Discussioni progetto:Araldica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Indice

Vessillologia[modifica | modifica sorgente]

Che ne pensate di includere anche la vessillologia nell'ambito del progetto?GJo ↜↝ Parlami 14:16, 7 ott 2010 (CEST)

Esistono già sia il progetto che il portale e mi sembrano ben sviluppati per conto loro: forse unire il tutto creerebbe solo una massa indistinta. --Massimop (msg) 22:28, 7 ott 2010 (CEST)
Ok, come non detto. Sapevo del portale non del progetto.GJo ↜↝ Parlami 23:39, 7 ott 2010 (CEST)
se va questo, di progetto si potrebbe eventualmente inglobare l'altro, che non mi pare goda buona salute ... --Gregorovius (Dite pure) 15:42, 8 ott 2010 (CEST)
O segnalarsi l'un l'altro come "progetto correlato". --Uno nessuno e 100000 (msg) 09:27, 12 ott 2010 (CEST)
Questa mi sembra una buona strada da percorrere in attesa di vedere lo stato di salute della vessillologia. --Massimop (msg) 17:44, 12 ott 2010 (CEST)

due righe in generale[modifica | modifica sorgente]

purtroppo, a causa di un paio d'impicci, non sono riuscito a terminare quanto c'è da fare (comunicare al bar generale questo progetto che sta nascendo, buttare giù un abbozzo di cose da fare e da sistemare - se qualcuno volesse porci mano - censire i template ed il loro uso per controllare non si sovrappongano ed altro)

Quanto a me, come qualcuno sa, più che dell'ns0 (le mie conoscenze sono blande ...) mi occuperò di questioni tecniche quali categorie da risistemare, template, magari il/i portale/i e, come admin, di cancellazioni immediate entro i confini delle policy ed eventuali protezioni anche se, da quanto ho visto, la materia non è particolarmente oggetto di vandalismi. Buona giornata --Gregorovius (Dite pure) 15:42, 8 ott 2010 (CEST)

Per la segnalzione al bar generale, bisogna prima raggiungere il numero minimo di partecipanti? O la segnlazione al bar generale serve anche per raggiungerlo? --Uno nessuno e 100000 (msg) 09:32, 12 ott 2010 (CEST)
il numero l'avremmo già raggiunto, ma in ogni caso credo sia più corretto, prima di spostare questa pg, comunicare la nostra intenzione al bar generalista --Gregorovius (Dite pure) 17:42, 12 ott 2010 (CEST)
Concordo. --Massimop (msg) 17:45, 12 ott 2010 (CEST)

censimento template[modifica | modifica sorgente]

ringrazio massimop che ha inserito tutti i template in uso. alcune riflessioni:

  • Template:Curiosità araldica: poichè le sezioni curiosità sono caldamente sconsigliate, andrebbe orfanizzato
  • Template:Araldica-Inchiesta: se serve solo per specificare che è uno stemma d'inchiesta, serve il template ? non sarebbe come inserire in uno stemma parlante che è parlante ? mi sembra che sia l'unico caso tra quelli delle Armi (araldica)
  • Template:Elementi degli stemmi araldici orfano: può essere cancellato ?
  • I template tecnici (Araldica-Interzato, Araldica-smalti etc etc) hanno tutti lo stesso stile, per forma e colori, e questa è considerata una cosa buona, di solito. I template dei comuni italiani e finlandesi sono invece diversi: nell'ottica di creare quelli degli altri stati sarebbe consigliabile scegliere un modello ed uniformarli.
  • Template:NavigazioneAraldica mi sembra vada rinominato e sistemato nella stile in modo da uniformarlo. Potrebbe essere utile avere altri template per le figure araldiche, visto che c'è già quello per gli animali ? --Gregorovius (Dite pure) 10:35, 11 ott 2010 (CEST)
Alcune risposte parziali.
  • L'intenzione del Template:Curiosità araldica è visibile nel caso di [[1]] per il comune di Gex. Non so se sono sconsigliate anche indicazioni di questo tipo, visto che non ci sarebbe alcun'altra voce in cui inserire tali notizie;
  • per il Template:Araldica-Inchiesta dobbiamo chiedere a Gjo per conoscere l'uso che intende farne;
  • per il Template:Elementi degli stemmi araldici l'unico uso che posso suggerire è quello di inserirlo in tutte le voci che sono presenti nel disegno del template;
  • il Template:ArmorialiComuniIta e il Template:ArmorialiComuniFin sono stati composti da utenti diversi: Gjo e Ludger1961: visto che quello di Gjo è quello composto per primo, si potrebbero standardizzare tutti i template di questo gruppo (esistenti e da fare) sullo schema di Gjo;
  • sul Template:NavigazioneAraldica ho qualche dubbio perché è impossibile inserire tutte le figure araldiche in un solo template, per cui o lo eliminiamo o lo scomponiamo inserendo in questo solo le categorie principali, per ognuna delle quali dovremmo poi fare un template, eventualmente da scomporre in ulteriori sottocategorie e così via;
  • ultima questione: come mai ora nella Categoria:Template di navigazione - Araldica ci sono ben 135 voci (la stragrande maggioranza delle quali non sono template) ? ; quando avevo fatto la ricerca qualche giorno fa' c'erano solo i template. --Massimop (msg) 22:30, 11 ott 2010 (CEST)
Il Template:Araldica-Inchiesta lo avevo inserito in quanto mi sembrava potesse tornare utile specie nel caso degli armoriali per mettere in luce questa particolare "infrazione". Ciò detto se c'è consenso sul fatto che è "poco utile" si può tranquillamente mettere in cancellazione. Per quanto riguarda il Template:ArmorialiComuniIta (che all'inizio era molto simile a ArmorialiComuniFin) si è evoluto per via della crescita delle pagine che deve collegare. Non so se abbia senso uniformarli.GJo ↜↝ Parlami 15:21, 12 ott 2010 (CEST)
la categoria ha adesso 135 voci perchè ieir mi ero scordato una stringa ricategorizzando il template:NavigazioneAraldica. Credo diminuiranno prossimamente in modo automatico.
Poichè un template con le figure arladiche sarebbe troppo ampio, sarebbe un'idea sensata fare un portale, composto solo dai link, posti in maniera ragionata (tutte le piante araldiche, tutti gli animali, tutti gli edifici etc) in modo che non sia un doppione banale della categoria?
quanto all'uniformare quegli altri due, pensavo solo ad un intervento grafico --Gregorovius (Dite pure) 18:11, 12 ott 2010 (CEST)
L'idea del portale per le figure mi sembra possa risolvere, ma non ho idea del come si potrebbe organizzarlo: mi viene in mente solo un elenco di pagine sul tipo delle esistenti Animali araldici, Piante araldiche, ma queste - così come sono - non sono certamente idonee per comparire in un portale.
Per i template dei comuni anch'io penserei solo ad un intervento grafico (stemmi, colori, disposizione delle diciture e simili). --Massimop (msg) 18:46, 12 ott 2010 (CEST)

Scopo del progetto e portale[modifica | modifica sorgente]

In un vecchio scambio di messaggi con Gjo avevo cominciato a ipotizzare uno scopo, riportato in Utente:Massimop/Sandbox. Valutate se può andare come base di discussione. Per quanto riguarda il portale, si può ipotizzare di inserirvi anche dei link a pagine di altre wikipedia, quali ad esempio quelle degli armoriali non tradotti in italiano ? Nel portale si potrebbero poi inserire anche i libri costruiti col Creatore di libri. --Massimop (msg) 22:48, 11 ott 2010 (CEST)

lo scopo che ti prefiggi è monumentale ma mi sembra giusto, corretto, mirato e preciso. nahc eimpegnativo ;)
non mi è molto chiaro il concetto di Mappa Araldica
nelle voci si sconsiglia di inserire link ad altre wikipedie, ma credo che una finestra che rimanda agli ottimi armoriali francesi ed inglesi, in attesa di averli anche in italiano, sia lecita. --Gregorovius (Dite pure) 18:03, 12 ott 2010 (CEST)
Il progetto Mappa araldica era presentato in [[2]], ma non so a che punto siano. Gli utlimi messaggi però erano del 25 settembre 2010, per cui suppongo che stiano andando avanti (non li ho letti tutti). --Massimop (msg) 18:52, 12 ott 2010 (CEST)

Tra gli scopi del progetto vorrei inserire anche la conversione delle esistenti immagini .jpg e .png in .svg. Ogni tanto accade che vengano sostituite immagini non .svg con altre .svg che però, talvolta, non sono del tutto corrette. Potendo convertire le corrette immagini non .svg si ovvierebbe al problema. --Massimop (msg) 23:37, 13 ott 2010 (CEST)

Sono d'accordo, il problema è avere le capacità grafiche "adatte". Vero che molti stemmi possono essere creati componendo gli elementi esistenti ma altri richiedono una creazione ex-novo spesso non facile anche per gli esperti.GJo ↜↝ Parlami 21:49, 14 ott 2010 (CEST)
In realtà io pensavo semplicemente ad un programma grafico di conversione da .jpg o .png a .svg. So che ne esistono, mi risulta che anche Gimp lo possa fare, ma io non sono stato capace di utilizzarlo, quindi se trovo un'anima buona che lo fa o, meglio, che mi istruisce a dovere su come fare ... --Massimop (msg) 23:54, 14 ott 2010 (CEST)

Voci da aiutare[modifica | modifica sorgente]

Cat di servizio mensili create da un bot[modifica | modifica sorgente]

Vi invito a dare uno sguardo a questa discussione. Quali sono gli argomenti che il vostro progetto troverebbe comodo avere in automatico in cat di servizio? La proposta è far lavorare dei BOT per le cat di servizio dei template W, F, S, C (e forse anche Controlcopy) per alcuni macro argomenti: sia cat mensili, che cat che ancora mancano (da creare una volta per tutte). --Pequod76(talk) 03:31, 28 ott 2010 (CEST)

Rispondo qui a Massimop che mi ha chiesto lumi sulla cosa.
Ciao! Le cat di servizio possono corrispondere all'albero di cat del ns0. D'altra parte, è possibile che vi siano delle deviazioni. Sicuramente, quello che posso dirvi della proposta è che si tratta di una risposta alla questione {{categoria sovraffollata}}. Le 4 categorie relative (categoria:stub - araldica, categoria:wikificare - araldica, categoria:voci mancanti di fonti - araldica, categoria:controllare - araldica) non sono sovraffollate. D'altra parte, creare le cat di servizio solo dopo che esse lo divengono, significa raddoppiare il lavoro in futuro, poiché quando intendo segnalare ad es. uno stub con argomento più specifico di quelli che trovo posso 1) creare la cat; 2) categorizzare in cat più generica. L'atteggiamento da wikiDemone (lo dico con il massimo rispetto per la figura) comporta un futuro affollamento. La parola d'ordine è prevenire. Personalmente, quando metto un avviso, parto dalla cat di servizio più generica e mi accerto delle sottocat esistenti. Se non ne trovo e sono in giornata, creo la cat. Ma se non sono in giornata?
La priorità per il progetto, in questo ambito, è elencare gli argomenti fondamentali di cui si compone la materia, in modo che la creazione possa avvenire a cura del progetto:coordinamento, a cura del vostro progetto o a cura dei bot qualora la mia proposta vada in porto. In tutti i casi, è bene pensarci per tempo. Se ci sono incertezze sul tema, fatemi domande specifiche e proverò a rispondere.
Per rispondere alla domanda di Massimop: sì, si tratta della costituzione di un database. Solo che tra il ns0 e le cat di servizio i due alberi possono essere diversi e vanno pensati autonomamente: l'albero di ns0 va pensato in termini di completezza, quello di servizio in termini di efficienza. Infatti, è possibile che non sia necessario creare la sottocat di servizio di tutte le sottocat di ns0. È importante però capire quali sono gli argomenti che relativamente al vostro progetto possono essere, data la loro generalità nel contesto "araldica", più soggetti ad avvisi di servizio. Se mi indicate questa cat, cercherò di farle creare in automatico. --Pequod76(talk) 23:15, 28 ott 2010 (CEST)
Aggiustamenti
Esiste una categoria Categoria:Stub sezione - araldica che non ha ragion d'essere e nella quale è inserita una voce (Magonza-Bingen) che non ha nulla a che fare con l'araldica. Non sono riuscito a capire come fare per eliminare almeno il link alla voce.
La categoria Categoria:Stub - vessillologia non dovrebbe comparire come categoria dipendente da Stub - araldica, ma essere collegata in qualche modo al progetto vessillologia. Analoga situazione per la categoria Categoria:Stub - nobiltà che ho già rimosso da Stub - araldica e per la Categoria:Da fare - vessillologia.
Riordinati i template di araldica con lo spostamento di tutti quelli della vessillologia alla categoria corrispondente
--Massimop (msg) 17:23, 29 ott 2010 (CEST)
Magonza-Bingen: la sezione è relativa allo stemma. Per quel che riesco a capire di araldica, lo stub sezione ci stava. Esattamente per quale ragione l'hai tolto? (La domanda non è polemica, voglio effettivamente capire il tuo ragionamento).
Non sono riuscito a capire come fare per eliminare almeno il link alla voce: link alla voce? puoi spiegarti meglio?
La categoria Categoria:Stub - vessillologia non dovrebbe comparire come categoria dipendente da Stub - araldica, ma essere collegata in qualche modo al progetto vessillologia: questa frase pure la capisco poco. Le categorie di servizio infatti esistono ed esisterebbero pure se i wikiprogetti non esistessero. Dunque, che significa collegare al progetto, soprattutto in alternativa all'essere sottocat di araldica? La vessillologia come scienza in che rapporto è con la scienza araldica?
Per quanto riguarda il lavoro che hai abbozzato qui, ti dico le seguenti cose:
  1. Una cosa importante: il format del nome categoria deve essere senza articolo e in genere al plurale.
  2. Per cui evitare Le partizioni araldiche e usare, ad es., categoria:stub - partizioni araldiche.
  3. La cat Catalogo degli armoriali può essere eliminata, perché la sua funzione è assolta dalla cat Armoriali.
Aspetto i tuoi/vostri commenti e andiamo avanti! :) --Pequod76(talk) 21:51, 29 ott 2010 (CEST)
Quando ho eliminato il template con lo stub alla sezione araldica ho pensato che:
  • era l'unico stub di quel genere, il che mi induce a credere che non esista come problema generale;
  • il progetto - al suo attuale stato di sviluppo - non può dedicarsi seriamente alla sistemazione di sezioni contenute in voci di tipo geografico o familiare o storico; avremo già abbastanza da fare solo per rendere coerente ed accettabile l'insieme delle voci propriamente araldiche...;
Per quanto riguarda l'eliminazione del link alla voce si è trattato evidentemente di un errore mio perché in un primo momento anche quando credevo di aver escluso quella voce dalla categoria me la dava ancora presente: successivamente invece la voce non è più comparsa. Devo ancora scoprire cosa ho combinato.
Per la categoria Stub-vessillologia non intendevo collegare la sua esclusione dalla dipendenza con la categoria Stub-araldica con la sua inclusione nel progetto vessillologia: proponevo questo inserimento perché il relativo progetto esiste e ritengo che non vada collegata all'araldica perché le due cose sono ben distinte. L'araldica si occupa degli stemmi (storia, formazione, regole etc), il che vuol dire di simboli la cui componente essenziale è la descrizione che se ne può dare e per i quali il disegno è solo un aspetto accessorio ed illustrativo, ma non indispensabile; la vessillologia invece si occupa di bandiere (e simili) cioè di simboli per i quali il disegno è la sola componente essenziale (se si disegna una bandiera svedese con un colroe blu scuro - cosa che in araldica sarebbe assolutamente accettabile - si ottiene una nuova bandiera che con la Svezia non ha alcun rapporto) mentre la descrizione è del tutto accessoria e in molti casi impossibile se non facendo riferimento a tavole cromatiche ben precise, quindi praticamente inutile tanto è vero che nelle tavole di bandiere sono sempre riportati solo i disegni e mai le descrizioni. Ecco perché le due cose sono analoghe ma ben diverse ed è bene evitare confusioni e sovrapposizioni.
Circa i nomi delle categorie, effettivamente io ho sempre la tendenza a fare degli indici (in cui si usano gli articoli) e trascuro le convenzioni wiki. Suppongo che sia sufficienti, per ora, una dozzina di categorie di servizio, senza scendere nel dettaglio dell'albero di progetto. Questo anche tenendo conto del fatto che dovrebbe essere difficile avere un grande numero di voci da includere nelle categorie di servizio. Per quanto riguarda invece la categoria Catalogo degli armoriali la vedevo solo come una busta in cui inserire i soli elenchi di armoriali (a stampa ed elettronici) lasciando nella categoria Armoriali le cinque sottocategorie di primo livello e solo poche voci esplicative dell'argomento.
In generale, comunque, sarà bene sentire anche il parere degli altri partecipanti al progetto, perché per ora ho esposto solo idee mie. --Massimop (msg) 23:30, 29 ott 2010 (CEST)
il progetto - al suo attuale stato di sviluppo - non può dedicarsi seriamente alla sistemazione di sezioni contenute in voci di tipo geografico o familiare o storico: capisco, ma gli avvisi (S, F, W etc) non riguardano il progetto soltanto ma la comunità intera. Per cui non dovresti cancellarli per esigenze di progetto, capisci? :) Ad ogni modo, non sei stato tu a far casino: a volte ci sono problemi di aggiornamento con le cat. Ti conviene aspettare 5-10 minuti.
vessillologia/araldica [...] le due cose sono ben distinte. Ah ok, perfetto: ignoranza mia. Allora è giusto non mescolare le cat.
Per l'albero delle cat: ok, prosegui pure ma ti conviene aggiustare secondo convenzioni. Per il Catalogo degli armoriali, anche alla luce di quanto mi hai detto, ritengo che tu possa fare a meno di quella cat. Certo, questo non è il massimo della precisione, poiché (uno potrebbe immaginare) una cat armoriali dovrebbe contenere solo armoriali. In effetti su wikip le cose non stanno esattamente così. Piuttosto che il mero elenco degli oggetti, la cat racchiude oltre a questi anche argomenti affini. Per cui la cat Armoriali potrebbe in teoria essere sia un elenco di armoriali che contenere voci che parlano dell'argomento in generale. Ma su questo consultati anche con altri utenti. Ok, seguo l'evoluzione della cosa e così ricordo anche una presenza a me cara. :) Consultami quando credi. --Pequod76(talk) 01:46, 30 ott 2010 (CEST)

