Personaggi di Star Trek: The Next Generation

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Star Trek: The Next Generation.

Questa è una lista dei personaggi della serie televisiva Star Trek: The Next Generation.

Personaggi principali[modifica | modifica wikitesto]

Personaggi ricorrenti[modifica | modifica wikitesto]

  • B'Etor Duras, interpretata da Gwynyth Walsh (stagioni 4, 5, 7), doppiata in italiano da Tiziana Avarista[1].
    Klingon, sorella di Lursa, è un'acerrima nemica di Jean-Luc Picard.
  • Bruce Maddox, interpretato da Brian Brophy (stagione 2). Scienziato della Federazione, interessato alla vita sintetica, tenta di impossessarsi di Data, per studiarne il cervello positronico. In seguito riapparirà nella serie Star Trek: Picard, interpretato da John Ales, dove è impiegato al Daaystrom Institute, in cui lavora allo studio di nuovi androidi.
  • Edward Jellico, interpretato da Ronny Cox (stagione 6).
    Per un breve periodo assume il comando dell'astronave Enterprise D al posto del capitano Jean-Luc Picard (vedi prima e seconda parte dell'episodio "Il peso del comando" della sesta stagione di TNG). Prima di tale incarico, era ufficiale comandante della USS Cairo, incarico che torna a ricoprire, una volta terminato il breve periodo al comando della nave ammiraglia della Federazione.
  • Gowron, interpreato da Robert O'Reilly (stagioni 2-6), doppiato in italiano da Gianfranco Bellini e Dario Penne.
    Cancelliere dell'Impero Klingon, Gowron assurge al potere nel 2367, dopo la morte di Duras per mano di Worf. In Star Trek: Deep Space Nine Worf alla fine ucciderà anche Gowron, mettendo fine al suo cancellierato e facendo assurgere al comando al suo posto il generale Martok. Oltre a TNG e DS9, il personaggio appare inoltre, doppiato sempre da O'Reilly, in numerosi videogiochi del franchise.
  • Guinan, interpreatata da Whoopi Goldberg (stagioni 2-6) e da Isis J. Jones (stagione 6, bambina), doppiata in italiano da Franca Lumachi.
    El-Auriana, è la saggia barista del bar di prora dell'Enterprise D, che elargisce spesso utili consigli al capitano Jean-Luc Picard e all'equipaggio dell'astronave. Oltre che in TNG, Guinan apparirà anche nei due film Generazioni e Star Trek - La nemesi.
  • Il Viaggiatore (in inglese The Traveler), interpretato da Eric Menyuk (stagioni 1, 4, 7) e Tom Jackson (stagione 7, come Lakanta), doppiato in italiano da Luciano Marchitello (stagione 1), Antonio Sanna (stagione 4) e Nino Prester (stagione 7).[1]
    Il Viaggiatore, il cui vero nome è impronunciabile dagli esseri umani, è un alieno proveniente da Tau Alpha C, che l'Enterprise D incontra nel 2364 ed è in grado di distorcere lo spazio-tempo con il pensiero.[2][3] Grazie a lui l'Enterprise D è in grado di uscire dalla Via Lattea e viaggiare per miliardi di anni luce fino ad altre galassie lontane.[3] Successivamente esprime interesse nei confronti di Wesley Crusher e nel 2370 ne diviene la guida in un nuovo piano di esistenza.[2]
  • Juliana Trainer, già Juliana Soong, da nubile Juliana O'Donnell, interpretata da Fionnula Flanagan (TNG).
    È la moglie di Noonien Soong, "madre" di Data e di Altan Inigo Soong.
  • Keiko Ishigawa, in seguito Keiko O'Brien (stagioni 4-6), interpretata da Rosalind Chao, doppiata in italiano da Silvia Tognoloni.[1]
    Botanica, ha una relazione con Miles O'Brien, che in seguito sposerà diventandone la moglie. La ritroveremo successivamente a bordo della stazione spaziale Deep Space Nine con il marito e la figlia.
