A Night at the Opera (Queen)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
A Night at the Opera
Artista Queen
Tipo album Studio
Pubblicazione 21 novembre 1975
Durata 43 min : 11 s
(album originale)
62 min : 02 s
(deluxe edition 2011)
Dischi 1
Tracce 12 (album originale)
18 (deluxe edition 2011)
Genere[1] Art rock
Rock progressivo
Hard rock
Glam rock
Arena rock
Album-oriented rock
Etichetta EMI (UK)
Elektra Records
Hollywood Records (USA)
Produttore Queen e Roy Thomas Baker
Registrazione agosto - novembre 1975
Note Nella riedizione del 1991 della Hollywood Records sono state inserite 2 nuove tracce, dei remix di I'm In Love With My Car e You're My Best Friend.
Certificazioni
Dischi di platino 4
Queen - cronologia
Album precedente
(1974)
Album successivo
(1976)
Recensioni professionali
Recensione Giudizio
Ondarock Pietra miliare

A Night at the Opera è il quarto album in studio della rock-band britannica Queen, pubblicato per la prima volta in LP il 21 novembre 1975.

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

L'album è considerato da larga parte della critica e dei fan dei Queen come il lavoro più rappresentativo della band inglese. Venne registrato in diversi studi: Trident Sarm, Roundhouse, Olympic, Rockfield, Scorpio e Lansdowne Studios, nel Regno Unito. Venne pubblicato nel Regno Unito dalla EMI e dalla Elektra Records negli Stati Uniti, per poi essere pubblicato nuovamente negli USA dalla Hollywood Records nel settembre 1991. Fu il primo disco dei Queen a cui fu assegnato un disco di platino[2]. Raggiunse la quarta posizione nella classifica USA, dove recentemente è stato certificato come triplo disco di platino (tre milioni di copie vendute). Il titolo dell'album, insieme a quello del seguente A Day at the Races (1976), è ispirato a due omonimi celebri film dei fratelli Marx, noti in Italia con i titoli tradotti di Una notte all'opera (1935) e Un giorno alle corse (1937). I due album dovevano inizialmente essere pubblicati insieme come album doppio (progetto a cui teneva tantissimo soprattutto May); la casa discografica, tuttavia, ritenne più prudente pubblicare i due lavori indipendentemente per contenere i costi, visto che l'album fu uno dei più costosi a causa delle grandi sperimentazioni[2] (vista anche l'atipicità dei contenuti musicali, che non davano certezze sul successo di vendite). Il gruppo gioca con l'alternanza e la fusione fra musica rock e musica classica (ne è un esempio Bohemian Rhapsody).

L'album è uno dei pochi titoli pubblicati nel raro stardard DVD-Audio (2002), con tracce in formato 96khz/24bit che garantiscono una resa sonora di gran lunga superiore a quella di qualsiasi Compact Disc.

Il 21 novembre 2005 dopo 30 anni dalla pubblicazione è uscito 30th Anniversary Collectors Edition, una riedizione dell'album contenente, oltre al CD completamente rimasterizzato, anche un DVD con le tracce audio in formato DTS 5.1 e videoclip, spezzoni di concerti e il commento audio dei membri del gruppo.

Nel 2011 l'album è stato rimasterizzato in digitale dalla Island/Universal ed è stato distribuito in due formati:

  • standard edition, contenente l'album originale
  • deluxe edition 2 CD, contenente l'album originale ed un EP bonus

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Death on two Legs (dedicated to...... – 3:43 (Mercury)
  2. Lazing on a Sunday Afternoon – 1:07 (Mercury)
  3. I'm in Love with my Car – 3:05 (Taylor)
  4. You're My Best Friend – 2:52 (Deacon)
  5. '39 – 3:31 (May)
  6. Sweet Lady – 4:04 (May)
  7. Seaside Rendezvous – 2:16 (Mercury)
  8. The Prophet's Song – 8:21 (May)
  9. Love of My Life – 3:39 (Mercury)
  10. Good Company – 3:23 (May)
  11. Bohemian Rhapsody – 5:55 (Mercury)
  12. God Save the Queen – 1:15 (Tradizional, arr. May)