Traduzioni da altre wiki[modifica | modifica sorgente]

Questa sezione: è un invito alla traduzione o... che? Ciaoz! :P --Pequod76(talk) 21:54, 29 ott 2010 (CEST)

Nella mia visione si tratta di un invito a tradurre le voci delle altre wiki per estrapolarne le eventuali nuove notizie e i suggerimenti contenuti, con cui integrare le nostre voci o, se del caso, crearne di nuove. In effetti le primissime voci di araldica in it:wiki sono nate come traduzioni di alcune voci della wiki francese e poi sono state integrate, modificate, sviluppate o, comunque, adattate alle nostre esigenze. --Massimop (msg) 23:30, 29 ott 2010 (CEST)
Mmm, due perplessità: 1) non si capisce, io stesso non ero sicuro e infatti ti ho chiesto di cosa si trattasse; 2) attenti ad invitare a tradurre: in contesti tecnici, la terminologia di altre lingue, tradotta, può diventare uno scivolone. --Pequod76(talk) 01:48, 30 ott 2010 (CEST)

Segnalo contributi anonimo[modifica | modifica sorgente]

questo IP contribuisce abbastanza regolarmente su biografie di nobili, segnalo giusto perché le fonti inserite mi paiono essere regolarmente non verificabili con immediatezza.--Shivanarayana (msg) 13:06, 2 nov 2010 (CET)

Avviso di cancellazione[modifica | modifica sorgente]

User-trash-full-4.svg
La pagina «Segretario del re per l'araldica», il cui argomento rientra nell'area tematica di questo progetto, è stata proposta per la cancellazione.
Dato l'ambito specifico, è benvenuta la partecipazione degli utenti del progetto alla discussione. (Se la pagina fosse già stata cancellata per errore, ci si può rivolgere agli amministratori chiedendone il ripristino)

--Mauro Tozzi (msg) 10:45, 25 nov 2010 (CET)

Nomenclatura[modifica | modifica sorgente]

Tutte le voci presenti in Categoria:Armoriali dei comuni italiani dovrebbero avere la "P" di "provincia" con carattere minuscolo. Bot? --Crisarco (msg) 14:07, 31 dic 2010 (CET)

La proposta mi pare giusta, ma se si potesse fare con un bot sarebbe senz'altro meglio --Massimop (msg) 17:41, 31 dic 2010 (CET)
Quoto Massimop e Buon Anno a tutti!.GJo ↜↝ Parlami 18:56, 31 dic 2010 (CET)
A naso direi di sì, ma leggendo Wikipedia:Titolo della voce e Aiuto:Manuale di stile#Maiuscolo non sono sicurissimo; del resto "Provincia di Esempio" è il nome proprio di un ente (giuridico e geografico). --Uno nessuno e 100000 (msg) 08:14, 3 gen 2011 (CET)
In questo caso la dizione indica non l'ente bensì il solo territorio di competenza, credo che minuscolo sia maggiormente corretto.GJo ↜↝ Parlami 10:02, 3 gen 2011 (CET)
Il bot è passato. Come comportarsi con Armoriale dei comuni italiani - provincia di Bolzano? Come mai ha questa forma speciale? Va spostata? --PequoD76(talk) 13:07, 3 gen 2011 (CET)
Io sarei del parere di spostarlo in Armoriale dei comuni della provincia di Bolzano, per analogia con tutti gli altri. Il nome attuale è, mi pare, quello originale che non è mai stato aggiornato. --Massimop (msg) 14:09, 3 gen 2011 (CET)
Spostata. Ho sistemato redirect doppi e il tmp {{ArmorialiComuniIta}}. --PequoD76(talk) 14:20, 3 gen 2011 (CET)

Identificazione contributi[modifica | modifica sorgente]

Se si va a spulciare gli interventi sugli armoriali delle famiglie italiane si nota come la maggior parte, soprattutto quelli che introducono nuovi nomi o titoli o stemmi, sono fatti da utenti anonimi, mentre quelli finalizzati alla revisione e al controllo delle voci sono fatti da utenti loggati. Io personalmente comincio a sospettare che qualcuno desideroso di attribuirsi titoli o stemmi o quant'altro faccia questi inserimenti ma non abbia la correttezza di qualificarsi personalmente e preferisca nascondersi dietro un numero IP. Al fine di ridurre questa possibilità propongo di stabilire il principio che i contributi anonimi agli armoriali delle famiglie (non mi pare che il problema esista o possa esistere per tutti gli altri) siano eliminati senza ulteriori controlli. I contributi di utenti loggati, invece, continuerebbero ad essere accettati e sottoposti alle consuete verifiche. Cosa ne pensate ? --Massimop (msg) 12:03, 3 gen 2011 (CET)

Mi sembra un precedente abbastanza rischioso. Esistono tmp di avviso e {{cn}} per questo tipo di situazioni. Non amo per niente i contributi senza fonte: fosse per me li cancellerei brutalmente, almeno quando non si tratta di contenuti scontati (2+2=4; le Marche sono una regione italiana...). Credo che la cosa vada segnalata al bar generalista. --PequoD76(talk) 13:02, 3 gen 2011 (CET)
Non concordo. Semmai introduciamo criteri più chiari e stringenti (da applicare indipendentemente da chi faccia la modifica). --Uno nessuno e 100000 (msg) 09:20, 10 gen 2011 (CET)
In effetti la mia proposta era alquanto drastica, ma non so come fare a controllare testi di difficile disponibilità oppure modifiche (soprattutto quelle relative a titoli e città di residenza) per le quali spesso nom viene neppure indicato un documento di riferimento. Sarebbe accettabile la richiesta di far pervenire una riproduzione a scanner della pagina del documento di riferimento almeno per via email ai membri del progetto (visto che in molti casi la presenza di copyright renderebbe impossibile chiederne il caricamento su Commons) ? --Massimop (msg) 14:47, 10 gen 2011 (CET)
Copyright? La concessione di un titolo o di uno stemma non può essere soggetta a copyright! Non a caso si chiamano lettere patenti, cioè "pubbliche": è nella loro natura l'esserlo! Al massimo potrebbero esserci problemi di riservatezza per i successori del concessionario nel caso non gradissero essere su internet o più facilmente di diritti di proprietà su documenti o immagini da parte del possessore del documento e dell'autore della fotografia; ma se un contributore vuol caricare la propria concessione, non vedo dove possa essere il problema. --vadsf (msg) 13:07, 22 apr 2012 (CEST)
E' chiaro che il decreto di concessione è pubblico (per fortuna), ma ci potrebbero essere problemi quando la citazione è tratta da un libro di recente edizione nel quale compaiano anche immagini. Finora ci siamo sempre attenuti al principio per cui la blasonatura è, per sua stessa natura, libera e comunque riproducibile, mentre non è possibile riprodurre immagini che possano essere ancora soggette a copyright, a meno che non ci sia un atto di autorizzazione come nel caso della preziosa collaborazione di Araldica Civica. Certo è che se i titolari volessero pubblicare i loro documenti di concessione sarebbe un notevole passo avanti; penso che la loro possibile migliore collocazione sarebbe su Wikisources invece che su Commons. Altro problema è quello dei diritti di proprietà, in base ai quali è impossibile pubblicare, ad esempio, i preziosissimi documenti in possesso dell'Archivio Centrale dello Stato, salvo costose autorizzazioni, peraltro non ripetibili. --Massimop (msg) 13:46, 22 apr 2012 (CEST)

Sezione traduzioni delle voci araldiche[modifica | modifica sorgente]

Finora le voci araldiche hanno contenuto una sezione Traduzioni che si è rivelata spesso utile, almeno a me, sia per interpretare blasonature in lingua straniera sia per facilitare la ricerca di documentazione araldica, per analisi o confronto, su testi e siti stranieri. In questo periodo ho cominciato a inserire le voci araldiche, sia italiane che straniere, nel it:wikizionario, ovviamente limitando gli inserimenti alla sola parte esplicativa e tralasciando la parte generale e illustrativa presente nelle voci di it:wikipedia. Ho pensato che si potrebbe eliminare la sezione traduzioni dalle voci araldiche man mano che vengono inserite nel wikizionario; nella it:wiki resterebbero solo gli interwiki. In cambio nelle voci di wikipedia sarebbero inseriti i link alle corrispondenti voci del wikizionario. Anche qui vorrei un parere degli altri partecipanti al progetto. --Massimop (msg) 12:11, 3 gen 2011 (CET)

Mi faresti un esempio, con un link pertinente al wikizionario? :) --PequoD76(talk) 13:04, 3 gen 2011 (CET)
Un esempio è abbassato per il quale in it:wikizionario [3] è stata inserita la sezione contenente il significato araldico della voce ed è stata inserita e ampliata la sezione traduzioni, facendone una specifica per il significato araldico in quanto non coincidente con quella ordinaria. Ora nel wikizionario è possibile chiamare ognuno dei termini (sia quello italiano che quelli corrispondenti nelle altre lingue) direttamente come voci e non solo attivando la ricerca come oggi in it:wiki. Non ho toccato la sezione traduzioni in it:wiki prima di sentire il vostro parere. --Massimop (msg) 14:26, 3 gen 2011 (CET)
dato che è in topic segnalo Wikipedia:Bar/Discussioni/Traduzioni di terminologia araldica. --valepert 15:26, 31 gen 2011 (CET)

Fazio[modifica | modifica sorgente]

Gentili amici, su Wikipedia, alle voci degli stemmi delle famiglie FAZIO di Genova, di Messina e di Scigliano e Napoli: "Armoriale delle famiglie italiane - F (Faa-Faz)" vorrei aggiungere l'immagine degli stemmi descritti, ma non so come incollare lì tali immagini. Mi aiutate? Caulo. Vorrei incollarli almeno su questa email, ma non ci riesco. sic!!! Caulo

Per prima cosa l'immagine devi crearla tu, o trovarne una con licenza libera. Per caricarla usa la pagina commons:Commons:Upload/it, e per inserirla nella voce guarda come fare in Aiuto:Markup immagini. Se ti serve aiuto chiedi pure in Aiuto:Sportello informazioni. Ciao Jalo 09:47, 31 gen 2011 (CET)

Cancellazione[modifica | modifica sorgente]

User-trash-full-4.svg
La pagina «mastio (araldica)», il cui argomento rientra nell'area tematica di questo progetto, è stata proposta per la cancellazione.
Dato l'ambito specifico, è benvenuta la partecipazione degli utenti del progetto alla discussione. (Se la pagina fosse già stata cancellata per errore, ci si può rivolgere agli amministratori chiedendone il ripristino)
Ho già spostato le notizie di interesse nella voce Maschio (architettura) per cui la cancellazione non crea alcun problema. --Massimop (msg) 21:19, 11 mar 2011 (CET)

Armi componibili[modifica | modifica sorgente]

Ciao a tutti, ho visto che con fr:Modèle:Infobox Cardinal de l'Église catholique (che richiama fr:Modèle:Armoiries avec ornements communs) hanno trovato il modo di comporre armi (vedi ad esempio fr:Jean de Rochechouart). In questo caso di tratta di montare gli ornamenti proprî di un cardinale sullo stemma di famiglia. Si potrebbe rendere possibile la stessa cosa su it.wiki? AVEMVNDI  14:21, 17 mar 2011 (CET)

Bisognerebbe che qualcuno un po' esperto di template si occupasse di importare su it. wiki il template in oggetto.GJo ↜↝ Parlami 15:01, 18 mar 2011 (CET)
Bellissimo lavoro ! Non lo conoscevo. Ho visto che c'è anche il template per gli stemmi municipali italiani: l'unico problema è che loro hanno previsto uno scudo alla francese, ma dovrebbe funzionare anche con quello nostro (se il disegno dello scudo va in sovrapposizione su quello degli ornamenti). Chi conosciamo che sia pratico di template ? --Massimop (msg) 21:46, 18 mar 2011 (CET)

Armoriali[modifica | modifica sorgente]

Segnalo che sto per chiedere un bot per adeguare i titoli degli armoriali dei comuni francesi secondo questa tabella. --Crisarco (msg) 16:42, 26 mar 2011 (CET)

Concordo sulla possibilità di tradurre le denominazioni dei dipartimenti in italiano, anche se preferirei che venisse mantenuto il numero distintivo (eventualmente fra parentesi) in quanto mi semplifica molto alcune ricerche evitandomi di scorrere l'intero elenco. --Massimop (msg) 22:26, 26 mar 2011 (CET)
Sarebbero fuori standard. --Crisarco (msg) 23:39, 26 mar 2011 (CET)
OK. --Massimop (msg) 00:18, 27 mar 2011 (CET)
Rispetto a che standard? --Uno nessuno e 100000 (msg) 16:07, 28 mar 2011 (CEST)

Segnalazione[modifica | modifica sorgente]

Segnalo questa discussione sull'argomento bandiere. --Basilero (se hai qualcosa da dirmi...) 14:37, 30 mar 2011 (CEST)

L'argomento (uso di Template:FIAV o di Template:FIAV (svg) , però, mi pare strettamente specifico alla vessilogia.
O proponevi di creare qualcosa di simile per l'araldica? --Uno nessuno e 100000 (msg) 08:48, 2 apr 2011 (CEST)
No, la segnalazione era dovuta al fatto che non sapevo quanto fosse attivo il Progetto:Vessillologia e volevo dare visibilità alla cosa. --Basilero (se hai qualcosa da dirmi...) 09:38, 2 apr 2011 (CEST)

Armoriali famiglie italiane[modifica | modifica sorgente]

Nelle voci di questa serie la doppia disambigua è fuori standard e andrebbe eliminata: i titoli corretti dovrebbero essere nella forma "Armoriale delle famiglie italiane (Coa-Cor)". --Crisarco (msg) 15:23, 13 mag 2011 (CEST)

Puoi chiarirmi meglio il problema ? --Massimop (msg) 23:09, 13 mag 2011 (CEST)
La doppia disambigua è fuori standard, il titolo principale è "Armoriale delle famiglie italiane" non "Armoriale delle famiglie italiane - C", così come non lo è "Armoriale delle famiglie italiane - C- Co" --Crisarco (msg) 23:16, 13 mag 2011 (CEST)

Terminologia inglese[modifica | modifica sorgente]

Ritengo utile spostare su questa pagina di discussione uno scambio di messaggi relativi all'argomento in oggetto (iniziata sulla pagina di discussione di Armoriale delle famiglie italiane - S) in modo da consentire ai partecipanti al progetto di esporre le proprie idee e le proprie eventuali proposte operative. ---:
L'inglese usato nell'Armoriale è molto approssimativo. Occorre correggerlo. - Sostituire "Coat of Arms" con "Arms" - Utilizzare il genitivo sassone. Es. Rossi's Arms - Usare gli aggettivi. Es. Italian Arms, English Arms ecc. L'inglese no si improvvisa! Si modifichino tutte le voci!

Prescindendo dal fatto che un tono così ultimativo non mi sembra consono allo spirito, generalmente collaborativo, di wikipedia, vorrei solo far presente che se nella en:wiki e nella wiki:commons, entrambe in lingua inglese e scritte, presumo, da persone prevalentemente di madre lingua inglese, si usa coat of arms e non arms, se non si usa il genitivo sassone nella composizione delle denominazioni degli articoli e delle categorie, se non si usano gli aggettivi nelle stesse denominazioni, un motivo ci sarà. Io personalmente preferisco dar credito a chi scrive su quelle wiki che non a linguisti autonominati, che non usano la firma e che si sentono in diritto di dare ordini al resto del mondo come se fossero gli unici depositari della verità (rivelata o meno che sia). Un'ultima osservazione: perché questa discussione è inserita in questa voce ? --Massimop (msg) 21:44, 4 lug 2011 (CEST)

Le chiedo scusa se il mio tono l'ha contrariata, ma non sono esperto di Wikipedia. Conosco però molto bene l'araldica italiana e inglese. Chieda al College of Arms cosa ne pensa dei termini usati in queste voci. E' con spirito collaborativo che consiglio di correggerle, altrimenti tutto diventa poco credibile. Il nome utente e la data non vengono scritte in automatico? Come si deve fare?