  • Lal, interpretata da Hallie Todd, Leonard Crofoot, Kristina Kochoff, Andy Wiley (stagione 3).
    Lal è la "figlia" di Data, da lui creata in laboratorio nel 2366.[4][5] Data costruisce Lal basandosi sulla propria pogrammazione e dotandola di un cervello positronico simile al suo.[5] La programmazione di Lal tuttavia si rivela rapidamente superiore a quella di Data ed è inoltre in grado di provare emozioni, cosa di cui lui è totalmente privo.[5] Saputo dell'esperimento compiuto da Data, non autorizzato dalla Flotta, l'ammiraglio Haftel ordina a Data di consegnare Lal al Daystrom Institute, ma Data si rifiuta di farlo, perché la considera come una figlia.[5] Tuttavia, prima di giungere a una soluzione, Lal subisce un errore fatale causato dalla sperimentazione di emozioni troppo forti e nonostante tutti gli sforzi per ripararla, l'Androide si spegne per sempre.[5] In seguito i suoi ricordi vengono da Data integrati nel proprio cervello positronico.[5]
  • Lore, interpretato da Brent Spiner (stagioni 6-7), doppiato in italiano da Marco Mete.
    Lore è un androide costruito dal dottor Noonien Soong sulla colonia agricola di Omicron Theta, fisicamente identico a Data. Il suo cervello positronico, troppo simile alla natura umana, lo ha reso avido di potere e maligno nei confronti degli umani, per tale motivo Noonien Soong lo disattiva e lo smantella per non mettere in pericolo l'incolumità dei coloni, realizzando in seguito Data, correggendo gli errori di programmazione evidenziati in Lore. Successivamente Lore viene riassemblato e riattivato nel 2364 dai tecnici dell''Enterprise D, che ne recuperano le parti nel laboratorio segreto del dottor Soong su Omicron Theta. Ben presto la sua sete di potere riaffiora e, dopo aver neutralizzato Data, prende il suo posto e contatta l'Entità Cristallina per consegnargli l'equipaggio dell'Enterprise. I suoi piani vengono però mandati all'aria dall'intervento di Wesley Crusher. Lore viene teletrasportato nello spazio e fugge assieme all'Entità Cristallina.
    Riappare nel 2367 quando, insieme a Data, viene condotto dal redivivo Soong su Terlina III. Il dottore ha l'intenzione di fornire a Data un chip emozionale e, scoperto che Lore era stata riassemblato, vuole risolvere i suoi problemi comportamentali. Lore, fingendo di essere d'accordo, ottiene la fiducia di Soong ma ruba con l'inganno il chip emozionale e uccide il suo creatore. L'ultima apparizione di Lore è nel 2370 quando è a capo di un gruppo di Borg rinnegati, prima attacca un avamposto federale, utilizzando un drone Borg che sfrutta il chip emozionale portando Data dalla sua parte. Attirando in una trappola l'Enterprise, cattura Picard, La Forge e Troi. Riker e Worf con l'aiuto di un gruppo di Borg comandato da Hugh riescono a sconfiggere il gruppo di Lore; alla fine Data si ribella al fratello e lo disassembla.
  • Lursa Duras, interpretata da Barbara March (stagioni 4, 5, 7), doppiata in italiano da Stefanella Marrama[1].
    Klingon, sorella di B'Etor, è un'acerrima nemica di Jean-Luc Picard.
  • Lwaxana Troi, intepretata da Majel Barrett (stagioni 1-7), doppiata in italiano da Miranda Bonasea e Marzia Ubaldi.
    Betazoide, madre del consigliere dell'Enterprise D Deanna Troi. Il suo titolo completo è Lwaxana Troi, Figlia della Quinta Casa, detentrice del Sacro Calice di Rixx, erede del Sacro Anello di Betazed. Spesso usa le sue capacità telepatiche sugli altri per provocare polemiche. Ha sempre avuto romantica inclinazione verso il capitano Jean-Luc Picard.
