Torneo scacchistico internazionale di Capodanno

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Zoltan Almasi, vincitore del 50º Torneo di Capodanno, con Giuseppe Ferraroni, presidente del circolo Ippogrifo di Reggio Emilia

Il Torneo scacchistico internazionale di Capodanno è stata una lunga serie di tornei di scacchi che si è svolta a dal 1947 al 2011 a Reggio Emilia, a cavallo della fine e l'inizio di un nuovo anno, normalmente dopo Natale e fino al 6 gennaio. La 55a edizione del 2012-13, inizialmente annunciata, è stata poi annullata per problemi economici.[1]

Il torneo ha avuto diverse sedi, tra le quali il teatro Ariosto, ma la maggior parte delle edizioni si è svolta nei locali dell'Hotel Mercure Astoria, a fianco della piazza centrale di Reggio Emilia.

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

Promotore del torneo fu il Grande Maestro Honoris causa Enrico Paoli, che scrisse in un articolo: « L'idea del torneo mi balenò nella mente una notte d'estate; lo spunto mi venne da un torneo che si svolgeva a cavallo del nuovo anno a Lucerna. Trovai aiuto nell'allora direttore dell'Ente Provinciale per il Turismo, Alcide Spaggiari, e così il 27 dicembre 1958 iniziò la serie dei 'Tornei di Capodanno' a Reggio Emilia ».

A partire dalla terza edizione (1958/59) il torneo si è svolto regolarmente con cadenza annuale. Dal 1982/83, con l'aiuto di nuovi sponsor, il torneo ha assunto un'importanza via via crescente a livello internazionale, attirando Grandi Maestri da tutto il mondo.

La 26ª edizione vede entrare in campo per la prima volta un ex-campione del mondo, Boris Spasskij, che però delude le aspettative giungendo solo quinto su dodici partecipanti. Prende l'avvio con questa edizione anche il torneo "B" (vinto dal maestro Antonio Martorelli).

Il torneo del 1991/92 venne classificato di Cat. XVIII, facendone il più forte torneo disputato fino ad allora al mondo (media Elo dei partecipanti 2676 punti). Erano presenti anche il campione del mondo in carica Garri Kasparov e l'ex campione Anatolij Karpov. Vinse a sorpresa il ventiduenne Viswanathan Anand, che batté Kasparov nell'incontro diretto.[2]

Dalla 43ª edizione (2000/01) l'organizzazione del torneo è stata curata interamente dal "Circolo Scacchistico Ippogrifo" di Reggio Emilia.

Albo d’oro[modifica | modifica wikitesto]

Torneo principale[modifica | modifica wikitesto]