Come mai qui si usa un inglese corretto? http://commons.wikimedia.org/w/index.php?title=Special%3ASearch&search=royal+arms&button=

http://commons.wikimedia.org/w/index.php?title=Special%3ASearch&redirs=1&search=English+heraldry&fulltext=Search&ns0=1&ns6=1&ns12=1&ns14=1&ns100=1&ns106=1

Per inserire la firma è sufficiente inserire quattro tilde, il che produrrà l'inserimento del nome utente e della data di registrazione; in alternativa basta cliccare sulla immagine della punta di matita che compare nella barra soprastante la finestra di modifica (nell'ordine ci sono la G per il grassetto, la C per il corsivo, una icona con un quadro per l'inserimento di un file, la punta di matita per la firma e poi le altre icone). Tornando al problema delle Arms, proprio cercando su Commons si può notare che la parola Arms, utilizzata da sola, compare quando ci si riferisce al braccio, mentre ha il significato di stemma solo quando è unita ad altra parola che la qualifica escludendo la possibile confusione con braccio, come nelle espressioni Royal arms (stemma reale e non braccio reale) o Arms of James William Middleton o Thomas of Lancaster Arms (e anche qui si nota come non compaia mai il genitivo sassone). Tutte le volte che si parla in genere di stemmi viene sempre usata la locuzione Coat of arms, evidentemente proprio per evitare possibili confusioni con le braccia. Tornando al College of Arms trovo logico che non si parli di College of coats of arms visto che sembra improbabile possa esistere un Collegio delle braccia, esattamente come si dice king of arms etc. --Massimop (msg) 23:26, 4 lug 2011 (CEST)

Forse mi sono espresso male. Il College of Arms non approverebbe mai l'uso di certi termini. Ho letto decine di libri di araldica inglese e riesco anche a blasonare in inglese, anche se non sono bravo, quindi non esprimo un mio parere personale. Con il nome non si usa il genitivo sassone, ha ragione, con il cognome lo si usa quasi sempre. Ad es. Middleton's Arms.--Silverio.signoracci (msg) 00:24, 5 lug 2011 (CEST) Sono membro a vita della Heraldry Society da tanti anni e credo, con tutta umiltà, di avere acquisito una certa esperienza nell'araldica inglese. Grazie per il suggerimento relativo alla firma, questa è la prima discussione a cui partecipo.--Silverio.signoracci (msg) 00:29, 5 lug 2011 (CEST)

Credo che questa pagina non sia la più adatta per l'eventuale prosecuzione della discussione. Se lo desidera possiamo trasferire il tutto sulla pagina di discussione del Progetto Araldica (Discussioni_progetto:Araldica) ed estenderlo ai partecipanti al progetto per sentire anche il loro parere. --Massimop (msg) 23:07, 5 lug 2011 (CEST)

Arms è l'abbreviazione di Coat of Arms. Heraldic Achievement è lo stemma completo (scudo,elmo, cimiero. supporti ecc.), poi abbiamo Armorial Bearing.--Silverio.signoracci (msg) 13:24, 8 lug 2011 (CEST) Certo, lei sa cosa è più opportuno. Si può trasferire. --Silverio.signoracci (msg) 13:26, 8 lug 2011 (CEST) ---

Pagine di cancellazione[modifica | modifica sorgente]

Sulla pagina di discussione del portale dei progetti (Discussioni portale:Progetti) è comparsa la seguente richiesta. Propongo di inserire tutte le pagine di cui si richiede la cancellazione e che possano essere di nostro interesse nella unica e già esistente categoria Categoria:Pagine in cancellazione - araldica, senza creare uteriori suddivisioni: in questo modo sarà più semplice tenerle sotto controllo, visto che oltretutto sono molto scarse. --Massimop (msg) 22:26, 8 lug 2011 (CEST)

Richiesta parere sulle cat di pagine in cancellazione[modifica | modifica sorgente]

Cancellazione:Mercurio (araldica)[modifica | modifica sorgente]

User-trash-full-4.svg
La pagina «Mercurio (araldica)», il cui argomento rientra nell'area tematica di questo progetto, è stata proposta per la cancellazione.
Dato l'ambito specifico, è benvenuta la partecipazione degli utenti del progetto alla discussione. (Se la pagina fosse già stata cancellata per errore, ci si può rivolgere agli amministratori chiedendone il ripristino)

--Narayan89 15:30, 28 ago 2011 (CEST)

Geografia: Stemmi o emblemi?[modifica | modifica sorgente]

Segnalo la discussione Stemmi o emblemi? del Progetto:Geografia che riguarda anche questo progetto.GJo ↜↝ Parlami 14:26, 1 set 2011 (CEST)

Template: Organizzare[modifica | modifica sorgente]

Grazie mille! --Pequod76(talk) 02:27, 17 set 2011 (CEST)

Raccolta dei modelli di voce[modifica | modifica sorgente]

Richiesta aiuto[modifica | modifica sorgente]

Ciao a tutti, volevo chiedere se qualcono del progetto è in grado di darmi qualche indicazione su uno stemma fotografato a Venezia nella zona di Cannaregio. Si tratta di uno scudo diviso orizzontalmente a metà; sulla parte superiore sono rappresentati tre grappoli d'uva mentre su quella inferiore ci sono delle strisce diagonali. All'esterno dello scudo sono presenti due "serpenti" con coda biforcuta. Mi scuso per la terminologia sicuramente impropria e ringrazio. --Vid395 (msg) 20:27, 15 ott 2011 (CEST)

Io non ho informazioni in merito, ma potresti provare a porre il tuo quesito qui: http://www.iagiforum.info/viewforum.php?f=1&sid=acae0c8971a9ccab894f155ab141fb7c , normalmente si riesce ad avere una risposta (sopratutto se la richiesta è corredata da un immagine).GJo ↜↝ Parlami 20:46, 15 ott 2011 (CEST)

Argomento del template Da correggere[modifica | modifica sorgente]

Raccogliere convenzioni di stile[modifica | modifica sorgente]

Stemma delle regine d'Italia[modifica | modifica sorgente]

Salve a tutti, un amico di Commons (Katepanomegas) mi ha chiesto cosa cavolo significasse la parola gruppi nell'art. 52 del R.D. del 1º gennaio 1890:

« La Regina e le Principesse della Reale Famiglia attorniano gli scudi dell'arme con una cordelliera intrecciata e composta di fili d'oro e d'azzurro terminata a fiocchi e passata in nodi di Savoia alternati da gruppi. »

avevano mangiato troppo panettone o la frase è troncata? Lui sta lavorando appunto agli stemmi che trovate nella mia pagina di discussione (Discussioni_utente:F_l_a_n_k_e_r#Stemma delle regine d'Italia). Grazie e scusate l'intrusione! --F l a n k e r (msg) 16:09, 2 feb 2012 (CET)

Sabato dovrei avere sottomano il Bollettino ufficiale della Consulta Araldica contenente il decreto, se qualcuno non risponde prima vedo di sciogliere io l'interrogativo. Se riesci ricordamelo sabato mattina, così lo faccio di sicuro. Ciao.GJo ↜↝ Parlami 16:22, 2 feb 2012 (CET)
La frase dovrebbe essere completa, visto che è riportata come tale in più fonti. Per gruppi invece, almeno secondo Araldica Civica, si devono intendere i nodi che possono chiudere, o meno, la cordelliera nella sua estremità inferiore (infatti le regine e principesse vedove non portano i gruppi e negli esempi presenti la loro cordelliera non è allacciata in basso). Comunque sarebbe bene trovare un documento certo. --Massimop (msg) 16:45, 2 feb 2012 (CET)
Grazie GJo, anche se penso che Massimo (a proposito, come stai? Quanto tempo!) abbia ragione sulla troncatura della frase, una controllata alle fonti non fa mai male.
Per quanto riguarda il significato di gruppo sono perplesso: la frase afferma nodi di Savoia alternati da gruppi, quindi mi aspetterei che siano quegli "occhielli" tra un nodo Savoia e l'altro... Inoltre lo stemma di Maria José non sembra avere nodi sulla cordelliera, oltre quello che la chiude... Ma comunque anche le principesse nubili hanno gli "occhielli"... insomma, resto confuso. --F l a n k e r (msg) 20:12, 2 feb 2012 (CET)
In effetti anche io avevo pensato in un primo momento agli occhielli, visto che si parla di alternanza, poi però vedendo gli esempi si nota che gli occhielli sono sempre presenti mentre l'unica differenza apparente sono i nodi di chiusura. Certo che è una espressione oscura. Si potrebbero interpellare i curatori del sito [[4]] che riporta proprio il testo in questione. --Massimop (msg) 21:18, 2 feb 2012 (CET)
Sul Bollettino non viene riportato il decreto in questione che ho invece trovato su V. Spreti, Enciclopedia storico-nobiliare italiana, vol. I (ABA-BAZ), p. 266 (si veda anche qui); confermo che la frase "incriminata" è riportata allo stesso identico modo. Mi sono procurato anche un'immagine dello stemma della Regina (credo sia proprio il bozzetto ufficiale), come torno a casa la metterò on-line.GJo ↜↝ Parlami 12:48, 4 feb 2012 (CET)
A questo link l'immagine dello stemma della regina Elena.GJo ↜↝ Parlami 15:39, 4 feb 2012 (CET)
Grazie molte ad entrambi, siete stati molto gentili. Non mi resta che riferire a Katepanomegas! --F l a n k e r (msg) 23:23, 4 feb 2012 (CET)

Anomala presenza di pagine orfane dal 2004/2005[modifica | modifica sorgente]

Il toolserver mi segnala che moltissime delle pagine di Categoria:Terminologia araldica sono orfane e semi-abbandonate dal 2004/5 con pochissime connessioni nel progetto. io non sto nemmeno a mettere gli avvisi, parliamo di quasi 100 pagine come Terza (araldica) o Palizzata (araldica)... non hanno nemmeno interwiki. insomma andrebbero ripensate, magari messe in un'unica pagina più fruibile, o inserite in qualche templates, cosi' servono davvero a poco. Per chi ha voglia, aspettano là da 7 anni, non scappano.--Alexmar983 (msg) 16:34, 8 apr 2012 (CEST)

fra l'latro Tortello-bisante‏ e bisante-tortello son la stessa cosa?--Alexmar983 (msg) 16:41, 8 apr 2012 (CEST)
Le pagine orfane sono state linkate, per ora, solo con le voci del wikizionario. La loro presenza è motivata solo dal fatto che dovrebbero servire per wikificare le blasonature: un giorno, forse, dopo aver caricato le blasonature, riusciremo anche a fare tutti i link interni. Per quanto riguarda la eventualità di riunirle in voci più complesse, abbiamo seguito questa strada solo per gli attributi, che ora sono inglobati in poche voci cumulative, mentre si era pensato di lasciare singole le altre voci: eventualmente ne possiamo parlare. Tortello-bisante è un cerchio diviso a metà in cui la metà superiore o posta a destra (a seconda dell'andamento della linea di partizione) è di colore (rosso, azzurro, verde, nero, porpora) e l'altra metà di metallo (oro, argento); il bisante-tortello presenta la disposizione degli smalti invertita. --Massimop (msg) 20:39, 8 apr 2012 (CEST)
Grazei della risposta. Per me basta che ne siate coscienti voi... se ci sono 50 e passa orfane ma tutte per un motivo chiaro e specifico, dal punto di vista pragmatico sono un problema unico, non 50 piccoli problemi, ed è già una buona cosa. Nel mare magnum delle 16000 voci isolate togliere 50 voci oggi o fra due anni non cambia molto. basta che siate coscienti che ci sono. Capisco che le forze vanno e vengono, ci sono altri progetti al momento che si stanno dedicando alle loro orfane usando il toolserver, il bicchiere è mezzo pieno :) Curiosità: mi lascia perplesso che ci siano pochi collegamenti a altre lingue, abbiamo davvero cosi' tante più pagine di loro sull'argomento?--Alexmar983 (msg) 21:47, 8 apr 2012 (CEST)
Confermo che le pagine orfane sono un problema noto e attualmente di soluzione non immediata. Per quanto riguarda le altre lingue (le traduzioni si possono trovare sul wikizionario) confermo che sulle altre wiki (come sugli altri wikizionari) si sono largamente occupati dei problemi generali dell'araldica ma raramente sono scesi nel dettaglio dei termini, probabilmente solo perché non si sono posti il problema di wikificare le blasonature. Anche noi potremmo in gran parte superare il problema se si accettasse la possibilità di wikificare linkando direttamente i lemmi del wikizionario, ma questa opportunità in passato era stata esclusa. --Massimop (msg) 22:56, 8 apr 2012 (CEST)

Pallio[modifica | modifica sorgente]

Dando un'occhiata a diverse voci (una su tutte: Mario Peressin), ho notato che molti arcivescovi metropoliti, benché defunti o viventi ma emeriti, conservano il pallio nello stemma. Secondo voi tale presenza è "tollerabile"? --FeltriaUrbsPicta (msg) 04:07, 27 apr 2012 (CEST)

In attesa di fare una puntuale verifica, direi in prima approssimazione che il vescovo (o arcivescovo) emerito non dovrebbe portare il pallio che, a quanto mi risulta, è insegna di potere pastorale in atto e non per merito passato. Nel caso particolare che poni, però, il pallio è presente solo sul template dello stemma in bianco, in attesa di essere applicato a uno stemma reale, e quindi risulta per errore: del resto, mi pare, che quel template da arcivescovo con il pallio sia stato introdotto il 17 gen 2010, per cui si potrebbe richiedere all'autore il perché. Ciao --Massimop (msg) 13:31, 27 apr 2012 (CEST)
Non ricordavo di averlo introdotto io... All'epoca mi ero basato su quella che era la tendenza generale, ovvero quella di lasciare il pallio nello stemma anche agli arcivescovi emeriti o defunti (Tommaso Bonaventura della Gherardesca, Giuseppe Maria Martelli, Francesco Gaetano Incontri, Antonio Martini, per esempio)... A più di due anni di distanza credo però bisognerebbe fare chiarezza in merito... --FeltriaUrbsPicta (msg) 14:10, 27 apr 2012 (CEST)
Leggendo la voce Pallio (cattolicesimo) a me pare di capire che l'uso del pallio è strettamente legato al periodo di esercizio della funzione per cui è stato concesso, tanto è vero che si dice espressamente che un metropolita emerito non può più usare il pallio ricevuto, benché lo debba conservare e portare nella tomba. Si dice inoltre che anche chi è autorizzato a portarlo nella sua diocesi non può indossarlo fuori di questa, per cui se ne dovrebbe ricavare che tale segno di distinzione è strettamente legato alla funzione, alla sua durata e alla sua localizzazione geografica. Negli stemmi civili in cui compaiono segni di dignità questi, per quanto mi risulta, sono sempre connessi con l'individuo anche quando cessa dalla sua funzione e anche dopo la sua morte. In conclusione ritengo che il pallio debba essere presente nello stemma solo nel periodo in cui il titolare è autorizzato a portarlo e ne debba essere rimosso quando questi cessa dalla funzione o muore, a differenza dei segni di dignità legati alla sua ultima carica religiosa (arvicescovato o cardinalato) che dovrebbero rimanere sempre connessi allo stemma. A completamento riporto alcuni passi tratti dal libro L'araldica nella chiesa cattolica dell'Arcivescovo Bruno Bernard Heim:
Il codice di diritto canonico del 1917 trattava del pallio in sei canoni che rivestono per noi grande interesse, perché il diritto di indossarlo comporta anche quello di farne uso in araldica. (pag. 71)
Roma non ha mai stabilito se contestualmente (al divieto di portare il pallio fuori della loro provincia ecclesiastica) decada anche il diritto del suo uso araldico, ma sembra logico che se non vi è più occasione di indossarlo e non di possiede più alcun potere arcivescovile, debba cessare anche l'uso in araldica. (pag. 72-73) --Massimop (msg) 23:04, 27 apr 2012 (CEST)
Anche la voce Ettore Di Filippo presenta lo stesso problema: posso quindi togliere il pallio? --FeltriaUrbsPicta (msg) 13:02, 28 apr 2012 (CEST)
Credo proprio che sia opportuno toglierlo a lui e a tutti gli altri deceduti o comunque non più titolari di quel diritto. --Massimop (msg) 21:22, 28 apr 2012 (CEST)
Provvedo a farlo. Ti ringrazio per essere intervenuto, con competenza, nella discussione. --FeltriaUrbsPicta (msg) 15:51, 29 apr 2012 (CEST)
A me sembra strano togliere il pallio allo stemma di un defunto che ha avuto diritto di portarlo in vita. -- AVEMVNDI  15:47, 13 mag 2012 (CEST)
Sicuramente è una procedura inconsueta, ma lo stesso arcivescovo Heim riferisce che il pallio non può essere indossato al di fuori delle circostanze previste, benché il possesso del pallio sia strettamente personale e perpetuo (al punto da essere rinchiuso nella cassa al momento della tumulazione): Suppongo che l'esclusione del pallio dallo stemma sia l'esatta corrispondenza della differenza tra possesso e diritto di indossarlo. --Massimop (msg) 16:31, 13 mag 2012 (CEST)
Anche a me pare molto strano e sarei di mio contrario.... ma se dice il contrario mons. Heim che è la massima autorità in materia, non posso che accettare la sua interpretazione. --vadsf (msg) 20:36, 13 mag 2012 (CEST)

Stemma antipapi[modifica | modifica sorgente]

Nelle pagine degli antipapi ho notato gli stemmi decorati con tiara e con le chiavi decussate. Temo sia un tremendo errore visto che stiamo parlando di personaggi senza potere spirituale né temporale (o almeno non equiparabili ai poteri di un legittimo papa). Per maggior chiarezza consiglio di vedere la versione proposta da questo sito di araldica ecclesiastica in cui compaiono solo gli scudi, così come dovrebbe essere realmente. Non ho documenti scritti di grammatica araldica da consultare, che ne pensate? --Κrepiδeia tradidi quod et accepi 17:01, 1 mag 2012 (CEST)

Ma sicuramente loro lo usavano così, rivendicando i poteri spirituali e temporali dei papi. Non sta a noi "decidere" se ne avevano diritto o no...