  • Miles O'Brien, interpretato da Colm Meaney (stagioni 1-7), doppiato in italiano da Massimo De Ambrosis.
    Sottufficiale addetto al teletrasporto, il personaggio sarà in seguito trasferito sulla stazione Deep Space Nine, dove diventerà capo operazioni della stazione.
  • Montgomery Scott, interpretato da James Doohan (stagione 6), doppiato in italiano da Renato Mori.[1]
  • Noonien Soong, interpretato da Brent Spiner (stagioni 6-7), doppiato in italiano da Marco Mete.
    Scienziato terrestre, impegnato nella creazione di androidi, è il "padre" di Data. Nelle serie televisive successive, appariranno anche suoi antenati e suoi discendenti, tutti interpretati da Brent Spiner.
  • Kurn, interpretato da Tony Todd (stagioni 3-5), doppiato in italiano da Dario Penne.
    Klingon, Kurn è il fratello biologico di Worf, anch'egli figlio di Mogh. Viene introdotto nell’episodio della terza stagione di TNG I peccati del padre (Sins of the Father). È un Comandante delle Forze di Difesa Klingon che nel corso di un programma di scambio con la Flotta Stellare viene assegnato temporaneamente all'Enterprise assumendo l'incarico di primo ufficiale. Kurn sapeva da sempre che la sua intera famiglia aveva perso la vita su Khitomer, in seguito di un attacco Romulano, e di non aver alcun altro parente in vita. Kurn rivela a Worf di essere anch'egli figlio di Mogh, di come scampò alla morte quando fu deciso che vista la sua giovane età non seguisse la famiglia su Khitomer, di come dopo l'attacco, Lorgh, un amico di loro padre, lo aveva accolto nella sua famiglia e cresciuto come figlio proprio e che solo raggiungimento dell'età dell'ascensione, gli venne rivelata la sua vera discendenza. Kurn porta a conoscenza Worf dell`accusa di aver collaborato con i Romulani nell'attacco a Khitomer mossa contro Mogh da Duras, figlio di Ja′rod suo grande rivale, e che in base a tale accusa l'Alto Consiglio lo avesse giudicato colpevole di tradimento, gettando il disonore sul suo intero casato. Esposta la situazione al Capitano Picard, l'Enterprise fa rotta per il pianeta natale Klingon Qo'noS per consentire a Worf di contestare tale accusa e impugnare la sentenza davanti all'Alto Consiglio e riportare l'onere al casato. Durante lo svolgimento del processo Kurn viene ferito gravemente in un attentato orchestrato da Duras, viene salvato dal personale dell'Enterprise. L’equipaggio dell'Enterprise svolge delle indagini allo scopo di scoprire la verità rivelando che in realtà fu Ja'rod il collaborazionista. Il Cancelliere K'mpec rifiuta di scagionare Mogh, in quanto vista la grande influenza del casato di Duras all'interno dell'Alto Consiglio l'accusa a Ja'rod destabilizzebbe l'impero Klingon, condannando a morte Worf e tutti gli appartenenti al casato di Mogh a meno che Worf non avesse accettato di lasciare disonorato il suo casato. Worf accetta di essere disonorato, ma a condizione che la vera discendenza di Kurn fosse mantenuta segreta, e che a quest'ultimo fosse permesso di continuare a servire nelle Forze di Difesa Klingon.
    Worf incontra nuovamente Kurn subito prima della guerra civile Klingon (nell'episodio in due parti La via di Klingon (prima parte) e La via di Klingon (seconda parte)). Kurn è diventato Capitano ed è al comando di suo vascello. Worf, come capo del casato di Mogh, decide che il casato di Mogh si schieri con Gowron pretendente alla successione del defunto Cancelliere K'mpec. Nelle lotte per la successione i due fratelli salvano la vita, il quale rende l'onore a Worf, a Kurn e a tutto il suo casato. Alla fine della guerra civile Kurn entra a far parte dell'Alto consiglio Klingon.