Esteban Canal,
vincitore nel 1947
Sergio Mariotti,
vincitore nel 1969-70
Anatolij Karpov,
vincitore nel 1990-91
Rafael Vaganjan,
vincitore nel 1992-93 e 1994-95
Oleg Romanišin,
vincitore nel 2000-01
Ni Hua,
vincitore nel 2008-09
Edizione nº Vincitore
  -   1947  Perù Esteban Canal
  -   1951  Israele Moshé Czerniak
  1 1958-59  Svizzera Otto Marthaler
  2 1959-60  Jugoslavia Cveto Trampuz
  3 1960-61  Ungheria Peter Dely
  4 1961-62  Italia Alberto Giustolisi
  5 1962-63  Ungheria Győző Forintos
  6 1963-64  Germania Ovest Rudolf Teschner
  7 1964-65  Jugoslavia Mario Bertok [3]
  8 1965-66  Jugoslavia Bruno Parma
  9 1966-67  Romania Victor Ciocâltea
10 1967-68  Jugoslavia Milan Matulović
11 1968-69  Cecoslovacchia Ladislav Mista [4]
12 1969-70  Italia Sergio Mariotti
13 1970-71  Jugoslavia Bruno Parma
14 1971-72  Stati Uniti Andrew Soltis
15 1972-73  Ungheria Levente Lengyel
16 1973-74  Bulgaria Luben Popov
17 1974-75  Perù Orestes Rodríguez
18 1975-76  Germania Ovest Ludek Pachman
19 1976-77  URSS Gennadij Kuzmin
20 1977-78  Ungheria László Kovács
21 1978-79  Germania Ovest Ralf Hess
22 1979-80  URSS Aleksandr Kočijev
23 1980-81  Svezia Nils Renman
24 1981-82  Austria Arne Duer
25 1982-83  URSS Nona Gaprindašvili
26 1983-84  Cecoslovacchia Karel Mokrý
27 1984-85  Ungheria Lajos Portisch
28 1985-86  Svezia Ulf Andersson
29 1986-87  Ungheria Zoltán Ribli
30 1987-88  URSS Vladimir Tukmakov
31 1988-89  URSS Michail Gurevič
32 1989-90  URSS Jaan Ehlvest
33 1990-91  URSS Anatolij Karpov
34 1991-92  India Viswanathan Anand
35 1992-93  Armenia Rafael Vaganjan [5]
36 1993-94  Ungheria Lajos Portisch
37 1994-95  Armenia Rafael Vaganjan
38 1995-96  Russia Jurij Razuvaev
39 1996-97  Polonia Michal Krasenkow
40 1997-98  Ucraina Dmitrij Komarov
41 1998-99  Russia Evgenij Soloženkin
42 1999-00  Israele Leonid Judasin
43 2000-01  Ucraina Oleg Romanishin
44 2001-02  Bulgaria Vladimir Georgiev [6]
45 2002-03  Francia Jean-Luc Chabanon
46 2003-04  Grecia Igor Miladinović
47 2004-05  Bulgaria Aleksandr Delčev
48 2005-06  Russia Konstantin Landa
49 2006-07  Moldavia Viorel Iordachescu
50 2007-08  Ungheria Zoltán Almási
51 2008-09  Cina Ni Hua
52 2009-10  Stati Uniti Gata Kamskij [7]
53 2010-11  Azerbaigian Vugar Gašimov [8]
54 2011-12  Paesi Bassi Anish Giri


Torneo B[modifica | modifica wikitesto]

Ljubomir Ljubojević,
vincitore del torneo B
nel 1991
Edizione Elo medio Vincitore
1983-84
2295
 Italia Antonio Martorelli
1984-85
2306
 Jugoslavia Vladimir Bukal
1985-86
2338
 Portogallo Antonio Antunes
1986-87
2280
 Cecoslovacchia Zdenek Beil
1987-88
2307
 Italia Bruno Belotti
1988-89
2293
 Jugoslavia Vladimir Bukal
1989-90
2305
 Jugoslavia Vladimir Bukal
1991
2601
2401
 Jugoslavia Ljubomir Ljubojević
 Jugoslavia Mišo Cebalo [9]
1991-92
2445
 Ungheria Lajos Portisch
2008-09
2351
 Islanda Björn Thorfinnsson

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Salta il torneo di scacchi, mancano gli sponsor in Gazzetta di Reggio, 13 dicembre 2012.
  2. ^ (EN) 53rd Torneo di Capodanno in Reggio Emilia (articolo di Adolivio Capece su Chessdom.com
  3. ^ A pari punti con István Bilek, Rudolf Teschner e Dragoljub Minić
  4. ^ A pari punteggio con Ciocâltea, Radulov e Paoli.
  5. ^ In tre occasioni il torneo valse anche come campionato italiano di categoria: il titolo fu assegnato allo scacchista italiano meglio piazzato nella competizione, che nel 1992-93 fu Michele Godena, nel 1994-95 Stefano Tatai e nel 1997-98 Igor Efimov.
  6. ^ Per spareggio tecnico su Boris Chatalbashev, Alexander Delchev e Mišo Cebalo.
  7. ^ Per spareggio tecnico su Zoltán Almási (entrambi 6,5 su 9).
  8. ^ Per spareggio tecnico su Francisco Vallejo Pons
  9. ^ Torneo “C”.

Galleria fotografica[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

scacchi Portale Scacchi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di scacchi