(p.s. chiedo scusa, non riesco a scrivere sotto) (commento inserito da Vadsf)

Credo anch'io che sia necessario verificare un disegno originale: noi dovremmo riportare la nostra immagine solo facendo in modo che sia conforme al documento storico reperibile. Non credo che spetti a noi valutare la correttezza istituzionale dei segni di dignità di uno stemma, ma solo la correttezza formale del disegno. --Massimop (msg) 19:34, 1 mag 2012 (CEST)
Anche quando si usano simboli di un'istituzione? Per assurdo anch'io potrei usare tiara e chiavi nel mio stemma personale, in realtà non potrei senza l'imprimatur della Chiesa. La mia obiezione è che non dovrebbe essere possibile divulgare uno stemma non riconosciuto valido da quell'istituzione da cui attinge vari elementi. --Κrepiδeia tradidi quod et accepi 14:05, 5 mag 2012 (CEST)
Non per spirito di polemica, ma mi pare come se volessimo togliere dallo stemma usato dai re d'Inghilterra dal 1300 al 1800 i gigli di Francia, perché non riconosciuti dall'istituzione "Stato francese": che gli antipapi rivendicassero il ruolo di capo della Chiesa non c'è dubbio. Oltretutto la distinzione oggi accettata dagli storici fra papi ed antipapi è avvenuta a posteriori, fatta da chi alla fine è riuscito ad avere da solo il consenso di tutti; ma, durante, ognuno si dichiarava il legittimo papa e considerava gli altri antipapi. Quindi sarebbe logico che tutti avessero gli ornamenti papali. Come proposta di buon senso, si potrebbero mettere entrambi: lo scudo con tiara e chiavi, specificando che era usato dal personaggio di cui si tratta, e lo scudo senza ornamenti, specificando che, visto che oggi la chiesa lo considera un antipapa e non un papa a pieno diritto, per lo stesso motivo oggi gli si attribuisce uno stemma senza attributi papali. --vadsf (msg) 23:20, 5 mag 2012 (CEST)
La proposta che hai fatto mi pare molto valida! --Κrepiδeia tradidi quod et accepi 23:24, 5 mag 2012 (CEST)
Bene, allora siamo d'accordo! :) --vadsf (msg) 20:33, 13 mag 2012 (CEST)

Controllo blasonatura[modifica | modifica sorgente]

StemmaSgariglia.png

E' del tutto corretta la blasonatura che ho fatto di questo stemma? Fatemi sapere e/o eventualmente correggete, grazie! Revares (make it quick!) 15:47, 6 giu 2012 (CEST)

Non è del tutto corretta, per due motivi: la fascia è più stretta della norma, quindi sarebbe bene specificare che si tratta di una fascia ridotta; ma soprattutto, il termine caricato si usa per indicare che una figura è sovrapposta a quella definita caricata, mentre nel caso in questione il monte è fondato sulla fascia o, al più, uscente dalla fascia, anche se l'espressione è meno bella. Ciao --Massimop (msg) 19:00, 6 giu 2012 (CEST)
Bene, faccio le correzioni il prima possibile. Esattamente, in che proporzioni deve stare la fascia rispetto allo scudo, per essere una fascia "normale"? (La grafica l'ho fatta io ed onestamente la fascia è fatta moolto a occhio, pensavo fosse irrilevante!) Revares (make it quick!) 20:25, 6 giu 2012 (CEST)
Secondo la maggior parte degli araldisti, in Italia, la fascia dovrebbe essere alta un terzo dell'altezza dello scudo, ma molti la fanno anche più ridotta; in Francia è di norma 2/7 dell'altezza dello scudo e in Inghilterra l'altezza dipende dal fatto che la fascia si caricata da altre figure (fino a un terzo) o priva di carichi (scende allora a un quinto). In conclusione, se graficamente a te piaceva di più una fascia di quelle proporzioni puoi tranquillamente lasciarla così: la gradevolezza grafica è quasi sempre prevalente sulle regole troppo rigide. Correggi solo l'attributo caricato. --Massimop (msg) 21:17, 6 giu 2012 (CEST)
Ok allora, anche perché tra l'altro nelle varie sculture/tombe/dipinti in cui è raffigurato lo stemma, la fascia è in effetti piuttosto sottile. Correggo subito, grazie mille! Revares (make it quick!) 21:37, 6 giu 2012 (CEST)
Ho effettuato una piccola correzione: il fondato si riferisce al monte. --Massimop (msg) 22:46, 6 giu 2012 (CEST)

Stemma Alvitreti[modifica | modifica sorgente]

Ri-eccomi qua! Ho iniziato a scrivere la voce su questa famiglia ascolana, ma mi sono già imbattuto in un problema. Il libro da cui sto prendendo ogni informazione riporta due blasonature:

  • D'argento, al pino fruttifero al naturale, nodrito su un monte di tre cime ordinate in fascia movente dalla punta di verde; col capo d'azzurro, caricato di tre gigli d'oro, posti tra i quattro pendenti di un lambello dello stesso. (la fonte trae l'info da: SMOM, Proc. Nob. 1254 (Cavv. Silvio e Tommaso Alvitreti, 7 luglio 1660))
  • D'azzurro, al monte isolato di tre cime ordinate in fascia d'argento, cimato da un albero fogliato e fruttifero al naturale; col capo cucito d'azzurro, a tre gigli d'oro posti tra i quattro pendenti di un lambello dello stesso. (la fonte trae l'info da: F. Fumi Cambi Gado, Stemmi nel Museo Nazionale del Bargello, p. 114)

A me non sembrano coincidere perfettamente.. Oltretutto, spulciando qui su Wiki ho trovato una terza versione! Come se ne esce? Revares (make it quick!) 10:05, 7 giu 2012 (CEST)

Sostanzialmente non se ne esce: la terza versione che hai trovato è quella riportata dallo Spreti, universalmente riconosciuto come fonte indiscussa. Nel complesso, però, si tratta sempre di forme molto simili, a parte l'alternanza dei colori citata dal Museo del Bargello. La natura dell'albero (pino, palmizio, albero generico) è in genere poco rilevante, visto che i disegnatori originali sono sempre alquanto creativi nelle loro opere e spesso i curatori riportano molti alias (sto attualmente caricando su Wikipedia le blasonature dell'Archivio di Stato di Firenze e per una famiglia sono riportati ben 17 alias). Per cui direi di inserire nell'armoriale di Wikipedia tutti gli alias che si trovano, sempre che si riferiscano con certezza alla stessa famiglia, e citare la fonte per ognuno di essi. A meno di non trovare il documento originale di concessione qualunque altra strada mi sembra non percorribile. --Massimop (msg) 11:17, 7 giu 2012 (CEST)

Capisco, quindi è irrilevante che, per tutti i monumenti in giro per la città, lo stemma effettivamente raffiguri un albero/un pino e non una palma? Con tutto il rispetto per lo Spreti, che da quando bazzico questi argomenti ho inteso essere uno dei più grandi esperti in materia.. Mentre per il fondo d'oro anziché d'argento credo non si possa far nulla, insomma. Giusto? Revares (make it quick!) 11:48, 7 giu 2012 (CEST)

Sicuramente è indicativo il fatto che i monumenti non rappresentino mai un palmizio, ma è anche certo che lo Spreti, quando compose la sua opera, richiese i dati anche alle famiglie interessate, per cui mi viene fatto di pensare che almeno qualcuno della famiglia, all'epoca, indicò lo stemma col palmizio (forse solo per una interpretazione scorretta dei disegni disponibili). In ogni caso, direi, inserisci nella voce degli armoriali tutti gli alias, mentre nella voce specifica della famiglia riporti solo uno degli stemmi, magari quello che ti sembra più attendibile o diffuso. --Massimop (msg) 12:46, 7 giu 2012 (CEST)
Ok perfetto, grazie mille! Revares (make it quick!) 12:54, 7 giu 2012 (CEST)

Segnalazione[modifica | modifica sorgente]

Ciao, vi volevo segnalare che Contrinquartato e Controinquartato potrebbero essere unite. Ciao! --MaxDel (msg) 14:46, 15 lug 2012 (CEST)

Richiesta[modifica | modifica sorgente]

Qualcuno che capisce l'araldica meglio di me potrebbe far confluire, come da richiesta già disucssa sul progetto:guerra, il contenuto della voce Stemma dell'Accademia Militare in Accademia_militare_di_Modena#Araldica. io se lo faccio sacrifico parte del gergo tecnico, e non mi sembra il caso.--Alexmar983 (msg) 20:31, 16 lug 2012 (CEST)

Parere esperti[modifica | modifica sorgente]

Sarebbe necessario il parere di qualche esperto in araldica ecclesiastica in merito all'uso nel "Template:Vescovo" dello stemma per gli arcivescovi ad personam o honoris causa, ovvero quei vescovi che sono stati elevati alla dignità di arcivescovi nonostante la loro sede sia una diocesi. Secondo il modello proposto nella voce Araldica ecclesiastica, l'arcivescovo personale dovrebbe avere uno stemma con galero a 10 nappe, e croce semplice. Vi è però il caso dell'arcivescovo personale di Trieste che ha lo stemma come un arcivescovo di una arcidiocesi, ovvero con galero a 10 nappe e croce doppia. Sapete se esiste uno scritto che ne regoli l'uso? Grazie. --Κrepiδeia tradidi quod et accepi 15:05, 30 lug 2012 (CEST)

Il già citato L'araldica nella chiesa cattolica di Bruno Bernard Heim parla della croce vescovile e arcivescovile nelle pagine 73-75. A prescindere dalla storia dell'insegna, dice solo che Oggi patriarchi, metropoliti e arcivescovi - inclusi i titolari - ornano il loro stemma con la croce doppia traversa e i vescovi con quella semplice. Non fa alcun cenno alla croce degli arcivescovi ad personam, ma anzi dice implicitamente che la croce doppia compete loro anche se non titolari, visto che collega gli arcivescovi alla croce doppia anche se titolari (come se potesse esservi il dubbio che gli arcivescovi titolari debbano portare la croce semplice). --Massimop (msg) 16:03, 30 lug 2012 (CEST)
Grazie, evidentemente è una pratica caduta in disuso con il tempo. --Κrepiδeia tradidi quod et accepi 16:45, 30 lug 2012 (CEST)

Categorie fantasma[modifica | modifica sorgente]

Da parecchi giorni nelle CategorieRichieste ci sono due categorie "fantasma" che sono state apposte sulle voci, ma non sono state (ancora) create. Si tratta di Categoria:Araldica inglese e Categoria:Incarichi del College of Arms, apposte su:

Se queste categorie servono, vanno create e inserite opportunamente nell'albero delle categorie araldiche. Altrimenti vanno rimosse dalle voci. Grazie :-) ary29 (msg) 09:37, 10 set 2012 (CEST)

Visto che Leopold ha avviato il lavoro di traduzione degli articoli di en:wiki sul College of Arms, propongo di mantenere la categoria Categoria:Incarichi del College of Arms, inquadrandola nell'altra nuova categoria Categoria:Araldica inglese che, a sua volta, va inserita in Categoria:Araldica, così come già fatto per Araldica scozzese. Se nessuno ha obiezioni in merito possiamo procedere in questo senso nel giro di una settimana. --Massimop (msg) 13:06, 10 set 2012 (CEST)
Grazie Massimop per la segnalazione a questa discussione, sono d'accordo a procedere :) grazie a tutti per l'attenzione ai contributi! --Leopold (msg) 13:26, 10 set 2012 (CEST)
Ottima soluzione, condivido anch'io. --vadsf (msg) 00:40, 14 set 2012 (CEST)

Stemma Giulio Cesare Viancini[modifica | modifica sorgente]

L'utente Avemundi ritiene che lo stemma dell'arcivescovo ad personam di Biella Giulio Cesare Viancini debba avere il pallio perché lo stesso Viancini, prima di essere trasferito a Biella, era arcivescovo metropolita di Sassari. Io ritengo che lo stemma debba essere quello degli arcivescovi ad personam, ovvero non debba avere il pallio, in quanto il Viancini, una volta trasferito a Biella (sede vescovile, pertanto non arcivcescovile metropolitana come Sassari), non era autorizzato ad indossare il pallio né ad averlo nello stemma. Voi cosa ne pensate? --FeltriaUrbsPicta (msg) 01:21, 19 set 2012 (CEST)

La questione mi sembra posta in termini inesatti. Giulio Cesare Viancini è stato arcivescovo di Sassari e poi arcivescovo-vescovo di Biella, ma è morto da duecentoquindici anni. Non capisco perché il suo stemma biellese sia perferibile a quello sassarese. Certo Viancini perdette con il trasferimento il diritto all'uso del pallio, ma in morte perché omettere il pallio? -- AVEMVNDI  01:34, 19 set 2012 (CEST)
Il Viancini quand'è morto era arcivescovo ad personam di Biella! Anche se fosse morto due giorni fa la questione non cambierebbe. Non siamo noi a scegliere quale stemma ci piace di più! --FeltriaUrbsPicta (msg) 01:36, 19 set 2012 (CEST)
Sai bene che è l'ultima carica che "conta", diciamo così. Un vescovo emerito muore da vescovo emerito, un arcivescovo metropolita da arcivescovo metropolita, un arcivescovo ad personam da arcivescovo ad personam... Faccio un esempio: quand'è morto il cardinale Martini non si è detto, giustamente, che è morto l'arcivescovo di Milano... Viancini è morto da arcivescovo ad personam di Biella e il suo stemma non può che essere quello che aveva da arcivescovo ad personam. --FeltriaUrbsPicta (msg) 01:45, 19 set 2012 (CEST)
Io finora ho incontrato rappresentazioni multiple di stemmi pertinenti a famiglie o istituzioni e in questo caso per ogni versione dello stemma viene indicato il periodo in cui è stato adottato (vedi il caso dei Gonzaga). Nel caso degli individui mi è sempre capitato di trovare come stemma individuale quello con il massimo degli ornamenti ottenuti: un ammiraglio porta le ancore anche quando è in pensione, così come un generale porta le bandiere anche se non è più in servizio attivo; lo stesso mi è capitato di vedere per l'estero e credo (ma non ne sono sicuro perché non mi è mai capitato di vederne) che l'unica eccezione dovrebbe essere per gli ufficiali d'armi che non dovrebbero più portare le insegne relative ove abbiano perso l'incarico. Nel caso specifico del pallio, però, mi sembra che già una precedente discussione abbia accertato che tale insegna non sia personale ma sempre e solamente connessa con l'incarico: in conseguenza essa non può essere applicata all'insegna di un defunto che il pallio se lo porta nella tomba ma non sullo stemma. Nel nostro caso ritengo che esso debba essere presente solo nel caso di stemmi relativi a arcivescovi viventi e solo nel periodo in cui essi ne hanno facoltà: dovrebbe essere rimosso appena l'arcivescovo cede l'incarico e, a maggior ragione, quando muore. --Massimop (msg) 18:21, 19 set 2012 (CEST)
Capisco rimuovere il pallio per un vivente che ne abbia perso la facoltà, invece non per un defunto, perché mi sembra che il principio generale del "massimo degli ornamenti" sia corretto anche in questo caso: infatti si veda quest'immagine o questa: Frings si era dimesso nel 1969 e morì nel 1978. Poi sul fatto che il pallio non sia un'insegna personale ci sarebbe da discutere, perché a volte è concesso a qualche prelato come privilegio. Nel passato questi privilegi erano comuni, l'ultimo caso a me noto è recente: Benedetto XVI lo concesse a mons. Jan Sokol, arcivescovo di Trnava, quando Trnava cessò di essere sede metropolitana nel 2008. In ogni è scorretto dire «sempre e solamente connessa con l'incarico». Tanto meno riesco a capire il ragionamento di Feltria, secondo cui l'ultima carica sarebbe quella che conta...il principio generale è quello di cui riferisce Massimop. -- AVEMVNDI  21:23, 19 set 2012 (CEST)
Secondo l'arcivescovo Heim (citato sopra) è personale l' oggetto pallio che, infatti, come detto, viene sepolto con il titolare, ma non è tale l'insegna, che è connessa alla carica, per cui lo stesso Heim sostiene che va tolta (l'insegna) dagli stemmi dei non più titolari della carica e dei defunti. --Massimop (msg) 21:32, 19 set 2012 (CEST)
Pertanto lo stemma del Viancini non deve avere il pallio... --FeltriaUrbsPicta (msg) 01:45, 20 set 2012 (CEST)
Ho letto le due righe di Heim sopra, non mi sembra che si riferiscano ai defunti. -- AVEMVNDI  21:56, 21 set 2012 (CEST)
Il Viancini quand'è morto era vescovo di Biella da 24 anni... --FeltriaUrbsPicta (msg) 23:32, 21 set 2012 (CEST)
Ma dobbiamo deciderlo noi come dev'essere il suo stemma?! (Ricerca originale.) Non esistono già trattazioni su questo argomento (che se è così avvincente per noi, figuriamoci per uno studioso dell'argomento). --79.16.163.141 (msg) 23:37, 21 set 2012 (CEST)
@Feltria: non sitiamo parlando solo di Viancini. Frings da nove anni non era più arcivescovo di Colonia, eppure ha il pallio sullo stemma.
@Anonimo: se riesci a trovare fonti è ottimo, io sono riuscito solo a trovare qualche foto.-- AVEMVNDI  09:14, 22 set 2012 (CEST)