    Il personaggio appare in seguito anche in DS9. Fa parte dell'Alto Consiglio di Klingon, per poi venirne estromesso quando Worf viene esiliato per essersi opposto a Gowron. Perde interesse nel vivere e così Worf chiede al dottor Bashir di cancellargli la memoria, in modo che, risvegliandosi, gli si farà credere di essere Rodek, figlio di Noggra, un amico di Worf che lo accoglie nella sua casata[6].
    Kurn compare anche in una serie di tre romanzi intitolata I.K.S. Gorkon[7][8][9] e nel romanzo Klingon Empire. A burning house[10], ambientate dopo che a Kurn è stata cancellata la memoria e lo mostrano sotto la sua nuova identità servire l'impero Klingon a bordo di una nave delle Forze di Difesa Klingon di nome Cancelliere Gorkon.
  • Q, interpretato da John de Lancie (stagioni 1-7), doppiato in italiano da Francesco Pannofino.
    Q è un'entità bizzarra e dispettosa dotata che appartiene alla specie omonima di entità semidivine apparentemente immortali, onnipotenti e onniscienti. Tali entità vivono in un piano di esistenza superiore chiamato il Continuum Q. Q si diverte a provocare problemi alle astronavi che incontra. In particolare per un lungo periodo si diverte a stuzzicare il comandante dell'Enterprise D Jean-Luc Picard e i membri del suo equipaggio.
  • Reginald Barclay, interpretato da Dwight Schultz (stagioni 3-7), doppiato in italiano da Sandro Acerbo e Antonio Sanna.
  • Ro Laren, interpretata da Michelle Forbes (stagioni 4-7), doppiata in italiano da Paola Mannoni.
    Bajoriana, è un tenente della Flotta Stellare che ha tradito per unirsi ai Maquis.
  • Sarek, interpretato da Mark Lenard (stagioni 3, 5).
  • Sela, interpretata da Denise Crosby (stagioni 4-5), doppiata in italiano da Isabella Pasanisi.
    Per metà umana e per metà Romulana, è la figlia di un generale romulano e del tenente Tasha Yar, proveniente dal 2344 parallelo, a causa di un viaggio nel tempo della Enterprise C, della quale rimane a bordo tornando nel passato e intrecciando una relazione con l'ufficiale dell'Enterprise-C Richard Castillo. Quando l'Enterprise C viene distrutta nel tentativo di salvare il pianeta, alcuni membri dell'equipaggio vengono catturati dai Romulani, tra cui la stessa Yar. Il generale romulano che compie la cattura s'infatua di lei, risparmia le vite dei prigionieri e la sposerà. Un anno dopo nasce Sela, la loro unica figlia. Ma, non soddisfatta della sua vita con i Romulani, Tasha Yar scappa con la figlia di appena quattro anni. La donna viene catturata e giustiziata. Cresciuta, Sela entra nelle forze armate romulane, diventando un militare di carattere e intelligenza, oltre che particolarmente infida e feroce. Divenuta comandante di rilievo, viene assegnata al comando centrale de servizi segreti romulani e si trasferisce sul pianeta Qo'noS, capitale dell'Impero Klingon, dove partecipa a un'operazione riservata atta a sostenere il giovane vigliacco Toral, figlio di Duras e nipote delle subdole e intriganti Lursa e B'Etor, nell'ascesa al Cancellierato Supremo dell'Impero ai danni del legittimo candidato Gowron. Tuttavia il progetto viene scoperto e sventato dal capitano Picard, assegnato al comando di una flotta con cui riesce a bloccare le incursioni della flotta romulana attraverso il confine con l'Impero Klingon, sospendendo gli aiuti segreti a beneficio del Casato di Duras. Successivamente, Sela approfitta della presenza dell'ambasciatore vulcaniano Spock su Romulus allo scopo di invadere il remoto e lontano pianeta Vulcano, remoto luogo d'origine dei Romulani, ma Picard interviene ancora una volta sventando le sue intenzioni e liberando Spock dalle sue grinfie.
