino all'inizio degli anni '80 si utilizzò un frammento di "Caravan" nella versione di Eumir Deodato, per poi passare al brano "A Taste of Honey" nella versione strumentale del 1965 suonata da Herb Alpert & Tijuana Brass, che nel 1988 fu sostituita con un motivo composto appositamente da Mauro Lusini, per poi tornare ad essere impiegata

Conduttori[modifica | modifica wikitesto]

Radiocronisti[modifica | modifica wikitesto]

Ex radiocronisti storici[modifica | modifica wikitesto]

  • Nicolò Carosio (Voce storica del calcio prima in radio, poi in tv, è stato il primo ad intervenire da un campo nel corso di "Tutto il calcio minuto per minuto": era l'inviato a Milano per Milan-Juventus, campo principale del primo numero della trasmissione)
  • Alfredo Provenzali (dal 1966 al 2012; oltre ad essere stato il conduttore e a tenere i collegamenti, seguiva anche le partite di pallanuoto, il nuoto ed il ciclismo)
  • Enrico Ameri (prima voce dal 1960 fino al 1991)
  • Sandro Ciotti (dal 1960 al 1996; seguiva principalmente Roma e Lazio negli anni sessanta, poi divenne seconda voce, infine prima voce dopo il ritiro di Ameri)
  • Claudio Ferretti (dal 1968 terza voce in scaletta, fino al suo passaggio in tv nel 1988)
  • Adone Carapezzi (solo negli anni sessanta, trasmetteva da Milano seguendo sia il Milan che l'Inter --- radiocronista anche di ciclismo)
  • Ezio Luzzi (storica voce della serie B dal 1962 fino al 2000, torna al microfono il sabato pomeriggio per il punto sul "campionato cadetto" nella stagione 2011-2012)
  • Piero Pasini (seguiva principalmente il Bologna e le altre squadre emiliano-romagnole; deceduto nel 1981 dopo il gol di Eraldo Pecci in Bologna-Fiorentina)
  • Enzo Foglianese (dal 1970 fino al 23 dicembre 1995)
  • Gianfranco Pancani (commentava la Fiorentina, il Pisa e le altre squadre toscane negli anni sessanta e settanta)
  • Massimo Valentini (solo negli anni sessanta; anche storico volto televisivo ed anchorman del Tg1)
  • Beppe Viola (voce fissa negli anni sessanta e settanta; anche scrittore e storico inviato della Domenica Sportiva)
  • Andrea Boscione (trasmetteva principalmente da Torino sia la Juventus che il Torino—aveva una voce grave e seria)
  • Nico Sapio (trasmetteva da Genova; morì il 28 gennaio 1966 in un incidente aereo -la sciagura di Brema- con sette membri, tre donne e quattro uomini e un allenatore accompagnatore della nazionale di nuoto)
  • Italo Moretti (trasmetteva da Roma, poi divenne direttore del Tg3)
  • Luca Liguori (trasmetteva saltuariamente da Roma)
  • Italo Gagliano (trasmetteva da Roma, poi passò al Tg2)
  • Mario Gismondi (trasmetteva da Bari e da Foggia fino al 1970, poi Direttore del Corriere dello sport)
  • Marcello Giannini (trasmetteva da Firenze)
  • Everardo Dalla Noce (trasmetteva da Ferrara e da Milano fino a metà anni ottanta, seguì la Borsa per il Tg2 e lavorò con Fabio Fazio)
  • Emanuele Giacoia (negli anni settanta e ottanta commentava il Napoli, poi il Catanzaro e in alternanza l'Avellino, il Napoli e la Roma)
  • Nino Vascon (trasmetteva da Venezia)
  • Arnaldo Verri (trasmetteva da Milano)
  • Nuccio Puleo (trasmetteva da Catania, poi passò al Tg2)
  • Cesare Viazzi (trasmetteva da Genova e ne divenne direttore della sede regionale Rai)
  • Mario Guerrini (trasmetteva da Cagliari e poi da Milano)
  • Carlo Nesti (voce di Torino negli anni '80, poi passato stabilmente in tv; attuale telecronista in tv private)
  • Cesare Castellotti (anche volto storico di 90º Minuto da Torino)
  • Livio Forma (voce storica dal 1980 per le partite più importanti di campionato e coppe, terzo in scaletta tra gli anni '90 e 2000. In pensione nel 2007, ha proseguito come collaboratore sino al 2012)
  • Tonino Raffa (voce storica dal 1982 in poi, soprattutto dei campi di Reggio Calabria e Messina, in pensione dal 17 maggio 2011, ha proseguito come collaboratore fino al 2012)
  • Bruno Gentili (seconda voce dagli anni '90 fino al 2007, poi diventato per un periodo telecronista RAI per le partite della Nazionale)
  • Ugo Russo (dal 1998 al 2014; radiocronista anche di molte altre discipline sportive, la sua ultima radiocronaca è stata Livorno-Trapani del 12 ottobre, dopo 42 anni di carriera)
  • Carlo Verna (dal 1989 al 2013; segretario dell'Usigrai, ha seguito principalmente le partite del Napoli e il nuoto, attualmente vice-direttore della Tgr)
  • Andrea Coco (voce storica della Sardegna dai primi anni '80, oltre che di discipline olimpiche come scherma e nuoto; in pensione dal 30 giugno 2013)
  • Antonello Orlando (tra le voci principali dai primi anni '90, ultima radiocronaca l'11 settembre 2010 Cesena-Milan, ora a Rai Sport)

