Viswanathan Anand

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Viswanathan Anand
Viswanathan Anand.jpg
Viswanathan Anand, Campione del Mondo assoluto, nel 2008
Nazionalità India India
Scacchi Chess.svg
Palmarès
Transparent.png Campionati del Mondo
Oro Città del Messico 2007
Oro Bonn 2008
Oro Sofia 2010
Oro Mosca 2012
Transparent.png Campionati del Mondo FIDE
Oro Nuova Delhi/Teheran 2000
Transparent.png Campionato indiano di scacchi
Oro Mumbai 1986
Oro Tumkur 1987
Oro Neyveli 1988
 

Viswanathan Anand[1] (Chennai, 11 dicembre 1969) è uno scacchista indiano.

Grande Maestro dal 1987, è stato campione del mondo FIDE dal 2000 al 2002, e campione del mondo assoluto dal 30 settembre 2007 al 22 novembre 2013. Ha partecipato complessivamente a sette finali del campionato del mondo, di cui sei consecutive, aggiudicandosi per cinque volte il titolo.

È sposato con Aruna Anand. Dopo 14 anni di matrimonio in aprile 2011 è nato il loro primo figlio, un maschio cui è stato dato il nome di Akhill.[2]

Anand ha vinto il prestigioso Oscar degli scacchi ben sei volte: 1997, 1998, 2003, 2004, 2007 e 2008.

La collezione delle sue partite, My Best Games of Chess, è stata pubblicata nel 1998 e aggiornata nel 2001.[3]

Carriera scacchistica[modifica | modifica wikitesto]

L'ascesa di Anand nel mondo scacchistico indiano è stata folgorante. Il successo a livello nazionale è arrivato presto quando vinse il campionato nazionale juniores con un punteggio di 9/9 nel 1983 all'età di quattordici anni. Nel 1984 vinse il campionato asiatico juniores a Coimbatore. Fu il più giovane indiano a ottenere il titolo di Maestro Internazionale nel 1985, a quindici anni, vincendo nuovamente il campionato asiatico juniores, tenutosi quell'anno a Hong Kong.[4] A sedici diventò campione nazionale e vinse questo titolo altre due volte. Giocava le sue partite molto rapidamente, guadagnandosi il soprannome di lightning kid (letteralmente "ragazzino lampo"). Nel 1987, divenne il primo indiano a vincere il Campionato del mondo juniores di scacchi. L'anno seguente diventò il primo Grande Maestro indiano.

"Vishy", come spesso viene chiamato, si affermò ai più alti livelli della scena scacchistica internazionale negli anni novanta, vincendo tornei prestigiosi quali il 34° torneo di Capodanno di Reggio Emilia nel 1991, davanti a Garri Kasparov e Anatolij Karpov, che erano allora all'apice della forma. Giocare ad un così alto livello non lo fece rallentare, e continuò a giocare le partite ad una notevole velocità.

Anand si qualificò per la finale del Campionato del mondo di scacchi della PCA vincendo il match dei candidati contro Michael Adams e Gata Kamskij. Nel 1995, giocò la finale contro Kasparov, al World Trade Center di New York. Dopo una serie di otto pareggi nella prima fase dell'incontro (un record per la prima fase di un match di campionato del mondo), Anand vinse la nona partita ma in seguito perse quattro delle cinque seguenti partite. Perse il match per 10,5 a 7,5.

Anand giocò numerosi tornei di scacchi avanzati, dopo che Garry Kasparov introdusse questa variante nel 1998. Anand vinse consecutivamente tre tornei di scacchi avanzati a León in Spagna, ed è largamente riconosciuto come il miglior giocatore della disciplina.

Nella lista FIDE di marzo 2011 ha raggiunto il suo record personale con un punteggio Elo di 2817 punti, dato che lo ha collocato al primo posto nella classifica mondiale .[5].

Campione del mondo di scacchi[modifica | modifica wikitesto]

Dopo diversi tentativi, Anand vinse finalmente il Campionato del mondo FIDE nel 2000, battendo Aleksej Širov con il punteggio
di 3 ½ a ½ nella finale giocata a Teheran, diventando il primo indiano a vincere questo titolo.

Nel gennaio 2000, vince a Varsavia il Campionato del mondo di scacchi lampo.[6]

Nell'ottobre 2003, la FIDE organizzò un torneo con cadenza rapida a Cap d'Agde in Francia e lo etichettò come "Campionato del mondo di scacchi rapidi". Con questa cadenza ogni giocatore dispone di 25 minuti all'inizio della partita, con un incremento di 10 secondi dopo ogni mossa. Anand vinse questo evento imponendosi davanti a dieci degli altri migliori dodici giocatori di scacchi al mondo, essendo Kasparov l'unico assente.