In attesa di trovare un accordo tra di noi, sto cercando di contattare qualcuno al Vaticano per sapere se esiste un ufficio araldico o qualcosa del genere. Per ora non ho trovato nulla. Per quanto riguarda invece le foto di stemmi non ci farei grande affidamento, visto che spesso il disegno è esteticamente valido ma ben poco rispettoso delle regole araldiche: raramente l'artista è specializzato nel ramo e il committente di norma ha ben poca cognizione di ciò che sta chiedendo. Nel frattempo se qualcuno ha notizie circa l'ufficio con competenze araldiche in Vaticano faccia uno squillo, forse arriveremo al verbo. --Massimop (msg) 09:47, 22 set 2012 (CEST)

Anch'io non farei affidamento alle foto riportate da Avemundi: dubito che un artista, prima di scolpire un monumento, compia degli studi qualificati di araldistica... Frings non può essere paragonato a Viancini: Frings quand'è morto era arcivescovo emerito di una sede arcivescovile metropolitana, Viancini vescovo di una sede vescovile. --FeltriaUrbsPicta (msg) 13:30, 22 set 2012 (CEST)
L'uso degli stemmi da parte di vescovi e cardinali è regolato dal documento Istruzione sugli abiti, i titoli e gli stemmi dei Cardinali, dei Vescovi e dei Prelati sottoscritto da Amleto Cicognani, segretario di Stato, il 31 marzo 1969 (quindi, se esiste una sorta di consulta araldica, è presso la segreteria di Stato). Quanto al nostro caso, invito a guardare lo stemma di Guido Maria Conforti, arcivescovo-vescovo di Parma (prima di essere trasferito alla sede di Parma, era stato arcivescovo metropolita di Ravenna): i soli ornamenti dello scudo sono la croce doppia, il cappello arcivescovile e il collare di gran priore dell'ordine costantiniano (insegne quali mitra, pastorale e corona comitale sono state soppresse nel 1969); manca il pallio (quindi presumo che i metropoliti trasferiti a una sede metropolitana non ne abbiano diritto). Lo stemma è quello del blasonario costantiniano e l'ordine costantiniano di Parma ha ancora un blasonista (fino a un paio di anni fa Attilio Offman), quindi penso sia attendibile. --151.67.108.134 (msg) 14:31, 22 set 2012 (CEST)
P.S. Dubito che troveremo documenti che disciplinano l'uso degli stemmi da parte dei defunti. --151.67.108.134 (msg) 14:33, 22 set 2012 (CEST)
Lo stemma di Guido Maria Conforti, a differenza di quello di Giulio Cesare Viancini, è corretto. --FeltriaUrbsPicta (msg) 15:52, 22 set 2012 (CEST)
Mi pare che il problema si vada estendendo: lo stemma di Guido Maria Conforti presenta una nuova anomalia. L'arcivescovo è morto nel 1931, quando era ancora ammessa la presenza di mitra, pastorale e corona comitale sugli stemmi. Poi nel 1969 la nuova normativa emanata dal cardinale Cicognani elimina l'uso di questi ornamenti. Lo stemma presente su wikipedia, però, pur essendo stato disegnato dopo il 1969 riporta ancora gli ornamenti oggi soppressi. La nuova domanda è: il disegno di uno stemma deve rispettare le regole araldiche del momento in cui viene disegnato o quelle in vigore al momento della sua prima concessione ? Io non ricordo di aver mai incontrato un simile problema nella letteratura che conosco e ritengo che non sia di poco conto. Anche perché poi si estende nel senso: il disegno deve rispettare le regole del momento della prima concessione o quelle in vigore al momento della morte ? E successivamente: le regole possono essere diverse per vivi e morti ? Credo che a questo punto sia il caso di non basarci più solamente sulle nostre personali convinzioni ma di cercare indicazioni sui sacri testi della materia. Nel frattempo propongo, vista la complessità del problema, di non prendere decisioni affrettate: in conclusione, ognuno per ora si regola come meglio crede ma teniamo conto di tutti i casi che si presentano e prepariamoci a modificarli in base alle nuove informazioni acquisite. Per ulteriore informazione: il sito di Araldica Vaticana nella galleria degli stemmi dei cardinali defunti, tra tutti quelli che hanno avuto il pallio, lo riporta solo sugli stemmi di alcuni ma non è chiaro se c'è un criterio distintivo. Ho posto il quesito al curatore del sito e spero in una sua risposta. --Massimop (msg) 22:37, 22 set 2012 (CEST)
Resta il fatto comunque che il Viancini, quando morì, era vescovo di Biella e non arcivescovo metropolita di Sassari... --FeltriaUrbsPicta (msg) 04:18, 23 set 2012 (CEST)
Lo stemma di Guido Maria Conforti proviene dal blog Cattolici Romani (non posso linkare perché interviene il filtro antispam). Noto due cose: 1. è immediatamente preceduto da uno stemma dell'arcivescovo metropolita di Filadelfia senza pallio 2. è accompagnato da questa spiegazione: «Lo stemma riportato è quello che Conforti ha adottato a Parma, dopo il 1907. Durante la sua permanenza nella sede Arcivescovile di Ravenna (1902-1904) lo stemma variava per la corona da Principe (titolo annesso alla sede di Ravenna) in luogo di quella da Conte (titolo annesso alla sede di Parma) e per il Pallio in luogo del collare da Gran Priore dell'Ordine Costantiniano di San Giorgio di Parma.»
Quindi rimangono due domande: è corretto raffigurare il pallio per un arcivescovo deceduto (vedi Frings, il caso non è diverso, perché l'arcivescovo emerito non porta il pallio)? perché per un defunto non posso raffigurare qualsiasi stemma? -- AVEMVNDI  23:02, 24 set 2012 (CEST)
Secondo Heim l'arcivescovo emerito vivente sicuramente non porta il pallio; per quanto riguarda i defunti a me sembra che Heim sostenga la stessa norma, Avemundi invece ritiene che si debba applicare solo ai viventi (vedi sopra). Il curatore di Araldica Vaticana mi ha risposte che il problema è chiarito nel libro Manuale di araldica ecclesiastica di McCarthy. Lo ordfinerò nei prossimi giorni e poi riferirò (a meno che qualcuno già non disponga del testo in argomento). --Massimop (msg) 23:41, 24 set 2012 (CEST)
Quando non c'erano gli emeriti non c'era questo problema... In ogni caso il Viancini non era vescovo emerito quand'è morto... --FeltriaUrbsPicta (msg) 00:07, 25 set 2012 (CEST)
Ad abundantiam, qui vedete Franz König portare il pallio (aveva perso il diritto di portarlo 19 anni prima, ma in morte è diverso).
«Quando non c'erano gli emeriti non c'era questo problema»: ci si è sempre potuti dimettere e si perdeva il pallio.
Capisco benissimo il motivo per cui un vescovo che perda il diritto al pallio non lo può esibire da vivo (non lo porta, non lo mette nello stemma, è lineare), ma l'arme di un defunto ha lo scopo di delineare la sua vita e non di fotografarla nell'istante finale. Arcivescovi che ricadano nel caso esatto di Viancini ne ho trovati pochissimi (soprattutto è difficile trovare i loro stemmi da defunti), tra i viventi ci sono Loris Francesco Capovilla e Bruno Foresti. -- AVEMVNDI  00:21, 25 set 2012 (CEST)
A chi si dimetteva veniva assegnata una sede titolare: il pallio pertanto veniva tolto. Nel caso del Viancini il pallio crea solo confusione. Ho mostrato la voce a mio fratello e mi ha chiesto: "Una volta i vescovi di Biella portavano il pallio"?! --FeltriaUrbsPicta (msg) 00:29, 25 set 2012 (CEST)

Mi pare che stiamo divagando. König da morto portava il pallio perché è previsto che il pallio segua il defunto nella sepoltura, e su questo mi pareva che non ci fossero dubbi. Comunque la foto del defunto non è uno stemma e quindi è irrilevante. Ripeto che forse è meglio attendere di consultare nuova letteratura e poi riprendere il discorso. Qui ci stiamo fossilizzando ognuno sulle convinzioni e non ci si smuove. Decantiamo ... --Massimop (msg) 11:17, 25 set 2012 (CEST)

Riporto due casi del tutto simili a quello del Viancini:
  • Paolo da Ponte, arcivescovo metropolita di Corfù, trasferito poi alla sede vescovile di Torcello col titolo personale di arcivescovo;
  • Andrea Benedetto Ganassoni, arcivescovo metropolita di Corfù, trasferito poi alla sede vescovile di Feltre col titolo personale di arcivescovo.
I relativi stemmi sono privi di pallio. --FeltriaUrbsPicta (msg) 14:04, 27 set 2012 (CEST)
Non sono casi identici, ma esemplificano in generale: ho visto per certo stemmi cambiare a seconda dell'occasione, per esempio Vincenzo Bacallar aveva un sigillo in cui il baccalà si attorcigliava verso l'alto (c'è una foto in http://www.araldicasardegna.org/palazzi_quadri_oggettistica/sigillo_baccallar.htm) e nell'opera Comentarios de la guerra de España (non l'ho trovato su internet, comunque è riprodotto in F.Floris e S.Serra, Storia della nobiltà in Sardegna) compare lo scudo inquartato con gli stemmi dei quattro nonni e in quello Bacallar il baccalà è semplicemente "passante" o come si dice per i pesci, e senza sostegni. In conclusione, l'araldica lascia molta libertà a chi disegna gli stemmi, che non sono "loghi" invariabili. E naturalmente non si possono applicare regole successive a stemmi precedenti, altrimenti dovremmo cancellare tutte le corone nobiliari visto che oggi i titoli nobiliari non sono riconosciuti! Per cui, in conclusione, io propenderei per la soluzione proposta da Avemundi. Saluti, --vadsf (msg) 01:10, 28 set 2012 (CEST)
@Vadsf: Mi permetto di farti notare che la discussione verte esclusivamente sul pallio: è lecito che su Wikipedia un arcivescovo, trasferito da una sede metropolitana ad una sede vescovile, abbia il pallio nello stemma "esemplificativo" del template? I casi da me riportati sono quindi identici a quello del Viancini. --FeltriaUrbsPicta (msg) 03:50, 28 set 2012 (CEST)
Sì, i casi citati da Feltria sono analoghi, ma «I relativi stemmi sono privi di pallio» a che cosa si riferisce? Agli stemmi su wikipedia? O possiamo rintracciare eventuali stemmi post mortem? -- AVEMVNDI  15:03, 6 ott 2012 (CEST)
Agli stemmi su Wikipedia. Per quanto riguarda il Ganassoni non ci sono stemmi post mortem con il pallio. --FeltriaUrbsPicta (msg) 15:04, 6 ott 2012 (CEST)
Ma non ci sono neanche stemmi post mortem senza pallio, giusto? -- AVEMVNDI  14:30, 13 ott 2012 (CEST)
C'è quello sulla tomba... Secondo me, però, gli stemmi scolpiti sulle lastre tombali o sui monumenti funebri non fanno testo... --FeltriaUrbsPicta (msg) 15:16, 13 ott 2012 (CEST)
Perché non fanno testo? Ma non ti sembra che siano una testimonianza più attendibile rispetto agli stemmi di it.wiki?-- AVEMVNDI  14:58, 21 ott 2012 (CEST)
Wikipedia è un'enciclopedia, non una raccolta di stemmi di monumenti funebri e di facciate di chiese... Tornando al Viancini, a Biella ci sono suoi stemmi col pallio? --FeltriaUrbsPicta (msg) 15:32, 21 ott 2012 (CEST)

Connettività[modifica | modifica sorgente]

Se avete un attimo di tempo ci sarebbe da collegare, se possibile, le seguenti voci. Sono collegate fra di loro a coppie, ma non sono collegate a nessun'altra voce dell'enciclopedia, e quindi difficilmente raggiungibili (basta linkarne anche una solo delle 2):

Eventualmente ci sono anche queste 2 orfane: Piazza (araldica) Palizzata (araldica). --ValterVB (msg) 17:29, 28 set 2012 (CEST)

✔ Fatto da Massimop --ValterVB (msg) 20:18, 28 set 2012 (CEST)

Cluster di 3 voci isolate[modifica | modifica sorgente]

Segnalo discussione/segnalazione Discussioni utente:ValterVB/Sandbox#Cluster araldico. --79.11.211.239 (msg) 09:39, 3 ott 2012 (CEST)

Le voci gemella, terza e quinta sono simili come concetto, ma sono equivalenti alle voci fascia, banda etc. Sarebbe come voler riunire in gruppi omogenei le definizioni due gigli, tre gigli, cinque gigli. Io non vedo possibili contenitori. --Massimop (msg) 11:56, 3 ott 2012 (CEST)

Vescovi di Asti[modifica | modifica sorgente]

Faccio presente che in molti box successione dei vescovi di Asti compare lo stemma del capitolo di Asti anziché lo stemma episcopale. Alcuni esempi: Ferdinando Serone, Ambrogio Talento, Agostino Trivulzio, Bernardino della Croce, Franco Sibilla. Personalmente non capisco perché sia stata fatta una scelta del genere. Voi cosa ne pensate? --FeltriaUrbsPicta (msg) 03:29, 8 ott 2012 (CEST)

Io non mi sono mai occupato delle genealogie ecclesiastiche e quindi non conosco il criterio seguito ma, a prima vista, sembra che in una sequenza, come quella di Asti, a destra della fascetta delle intestazioni compaia sempre lo stemma del capitolo e non quello del vescovo. Questa scelta sembra opportuna, visto che le intestazioni sono quelle comuni a tutta la sequenza: non credo che debbano essere inseriti gli stemmi personali che, eventualmente, possono trovare posto nella fascia con i nomi. Del resto gli stemmi del capitolo compaiono solo sulla destra della fascia e non anche sulla sinistra, come dovrebbe essere se si riferissero alle singole persone. Nel caso si potrebbero stabilire per iscritto le norme da seguire (in generale) e inserirle nel progetto. --Massimop (msg) 14:35, 8 ott 2012 (CEST)
Più che altro non capisco perché sia stato inserito lo stemma del capitolo (ammesso che quello sia proprio lo stemma del capitolo) e non lo stemma della diocesi (qualora ne abbia uno). Sarebbe comunque oppurtuno stabilire delle norme che valgono per tutti... --FeltriaUrbsPicta (msg) 14:42, 8 ott 2012 (CEST)
Credo che lo stemma della diocesi debba esistere sempre; ma cos'è lo stemma del capitolo ? --Massimop (msg) 16:42, 14 ott 2012 (CEST)

Pallio/2[modifica | modifica sorgente]

A seguito della modifica apportata allo stemma dell'arcivescovo Paolo Giuseppe Maria Serci Serra e della modifica apportata allo stemma dell'arcivescovo Bonfiglio (Leonardo) Mura è quanto mai necessario che il progetto decida se gli arcivescovi metropoliti defunti e gli arcivescovi metropoliti trasferiti ad una sede vescovile debbano mantenere il pallio nello stemma. --FeltriaUrbsPicta (msg) 14:51, 14 ott 2012 (CEST)

