Foggia Calcio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando la società fondata nel 1920, vedi Unione Sportiva Foggia.
Foggia Calcio
Calcio Football pictogram.svg
Stemma Foggia Calcio.png
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali Nero e Rosso (Strisce).svg Rosso-nero
Dati societari
Città Foggia
Paese Italia Italia
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Italy.svg FIGC
Campionato Lega Pro
Fondazione 2012
Presidente Italia Fabio Verile
Allenatore Italia Roberto De Zerbi
Stadio Pino Zaccheria
(25.085 posti)
Sito web www.ilfoggiacalcio.it
Palmarès
Soccerball current event.svg Stagione in corso
Si invita a seguire il modello di voce

Il Foggia Calcio S.r.l è un sodalizio che rappresenta la principale società calcistica di Foggia a partire dalla fondazione avvenuta il 4 agosto 2012 aderendo all'art. 52 comma 10 delle Norme Organizzative Interne Federali della Figc in seguito all'esclusione dai campionati professionistici dell'Unione Sportiva Foggia.

La squadra ha militato per un anno in Serie D per poi ottenere nel 2013 il ripescaggio in Lega Pro Seconda Divisione e nel 2014 l'ammissione in Lega Pro.

Si richiama nei colori sociali all'Unione Sportiva Foggia che da sempre adopera strisce rosso-nere. Disputa le gare interne allo Stadio Pino Zaccheria.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'Associazione Calcistica Dilettantistica Foggia Calcio venne costituita con l'intento di aderire all'articolo 52.10 NOIF della FIGC in virtù dell'esclusione dal professionismo dell'Unione Sportiva Foggia, società alla quale il Foggia Calcio si richiama idealmente adottando i medesimi colori sociali composti da strisce rosse e nere. Tra le figure di spicco della neonata compagine dauna, Pasquale Padalino, nella veste di allenatore e Giuseppe Di Bari nel ruolo di direttore sportivo: entrambi ex difensori della precedente prima squadra foggiana ai tempi in cui militava nella massima serie nazionale.

Iscritta in Serie D per la stagione 2012-2013, concluse il campionato (girone H) al quinto posto guadagnandosi la partecipazione ai play off, in cui fu sconfitta nella finale del girone H dal Matera. In seguito la società ottenne il ripescaggio in Lega Pro Seconda Divisione a causa della mancata iscrizione di altre società, e nello stesso periodo mutò ragione sociale in Foggia Calcio S.r.l.

Per la stagione 2013-2014 è stata inserita nel girone B della Lega Pro Seconda Divisione ove il 6 aprile 2014 alla trentunesima giornata, con tre giornate d'anticipo, al termine della partita casalinga contro il Poggibonsi finita per 1-0 grazie al gol di Giglio, conquista l'accesso alla nuova terza serie. La squadra conclude il campionato al quinto posto, risultando la formazione più prolifica del girone B di Lega Pro Seconda Divisione con 50 reti all'attivo.

Il 29 maggio 2014 tramite un comunicato sul proprio sito ufficiale la società annuncia di non aver trovato l'accordo per il rinnovo del contratto con l'allenatore Pasquale Padalino che così conclude il sodalizio con la compagine dauna dopo due splendide annate.

Il 1º Luglio 2014 viene annunciato che l'allenatore per la stagione 2014-15 sarà Roberto De Zerbi, che ha indossato la maglia rossonera per due stagioni e mezzo dal gennaio 2002 al 2004, ottenendo una promozione in C1 nella stagione 2002-2003.

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria del Foggia Calcio
Turno preliminare di Coppa Italia Serie D.
Primo turno di Coppa Italia Lega Pro.
Fase a gironi di Coppa Italia Lega Pro.

Strutture[modifica | modifica wikitesto]

Stadio[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Stadio Pino Zaccheria.