Durata totale: 43:11

Bonus tracks (riedizione CD del 1991 della Hollywood Records)
  1. I'm In Love With My Car (1991 Bonus remix by Mike Shipley) – 3:28 (Taylor)
  2. You're My Best Friend (1991 Bonus remix by Matt Wallace) – 2:52 (Deacon)
Bonus EP (riedizione CD del 2011 della Island/Universal)
  1. Keep Yourself Alive (Long-Lost Retake, June 1975) – 4:04 (May)
  2. Bohemian Rhapsody (Operatic Section A-cappella Mix) – 1:03 (Mercury)
  3. You're My Best Friend (Backing Track Mix 2011) – 2:57 (Deacon)
  4. I'm in Love With My Car (Guitar & Vocal Mix 2011) – 3:18 (Taylor)
  5. '39 (Live at Earl's Court, June 1977) – 3:46 (May)
  6. Love of My Life (South American Live Single, June 1979) – 3:43 (Mercury)

Durata totale: 18:51

Death on two Legs (Dedicated to......[modifica | modifica wikitesto]

È il brano d'apertura dell'album, è un mid-tempo acido su cui incede il riff cromatico della chitarra di Brian May. In questa canzone la voce di Mercury è limpida e altamente espressiva[3]. Nella canzone, per descriverlo, vengono usate parole molto dure: succhiasangue, magnate, pidocchioso, spillasoldi, vecchio ciuco, pallone gonfiato, “morte su due gambe”.

Lazing on a Sunday Afternoon[modifica | modifica wikitesto]

Dopo il brano d'apertura, segue questa piccola canzone. La voce è filtrata affinché sembri uscire dal cono di un grammofono[3]. A differenza delle altre tracce questa canzone presenta un impianto musicale molto semplice e swing. Il pianoforte saltellante, l'atmosfera da Londra di fine ottocento, mettono a nudo le potenzialità mimetiche della voce di Freddie Mercury[3].

I'm in Love with my Car[modifica | modifica wikitesto]

Canzone in stile hard rock composta e cantata da Roger Taylor e dedicata alla sua grande passione per le automobili.

You're my Best Friend[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi You're My Best Friend.

L'unica traccia dell'album composta da John Deacon; è dedicata alla moglie Veronica. La canzone è il tipico esempio di una pop-ballad romantica molto intimista suonata al pianoforte[3]. Per l'occasione Deacon suona un pianoforte elettrico, non molto amato da Freddie Mercury che rifiutò di suonarlo lasciando lo stesso compito al bassista.

'39[modifica | modifica wikitesto]

Una canzone in stile folk composta e cantata dal chitarrista della band, Brian May. Il testo, che non riguarda eventi della seconda guerra mondiale anche se il titolo può rimandare a quegli eventi, è fantascientifico, infatti narra di alcuni volontari che si imbarcano per un viaggio spaziale della durata di un anno. Ma, per effetto della dilatazione del tempo in accordo con la teoria della relatività ristretta, al loro ritorno scoprono che sulla Terra sono passati vari secoli e ora tutte le persone da loro conosciute e amate sono morte.

Sweet Lady[modifica | modifica wikitesto]

Altro brano composto da May. Il pezzo più sfuggente dell'intero album forse perché il meno melodico, ma di grande potenziale. Unico vero hard rock del disco.

Seaside Rendezvous[modifica | modifica wikitesto]

Brano di corta durata composto da Mercury. È l'ideale proseguimento delle atmosfere ottocentesche londinesi di "Lazing on a Sunday Afternoon", questa volta trasportate nella Francia della belle-epoque[3]. Alcuni assoli vengono suonati con la bocca fingendo per esempio di suonare una tromba con la sordina o quella di utilizzare un kazoo. Espediente utilizzato poi nei live con la canzone Dreamers Ball.

The Prophet's Song[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi The Prophet's Song.