Credo anch'io che sia necessario prendere una posizione, anche per evitare che si arrivi a un dibattito tanto acceso quanto ingiustificato. Finora l'unica cosa certa è che Heim sostiene che un arcivescovo non più titolare non possa più portare il pallio sullo stemma, almeno finchè in vita. Su questo mi pare che ci fosse il consenso unanime. Il problema riguarda i defunti, e cioè se possa essere inserito il pallio sullo stemma di un defunto. Heim non fa espressamente menzione del caso. Ho cercato di contattare l'ufficio del Vaticano competente per l'araldica ma pare che non ce ne sia alcuno. Personale della Segreteria di Stato raggiunto telefonicamente sostiene che non se ne occupano nemmeno loro. Rimane solo da consultare il libro sull'araldica ecclesiastica di McCarty: l'ho ordinato da Amazon e mi dovrebbe essere consegnato domani o dopodomani. Se ci saranno informazioni precise ve le riferisco, altrimenti propongo di comportarci come si fa in matematica, scienza esatta come l'araldica: se esiste una regola la si segue rigidamente, se non esiste (caso che si può presentare se nemmeno McCarty documenta la questione) ognuno fa come gli pare. Nel frattempo non vedo bene altre modifiche, in qualunque senso, delle voci così come sono oggi. --Massimop (msg) 16:41, 14 ott 2012 (CEST)
Anche secondo me per il momento sarebbe meglio non apportare altre modifiche agli stemmi delle voci. Se non esiste una regola potrebbe decidere il progetto, anche con una votazione... --FeltriaUrbsPicta (msg) 17:05, 14 ott 2012 (CEST)
Se la regola dovesse non esistere, non credo che il progetto abbia l'autorità per decidere; al massimo un gentlemen's agreement ... --Massimop (msg) 18:54, 14 ott 2012 (CEST)
Perché il problema è che il palio ci sarebbe solo in quel periodo? Non si può scrivere sotto l'immagine a che anno si riferisce? (E per stemmi di altre persone, anche non clerici, che cambiano titolo-status-ecc. come funziona?) --188.10.28.41 (msg) 19:08, 14 ott 2012 (CEST)
Il problema è che sembra, secondo Heim, che il pallio possa essere portato solo durante la titolarità di una sede metropolita. Alcuni ritengono che questa limitazione valga solo in vita, altri che valga anche al di là del decesso (uno degli argomenti è che il pallio, a differenza di ogni altro oggetto, non può essere lasciato in eredità ma va sepolto con chi lo aveva avuto direttamente dal Papa). Per tutti gli altri casi, con forse la sola esclusione degli ufficiali d'armi, lo stemma comprende cumulativamente tutte le insegne e gli ornamenti che il titolare ha ottenuto in vita, nessuno escluso, compresi quindi anche quelli supremi come il magistero di un ordine cavalleresco. --Massimop (msg) 21:12, 14 ott 2012 (CEST)
Il problema è che se non viene presa una decisione in merito, ogni volta si arriva ad un'edit war: se io tolgo il pallio a Giulio Cesare Viancini subito Avemundi annulla la mia modifica, sebbene la voce non sia "di sua proprietà"... --FeltriaUrbsPicta (msg) 03:20, 15 ott 2012 (CEST)
Qualora non si dovesse trovare una regolamentazione certa e inoppugnabile, il principio ognuno fa come gli pare varrebbe ovviamente solo per le voci scritte in proprio. Il progetto può senz'altro stabilire che, per questi aspetti particolari, ognuno possa comporre come vuole le pagine, ma non possa modificare quelle composte da altri utenti, in quanto in tal caso lederebbe senza giustific azione il diritto degli altri di fare come gli pare. --Massimop (msg) 14:30, 15 ott 2012 (CEST)
Così facendo non sarebbe come dire: "la voce l'ho creata io, è mia e nessuno può modificarla"? "Le voci presenti in Wikipedia non hanno un singolo autore e nemmeno dei supervisori o degli editori come accade nelle altre enciclopedie cartacee. Invece di criticare i contributi degli altri utenti nella pagina di discussione, scegli di dare semplicemente alla voce della quale ti occupi ciò di cui credi abbia bisogno". --FeltriaUrbsPicta (msg) 16:01, 15 ott 2012 (CEST)
Probabilmente non sono stato chiaro. Non mi riferisco assolutamente al contenuto della voce, che è e rimane del tutto accessibile e modificabile da chiunque, ma solo all'aspetto formale del template inserito a corredo della voce. In questo caso chi per primo crea la voce, e/o inserisce il template, decide se inserirvi lo stemma con pallio o senza. Il progetto, del resto, non credo possa assumere decisioni vincolanti al di fuori di aspetti puramente formali di presentazione delle informazioni o delle immagini. Se poi non ha nemmeno questa facoltà, allora è del tutto inutile che si faccia riferimento al progetto e alle sue linee guida quando si mettono dei template di avvertimento nelle voci. Ovviamente il progetto può prendere decisioni solo a seguito di votazione, preceduta di norma da una ampia discussione; nel caso in questione credo che la eventuale votazione potrebbe anche prescindere da una ulteriore discussione, già svolta, anche se non particolarmengte affollata. --Massimop (msg) 18:32, 15 ott 2012 (CEST)
Il problema è che non c'è scritto da nessuna parte che lo stemma, una volta inserito da chi ha creato la pagina, non è più modificabile...
--FeltriaUrbsPicta (msg) 03:02, 16 ott 2012 (CEST)

Pallio/3[modifica | modifica sorgente]

La settimana scorsa ho ricevuto A manual of ecclesiastical heraldry di Michael Francis McCarthy, che mi era stato consigliato dal curatore di un sito sull'araldica vaticana insieme col testo di Heim. Anche in questo manuale si trovano una serie di interessanti informazioni sul pallio, ma, come in quello di Heim, si parla sempre e solo del pallio utilizzato da arcivescovi titolari o comunque da arcivescovi in vita. Nessuno dei due parla dell'uso del pallio negli stemmi dei defunti. L'unico accenno che ho trovato e che possa essere di nostro interesse è, nel libro di McCarthy, l'informazione che nei paesi anglosassoni molti prelati hanno inserito il pallio nel loro stemma personale, quindi non come ornamento esterno, ma come figura dello scudo. A questo punto, visto che non si riesce a trovare alcuna normativa sicura sull'uso (o non uso) del pallio nelle armi di un defunto, si deve concludere che tale normativa non esiste. Di conseguenza io propongo che ognuno si regoli come ritiene opportuno, limitatamente al disegno da inserire nel template degli alti prelati. Propongo, inoltre, che una volta che uno dei partecipanti al progetto abbia curato la presentazione di un template, questo non venga più modificato da nessun altro partecipante al progetto e che venga ripristinato nella sua forma originaria se modificato da qualche altro utente. Tale regola ovviamente non si applica al contenuto testuale della voce e/o a tutte le altre immagini dell'articolo. Chiedo quindi ai partecipanti al progetto di esprimere qui il loro parere entro la fine del mese di ottobre. Poi decideremo insieme cosa fare. --Massimop (msg) 22:01, 21 ott 2012 (CEST)

Symbol oppose vote.svg Contrario/a "Le voci presenti in Wikipedia non hanno un singolo autore e nemmeno dei supervisori o degli editori come accade nelle altre enciclopedie cartacee. Invece di criticare i contributi degli altri utenti nella pagina di discussione, scegli di dare semplicemente alla voce della quale ti occupi ciò di cui credi abbia bisogno". --FeltriaUrbsPicta (msg) 23:06, 21 ott 2012 (CEST)
Commento: l'impostazione di Massimop mi pare buona, col limite evidenziato da FeltriaUrbsPicta, per cui direi che si può seguire le sue indicazioni ma accettando che di fatto i casi possano essere diversi; basta che qualcuno non vada in giro apposta a modificare tutti i template secondo la sua intepretazione. Ma io sono solo un utente interessato, non un partecipante al progetto. --vadsf (msg) 23:29, 23 ott 2012 (CEST)

Visto che non ci sono state altre partecipazioni alla discussione tranne noi tre, e visto che anche in questo caso i pareri non sono proprio coincidenti, propongo che si accetti un gentlemen's agreement in base al quale ci si astenga, almeno noi tre, dal modificare il tipo di disegno (limitatamente al problema della presenza del pallio come ornamento esteriore) inserito dall'autore, chiunque esso sia, e restando comunque sempre operante la disposizione richiamata da FeltriaUrbsPicta per quanto attiene tutti gli altri contenuti delle voci. Almeno eviteremo in futuro delle lunghe discussioni che, come l'esperienza ci ha mostrato, non sempre riescono ad arrivare a una definizione certa e conclusiva. Per quanto riguarda vadsf vorrei solo far notare che il fatto di essere un utente interessato lo rende comunque un partecipante al progetto che, come noto, non prevede liste bloccate o esami di accesso; penso invece che possiamo ringraziare proprio gli utenti come lui se l'argomento continua a essere sviluppato. --Massimop (msg) 13:33, 8 nov 2012 (CET)

Ho avuto recentemente uno scambio di idee con E. Parrino, collaboratore di Araldica Vaticana e autore di volumi sull'araldica ecclesiastica. Mi ha confermato quello che era già emerso sull'uso del pallio: non esistono norme relative all'uso del pallio da parte di arcivescovi non più autorizzati a indossarlo (vivi o defunti che siano). Il tutto è affidato al buon senso del titolare e del disegnatore. --Massimop (msg) 21:50, 3 giu 2013 (CEST)

Superiore della Missione Olandese[modifica | modifica sorgente]

Secondo voi che stemma va inserito nel box successione della Missione Olandese? Ho notato che alcuni superiori non erano ancora arcivescovi o vescovi quando ricoprirono l'incarico di superiore della Missione Olandese. --FeltriaUrbsPicta (msg) 16:16, 8 nov 2012 (CET)

Premessa la mia incompetenza in merito, credo che l'attuale stemma (arcivescovo senza pallio, vista la temporanea anomalia gerarchica della missione) sia idoneo, visto che lo stemma da arcivescovo (con pallio) è presente in entrambe le sequenze che precedono e seguono quella in questione. --Massimop (msg) 21:44, 8 nov 2012 (CET)

Camerlengo del Collegio Cardinalizio[modifica | modifica sorgente]

Ho notato che nei box successione lo stemma proprio del camerlengo di Santa Romana Chiesa viene usato anche per il camerlengo del Collegio Cardinalizio. Secondo me tale scelta non è corretta: voi cosa ne pensate? --FeltriaUrbsPicta (msg) 02:35, 9 dic 2012 (CET)

Tre sole osservazioni: a) non ho capito quali siano i box successione dei Camerlenghi del Collegio cardinalizio; io ho controllato gli ultimi tre e non ho trovato traccia di questo box; b) Concordo sul fatto che lo stemma del Cardinale Camerlengo della Camera Apostolica non possa essere utilizzato anche per quello del collegio dei cardinali, visto che il primo rappresenta la Chiesa Cattolica anche come Stato sovrano (da cui l'ombrellino e le chiavi) mentre il secondo ha solo una funzione amministrativa che non riguarda la Chiesa intesa come entità indipendente e sovrana; c) vedo che gli ornamenti esteriori da Camerlengo (della Camera apostolica) sono applicati solo a quello attualmente in vigore mentre non sono presenti negli stemmi degli ex Camerlenghi; questa considerazione mi riporta alla mente il problema del pallio in questi termini: come mai gli ornamenti da Camerlengo non rientrano nella summa onorifica degli ex titolari, mentre il pallio vi dovrebbe rientrare ? Se, come mi pare logico, si tolgono le insegne da Camerlengo ai non più titolari, si dovrebbe rimuovere il pallio dagli stemmi di coloro che non rivestono più tale funzione (lungi da me, però, l'intenzione di innescare una guerra di religione sul problema). --Massimop (msg) 21:54, 9 dic 2012 (CET)
Ecco alcune voci che presentano il succitato box successione: Antonio Eugenio Visconti, Bernardino Giraud, Giovanni Battista Caprara Montecuccoli, Giulio Maria della Somaglia. --FeltriaUrbsPicta (msg) 23:55, 9 dic 2012 (CET)
Intanto mi pare che sarebbe opportuno uniformare la situazione inserendo il box per tutti, standardizzando le diciture (in questo momento difformi) e scegliendo lo stemma simbolo da impiegare. A meno che non ci siano opinioni contrarie, io preferirei uno stemma senza le insegne pontificie per i motivi già detti. Ciao --Massimop (msg) 11:06, 10 dic 2012 (CET)
Sono d'accordo. Secondo me andrebbe inserito lo stemma proprio dei cardinali. --FeltriaUrbsPicta (msg) 13:06, 10 dic 2012 (CET)

Denominazione dei re d'armi inglesi e scozzesi[modifica | modifica sorgente]

Finora le voci relative ai re d'armi in argomento mantenevano la denominazione originale del funzionario (Garter, Clarenceaux, Norroy, Lord Lyon etc). Ultimamente un utente ha ritenuto di dover tradurre, almeno per le poche denominazioni che lo consentivano, tali denominazioni e così ora abbiamo il Re d'armi della Giarrettiera e il Lord Leone. Considerato che di norma tali denominazioni sono utilizzate come nome proprio (esattamente come accade con i predicati dei nobili inglesi, che di norma sono utilizzati al posto del cognome: Gloucester per il duca di Gloucester o Beaufort per il duca di Beaufort. Vorrei il parere dei partecipanti al progetto prima di vedere la voce Rouge Dragon tradotta in Drago Rosso o la futura voce Portcullis tradotta in Saracinesca. --Massimop (msg) 22:56, 28 dic 2012 (CET)

le traduzioni in italiano non hanno così campo nella letteratura specialistica, mi pare. quindi teniamo i termini in lingua originale --Gregorovius (Dite pure) 15:29, 29 dic 2012 (CET)
Quoto Gregorovius.—GJo ↜↝ Parlami 21:08, 29 dic 2012 (CET)
Può darsi che in antico si usassero le denominazioni in italiano, ma io non le ho mai sentite e mi sembrano arcaiche e poco utili: d'altronde il Lord Lyon in italiano dovrebb'essere il Pari Leone.... e sarebbe difficile da capire di che cosa si parla. --vadsf (msg) 03:33, 31 dic 2012 (CET)

In abisso[modifica | modifica sorgente]

Vi segnalo questo edit. E' possibile che uno cerchi "in abisso" digitando "abisso"? --pequod ..Ħƕ 13:14, 3 feb 2013 (CET)

Io credo che sia possibile la ricerca di abisso quando si incontra l'espressione in abisso: chi non conosce il significato del termine si trova nella stessa condizione di chi incontra l'espressione in guardia e non conosce il significato sportivo di guardia. Forse si potrebbe reintrodurre abisso nella disambigua ma facendolo puntare a in abisso. --Massimop (msg) 23:00, 3 feb 2013 (CET)
Ti chiedo il favore di gestire la cosa come meglio credi. :) Grazie. --pequod ..Ħƕ 11:56, 4 feb 2013 (CET)

Viceré austriaci di Napoli[modifica | modifica sorgente]

Ho notato che i box successione dei viceré austriaci di Napoli sono privi di immagine, ovvero di stemma: quale stemma potrebbe essere inserito? Grazie. --FeltriaUrbsPicta (msg) 12:33, 9 feb 2013 (CET)

Esisteva uno stemma proprio del vicereame? --Massimop (msg) 17:20, 9 feb 2013 (CET)
Presumo di sì... --FeltriaUrbsPicta (msg) 17:46, 9 feb 2013 (CET)

Avviso[modifica | modifica sorgente]

Personalmente condivido l'idea di eliminare dei link non significativi. Sentiamo se ci sono altri pareri dal progetto. --Massimop (msg) 21:11, 29 mar 2013 (CET)
Benissimo. Non credo che questo progetto ne risentirebbe negativamente. --vadsf (msg) 04:17, 1 apr 2013 (CEST)

Festival della qualità: voci non editate da più tempo[modifica | modifica sorgente]

Vi informiamo che è in corso un Festival della qualità. Gli utenti che frequentano il progetto Araldica e chiunque lo desideri sono invitati a parteciparvi e a dare una mano.
Quanto dura: dal 22 maggio al 30 giugno 2013
Cosa c'è da fare?: Questo festival ha come argomento le voci non editate da più tempo
Chi può partecipare?: Chiunque ne abbia voglia.
Si ringrazia dell'attenzione e della collaborazione. Partecipate numerosi e ... con qualità!


nuova voce incompleta[modifica | modifica sorgente]

segnalo questa discussione su un armoriale.--79.3.86.10 (msg) 20:59, 3 giu 2013 (CEST)

L'autore aveva chiesto eventuale collaborazione e indicazioni di massima. Ha avuto le indicazioni ma, sembra, nessuno ha avuto modo di collaborare: oggi la voce è effettivamente piuttosto scarna e, ove non ampliata, forse da eliminare. --Massimop (msg) 21:44, 3 giu 2013 (CEST)

Blasone[modifica | modifica sorgente]

Trovo ci siano diversi problemi con questa voce.

