Bastard!!

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Bastard!! L'oscuro distruttore
manga
Copertina del primo tankobōn della seconda edizione italiana.
Copertina del primo tankobōn della seconda edizione italiana.
Titolo orig. バスタード!! 暗黒の破壊神
(Bastard!! Ankoku no hakai shin)
Lingua orig. giapponese
Paese Giappone
Autore Kazushi Hagiwara
Editore Shūeisha
1ª edizione 1988 – in corso
Collanaed. Weekly Shonen Jump, in seguito Ultra Jump
Periodicità irregolare
Tankōbon 27 (in corso)
Editore it. Panini Comics
1ª edizione it. 17 ottobre 2002 – in corso
Periodicità it. irregolare
Volumi it. 27 (completa)
Lettura it. originale (da destra a sinistra)
Target shōnen
Genere fantasy
Bastard!! L'oscuro distruttore
OAV
Dark Schneider
Dark Schneider
Titolo orig. バスタード!! 暗黒の破壊神
(Bastard!! Ankoku no hakai shin)
Autore Kazushi Hagiwara
Regia Katsuhito Akiyama
Sceneggiatura Hiroshi Yamaguchi
Character design
Dir. artistica Shigemi Ikeda
Studio Shūeisha
Musiche Kouhei Tanaka
1ª edizione 19921992
Episodi 6 (completa)
Distributore it. Yamato Video
1ª edizione it. 1998
Dialoghi it.
Studio dopp. it. Digital Editing Audio
Direzione dopp. it. Raffaele Farina
Target shōnen
Genere fantasy

Bastard!! L'oscuro distruttore (バスタード!! 暗黒の破壊神 Basutādo!! Ankoku no hakai shin?), letteralmente "Bastard!! Il Dio Distruttore delle Tenebre", è un manga di Kazushi Hagiwara, da cui è stata tratta anche una serie OAV.

Trama[modifica | modifica sorgente]

400 anni dopo la caduta della civiltà moderna, in un mondo ritornato al Medioevo, la guerra regna sovrana. Per salvare il regno di Meta-Likana, Tiara Nort Yoko, 14 anni, figlia del gran sacerdote Geo Nort Sort, fa tornare in vita il leggendario stregone Dark Schneider, che 15 anni prima aveva tentato di conquistare il mondo alla testa di un esercito demoniaco.

Dark Schneider, prima di essere sconfitto, aveva pronunciato una formula magica che gli avrebbe permesso di ritornare in vita, ma il gran sacerdote è riuscito a imprigionarlo nel corpo di Rusie Renren, anche lui quattordicenne, orfano allevato insieme a Yoko, gentile e servizievole.

Stranamente, il nuovo Dark Schneider ubbidisce suo malgrado a Yoko e aiuta il regno di Meta-Likana, attaccato dalle truppe di Kall-Su, che 15 anni prima era uno dei seguaci di Dark Schneider stesso. Lo scopo finale di Kall-Su è di riportare in vita Anslasax, il leggendario dio distruttore, che 400 anni prima aveva devastato il mondo.

Risorto il dio distruttore il manga svolta in una apocalittica guerra tra angeli, demoni e uomini, compaiono figure come Lucifero, Satana, il Messia e i 4 arcangeli più vicini a Dio. Numerosi riferimenti biblici portano Bastard!! ad un nuovo piano di narrazione si discosta dalla trama iniziale, in un continuo crescendo di stile e emotività.