Nel settembre 2007 Anand ha vinto a Città del Messico un torneo a sei giocatori valido per il titolo mondiale, subentrando a Vladimir Kramnik come campione del mondo dopo la riunificazione del titolo avvenuta nel 2006 con il match di Kramnik contro Veselin Topalov. Nello stesso anno gli è stato assegnato il Padma Vibhushan, la seconda più alta onorificenza civile indiana.

Nell'ottobre 2008, a Bonn, Anand ha battuto Kramnik in un match valido per il titolo mondiale col risultato di 6 ½ a 4 ½ (+3 –1 =7), confermandosi campione del mondo.

Nel maggio 2010 ha sconfitto a Sofia per 6 ½ a 5 ½ lo sfidante Veselin Topalov[7], riconfermandosi nuovamente campione.

Nel maggio 2012 ha sconfitto a Mosca lo sfidante Boris Gelfand per 8,5 a 7,5, dopo una serie di 12 partite a tempo lungo terminata in parità e una serie di 4 partite di gioco rapido terminata 2,5 a 1,5, difendendo ancora una volta il titolo di campione del mondo.

Le due sfide Mondiali contro Carlsen[modifica | modifica wikitesto]

Premiazione del Campionato del mondo di scacchi 2014: oltre ad Anand e Magnus Carlsen riconoscibili il Presidente della FIDE Kirsan Ilyumzhinov e quello della Russia Vladimir Putin
Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Campionato del mondo di scacchi 2013 e Campionato del mondo di scacchi 2014.

In novembre 2013 si è svolto a Chennai, sua città natale, il match di campionato del mondo contro lo sfidante Magnus Carlsen. Iniziato il 9 novembre e previsto al meglio delle dodici partite, si è concluso il 22 novembre dopo la decima partita, con il punteggio di 6 ½ a 3 ½ a favore di Carlsen (+3 =7 –0), che è così diventato il nuovo campione.

Dopo aver vinto nel marzo 2014 il torneo dei candidati, in novembre ha disputato da sfidante il campionato del mondo che si è svolto a Soči, in Russia, dall'8 al 23 novembre, ed è stato sconfitto da Magnus Carlsen 6,5-4,5. Nello stesso anno in settembre vince a Bilbao le Chess Master Final[8] e in dicembre vince il 6° London Chess Classic.[9]

Anni recenti[modifica | modifica wikitesto]

Nel marzo 2016 ha disputato a Mosca il torneo dei Candidati al Campionato del mondo di scacchi 2016 piazzandosi al 3º posto.

Nel maggio 2017 vince il Campionato tedesco a squadre con il OSG Baden-Baden.[10] In dicembre vince a Riyadh il Campionato del mondo di scacchi rapidi battendo negli spareggi il russo Vladimir Vasil'evič Fedoseev[11] e giunge 3º nel Campionato del mondo lampo.[12]

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Il 30 marzo 2011, durante una esibizione simultanea tenuta a Tashkent, il quarantunenne campione del mondo è stato battuto da un bambino uzbeko di soli 10 anni, Temur Igonin. Nello stesso evento, Anand è stato sconfitto anche dal giovane Julkar Tojirzhanova, uzbeko anche lui.[13]

Titoli scacchistici[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2018 al Torneo di scacchi di Wijk aan Zee mentre affronta Wesley So

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • My Best Games of Chess - Viswanathan Anand (Gambit, 2001 (nuova edizione))

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Anand è stato insignito di diversi riconoscimenti:

  • Arjuna Award come sportivo indiano eccezionale nel 1985
  • Padmashree, National Citizens Award e Soviet Land Nehru Award nel 1987
  • Rajiv Gandhi Khel Ratna Award, la più alta onorificenza sportiva indiana, nel 1992
  • British Chess Federation 'Book of the Year' Award nel 1998 per il suo libro My Best Games of Chess
  • Oscar degli Scacchi (1997, 1998, 2003, 2004, 2007 e 2008)
  • Sportivo indiano dell'anno 2012[14]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Padma Shri - nastrino per uniforme ordinaria Padma Shri
— 1987
Padma Bhushan - nastrino per uniforme ordinaria Padma Bhushan
— 2000
Padma Vibhushan - nastrino per uniforme ordinaria Padma Vibhushan
— 2007

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN73442525 · ISNI (EN0000 0000 5540 0395 · LCCN (ENno96002725 · GND (DE119068524