  1. si suggerisce una etimologia che non è affatto certa
  2. si afferma che il "blasone" sia uno strumento musicale; in tedesco, però! in realtà, questo strumento direi che non esiste; per Bläser si intende letteralmente "soffiatore" (anche di vetro), nonché "fiatista": forse lo strumento in ballo è la chiarina...
  3. mi risulta che "blasone" è 1. sinonimo di stemma, insegna e 2. l'arte di comporre e descrivere le stesse insegne (Zingarelli). Siamo sicuri di avere bisogno di questa voce? L'abbiamo solo noi e i catalani, e il fatto che definiamo così male l'oggetto di questa voce mi fa pensare che ci troviamo di fronte ad una voce senza tema, quindi un non-lemma. Perché non lo rendiamo redirect a "Stemma" (con tutte le spiegazioni del caso)? --pequod ..Ħƕ 03:15, 16 giu 2013 (CEST)
Ho apportato qualche modifica che potrebbe, forse, eliminare il problema segnalato da Pequod ma rimane, comunque, la sostanziale ridondanza della voce. Concordo sulla opportunità di ridurla a redirect di Stemma. --Massimop (msg) 17:33, 16 giu 2013 (CEST)
Resta che io ho trovato tantissime proposte etimologiche, tutte avanzate con una "sicumera" un po' inquietante. Diciamo che quando trovo qualcuno che dice "etimologia controversa", tendo a fidarmi più di questa fonte cauta. Tutte queste ipotesi possono anche essere riportate, ma come ipotesi. Ma resta ancora il problema della vaghezza ondivaga di questo lemma. Ci farebbe bene predisporre una griglia più ordinata o questa si profila come una voce da dizionario, in cui una buona parte dei significati possibili viene tirata in ballo contemporaneamente. --pequod ..Ħƕ 18:15, 16 giu 2013 (CEST)
Io avrei fatto... --pequod ..Ħƕ 02:03, 28 giu 2013 (CEST)
Per me va bene.--Massimop (msg) 08:46, 28 giu 2013 (CEST)

Stemma del capitolo di Asti[modifica | modifica sorgente]

Notavo, quasi per caso, come nei box successione di molti vescovi di Asti sia stato inserito lo stemma del capitolo della cattedrale di Asti. Fosse stato lo stemma della diocesi non avrei avuto obiezioni ma trattandosi, a quanto pare, dello stemma del capitolo (anche se mi pare alquanto strano che lo stemma avesse un cartiglio vuoto), ritengo che tale inserimento sia inappropriato.
--FeltriaUrbsPicta (msg) 04:13, 20 giu 2013 (CEST)

Smalto e colore[modifica | modifica sorgente]

Vedere avviso {{C}} che ho inserito nella voce Regola di contrasto dei colori : c'è incoerenza nel'uso dei termini Colore e Smalto tra le varie voci. --79.7.134.52 (msg) 21:46, 21 giu 2013 (CEST)

Pezze e figure[modifica | modifica sorgente]

Sempre più spesso vengono inserite note e/o commenti sulle voci relative alle pezze e alle figure araldiche. L'elemento comune alle varie osservazioni consiste nel fatto che le definizioni di pezze e figure sono abbastanza vaghe e spesso inconsistenti tra loro. Purtroppo le fonti utilizzate sono, esse stesse, molto vaghe e inconsistenti, per cui qualunque affermazione netta diventerebbe più l'opinione di chi la compila che non la logica derivazione dalle fonti. Dato, però, che la sostanza delle osservazioni rimane, qualcuno ha obiezioni a che si provi a ricompilare le varie voci assumendo un punto di vista, se non neutrale per ovvi motivi, almeno coerente e funzionale ? Se nessuno obbietta, io potrei cominciare a lavorarci entro una settimana. --Massimop (msg) 22:29, 21 giu 2013 (CEST)

Ho fatto una prima revisione delle voci in argomento. Se qualcuno da' una controllata potremmo convalidarla o integrarla secondo le indicazioni ottenute. Per facilitare l'individuazione delle varianti si può fare riferimento alla categoria:Carichi araldici, da cui derivano a cascata le altre. Se tutto va bene, poi si dovranno modificare i template in conseguenza. --Massimop (msg) 00:48, 30 giu 2013 (CEST)

Monitoraggio voci[modifica | modifica sorgente]

Curiosando in giro ho visto che il progetto Vessillologia sta attivando il monitoraggio delle voci di competenza. Si tratta di inserire il template di monitoraggio nella pagina di discussione delle voci che si ritiene opportuno tenere sotto controllo. Il template si può trovare nella pagina di discussione della voce Stemma (subito dopo quello del progetto Vessillologia). La pagina in cui affluiscono i dati è Progetto:Araldica/Monitoraggio voci. La cosa potrebbe essere di nostro interesse ? --Massimop (msg) 16:32, 25 giu 2013 (CEST)

Avevo messo il template di monitoraggio solo sulla voce Araldica, giusto per vedere. Un utente (Betau) l'ha monitorata come voce completa. Mi compiaccio con noi. --Massimop (msg) 00:55, 27 giu 2013 (CEST)
Son soddisfazioni! Comunque sull'utilità del monitoraggio sono sempre stato dubbioso.––GJo ↜↝ Parlami 09:54, 27 giu 2013 (CEST)

Anello (araldica)[modifica | modifica sorgente]

Segnalo la voce in oggetto la cui prima riga, almeno a me che non me ne intendo, risulta poco chiara. --ArtAttack (msg) 22:02, 29 giu 2013 (CEST)

Ho tentato un chiarimento, non so se vada nella direzione auspicata. --vadsf (msg) 22:28, 9 lug 2013 (CEST)

Avviso FdQ[modifica | modifica sorgente]

Vi informiamo che è in corso un Festival della qualità. Gli utenti che frequentano il progetto Araldica e chiunque lo desideri sono invitati a parteciparvi e a dare una mano.
Quanto dura: dal 7 luglio al 31 luglio 2013
Cosa c'è da fare?: Questo festival ha come argomento la rimozione dei template S inutili.
Chi può partecipare?: Chiunque ne abbia voglia.
Si ringrazia dell'attenzione e della collaborazione. Partecipate numerosi e ... con qualità!

Messaggio automatico generato da Botcrux (discussioni · contributi)

Armoriali delle famiglie italiane[modifica | modifica sorgente]

Per cercare di evitare i continui inserimenti arbitrari, sconsiderati e dettati (spesso) solo da puerile desiderio di comparire di alcuni utilizzatori, che tra l'altro non si sono mai loggati e sono individuabili solo come numeri IP, ho preparato una bozza di istruzioni per Inserire o modificare una entry in un armoriale delle famiglie italiane come elemento del gruppo Come fare per del progetto. Vorrei un parere dei membri. Grazie. --Massimop (msg) 00:42, 28 lug 2013 (CEST)

VisualEditor[modifica | modifica sorgente]

VisualEditor-logo.svg

Ciao a tutti! Entro la serata di lunedì 29 luglio, anche gli utenti non registrati potranno usare VisualEditor su it.wiki. Ecco alcune indicazioni utili:

  • Nella pagina Wikipedia:VisualEditor/Cosa cambia c'è un riassunto delle novità e, tra l'altro, anche la rassegna delle caratteristiche della nuova interfaccia preferite dagli utenti;
  • potrebbe essere necessario "aggiustare" alcuni edit, date dunque un'occhiata in più, in questi giorni, alle voci di pertinenza del vostro progetto;
  • per funzionare meglio, i template avranno bisogno di una leggera modifica, già apportata a numerosi template chiave; controllate dunque quelli relativi al vostro progetto - per i namespace principale e Utente - ed eventualmente, considerate di aggiornarli presto, magari usando uno degli strumenti già disponibili che fanno quasi tutto il lavoro al posto nostro.
Su Wikipedia:VisualEditor/Commenti potrete ricevere aiuto dalla comunità per eventuali problematiche. Questo messaggio vale anche come sincero ringraziamento per gli incredibili sforzi profusi sinora da decine di persone per rendere la transizione a VisualEditor più semplice per la comunità italofona. Grazie! --Elitre (WMF) (msg)


Messaggio automatico di Botcrux (discussioni · contributi)

FdQ Agosto 2013[modifica | modifica sorgente]

Vi informiamo che è in corso un Festival della qualità. Gli utenti che frequentano il progetto Araldica e chiunque lo desideri sono invitati a parteciparvi e a dare una mano.
Quanto dura: tutto il mese di agosto 2013
Cosa c'è da fare?: Questo festival ha come argomento la riscrittura da zero delle voci con dubbio di violazione di copyright più vecchie
Chi può partecipare?: Chiunque ne abbia voglia.
Si ringrazia dell'attenzione e della collaborazione. Partecipate numerosi e ... con qualità!

Messaggio automatico generato da Botcrux (discussioni · contributi)

Armoriale degli stemmi degli stati monarchici[modifica | modifica sorgente]

segnalo che questa voce e ancora incompleta anche dopo questa segnalazione di giugno.--79.18.193.113 (msg) 18:44, 10 set 2013 (CEST)

Araldica ecclesiastica[modifica | modifica sorgente]

L'utente di lingua spagnola SajoR ha via via sostituito gli stemmi propri dell'araldica ecclesiastica con dei nuovi stemmi, da lui ideati, che presentano lo scudo spagnolo. Nel frattempo l'utente Edoardo Cavaleri ha ideato dei nuovi stemmi, che presentano lo scudo francese antico. Quando poi Edoardo Cavaleri ha sostituito gli stemmi di SajoR con i propri stemmi (Stemma patriarca di Edoardo Cavaleri) lo stesso Sajor ha provveduto ad annullare le sostituzioni (Stemma patriarca di SajoR). Poiché non mi risulta che il progetto abbia commissionato a SajoR l'ideazione di nuovi stemmi, ho ritenuto doveroso segnalarvi la questione, con l'auspicio che il progetto possa porre freno a questa ripetuta sostituzione di nuovi stemmi. --FeltriaUrbsPicta (msg) 02:39, 23 set 2013 (CEST)

Anche io avevo notato questo ribollire di nuove immagini e la loro frenetica sostituzione che, se non è ancora una vera edit war, ci si avvicina molto. A questo punto ritengo che, come progetto, potremmo prendere una posizione in merito tenendo presente che, da quanto già emerso in occasione di precedenti ricerche, nel campo dell'araldica ecclesiastica esistono regole stringenti (che risalgono addirittura all'Enciclopedia di D'Alembert-Diderot) per quanto riguarda gli ornamenti esteriori, mentre non vi è alcuna normativa ufficiale (sanzionata o anche solo confermata dalla Santa Sede) per quanto riguarda la forma degli scudi. A questo punto l'unica normativa vigente è quella araldica generale italiana che prevede, per quanto riguarda il nostro paese, l'uso dello scudo ovale (come risulta da tutti i sacri testi italiani). Propongo quindi che il progetto indichi come direttiva, per quanto riguarda l'araldica ecclesiastica della wikipedia in italiano, l'uso di template in cui gli ornamenti esteriori siano quelli standard, su cui nessuno discute, e la forma dello scudo sia quella ovale. Per la realizzazione delle immagini relative si potrebbero utilmente impiegare i template degli ornamenti comuni di origine francese, che prevedono in prima istanza l'uso dei loro scudi, ma accettano senza difficoltà anche gli scudi ovali. A questo punto nessuno avrebbe più motivo di continuare a produrre e sostituire immagini a cascata. Pareri ? --Massimop (msg) 21:32, 23 set 2013 (CEST)
Per me va bene! Andranno poi aggiornati anche i template Vescovo e Cardinale che, faccio notare, prevedono l'inserimento di stemmi ancora diversi da quelli di SajoR e di Edoardo Cavaleri.
--FeltriaUrbsPicta (msg) 00:10, 24 set 2013 (CEST)
Segnalo che lo stesso SajoR sta via via creando o "aggiornando" gli stemmi dei singoli vescovi, arcivescovi e cardinali. Alcuni esempi: Maurizio Gervasoni, Domenico Cancian, Adriano Tessarollo, Francesco Alfano, Aloysius Matthew Ambrozic. --FeltriaUrbsPicta (msg) 05:16, 7 ott 2013 (CEST)
D'accordo con la forma ovale dello scudo, la proposta è almeno coerente con lo standard italiano. Per la questione SajoR vs Edoardo Cavaleri in quanto a ornamenti esteriori, quale forma estetica andrebbe preferita per mettere fine a future guerre d'immagine? Direi di mantenere lo stile degli stemmi presenti in Araldica ecclesiastica di SajoR (davvero belli!) e di applicarvi solo la modifica alla forma dello scudo. --Krepideia judica causam tuam 15:58, 26 dic 2013 (CET)

‎Armoriale delle famiglie italiane[modifica | modifica sorgente]

segnalo che diverse di queste voci superano i limite di 125 Kb.--87.18.225.249 (msg) 15:23, 25 set 2013 (CEST)

p.s. cosa ne pensate?--87.18.225.249 (msg) 15:34, 25 set 2013 (CEST)
Che è ora di frazionarle, anche se il frazionamento viene fatto di rado perché, visto il continuo incremento, si rischia di doverlo rifare ogni 2 o 3 mesi. Questo è il motivo per cui passa, purtroppo, molto tempo tra quando le voci superano i 100 Kb e quando vengono riarticolate. Provvederemo a breve. --Massimop (msg) 15:41, 25 set 2013 (CEST)
segnalo che il frazionamento non è stato ancora fatto.--79.22.182.100 (msg) 23:19, 21 dic 2013 (CET)
A meno che non ci metta le mani qualcuno prima, io potrei pensare al frazionamento dopo aver completato il caricamento dei dati estratti dal Leone Marinato. Se qualcuno ha molta fretta può anche lavorarci. --Massimop (msg) 23:24, 21 dic 2013 (CET)

Avviso FdQ[modifica | modifica sorgente]

Messaggio automatico generato da Botcrux (msg) 19:46, 10 ott 2013 (CEST)

Nuovo template Stemma con ornamenti comuni[modifica | modifica sorgente]

Segnalo discussione. In pratica, usando {{Stemma con ornamenti comuni/Sandbox}} invece di {{Stemma con ornamenti comuni}}, si utilizza un nuovo modulo, che permette di sostituire le 180 pagine di Categoria:Template ornamenti esteriori con 1 sola pagina (Modulo:Stemma/Configurazione). Per passare alla nuova versione (già testata automaticamente qui, ma comunque se notate anomalie segnalatemele pure) basta sostituire il contenuto di {{Stemma con ornamenti comuni}} con quello {{Stemma con ornamenti comuni/Sandbox}}. Ho anche avvisato l'autore del template originario. --Rotpunkt (msg) 10:22, 6 nov 2013 (CET)

FdQ novembre 2013[modifica | modifica sorgente]

Messaggio automatico generato da Botcrux (discussioni · contributi)

Cancellazione "Stemma dell'Etiopia italiana"[modifica | modifica sorgente]

User-trash-full-4.svg
La pagina «Stemma dell'Etiopia italiana», il cui argomento rientra nell'area tematica di questo progetto, è stata proposta per la cancellazione.
Dato l'ambito specifico, è benvenuta la partecipazione degli utenti del progetto alla discussione. (Se la pagina fosse già stata cancellata per errore, ci si può rivolgere agli amministratori chiedendone il ripristino)

Come da linee-guida lascio l'avviso per la cancellazione da me richiesta riguardo alla voce in oggetto; lo stemma in questione non risulta documentato da nessuna fonte (neanche da quella riportata nella voce e da me posseduta).—GJo ↜↝ Parlami 15:13, 25 nov 2013 (CET)

FdQ - Dicembre 2013[modifica | modifica sorgente]

Messaggio automatico generato da Botcrux (discussioni · contributi)

Stemma della Santa Sede[modifica | modifica sorgente]

Amici, vi segnalo questa discussione che stiamo avendo in merito all'emblema della Santa Sede. --InfattiVedeteCheViDice (msg) 18:34, 30 dic 2013 (CET)

FdQ gennaio 2014[modifica | modifica sorgente]

Messaggio automatico generato da Botcrux (discussioni · contributi)

Portale:Araldica[modifica | modifica sorgente]

Hey, volete sbrigarvi o no a fare un Portale:Araldica? :-) --Horcrux九十二 20:52, 8 gen 2014 (CET)

Certo che messa così, la cosa richiede un attento e sollecito esame. Suppongo che provvederemo a nominare un consistente gruppo di studio per valutare la fattibilità di uno studio finalizzato all'analisi delle possibilità esistenti di considerare l'opportunità di destinare una parte congrua, se pur non eccessivamente dispersiva, delle attuali e future risorse di partecipanti al progetto per iniziare l'esame delle specifiche iniziali del portale. Il tutto, ovviamente, ben supportato dal mare di aficionados su cui può contare l'araldica. Horcrux, siamo quattro gatti ... La tua proposta è senz'altro solleticante, ma come si fa a fare un portale ? --Massimop (msg) 23:42, 11 gen 2014 (CET)
Sulla base di quanto richiesto da Horcrux ho preparato una prima bozza del portale (vedi qui). Lui ha già fatto delle osservazioni sulla parte grafica, che effettivamente è molto carente. Ho inserito la pagina nell'elenco dei portali in preparazione. Ci sono proposte, osservazioni, ecc. ? --Massimop (msg) 12:09, 30 gen 2014 (CET)
A me l'attuale bozza piace. --FeltriaUrbsPicta (msg) 04:49, 5 feb 2014 (CET)

Icone Santa Sede[modifica | modifica sorgente]

Segnalo questa discussione. --FeltriaUrbsPicta (msg) 12:25, 22 gen 2014 (CET)

fonte per gli armoriali[modifica | modifica sorgente]

Nel portale si spiega che gli stemmi devono essere riportati da fonti accessibili, dunque con esclusione degli archivi familiari. Saggia disposizione. Segnalo peraltro che gli archivi privati - e dunque anche quelli familiari - possono essere "vincolati" dallo Stato (tecnicamente: dichiarati di interesse storico particolarmente rilevante dal ministero dei beni culturali) e quindi sottoposti fra l'altro all'obbligo di permettere l'accesso a chi è autorizzato dalla soprintendenza archivistica; gli stemmi registrati in documenti di questi archivi (ad esempio nel Lazio, nelle Puglie, nelle Marche), perciò, potrebbero a ragione essere ammissibili come fonti, a mio parere - al pari per esempio degli archivi ecclesiastici. --vadsf (msg) 02:54, 29 gen 2014 (CET)

