Mago

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Mago (disambigua).
La maga - foto di Augusto De Luca

Il termine mago viene normalmente utilizzato in alternativa per designare:

  • una persona con poteri magici (mago, sciamano, stregone, ...),
  • un artista che esegue giochi di destrezza di cui nasconde i meccanismi (prestigiatore, illusionista o prestidigitatore),
  • una persona eccezionalmente abile in un campo specifico.

La parola è la traslitterazione del termine greco magos (μάγος, plurale μάγοι). Si tratta di un titolo riferito specificamente ai Magi, re-sacerdoti dello Zoroastrismo tipici dell'ultimo periodo dell'impero persiano.

Molto spesso si autodefiniscono maghi coloro che pretenderebbero di poter controllare le forze della natura tramite poteri occulti.
Con la forte diffusione del genere fantasy, tramite romanzi o film (ad esempio, la saga di Harry Potter) o tramite giochi di ruolo come Dungeons & Dragons, questo termine – già noto in ambiti letterari folcloristici (un esempio per tutti: le Fiabe dei fratelli Grimm) – è divenuto molto utilizzato. In queste opere di pura fantasia il mago è un individuo in grado di esercitare la magia, intesa come controllo delle forze della natura.

Cronache e leggende[modifica | modifica wikitesto]

Possiamo ricordare fra i maghi delle cronache classiche, medioevali e rinascimentali:

Letteratura e altri media[modifica | modifica wikitesto]

Nella letteratura e nella narrativa popolare, il mago è una figura ricorrente. Ne citiamo i più noti:

Fumetti[modifica | modifica wikitesto]

Sia nei comics americani che nei manga giapponesi ci sono immense quantità di personaggi con poteri magici. Si citano solo i più ricorrenti o notevoli:

Termini relazionati[modifica | modifica wikitesto]

Solitamente non si differenzia la parola mago da quelle che designano altre figure fantastiche come stregone, incantatore, negromante, taumaturgo e così via. Gli autori del genere fantasy, tuttavia, tengono a differenziare in maniera più precisa le varie figure. Talune fonti vogliono che il mago apprenda le arti magiche, mentre lo stregone le abbia già in dote.

La quantità e le differenze fra gli scritti fantasy hanno confuso ancor di più i vari significati, quindi è da ricordare che ogni autore interpreta questi termini a proprio vantaggio.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]