Lo stadio che ospita le gare interne del Foggia celebra nel nome la memoria di Pino Zaccheria, sottotenente e atleta foggiano che perse la vita in un combattimento nel 1941. L'impianto contiene 25.085 posti a sedere. Il 19 aprile 2012 la Curva Nord dello stadio venne intitolata a Francesco Mancini, ex portiere dell'Unione Sportiva Foggia spentosi il 30 marzo dello stesso anno.

Centro di allenamento[modifica | modifica wikitesto]

Il Foggia svolge le sue sedute di allenamento presso il Centro Sportivo Comunale di Ordona, allenandosi su un campo con un manto di tipo sintetico.[1]

Società[modifica | modifica wikitesto]

Organigramma societario[modifica | modifica wikitesto]

Dal sito ufficiale della società[2]

Stemma Foggia Calcio.png
Staff dell'area amministrativa
  • Presidente: Fabio Verile
  • Presidente Onorario: Francesco Lo Campo
  • Vice Presidente: Giovanni Giuseppe Lo Campo
  • Vice Presidente: Pasquale Colangione
  • Consigliere e Amministratore delegato: Davide Giuseppe Pelusi
  • Consigliere e Responsabile Controllo e Finanze: Luigi Miccoli
  • Direttore generale: Bellisario Masi
  • Organizzazione e Logistica: Claudio Quaglione
  • Stadio P. Zaccheria: Michele Lo Campo
  • Sicurezza e Servizi: Pasquale Colangione
  • Magazziniere: Luigi Boscaino
  • Magazziniere: Angelo Lo Campo
  • Responsabile Area Comunicazione: Lino Zingarelli
  • Ufficio stampa: Arianna Amodeo
  • Ufficio stampa: Fabio Lattuchella
  • Settore Giovanile: Flora Bozza
  • Segretario Generale: Giuseppe Severo
  • Portavoce e Resp. rapporti tifoseria: Chiara Carpano Mancini
  • Biglietteria e Supporter Card: Dina Romano

[modifica | modifica wikitesto]

Stemma Foggia Calcio.png
Cronologia degli sponsor ufficiali
  • 2012-13: Dimora Romita
  • 2013-15: Wüber
Stemma Foggia Calcio.png
Cronologia degli sponsor tecnici

Allenatori e presidenti[modifica | modifica wikitesto]

Stemma Foggia Calcio.png
Cronologia dei presidenti
  • dal 2012 al 25 novembre 2013: Davide Giuseppe Pelusi
  • dal 25 novembre 2013 al 16 giugno 2014: Francesco Lo Campo
  • dal 16 giugno 2014: Fabio Verile
Stemma Foggia Calcio.png
Cronologia degli allenatori
Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Allenatori del Foggia Calcio.
Stagione Nome Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale Vittorie %
Comp G V N P Comp G V N P Comp G V N P Comp G V N P G V N P %
2012-2013 Italia Pasquale Padalino D 36 16 13 7 CISD 1 0 0 1 - - - - - - - - - - 37 16 13 8 43,24
2013-2014 SD 34 13 12 9 CILP 3 1 1 1 - - - - - - - - - - 37 14 13 10 37,84
Totale 70 29 25 16 4 1 1 2 - - - - - - - - 74 30 26 18 40,54
2014-2015 Italia Roberto De Zerbi LP 5 1 3 1 CILP 2 0 1 1 - - - - - - - - - - 7 1 4 2 14,29

Statistiche e record[modifica | modifica wikitesto]

La prima partita in assoluto dell'A.C.D. Foggia Calcio oggi Foggia Calcio S.r.l. fu una sconfitta per 2–1 contro il Termoli il 19 agosto 2012 in Coppa Italia Serie D.[3] Giuseppe Giglio detiene il record di presenze in campionato e di gol segnati, avendo giocato 66 partite in due stagioni dal 2012 al 2014, compresi i play-off di serie D[4] e siglato 31 reti. La partita di campionato con l'affluenza maggiore di spettatori pari a 3.680 si è avuta con la Casertana il 16 marzo 2014 per la partita di campionato di Lega Pro Seconda Divisione 2013-2014.