  • Sito Jaxa, interpretata da Shannon Fill (stagioni 5, 7).
    Bajoriana, è un guardiamarina della Flotta Stellare che opera a bordo dell'Enterprise D. Nata nel 2347 sul pianeta Bajor, sotto l'occupazione Cardassiana. Venne accettata all'Accademia della Flotta Stellare nel 2365, dove, tra le sue attività primarie, incluse la partecipazione alla squadra Nova, l'élite dei piloti dell'Accademia. Il suo curriculum accademico fu offuscato nel 2368 a causa del suo coinvolgimento nella morte del compagno di volo Cadetto Joshua Albert, avvenuta mentre eseguivano una manovra aerea illegale, la Kolvoord Starburst, durante la pratica di volo. Anche se le fu permesso di rimanere all'Accademia, Sito subì gravi conseguenze personali, come l'annullamento di tutti i suoi meriti dell'ultimo anno, cosa che ritardò il conseguimento del suo diploma di un anno.
    Dopo il diploma fu assegnata all'Enterprise-D nel 2370, su richiesta personale del Capitano Jean-Luc Picard, che in seguito le spiegò che l'aveva voluta allo scopo di darle la possibilità di redimersi malgrado il suo coinvolgimento nell'incidente all'Accademia. Ben vista dai suoi colleghi, Sito fu una dei guardiamarina presi in considerazione per la promozione e ricoprì l'incarico di ufficiale della sicurezza. Professionalmente esemplare, impressionò i suoi ufficiali comandanti a tal punto da assicurarsi la partecipazione come volontaria ad una pericolosa missione speciale in territorio cardassiano. Doveva accompagnare Joret Dal, un cardassiano collaboratore della Federazione, all'interno dello spazio cardassiano. Per poter passare il confine senza destare sospetti nelle pattuglie di sorveglianza, Joret Dal si finse un cacciatore di taglie e Sito la sua prigioniera, una terrorista bajoriana. Più tardi furono ritrovati i resti della sua navetta, e Sito venne considerata uccisa in missione, mentre tentava di fare ritorno allo spazio della Federazione.
  • Spock, interpretato da Leonard Nimoy (stagione 5).
  • Thomas Riker, interpretato da Jonathan Frakes, doppiato in italiano da Sergio Di Stefano.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f Star Trek: The Next Generation, su Il mondo dei doppiatori, AntonioGenna.net. URL consultato il 1º maggio 2022.
  2. ^ a b (EN) The Traveler, su Star Trek, CBS Entertainment. URL consultato il 7 maggio 2022.
  3. ^ a b Il viaggiatore in Star Trek, su W3Ask. URL consultato il 7 maggio 2022.
  4. ^ René Echevarria, Star Trek: The Next Generation: episodio 3x16, La figlia di Data [The Offspring], syndication, 12 marzo 1990.
  5. ^ a b c d e f (EN) Lal, su Star Trek, CBS Entertianment. URL consultato il 20 maggio 2022.
  6. ^ Ronald D. Moore, Star Trek: Deep Space Nine: episodio 4x15, I figli di Mogh [Sons of Mogh], syndication, 12 febbraio 1996.
  7. ^ (EN) Keith R. A. DeCandido, I.K.S. Gorkon Book One. A Good Day to Die, in Star Trek, Pocket Books, 2003, ISBN 978-0-743457-15-6, OCLC 893684002.
  8. ^ Keith R. A. DeCandido, I.K.S. Gorkon Book Two. Honor Bound, in Star Trek, Pocket Books, 2003, ISBN 978-0-743457-16-3, OCLC 61423647.
  9. ^ (EN) Keith R. A. DeCandido, I.K.S. Gorkon Book Three. Enemy Territory, in Star Trek, Pocket Books, 2005, ISBN 978-1-416500-14-8, OCLC 680102099.
  10. ^ (EN) Keith R. A. DeCandido, Klingon Empire. A burning house, in Star Trek, Pocket Books, 2008, ISBN 978-1-416556-47-3, OCLC 426069320.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]