In linea di massimo concordo; il problema riguarda solo la facilità, per chiunque, di ottenere l'acceso a tali fonti. Se non vengono frapposti vincoli insormontabili da parte di chi ha l'autorità di vigilanza, non vedo perché tali archivi non possano essere considerati accettabili ai nostri fini. Se poi fosse possibile anche approntare un elenco, da pubblicare come voce indipendente, degli archivi nei quali sono reperibili informazioni araldiche, in modo ad semplificare la ricerca e le verifiche da parte di tutti gli utenti, saremmo al massimo. --Massimop (msg) 15:24, 29 gen 2014 (CET)
Sarebbe davvero il massimo, ma è difficile, perché anche gli archivi accessibili sono spesso privi di un inventario (non solo quelli privati familiari, molte volte anche quelli pubblici), e che abbiano strumenti di ricerca pubblicati su internet io non ne conosco. Ma anche questo è un mondo in evoluzione e quindi si spera in un celere rimedio a questa situazione. --vadsf (msg) 02:51, 1 feb 2014 (CET)

Avviso FdQ - febbraio 2014[modifica | modifica sorgente]

Messaggio automatico generato da Botcrux (discussioni · contributi)

Portale[modifica | modifica sorgente]

Ho visto il portale in sandbox di Massimop e mi sembra abbastanza completo, tuttavia mi sembra che l'illustrazione in testa sia troppo invasiva, quindi vi consiglierei o di ridurla o di usare illustrazioni più piccole e più distribuite nel testo del portale. Dato che tra in wikipedia tutto è il licenza GNU potete ispirarvi al Portale:Guerra per la distribuzione di testo e figure (quello l'hanno fatto due ex ufficiali di guerra elettronica, quindi che sapevano molto di informatica). Comunque in bocca al lupo per lo sviluppo del portale, che mi sembra comunque molto valido. - --Klaudio (parla) 11:46, 5 feb 2014 (CET)

Ho messo qui la versione ricompilata secondo lo stile del Portale Guerra. Pareri ? --Massimop (msg) 23:26, 5 feb 2014 (CET)
Per me va bene! --FeltriaUrbsPicta (msg) 23:40, 5 feb 2014 (CET)
Anche per me va bene; non vorrei complicare le cose ma: non era meglio unire Araldica con Vessillologia? Attualmente Progetto:Vessillologia e Portale:Vessillologia sono desolatamente abbandonati.—GJo ↜↝ Parlami 10:11, 6 feb 2014 (CET)
Io ho sempre diffidato del fare troppe cose insieme ... Probabilmente sarebbe meglio dare una mano al settore vessillologia, viste le indubbie comunanze di interessi, ma abbiamo già abbastanza difficoltà a seguire il nostro settore. Comunque aspettiamo anche altri pareri: in fondo alcune wiki (en, es e nl) nei portali hanno unificato gli agomenti. Ritornando al nostro portale, sembra preferibile la seconda versione (stile Portale Guerra) ? --Massimop (msg) 11:32, 6 feb 2014 (CET)
Versione "Portale Guerra" preferibile, a mio modesto parere.—GJo ↜↝ Parlami 11:52, 6 feb 2014 (CET)

Ho pubblicato il portale nell'ultima versione. Non credo che ci saranno altri pareri. --Massimop (msg) 01:08, 7 feb 2014 (CET)

Avviso FdQ[modifica | modifica sorgente]

Messaggio automatico generato da Botcrux (discussioni · contributi)

Gonfalone[modifica | modifica sorgente]

Salve, vorrei inserire il Gonfalone cittadino nella pagina Santa Lucia del Mela, ma non si trova nella pagina "Araldicacivica", come faccio ad inserirlo? --IA300890 (msg) 18:08, 7 mar 2014 (CET)

Se vuoi che i disegnatori dei araldicacivica.it ridisegnino il gonfalone di Santa Lucia del Mela puoi provare a chiederglielo (qui la pagina per contattarli), di norma sono molto disponibili; certo è consigliabile fornirgli delle immagini da cui partire.—GJo ↜↝ Parlami 18:13, 7 mar 2014 (CET)
Io ho già il file con il gonfalone da inserire. Mi servono dei permessi speciali per caricarlo?--IA300890 (msg) 00:37, 16 mar 2014 (CET)
Dipende, in linea di massima direi di no se non si va a infrangere il diritto di autore di qualcuno (ad esempio se l'immagine è una foto scattata da qualcun altro). Generalmente il file viene caricato come [nome del paese]-Gonfalone.png (nel tuo caso Santa_Lucia_del_Mela-Gonfalone.png) e accompagnato dal template {{StemmiComunaliItaliani}}.—GJo ↜↝ Parlami 01:06, 16 mar 2014 (CET)
Ok, gonfalone inserito.—GJo ↜↝ Parlami 14:14, 16 mar 2014 (CET)

F o non F[modifica | modifica sorgente]

Molte delle quasi 400 voci in Categoria:Figure araldiche non hanno fonti.

in teoria dovrei inserire una F ma ho pensato che era meglio chiedere il vostro parere. Se avete una fonte monografica specifica, un dizionario ad esempio, vedo che in alcune compaiono

  • Vocabolario araldico ufficiale", a cura di Antonio Manno – edito a Roma nel 1907.
  • Dizionario araldico, di Piero Guelfi Camajani - edito a Milano nel 1940

Forse possiamo inserirle via bot nelle voci che non hanno la sezione "bibliografia". Basta che garantiate che in quei libri ci siano sicuramente tutte queste figure.--Alexmar983 (msg) 18:34, 14 mar 2014 (CET)

Non è possibile dare assicurazioni globali senza ricontrollare voce per voce. Ma potrebbe esserci una soluzione accettabile. Si può fare un bot che lavori con questa sequenza ?
1. cercare la figura araldica come voce nel wikizionario italiano (priva se necessario della integrazione (araldica) e superando il problema maiuscola/minuscola nella lettera iniziale);
2. cercare nella corrispondente voce di wikizionario la sezione -ref-;
3. copiare tutti i riferimenti contraddistinti dal template Term|araldica|it e inserirli nella voce di wikipedia da cui si è partiti.
Non dico che questo sanerebbe tutte le voci, ma sicuramente molte andrebbero a posto con riferimenti già verificati. Se è così, un secondo bot potrebbe scremare le sole voci rimaste senza fonti e potremmo lavorare seriamente solo su quelle. --Massimop (msg) 21:30, 14 mar 2014 (CET)
forse è fattibile. La mia era solo una proposta indicativa, ma qualcosa di simile forse è organizzabile con i botolatori (io NON lo sono). Tuttavia sarebbe il primo caso di un bot cross-progetto di cui sento richiesta e non vorrei che ci sia di mezzo qualche EGO intermedio da fare. Tuttavia è indubbio che se è presente link a wikizionario, si ha una voce là che contiene un riferimento con "Term|araldica|it". Quindi a livello di codice in teoria tutto dovrebbe filare liscio.
Quindi sarebbe da partire con un EGO voci in categoria, indivudare quelle senza sezione "bibliografia" (alcune hanno note ma in genere sono doppioni innocui e non sono molti) e con rimando a wikizionario. --Alexmar983 (msg) 21:56, 14 mar 2014 (CET)
Arrivo qui per dare un parere di fattibilità del bot. Sì quello che avete ipotizzato è corretto, le informazioni sono reperibili. Si tratta però di un lavoro piuttosto impegnativo perché andrebbe scritto un bot ad hoc. Il posto giusto per proseguire con l'idea del bot è WP:Bot/Richieste, anche se credo non sarà facile trovare qualcuno che lo faccia. --AlessioMela (msg) 22:11, 14 mar 2014 (CET)
A parte il fatto che io non so cosa sia un EGO, potreste occuparvi voi di formulare una corretta richiesta di bot ? --Massimop (msg) 22:39, 14 mar 2014 (CET)
EGO =elenco generato off line. Ovvero possono farti avere un elenco delle voci prive di fonti con un link a wikizionario da cui puoi copiarle a mano (anche qua ti posso fare io la richiesta), mentre per il bot non è detto il lavoro che vada a buon fine.
Per sapere su quali voci operare comunque il bot avrebbe in ogni caso bisogno dell'elenco (a senso), quindi se vuoi ti chiedo l'elenco e poi se non è botolabile il lavoro lo puoi fare a mano.
Dico "lo puoi", ma mi riferisco a qualsiasi utenza del progetto. E io ti posso dare una mano ma se se le voci le riguarda qualcuno esperto magari sfrutta meglio l'occasione. (tipo ti ricordi un'altra fonte da usare e ci metti pure quella, o noti un errore in una didascalia di un'immagine).--Alexmar983 (msg) 02:56, 15 mar 2014 (CET)
Allora vediamo se si può procedere così: tu dovresti fare la richiesta dell'elenco (se ci provo io mi ci vuole una settimana solo per capire come fare). Successivamente, mentre ancora tu dovresti fare la richiesta del bot, io posso cominciare a lavorare sull'elenco mettendo flag su ogni voce che trovo citata nei vari testi utilizzati. In questo modo se il bot va a buon fine poi posso utilizzare l'elenco flaggato solo come controllo, se no lo utilizzo per l'inserimento delle fonti. Vediamo dove arriviamo. Grazie. Ciao --Massimop (msg) 22:10, 15 mar 2014 (CET)
Scusa il riatrdo. Ci penso io, ti cito nella richiesta con notifica.--Alexmar983 (msg) 21:40, 17 mar 2014 (CET)
Il solerte Incola ha provveduto: Wikipedia:Elenchi_generati_offline/Voci_di_araldica_senza_fonti--Alexmar983 (msg) 14:52, 20 mar 2014 (CET)
Da quell'elenco aggiungo voce per voce (se vi compare) il Dizionario del linguaggio araldico italiano di Luigi Volpicella, opera recente e molto bella (corredato da disegni originali dell'autore) cui posso accedere con facilità. Sarò lento, come mio solito :), ma mi pare valga la pena perché per alcune voci mi pare essere l'unica fonte. --vadsf (msg) 00:44, 11 giu 2014 (CEST)

Derni[modifica | modifica sorgente]

Crystal khelpcenter.png
È stato notato che la voce «Derni» non risponde agli standard minimi di Wikipedia.
Essendo l'argomento di competenza del vostro progetto, sarebbe molto utile un vostro intervento sulla voce stessa o nella pagina di discussione.

--Mlvtrglvn (msg) 06:31, 28 mar 2014 (CET)

Non credo che la voce sia di interesse del progetto Araldica, ma semmai dovrebbe rientrare nelle competenze della Genealogia e/o della Storia di Famiglia. --Massimop (msg) 14:21, 28 mar 2014 (CET)

Ringraziamenti per i suggerimenti[modifica | modifica sorgente]

Nel ringraziarvi per i suggerimenti inviati, essendo un neofita, sono a mettermi a disposizione per ogni ulteriore modifica e/o cambiamento. Impegni permettendo e compatibilmente con le mie scarse competenze informatiche, essendo uno Psicoterapeuta ed un Giornalista, mi leggerò con attenzione la pagina di Araldica e/o quella di Genealogia, cercherò di migliorare e/o modificare quanto da voi suggeritomi ed eventualmente rimango a disposizione per ogni ulteriore contributo a questo splendido progetto di Araldica. Provo ad allegarvi l'Armoriale della casata dei Derni(se riesco) ringraziando massimop e quanti hanno contribuito con i loro suggerimenti a darmi indicazioni utili su come utilizzare questa splendida enciclopedia. Coa fam ITA derni.jpg Grazie--Lorisderni (msg) 15:43, 28 mar 2014 (CET)

Avviso FdQ - Aprile 2014[modifica | modifica sorgente]

Messaggio automatico generato da Botcrux (discussioni · contributi)

Prosecuzione del lavoro sugli Armoriali delle famiglie italiane[modifica | modifica sorgente]

Per quel poco che possa interessare a qualcuno, comunico che a partire da oggi io abbandonerò il lavoro sugli Armoriali delle famiglie (e, in subordine, anche negli altri settori dell'Araldica) su wikipedia e lo proseguirò su un altro sito, anch'esso con software wiki, gratuito e senza pubblicità: Armoriale.it. La causa è la presenza, sempre più invadente, su Commons sugli altri siti wikimedia di utenti che, pur essendo scarsamente preparati ma avendo ottenuto i privilegi di amministratore, ritengono di poter operare a loro insindacabile giudizio per raddrizzare il mondo, anche quando hanno una limitata conoscenza dei problemi che si credono in grado di poter affrontare. Una sintesi dell'ultimo avvenimento è contenuta nella discussione qui riportata. L'amministratore in argomento si è permesso di cancellare ben 393 files, senza nemmeno rendersi conto del fatto che la grande maggioranza di questi era composta di soli elementi geometrici e non di figure. A seguito del suo intervento, Commons Delinker ha massacrato gran parte degli armoriali, rimuovendo i link ai files cancellati. Io sto ricaricando su Commons i files cancellati, che pare l'amministratore in questione non intenda cancellare nuovamente, benché gli abbia espressamente dichiarato che quei files, come tutti gli altri prodotti da me, sono generati con il software che ha dato scandalo. In avvenire io caricherò i nuovi files solo su Armoriale.it, anche se chiunque sarà libero, se lo ritiene, di caricarli su Commons, così come chiunque sarà libero di riportare su wikipedia le integrazioni fatte alle pagine degli armoriali. Chiunque desideri partecipare al lavoro su Armoriale.it (sito che opera da server gentilmente - e gratuitamente - messi a disposizione dall'utente Gfv) può farlo liberamente. Buon lavoro a tutti. --Massimop (msg) 21:50, 1 mag 2014 (CEST)

Mi dispiace molto di quanto accaduto, e mi dispiace che tu intenda lasciare it.wiki; ti auguro comunque di continuare a divertirti e che, un domani, tu possa tornare a fare qualche visita anche in questi lidi.—GJo ↜↝ Parlami 22:14, 1 mag 2014 (CEST)
Ho ricaricato tutti gli stemmi cancellati da Fastily. Non mi pare che abbia intenzione di ricancellarli, anche perché non ce ne sarebbe alcun motivo. Manca solo lo stemma Corsi MO2 che non era stato inserito da me. Se si annullano tutte le modifiche di Commons Delinker del 27 aprile u.s. è possibile reinserirli negli Armoriali. --Massimop (msg) 21:08, 4 mag 2014 (CEST)
Non solo la notizia interessa, ma dispiace moltissimo! purtroppo così funziona il mondo wiki, a detrimento delle persone competenti che lavorano con abnegazione per la conoscenza di tutti. Era proprio un bel lavoro. Spero con tutto cuore che si possa mantenere la collaborazione di Massimop al progetto, magari dopo un po' di tempo di riflessione se serve per smaltire la giusta amarezza. --vadsf (msg) 23:57, 5 mag 2014 (CEST)

Avviso FdQ - Maggio 2014[modifica | modifica sorgente]

Messaggio automatico generato da Botcrux (discussioni · contributi)

‎Armoriale delle famiglie italiane bis[modifica | modifica sorgente]

segnaloquesta questione riguardante il frazionamento di quelle voci troppo lunghe che non è ancora stato fatto da allora.--79.31.48.27 (msg) 13:53, 15 mag 2014 (CEST)

Avviso FdQ - giugno 2014[modifica | modifica sorgente]

Messaggio automatico generato da Botcrux (discussioni · contributi)

FdQ del prossimo trimestre: a voi la scelta![modifica | modifica sorgente]

Messaggio automatico generato da Botcrux (discussioni · contributi)

Avviso FdQ - Luglio 2014[modifica | modifica sorgente]

Messaggio automatico generato da Botcrux (discussioni · contributi)

Template Stemma con ornamenti comuni (2)[modifica | modifica sorgente]

Come descritto in una discussione precedente a novembre 2013 avevo rifatto il Template:Stemma con ornamenti comuni utilizzando un modulo Lua, di modo da avere una sola pagina di configurazione, a fronte di 180 (Categoria:Template ornamenti esteriori). Leopold aveva dato il suo benestare, ma la modifica era rimasta poi in sospeso. Ho riverificato ora le sottopagine e non ho trovato cambiamenti da allora, procederei quindi alla semplificazione. --Rotpunkt (msg) 16:25, 6 lug 2014 (CEST)

Richiesta consulenza[modifica | modifica sorgente]

Buonasera, sono un giornalista. Nel ringraziarvi per lo splendido lavoro svolto dalla vostra comunità, sono a chiedere a chiunque possa aiutarmi, o ad un amministratore se potesse rispondermi,se fosse possibile citare alcune splendide pagine (solo parti di esse) di Wikipedia sulla nobiltà comprensive di alcune pagine relative ai condottieri, in un'eventuale pubblicazione a stampa, senza incappare nella violazione delle normativa inerenti il copyright. Vi è una prassi in merito, o posso pubblicare citando sempre e comunque la fonte: da Wikipedia, l'enciclopedia libera? Grazie --Lorisderni (msg) 16:16, 11 lug 2014 (CEST)

Puoi utilizzare quello che ti serve purchè citi. Leggi comunque le Informazioni per i riutilizzatori. --ValterVB (msg) 16:37, 11 lug 2014 (CEST)

Avviso FdQ Agosto 2014: immagini non usate[modifica | modifica sorgente]

Messaggio automatico generato da Botcrux (discussioni · contributi)

Avviso FdQ - settembre 2014[modifica | modifica sorgente]

Messaggio automatico generato da Botcrux (discussioni · contributi)