Partecipazione ai campionati[modifica | modifica wikitesto]

Livello Categoria Partecipazioni Debutto Ultima stagione Totale
Lega Pro 1 2014-2015 1
Lega Pro Seconda Divisione 1 2013-2014 1
Serie D 1 2012-2013 1

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

  • Vittoria più larga in casa 5-0 vs Grottaglie, 14 aprile 2013
  • Vittoria più larga in trasferta: 1-6 vs Castel Rigone, 29 marzo 2014
  • Peggior sconfitta in campionato: 3-0 vs Bisceglie, Serie D, 07 ottobre 2012
  • Partite consecutive senza sconfitte: 15 dal 27 gennaio 2013 al 12 maggio 2013
  • Maggior numero di punti in una stagione: 58 in 34 partite Serie D 2012/13

Simbolo attuale[modifica | modifica wikitesto]

L'attuale simbolo del Foggia Calcio è rappresentato dalle tre fiammelle, proprie dello stemma cittadino, e che stanno a ricordare l’apparizione della patrona della città, la Madonna dai Sette Veli, apparsa a due pastori tra tre fiammelle affioranti in un laghetto.

Tifoseria[modifica | modifica wikitesto]

Gemellaggi e rivalità[modifica | modifica wikitesto]

I tifosi foggiani hanno rapporti di amicizia reciproca con i tifosi del Matera, nata nella stagione 2012-2013 in occasione dell'intitolazione della gradinata dello stadio materano al prematuramente scomparso Franco Mancini,[5] portiere originario della città dei Sassi che ha militato in entrambe le squadre. Le rivalità degli ultras foggiani sono: Ancona, Andria, Avellino, Bari, Barletta, Brindisi, Cavese, Frosinone, Hellas Verona, Inter, Juve Stabia, Juventus, Monopoli, Napoli, Pescara, Reggina, Salernitana, Taranto.

Organico[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Foggia Calcio 2014-2015.

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

Rosa aggiornata al 5 settembre 2014.

N. Ruolo Giocatore
Italia P Gianluca Micale
Italia P Antonio Narciso
Italia P Stefano Tarolli
Italia D Orlando Viteritti
Italia D Francesco D'Angelo
Italia D Angelo Bencivenga
Francia D Guillaume Gigliotti
Italia D Giuseppe Loiacono
Italia D Alessio Grea
Italia D Mattia Altobelli
Italia D Alessandro Potenza
Italia C Antonio D'Allocco
Italia C Daniele Forte
N. Ruolo Giocatore
Italia C Giuseppe Sicurella
Brasile C Felipe Castaldo Curcio
Italia C Marcello Quinto
Italia C Cristian Agnelli
Italia C Giuseppe Agostinone
Italia C Giovanni Cavallaro
Italia C Alberto Gerbo
Spagna C Miguel Angel Sainz-Maza
Italia C Vincenzo Sarno
Italia A Mauro Bollino
Italia A Vincenzo Richella
Italia A Savino Leonetti
Italia A Pietro Iemmello

Staff tecnico[modifica | modifica wikitesto]

Dal sito ufficiale della società[2]

Stemma Foggia Calcio.png
Staff dell'area tecnica

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Calcio. Foggia: oggi ripresa degli allenamenti sul sintetico di Ordona, 15 settembre 2009.
  2. ^ a b Sito Ufficiale, ilfoggiacaclio.it. URL consultato il 25 dicembre 2013.
  3. ^ Alessandro Tosques, Termoli v. Foggia 2-1, 19 agosto 2012, I Tabellini, FoggiaToday.it, 19 agosto 2012.
  4. ^ Giuseppe Giglio statistiche su TuttoCalciatori.net.
  5. ^ Gradinata stadio di Matera dedicata a Franco Mancini Sassilive.it

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]