Anslasax infatti non è altro che un angelo appartenente alla classe delle dominazioni (la storia della grande distruzione raccontata finora si rivela falsa), dopo essere stato sconfitto da Dark Schneider risorge rivelando la sua identità, e permette così agli angeli di arrivare sulla terra, iniziando l'Apocalisse. Scopriamo così che il mondo fantasy generato 400 anni prima non è altro che un nuovo mondo voluto da Dio dopo che il nostro era stato distrutto da un Armageddon nel 1999, nel quale la maggior parte degli uomini e animali era morta, e al quale hanno partecipato anche i demoni, guidati da Satana. Satana riesce a sconfiggere Gabriel, Uriel, Rafael (gli angeli più forti, all'epoca arcangeli poi promossi serafini), ma viene infine sconfitto da Micheal, e rinchiuso all'inferno per mille anni, ma riuscirà ad uscirne dopo il nuovo arrivo degli angeli sulla terra. Resta un mistero perché lo sterminio totale non si completò, comunque in quel frangente nacque Dark Schneider, che si rivela essere l'Anticristo, incarnazione di Satana sulla terra. Nel manga Satana e Lucifero sono due personaggi differenti, ben distinti, il primo è identico a Dark Schneider nelle fattezze, il secondo a Rusie Renren. Lucifero era il grande capo degli angeli, li guidava ed era fonte di ispirazione, ma era scettico su alcuni piani di Dio, dopo la creazione dell'uomo, che aveva dichiarato che quello era l'unico suo figlio riconosciuto. Da lì un terzo degli angeli si ribella e ne nasce una guerra alla quale si uniscono anche i demoni, creature di un'altra dimensione. Ma Lucifero e i suoi perdono e sono costretti a rifugiarsi all'inferno.

Dark Schneider è morto quando Anslasax è risorto come angelo, e si ritrova all'inferno, dove incontra Satana che gli racconta la sua lotta contro Dio, e che il creatore dell'universo è un altro, che viene chiamato il Dio dei demoni, e che la sua memoria è stata sigillata 400 anni prima. Incontra i sette angeli decaduti più forti, guidati da Baalzebub e si scontra con Porno Diano. Successivamente lo ritroviamo di nuovo sulla terra, dove è in corso una guerra devastante tra angeli contro demoni e angeli decaduti (l'umanità ormai è ridotta a poche migliaia di persone). Qui incontra Uriel, Gabriel, Micheal e Rafael, affermando di conoscerli (infatti ha recuperato la memoria) e iniziano uno scontro contro un angelo decaduto, Konron, il cui obiettivo è il decadimento di Uriel, costringendolo ad uccidere sua sorella. Riuscito nel suo intento, Konron vede Uriel diventare una creatura infernale, prima di essere ucciso da Dark Schneider, rivelatosi come anticristo, il quale poi, dopo un lunghissimo scontro che dura diversi volumi, riesce finalmente a sconfiggere anche l'ex angelo.

Critiche[modifica | modifica sorgente]

L'esagerazione spesso grottesca dei toni, le numerose e bizzarre citazioni legate alla scena della musica heavy metal e ai giochi di ruolo, l'inconsistenza della trama e, soprattutto nelle storie più recenti del ciclo, l'insistenza su situazioni sessuali prive di costrutto e alcun legame con la storia hanno fatto raccogliere a Bastard pesanti critiche dai lettori. Se alcuni sostengono che i riferimenti siano fatti di proposito per pura ironia, altri sono invece dell'idea che la trama sia un rimescolamento della trama di altri fumetti, rendendo dunque la storia inconsistente. Inoltre molti lettori sostengono che la durata del manga da capitolo a capitolo sia troppo elevata.

I personaggi[modifica | modifica sorgente]

  • Dark Schneider
  • Rusie Renren
  • Tiara Nort Yoko
  • Gara
  • Arshes Nei
  • Abigail
  • Kall-Su
  • Lars Ulu
  • Sheera Tuel
  • Anslasax
  • Geo Nort Sort
  • Neils Sean Mifune
  • Di Amon
  • Sean Harri
  • Kai Harn
  • Yoshua Belahia
  • Shen Ker
  • Vay Steave
  • Jorge Fisis
  • Angus Young
  • Yingwie Von Malmsteen
  • Mackpein Toni Strauss
  • Bol Gil Bol
  • Ida Deesna
  • Sheila Ee Lee
  • Blado Kils
  • Zack Warder
  • Ross Szabo Friedrick
  • Ba Thory
  • John Zohr Vandenburg
  • Seicks Von Snowhite
  • Ran Dy Rose Stein Neubauten
  • Lucifero
  • Porno Diano
  • Konron
  • Michael
  • Raphael
  • Gabriel
  • Uriel
  • Satana
  • Il Messia
  • Belzebub

Manga[modifica | modifica sorgente]

Il manga è stato pubblicato per la prima volta sul settimanale antologico Weekly Shonen Jump nel 1988 e continua ad essere pubblicato irregolarmente su Ultra Jump. Attualmente è composto da 27 tankōbon.