Attuali[modifica | modifica wikitesto]

Calcio[modifica | modifica wikitesto]

Formula 1[modifica | modifica wikitesto]

  • Giulio Delfino (è anche tra le principali voci del campionato di calcio di serie A)

Ciclismo e Atletica[modifica | modifica wikitesto]

  • Giovanni Scaramuzzino (ciclismo dal 1996, atletica dal 2012, è anche tra i principali radiocronisti calcistici)
  • Maurizio Ruggeri (conduttore di "Zona Cesarini", è anche radiocronista di atletica leggera ed esperto di tennis e ciclismo)

Pallavolo[modifica | modifica wikitesto]

  • Manuela Collazzo (prima voce del volley dall'estate 2014, dopo il pensionamento di Simonetta Martellini)
  • Roberto Antoniutti (si occupa anche di Basket)
  • Manuel Codignoni (voce di Trento)

Rugby[modifica | modifica wikitesto]

  • Paolo Pacitti (saltuariamente è anche radiocronista calcistico. La sua prima apparizione fu il 15 novembre 2009, per la radiocronaca di Modena - Crotone.)
  • Vito Giannulo (sostituisce Pacitti nelle radiocronache del Rugby in cui non è impegnata l'Italia)

Tennis e Sci[modifica | modifica wikitesto]

  • Emilio Mancuso (nel 2013 esordisce anche come cronista calcistico)

Motociclismo[modifica | modifica wikitesto]

  • Paolo Zauli (lascia il ruolo di inviato nel 2012 quando diventa capo-servizio; conduttore della seconda parte di Domenica Sport e, dal 2014, di Palasport)
  • Nico Forletta (prima voce del Motomondiale dal 2012, è curatore e conduttore di Moto Grand Prix, in alternanza con Paolo Zauli)

Pallacanestro[modifica | modifica wikitesto]

  • Massimo Barchiesi (anche radiocronista per anticipi e posticipi calcistici e per la Serie B, diventa prima voce del Basket dopo il pensionamento di Gianni Decleva)
  • Daniele Fortuna (anche voce calcistica)
  • Pierpaolo Rivalta (segue le squadre marchigiane, è in servizio presso la sede Rai di Ancona)
  • Ettore De Lorenzo (saltuariamente bordocampista di anticipi e posticipi calcistici da Napoli)

Ex radiocronisti saltuari[modifica | modifica wikitesto]