La traccia più ambiziosa del disco del quale ne costituisce l'ideale centro. È una mini-suite della durata di poco più di 8 minuti, scritta e composta da May. Nel mezzo del brano è presente una complessa parte vocale cantata da Freddie Mercury, in cui la sua voce viene sovraincisa quattro volte in modo non sincronico[3]. Espediente già utilizzato dalla Band nell'album precedente con la canzone Brighton Rock, dove al posto della voce di Mercury c'è la Red Special di May.

Love of My Life[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Love of My Life.

Canzone d'amore composta da Mercury e dedicata alla sua, allora, fidanzata. Il tema principale è un giro d'accordi per pianoforte, con delle divagazioni di chitarra elettrica, e con Brian May che per l'occasione suona l'arpa[3]; il tutto infiocchettato dal falsetto di Mercury e dai cori.

Good Company[modifica | modifica wikitesto]

Ultima canzone dell'album composta da May, nonché da lui interpretata. Il testo è basato sulla storia infelice di un guitto di strada che racconta le sue sventure suonando un ukulele. Brian May, lavorando con i registri sulla sua Red Special, suona tutte le parti che sembrano affidate al clarinetto e agli ottoni in generale.

Bohemian Rhapsody[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Bohemian Rhapsody.

La traccia più famosa dell'album e tra le più note del gruppo. Composta interamente da Mercury è una delle canzoni più rappresentative della musica rock. Il brano si apre con un coro surreale (voci di Mercury sovraincise), per poi lasciare il posto ad una ballata di pianoforte, voce e basso elettrico, a cui in seguito si aggiungeranno batteria e chitarra. Dopo un complicato assolo di chitarra, ha inizio la parte operistica della canzone. A seguire qualche secondo di puro hard rock, che pian piano svanendo, lascerà spazio al tema principale della canzone, che si concluderà con un coro. In questa traccia si mescolano vari stili: la pop music dell'epoca, la ricercatezza del rock progressivo e la pomposità tipica dei Queen operistici[3].

God Save The Queen[modifica | modifica wikitesto]

Traccia di chiusura dell'album, è un adattamento dell'inno nazionale inglese alla chitarra di May che verrà accompagnata verso la fine dai timpani suonati da Taylor.

Bonus DVD (30th Anniversary Collectors Edition)[modifica | modifica wikitesto]

Quella che segue è la lista dei video che è stata inclusa nel DVD uscito insieme alla versione rimasterizzata dell'album il 21 novembre 2005. Insieme a questa lista sono presenti anche un video in cui i Queen raccontano delle registrazioni dell'album, nonché un altro in cui vengono mostrati i testi delle canzoni sullo schermo.

  1. Death on Two Legs - Esibizione live della canzone
  2. Lazing on a Sunday Afternoon - Galleria fotografica nella quale vengono mostrate alcune immagini inedite del gruppo.
  3. I'm in Love With My Car - Esibizione live della canzone
  4. You're My Best Friend - Video promozionale della canzone
  5. '39 - Video di un'esibizione della canzone eseguita da Brian May a Sheffield nel 2005.
  6. Sweet Lady - Esibizione live della canzone
  7. Seaside Rendezvous - Video mostrante paesaggi di mare.
  8. Prophets Song - Esibizione live della canzone.
  9. Love of My Life - Esibizione live della canzone.
  10. Good Company - Video con immagini tratte dall'archivio video dei Queen.
  11. Bohemian Rhapsody - Video promozionale della canzone.
  12. God Save the Queen - Esibizione live della canzone.

Singoli e Videoclips[modifica | modifica wikitesto]

  1. Bohemian Rhapsody
  2. Love Of My Life
  3. You're My Best Friend

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Altri musicisti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) A Night at the Opera in Allmusic, All Media Network.
  2. ^ a b Recensione: Queen, A Night at the Opera - TrueMetal.it
  3. ^ a b c d e f g h Queen - A Night At The Opera :: Le pietre miliari di Onda Rock

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]