È stato pubblicato per la prima volta in Italia da Granata Press in 21 numeri sulla collana Z Comix dal novembre 1993 al luglio 1995. La pubblicazione venne sospesa a causa del fallimento della Granata Press. A partire dal marzo 1998 è stato ripubblicato da Planet Manga sulla testata Manga saga con periodicità irregolare, prima ristampando le storie già pubblicate dalla Granata Press, quindi proseguendo con le storie inedite. L'edizione italiana conta ad oggi 27 tankobōn.

In seguito, Planet Manga, ha dato origine ad una nuova edizione del fumetto, Bastard!! Deluxe, che presenta elementi grafici rinnovati e traduzioni corrette. Attualmente la serie Deluxe è al volumetto 27, mentre i primi numeri di questa serie sono diventati merce rara per i collezionisti. Verso la fine del 2010, Planet Manga annuncia l'intenzione di pubblicare una nuova edizione di lusso per il 2012.[1]

Anime[modifica | modifica sorgente]

La Shūeisha ha prodotto una serie di sei OAV basati sul manga, della durata di 30 minuti ognuno. In Italia è stata pubblicata da Yamato Video su videocassetta nel 1998 (doppiaggio italiano: DEA Digital Editing Audio, traduzione: Amanda Ronzoni, dialoghi italiani: Fiamma Molinari, direzione del doppiaggio: Raffaele Farina).

Episodi[modifica | modifica sorgente]

Titolo italiano
GiapponeseKanji」 - Rōmaji
In onda
Giappone
1 Lo stregone delle fiamme
「爆炎の魔術師」 - baku honoo no majutsu shi
25 agosto 1992
2 Efreet, il genio elementale
「火炎魔神イーフリート」 - kaen majin īfurīto
25 ottobre 1992
3 Maestro ninja Gara
「ニンジャマスター・ガラ」 - ninja masutā.gara
10 dicembre 1992
4 Di-Amon, il re della notte
「不死王 ダイ・アモン」 - fushi ou dai.amon
25 febbraio 1993
5 Arshes Nei, la signora del tuono
「雷帝アーシェス・ネイ」 - kaminari mikado āshesu.nei
25 aprile 1993
6 Il ritorno di Dark Schneider
「復活のダーク・シュナイダー」 - fukkatsu no dāku.shunaidā
25 giugno 1993

Romanzo[modifica | modifica sorgente]

Sono stati pubblicati in Italiano anche dei romanzi su Bastard[2] dal titolo: Bastard!! il romanzo; Bastard!! il romanzo II; Bastard!! Black Rainbow.

Videogiochi[modifica | modifica sorgente]

Da Bastard!! sono stati tratti due videogiochi, un picchiaduro per il Super Famicom ed un videogioco di ruolo basato a turni, con elementi di combattimento, per PlayStation.

Un MMORPG intitolato BASTARD!! ONLINE è in corso di sviluppo da parte dell'editore giapponese Tecmo e la casa di sviluppo software Shaft. È stato annunciato il rilascio di una versione beta nel 2006.[3] Il 18 dicembre 2009 la Tecmo ha annunciato la cancellazione di BASTARD!! ONLINE.[4][5]

Traduzioni e trascrizioni dei nomi in italiano[modifica | modifica sorgente]

  • Dashie (edizione Granata Press), Darsch (Planet Manga):
  • Rushie Lenren(GP), Rusie Renren (PM)
  • Tia Naut Yoko (GP), Tia Nort Yoko (PM)
  • Anthrasax (GP), Anslasax (PM). Riferimenti agli Anthrax, gruppo metal.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Lucca Comics 2010: Planet Manga conferenza e assedio agli editori e Ronin manga di domenica 31
  2. ^ Bastard!! - Manga
  3. ^ (EN) "BASTARD!! ONLINE". Tecmo Internet Studio. Archiviato da l'originale il 5 luglio 2008.
  4. ^ (EN) Tecmo Cancels Bastard!! MMORPG's Development, Notizia di Anime News Network del 18/12/2009..
  5. ^ (JA) BASTARD!! ONLINE

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]