  • Nando Martellini (tra i collaboratori per l'ideazione iniziale, ma con due sole presenze, il 21 febbraio 1960 e il 2 febbraio 1964; poi in tv)
  • Mario Giobbe (storico caporedattore, conduceva la prima parte e il dopo partita su Radio2 quando si chiamava Domenica Sport)
  • Luigi Coppola (radiocronista di ciclismo negli anni '80 con Ferretti, Provenzali e Foglianese. Dal novembre 1991 caporedattore dei radiocronisti fino al giugno 1996)
  • Paolo Carbone (anche dallo studio centrale di Milano come conduttore di Domenica Sport poi co-conduttore dal 1990 )
  • Amerigo Gomez
  • Tarcisio Mazzeo (la seconda voce di Genova, inviato anche sui campi della Lombardia, dell'Emilia-Romagna e della Toscana e seconda voce di anticipi e posticipi; ultima radiocronaca il 15 marzo 2015 Atalanta-Udinese, ora caporedattore Rai a Genova)
  • Nicola Giordano
  • Sandro Baldoni
  • Ignazio Schino
  • Lino Bitto (dal 1992 al 1998. Ora è a Rai International)
  • Gianni Decleva (in pensione dopo gli Europei di atletica 2010, storica voce di Basket, Sci e Atletica)
  • Mario Di Cicco (commentava le squadre marchigiane, tra cui l'Ascoli, e l'Ancona)
  • Paolo Arcella (commentava il Verona e il Lanerossi Vicenza, poi diventò conduttore del TG3 per la sede Rai del Veneto)
  • Giancarlo Trapanese (giornalista Rai e autore di libri)
  • Paolo Paganini (era la voce del Genoa e della Sampdoria)
  • Gabriele Pasini (commentava le partite emiliane, attualmente lavora a 90º minuto, ed è corrispondente da vari stadi emiliani)
  • Federico Calcagno (dal 1992 al 1999, poi a Rai Sport)
  • Massimo Carboni (voce storica di Tuttobasket, ha seguito 6 Mondiali di calcio, soprattutto in veste di conduttore, e 5 Olimpiadi. È andato in pensione subito dopo l'Europeo 2008)
  • Giampaolo Mauro (saltuariamente voce della Triestina)
  • Beppe Muraro (saltuariamente voce del Verona e del Vicenza)
  • Paolo Piras (sostituisce saltuariamente Andrea Coco per le partite interne del Cagliari)
  • Domenico Marcozzi (voce del Pescara, esperto anche di rugby)
  • Michele Peragine (a lungo voce del Foggia, attualmente è al TgR Puglia)
  • Stefano Tura (era la voce del Bologna Calcio, ora è corrispondente RAI da Londra)
  • Maurizio Calligaris (commentava l'Udinese ai tempi di Zico)
  • Manfredi Renda (commentava squadre romane, attualmente è il curatore di Rai Sport)
  • Renzo Trotta (commentava squadre liguri, e di volta in volta anche squadre emiliane e lombarde)
  • Enzo Creti (commentava squadre lombarde, e nel 1992 di solito trasmetteva da Roma)
  • Franco Iusco (commentava il Taranto e il Lecce)
  • Tino Zava (commentava l'Udinese, sotto la guida di Alberto Zaccheroni)
  • Andrea Fusco (era per qualche volta la voce essenziale della Roma e della Lazio, tra il 1993 e il 1995. Ora è a Rai Sport)
  • Italo Kuhne (commentava il Napoli, la Nocerina e la Cavese)
  • Maurizio Busato (voce ufficiale dal Veneto a metà anni Novanta)
  • Gianfranco Mazzoni (attuale telecronista di Formula 1)
  • Alfredo Gonella (commentava il Verona)
  • Antonio Ravel (commentava il Napoli e l'Avellino)
  • Luigi Tripisciano (commentava il Palermo, poi è stato radiocronista di Formula 1)
  • Nanni Besostri (fu la voce della Fidelis Andria)
  • Santi Trimboli (un'altra voce storica dalla Calabria)
  • Mario Cobellini (commentava le squadre romagnole come il Cesena e il Rimini)
  • Mario Vannini (commentava il Palermo e il Catania)
  • Sandro Petrucci (commentava la Roma e la Lazio, giornalista esperto anche in tv)
  • Marcello Favale (voce del Lecce)
