Bruno Belotti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Bruno Belotti
BelottiBruno.jpg
Nazionalità Italia Italia
Scacchi Chess.svg
Categoria Maestro Internazionale
Best ranking 2460 (gennaio 1991)º
Palmarès
Transparent.png Campionato italiano di scacchi
Oro Campionato italiano assoluto-Chianciano Terme 1989
Oro Campionato italiano assoluto-Mantova 1996
Oro Campionato italiano assoluto-Montecatini 2001
Transparent.png Campionato italiano di scacchi a squadre
Oro Campionato italiano a squadre-VIMAR Marostica 1993
Oro Campionato italiano a squadre-VIMAR Marostica 1997
Oro Campionato italiano a squadre-VIMAR Marostica 2001
Oro Campionato italiano a squadre-VIMAR Marostica 2002
Oro Campionato italiano a squadre-VIMAR Marostica 2004
Statistiche aggiornate al 26 marzo 2019

Bruno Belotti (Ponte Nossa, 8 dicembre 1964) è uno scacchista italiano, Maestro Internazionale.

Inizia la carriera giovanissimo nel circolo di via Tasso a Bergamo diretto dal decano Valdo Eynard. Diviene campione d'Italia la prima volta al Campionato italiano di scacchi di Chianciano Terme nel 1989 a soli 25 anni.

Ripete l'exploit conquistando il titolo nel 1996 a Mantova e nel 2001 a Montecatini Terme.

Belotti ha vinto quattro edizioni del Festival di Bratto: nel 1984 (ex aequo con Guillermo Sholz-Solis), nel 1990 (ex aequo con Vitomir Arapović), 1994 (ex aequo con Daniel Contin e Alex Everet ) e 1995 (ex aequo con Sahbaz Nurkić).

Ha partecipato a cinque Olimpiadi degli scacchi dal 1990 al 2002, realizzando il 52,2% dei punti, ha vinto 15 partite, pareggiate 17 e perse 13. [1]

Ha vinto cinque volte il Campionato italiano a squadre con la squadra del "VIMAR Marostica": nel 1993, 1997, 2001, 2003 e 2004.

Tra i successi di torneo, da citare il 1º posto nel torneo B del 30° torneo di Capodanno di Reggio Emilia 1987/88 e nella prima edizione del Torneo di scacchi Open Internazionale "Città di Bergamo" 2002.

Ha raggiunto il proprio record di punti elo nel gennaio 1991 con 2460 punti, giocatore numero 1 in Italia.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Scheda Bruno Belotti in Olimpbase, su olimpbase.org.
  2. ^ Rating Progress in Olimpbase, su olimpbase.org.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]