  • Giampiero Bellardi (commentava il Bari e anche il Barletta. Ora è vicedirettore di Rai Sport)
  • Gianni Pietrosanti (Commentava il Palermo dal 1985 al 1997)
  • Pino Scaccia (commentava l'Ascoli, la Sambenedettese e qualche volta Milan e Inter. Ora è inviato speciale del TG1)
  • Mario Montanari (volto del TG2, dall'estate 2012 alla Redazione Sportiva del Gr1)
  • Claudio Cojutti (commentava la Triestina)
  • Maurizio Romano (commentava il Napoli, l'Avellino, la Salernitana e la Casertana)
  • Giovanni Marzini (era la voce dell'Udinese. Ora è caporedattore della sede regionale di Trieste).
  • Ennio Bellucci (un tempo la voce del Castel di Sangro)
  • Claudio Valeri (commentava le squadre lombarde. È uno storico volto del Tg2, nel ruolo di caporedattore)
  • Giovanni Stefani (un tempo commentava le partite del Vicenza e delle altre squadre venete)
  • Francesco Pancani (attuale telecronista RAI di Ciclismo, dopo esserlo stato per anni della Pallavolo)
  • Mino Farolfi (inviato sui campi dell'Emilia-Romagna)
  • Riccardo Giacoia (voce della Calabria)
  • Lorenzo Maria Caffè (era un esordiente negli anni '90, attualmente lavora al TgR Toscana)
  • Antonello Profita (voce dell'Ascoli, ora alla sede Rai del Veneto).
  • Roberto Antoniutti (attualmente commenta la Pallacanestro)
  • Pierpaolo Cattozzi (a lungo inviato a seguito del Parma, in seguito collabora con emittenti private)
  • Enzo Baldini (voce dalla Toscana come secondo in anticipi di A)
  • Barnaba Ungaro (ex conduttore della trasmissione Zona Cesarini. Ora è redattore della sede RAI del Veneto. Fa la sua prima comparsa a "Tutto il calcio minuto per minuto", il 23 maggio 2010, commentando la partita Cittadella - Crotone, terminata 4 a 0)
  • Gianni Porcelli (voce dell'Avellino)
  • Marco Fantasia (esordisce come seconda voce il 9 maggio in Sampdoria-Reggina, e poi nella scaletta di Tutto il calcio il 24 maggio 2009 in Sampdoria-Udinese)
  • Stefano Lilli (esordiente per campionati minori)
  • Fabrizio Noli (radiocronista solo per una partita nel 2001, già Giornalista della redazione economica del GR1 ora alle rubriche religiose)
  • Alvaro Brini (trasmetteva generalmente dal Veneto partite di Rugby)
  • Paolo Mastino (giornalista della sede regionale della Sardegna, esordisce come seconda voce in Cagliari-Catania del 10 novembre 2012)
  • Umberto Braccili

Radiocroniste donne[modifica | modifica wikitesto]

  • Nicoletta Grifoni (voce storica della Pallavolo)
  • Doriana Laraia (ex commentatrice ufficiale del tennis e dell'Atletica leggera, ora al Tg2)
  • Simonetta Martellini (ex voce ufficiale del volley ed ex conduttrice di Palasport)
  • Gabriella Fortuna (voce essenziale dell'Udinese, giornalista della Tgr Friuli Venezia Giulia)
  • Sara Meini (voce attuale dalla Toscana per il calcio)
  • Maria Pia Zorzi (voce della pallavolo e in sporadiche circostanze anche del basket da Treviso)
  • Manuela Collazzo (nel gruppo dei radiocronisti di Palasport)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Presentazione del programma su Sipra.it. URL consultato il 13 luglio 2012.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Massimiliano Castellani, La radiolina della domenica, Avvenire, 2009
  • Riccardo Cucchi, Clamoroso al Cibali, Minerva Edizioni, 2010.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

http://www.calciomercato.it/news/299254/livorno-trapani-la-commozione-di-ugo-russo-per-lultima-radiocronaca.html

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]